Home
Newsletter Net Economy
Iscrizione al Tribunale di Lucca N° 783 del 30/5-3/6/2003
N° 10 del 30/10/2009
Sommario
eventi/fiere ICT
e-Commerce
Nomi a dominio
Social Networks
Ultime dall'UE
Iniziative Istituzionali
Studi, Rapporti, Analisi
Siti, Portali, soluzioni Internet per le Imprese
Appuntamenti

eventi/fiere ICT

Ricerca, ICT ed Imprese creative: un workshop della Regione Piemonte. 4 e 5 novembre 2009

A Torino, il consorzio del progetto CREATE (Information and communication technologies (ICT) innovations in creative industries)organizzail 4 ed il5 novembre 2009 una conferenza internazionale intitolata "CREATE: Connecting ICT research and creative enterprises", nell'ambito delle iniziative previste per il 2009, anno europeo della creatività e dell'innovazione.

L'evento, finanziato dalla Regione Piemonte, illustrerà la più recente innovazione delle TIC nello sviluppo di industrie creative e cluster: saranno riunite le parti interessate del settore pubblico, politico e imprenditoriale attraverso l'organizzazione di workshop e discussioni, per individuare nuove traiettorie di sviluppo per le TIC, priorità di ricerca e modelli commerciali innovativi.

Contesto:

CREATE è un programma co-finanziato nell'ambito dell'iniziativa "Regioni della conoscenza"

Le lingue di lavoro del workshop sono l'inglese e l'italiano; i lavori potranno essere seguiti anche in video streaming

Link collegati:

Per registrarsi


 

e-Commerce

Hermes: il software di autodiagnosi di propensione all'e-commerce

Hermes è un software di autodiagnosi, mediante il quale imprese o aspiranti imprenditori possono, in prima istanza, valutare la loro propensione al commercio elettronico.
Inserendo alcuni parametri relativi all´azienda (ramo attività, dimensione, dotazione informatica, ecc.) Hermes fornirà in tempo reale una prima valutazione delle potenzialità per il commercio on line.

Sviluppato dal sistema delle Camere di commercio del Piemonte, Hermes è consultabile all´indirizzo www.hermesonline.it.

La procedura è estremamente semplice e guidata; la registrazione, non obbligatoria, consente di aggiornare i propri dati nel caso di modifiche dello status aziendale rispetto alla prima autodiagnosi.


Come realizzare gratuitamente un sito di e-commerce

Quanto costa vendere su Internet? Anzi,quanto costa realizzare un sito per vendere su Internet?

La rete, anche in questo caso, può essere fonte di risorse e strumenti gratuiti, nel senso che, anche per realizzare un sito di commercio elettronico, si possono trovare in rete risorse, soluzioni ed informazioni interamente gratuite, adatte ad ogni tipo di esigenza: strumenti professionali completi e flessibili per gli utenti con necessità più articolate, applicativi più semplici per gli utenti alle prime armi.

Intertraders.eu ci presenta alcunitra gli strumenti di maggior successo presenti in rete, individuati secondo un criterio di tipo “social”, cioè ascoltando i pareri più diffusi su forum e gruppi di discussione, ed evidenziandone, per ognuno, i principali vantaggi e svantaggi segnalati nel Web.

Il tutto nell'articolo di Giovambattista Pallavicini “Come realizzare gratuitamente un sito di e-commerce”


 

Nomi a dominio

Partita la registrazione automatizzata dei domini ".it". Ed è subito successo.

Il Registro .it dell'Istituto di Informatica e Telematica del Cnr che assegna e gestisce i nomi a dominio a suffisso “.it”ha attivato dal 28 settembre la nuova modalità di registrazione, completamente automatizzata, dei nomi Internet con la targa italiana: niente più carta e fax, le operazioni ora possono essere condotteon line, in tempo reale, con il sistema cosiddetto “sincrono”.

