Home
 

 " "

 

 

 

Una folla di studenti ha invaso il 23 maggio Piazza Vittorio Emanuele II a Pisa. Imprenditorialità, spirito di iniziativa, creatività ed entusiasmo sono stati gli ingredienti principali che hanno caratterizzato la Finale Regionale di Impresa in azione 2017 - 2018, il programma didattico promosso da Junior Achievement Italia, accreditato dal MIUR tra i percorsi di alternanza scuola-lavoro e sviluppato in Toscana grazie alla partnership con Unioncamere Toscana e la Fondazione per l'Innovazione e lo Sviluppo Imprenditoriale - ISI, partecipata dalla Camera di Commercio di Pisa, che del progetto è il soggetto attuatore. Il tutto in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, il sostegno di Rotary International Distretto 2071, le Camere di Commercio di Lucca e Pisa ed il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Pisa.

 

Protagonisti sono stati i ragazzi, oltre seicento, provenienti da 6 province della Toscana, suddivisi in 26 gruppi-classe-impresa (imprese JA), appartenenti a 12 istituti scolastici, che si sono sfidati per aggiudicarsi la Finale Regionale di Impresa in azione e raggiungere Milano per la fase nazionale della competizione.

 " "

 

Idee imprenditoriali interessanti, innovative e alcune molto originali, sviluppate a scuola durante l'anno scolastico con il supporto di alcuni docenti coordinatori e di alcuni professionisti, soci del Rotary International Distretto 2071, che hanno offerto il loro tempo per affiancare gli studenti in questo loro percorso imprenditoriale. Un vero e proprio laboratorio d'impresa, che ha permesso ai ragazzi di sperimentare ogni fase, dallo svilluppo di un concept con relativo studio di fattibilità, fino alla realizzazione del prodotto e al lancio sul mercato, imparando a misurarsi con problematiche legate alla costituzione e alla gestione di un'impresa, in tutto simili a quelle reali.

 

La finale di Pisa è stata occasione per confrontarsi con i potenziali clienti/utenti che sono transitati da Piazza Vittorio Emanuele ma, soprattutto, per mostrare ad una giuria selezionata di esperti le idee d'impresa, il resoconto dell'attività svolta, la forza del gruppo di lavoro e le strategie di marketing messe in atto.

 

Sul gradino più alto del podio sono saliti gli studenti dell'Istituto Ferraris - Brunelleschi di Empoli con l'impresa RediscovJA vincitrice del premio Migliore Impresa JA Toscana 2018.

RediscovJA ha realizzato Freear, un auricolare Bluetooth, da portare all'esterno dell'orecchio, innovativo nella forma e nella tecnologia basata sulla conduzione ossea.

 

La giuria della Finale Toscana, presieduta dal manager Mario Garzella e composta da 24 tra imprenditori, professionisti, manager, funzionari pubblici e privati, ricercatori universitari, rappresentanti dei Poli tecnologici, del mondo delle Camere di Commercio e degli Istituti di credito, ha inoltre assegnato i seguenti riconoscimenti speciali:

  • Premio "Rotary: giovani@intrapresa.futuro" assegnato a SocialITI, dell'Istituto Superiore L. Da Vinci - Fascetti di Pisa, quale team che meglio ha saputo guardare al futuro
  • Business Model Award, conseguito da WikiTune JA, dell'Istituto Superiore L. Da Vinci - Fascetti di Pisa, al team con il miglior modello di business
  • Team Award, conseguito da Dino Code Ja, dell'Istituto Superiore Tecnico Tecnologico Fedi-Fermi di Pistoia, quale impresa con il miglior team
  • Ecoinnovation Award assegnato Good Luck JA, dell'Istituto Istituto Tecnico Agrario Statale, che ha introdotto con il proprio prodotto o servizio un'innovazione ecosostenibile
  • Social Communication Award a Love & Pets JA, dell'Istituto Superiore L. Da Vinci - Fascetti di Pisa, per aver ha utilizzato meglio le strategie di comunicazione social.

Riconosciuto dalla Commissione Europea come "la più efficace strategia educativa di lungo periodo per la crescita e l'occupabilità dei giovani", attraverso una metodologia didattica basata sul learning by doing e un curriculum ricco di iniziative e contenuti, offre agli studenti gli strumenti giusti per trasformare una semplice idea in una vera e propria impresa.

 

Quest'anno in Italia hanno partecipato all'iniziativa oltre 16.000 studenti tra i 16 e i 19 anni di oltre 270 scuole dando vita a 780 mini-imprese ognuna delle quali ha ideato e realizzato un prodotto o un servizio con un buon potenziale di mercato. Un coinvolgimento sempre crescente anche grazie al protocollo d'intesa che JA Italia ha firmato con Unioncamere con l'obiettivo di dare impulso all'attivazione di iniziative che possano costituire punto di riferimento per la realizzazione di percorsi d'istruzione in Alternanza Scuola-Lavoro basati sulla metodologia della mini-impresa di studenti.

 

L'impresa RediscovJA nasce da un piccolo gruppo di studenti del IIS "Ferraris - Brunelleschi" di Empoli. Ha realizzato Freear, un auricolare Bluetooth, da portare all'esterno dell'orecchio, innovativo nella forma e nella tecnologia. Freear, a differenza di altri apparecchi, utilizza infatti la "conduzione ossea" come metodo trasmissivo, questa tecnologia permette un ascolto chiaro senza isolare completamente la persona dal mondo esterno.

 

Stampa