Le procedure di registrazione sono adesso semplici ed immediate: basato sul protocollo standard Epp, il sistema supera il limite delle procedure “asincrone”, che prevedono l'invio via fax al Registro dei principali documenti necessari all'attivazione di un dominio ".it". Gli utenti finali non devono più inviare alcuna documentazione cartacea al Registro ed i tempi effettivi di sono passati da una media di due, tre giorni a circa tre ore. Ciò vale a dire che il nome richiesto è già visibile su Internet nel giro di pochissimo: un notevole passo in avanti in termini di rapidità ed efficienza del servizio

Le nuove regole di registrazione hanno da subito innescato un netto incremento nel numero medio di registrazioni giornaliere: il 28 settembre, primo giorno di operatività del nuovo sistema, il Registro ha attivato 723 nuovi domini in tempo reale, cui si sono aggiunti altri 1638 domini registrati secondo le vecchi procedure “asincrone” ( i due sistemi coesisteranno per i prossimi due anni).

Dal 28 settembre in poi sono stati attivati inoltre quasi duemila nuovi domini al giorno , contro una media di 1.156 rilevata nel corso del 1009ed il gap tra le nuove registrazioni sincrone e quelle asincrone si è andato progressivamente abbassando fino a che il 2 ottobre è avvenuto il il sorpasso, con 1.154 registrazioni con il nuovo sistema e 965 asincrone.

La tendenza a privilegiare il nuovo sistema si va ulteriormente incrementando, grazie anche al fatto che gli utenti possono attivare domini .it con procedura sincrona anche il sabato e la domenica, operazione non consentita con le vecchie procedure che richiedono l'intervento manuale da parte degli operatori del Registro.

E' stato comunque previsto un periodo di due anni di coesistenza dei due sistemi, asincrono e sincrono, al fine di consentire a tutti gli operatori del settore di migrare senza strappi verso le nuove procedure.

Le nuove procedure stanno catalizzando anche l'interesse degli operatori stranieri. Se tra le 1.990 società che lavorano in modalità asincrona (i cosiddetti “mantainer”) il 95% è italiano, un quinto dei 133 operatori in modalità sincrona (i “registrar”) è infatti straniero.

Il Registro “.it” conta, ad oggi, 1.737.270 domini registrati, a fronte dei 1.623.705 di fine 2008. Per dimensioni è il quinto d'Europa e il settimo del mondo tra i registri geografici, cioè quelli che identificano una nazione o un territorio, come .fr per la Francia o .uk per il Regno Unito.


 

Social Networks

Twitter: cos'è, a cosa serve, come può essere utile ad imprese e professionisti

Twitter è un un sito di “micro-blogging” nato nel 2006, che fornisce agli utenti una pagina personale aggiornabile tramite messaggi per una lunghezza massima di 140 caratteri.

Il micro-blogging è una forma di pubblicazione costante in Rete di piccoli contenutisotto forma di messaggi di testo, immagini, video, ecc. Questi contenuti vengono pubblicati sulla home page del sito, e sono visibili a tutti o soltanto alle persone della propria community, a seconda deiparametri impostati.

Twitter, tradotto dall'inglese significa “cinguettante” e si riferisce al fatto che ciascun intervento (cinguettio) viene visualizzato sulla pagina dell'autore e dovrebbe fungere da richiamo per gli altri “uccellini” della community, i “followers” che, avendo deciso di seguire le conversazioni di quel determinato utente,dovrebbero rispondere.

La popolarità di un iscritto a Twitter è legata al suo numero di “followers”.

Uno dei motivi del successoè la possibilità di inviare aggiornamenti, oltre chevia computer, anche tramitedispositivi mobili come Blackberry e iPhone

Già molto utilizzato negli USA, questo social network non è ancora molto conosciuto e sfruttato nel nostro Paese ma, viste le sue caratteristiche, si può capire come possarappresentare, per imprese e professionisti,un sistema importante per informare in tempo reale comunità di persone in merito alla propriaattività.

Per saperne di più sulla funzione informativa di Twitter, capire come e per cosa viene usato dalle grandi aziendee come potrebbe essere utile ad imprese e professionisti, rimandiamo all'articolo diMarcoDe Alberti, pubblicato da Mercato Globale.

Per leggere l'articolo clicca qui.


 

Ultime dall'UE

La Commissione vara il servizio Open service di EGNOS – accesso gratuito ai cittadini e alle imprese

La Commissione europea ha annunciato l'avvio ufficiale dell'Open service di EGNOS, il Sistema europeo di copertura per la navigazione geostazionaria, al quale ora possono accedere gratuitamente imprese e cittadini. EGNOS è il primo contributo europeo alla navigazione satellitare ed è il precursore di Galileo, il sistema di navigazione satellitare globale che l'Unione europea sta sviluppando.

Antonio Tajani, vicepresidente responsabile dei trasporti, ha dichiarato: “Da oggi le imprese e i cittadini europei potranno beneficiare di una miriade di applicazioni migliori e di nuove opportunità rese possibili grazie a segnali di navigazione più precisi. Stiamo gettando le basi di un futuro ormai imminente”.

EGNOS è un sistema satellitare che migliora l'accuratezza dei segnali di navigazione satellitare in Europa: basti pensare che la precisione degli attuali segnali GPS viene aumentata da circa dieci metri a due metri.

Sia le imprese che i cittadini europei possono trarre importanti vantaggi da EGNOS. Il sistema può infatti supportare nuove applicazioni in vari settori diversi come l'agricoltura, ad esempio per l'irrorazione ad alta precisione di fertilizzanti, e i trasporti, con il pedaggio stradale automatico o i sistemi di assicurazione pay-per-use. EGNOS può inoltre supportare servizi di navigazione personali molto più precisi, sia per usi generici che specifici, come i sistemi per i non vedenti.

EGNOS sarà certificato per l'impiego nel settore aereo e in altri settori critici per la sicurezza, in conformità al regolamento sul Cielo unico europeo. EGNOS permetterà di istituire un servizio per la sicurezza della vita umana (Safety-of-Life) entro la metà del 2010, che fornirà un prezioso messaggio di allarme all'utilizzatore nel giro di sei secondi in caso di guasto del sistema. Un servizio commerciale è già in fase di sperimentazione e sarà disponibile anch'esso nel 2010.

Sia il servizio Open service che quello relativo alla sicurezza della vita umana saranno disponibili gratuitamente.

L'Unione europea si è impegnata a sostenere EGNOS nel lungo termine, anche dopo che Galileo sarà operativo; il sostegno comprenderà l'estensione dell'ambito geografico del sistema, entro la copertura garantita dai tre satelliti interessati.

I servizi di EGNOS sono gestiti da ESSP SaS (European Satellite Services Provider), una compagnia con base a Tolosa, in Francia, fondata da sette fornitori di servizi di navigazione aerea. Ieri, 30 settembre, la Commissione ed ESSP SaS hanno firmato il contratto per la gestione dei servizi di EGNOS e la manutenzione del sistema fino alla fine del 2013.


Per ulteriori informazioni su EGNOS, consultare i seguenti siti:

http://ec.europa.eu/transport/egnos,

http://www.gsa.europa.eu/go/egnos,

http://www.esa.int/esaNA/egnos.html,

http://www.essp-sas.eu/

Sono anche disponibili dei filmati d'archivio su EGNOS; per riceverli, scrivere al seguente indirizzo: mediatheque@ec.europa.eu


On line il repertorio europeo delle donne nelle Tic

La Commissione europea ha inaugurato l'8 ottobre 2009 il Repertorio europeo delle donne nelle TIC(Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione), un nuovo strumento onlineche ha l'obiettivo di centralizzare tutte le informazioni relative ad attività e posti di lavoro coperti dalle donne in questo settore nell'Unione Europea.

Il repertorio online coprirà tre diversi settori: tecnologia, creazione di comunità e imprese.

Riunisce in un unico spazio tutte le attività, le proposte di lavoro, la legislazione e le statistiche, fornendo una visione d'insieme su quanto avviene in questo settore in Europa e favorendo la collaborazione e la costituzione di reti tra i differenti soggetti.

L'iniziativa segue la pubblicazione da parte della Commissione europea di un "Codice di buone pratiche per le donne nel settore delle TIC", dopo la quale il numero di imprese e soggetti firmatari che si sono impegnati ad incoraggiare le giovani donne a perseguire studi e carriera nei settori industriali delle telecomunicazioni, della tecnologia e di internet è più che quintuplicato, passando dalle iniziali 5 a 28, fra cui grandi imprese, PMI, uffici di consulenza, istituzioni accademiche, ONG e organismi di regolamentazione delle telecomunicazioni.

Il Codice di buone pratiche è centrato sull'istruzione e l'occupazione e prevede l'organizzazione di programmi di tutoraggio, orari di lavoro flessibili e altre attività innovative per sensibilizzare le donne e attirarle nel settore industriale della tecnologia.


Un maggior utilizzo delle ICT per ridurre l'impatto ambientale. La raccomandazione della Commissione europea

LaCommissione europeaintende incentivare l'uso dell' Ict nel mondo del lavoro con l'obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra e l'impatto ambientale complessivo.

Lo ha annunciato il commissario Ue alla Societa' dell'Informazione, Vivine Reding, in un discorso in Parlamento il cui contenuto è stato adottato con una Raccomandazione su ICT e Green economy dell'8 ottobre.

La raccomandazione propone di tagliare i viaggi d'affari delle aziende private del 20%, sostituendole con videoconferenze o altri strumenti di telelavoro, pratica che, come sottolineato dalla Reding, potrebbe eliminare piu' di 22 milioni di tonnellate di CO2 all'anno.

Videoconferenze e telelavoro gia' rappresentano un'importante alternativa al pendolarismo, anche se al momento sono solo marginalmente utilizzati. Dobbiamo incentivare questo utilizzo''. Ha detto il la Reading.

Per utilizzare questi strumenti servono peròTlc efficienti e veloci. Per affrontare il problema dell'eventuale carenza di reti, entro la fine dell'anno laCommissione presentera' proposte relative gli investimenti in reti a fibra ottica. Questo l'impegno preso dal Commissario.

La raccomandazione dà un ampio spazio anche al cosiddetto “cloud computing”.

Secondo dati e cifre fornite dalla Commissione, con l'utilizzo del “cloud computing” le aziende potrebbero effettivamente risparmiare fino all'80% di energia elettrica.

Grazie a questa nuova tecnologia un sempre maggior numero di applicazioni software di utilizzo corrente diventeranno progressivamenteapplicazioni Web quindi, in pratica,applicazioni SaaS (Software as a Service) residenti ed eseguite su computers di terzi emanutenute da questi ultimi, disponibili, quindi, “on the cloud”, cioè sulla rete Internet intesa come una gigantesca piattaforma operativa integrata.

Certo sono molte le perplessità per la tutela della privacy e per il rischio di perdere il controllo su dati sensibili che si può correre nel momento in cui, ricorrendo a queste nuove tecnologie, si affida a terzi la gestione dei propri dati.


 

Iniziative Istituzionali

www.trueitalianfood.it: un sito per la tutela dei prodotti DOP e IGP

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha affidato a BUONITALIA Spa il “Progetto per la registrazione del logo dei prodotti DOP e IGP e per la loro tutela legale in campo internazionale”, per fornire supporto operativo ai Consorzi di Tutela e alle associazioni dei produttori nel contrastare la concorrenza sleale e il fenomeno della contraffazione nei mercati esteri.

Nell'ambito del progetto, Retecamere ha curato la progettazione e lo sviluppo tecnico di una piattaforma web, www.trueitalianfood.it al fine di condividere le banche dati sui marchi registrati, sui riferimenti legislativi e sullo stato delle contraffazioni.

Il sito di progetto è suddiviso in due parti:

- una parte pubblica che contiene, tra le altre informazioni, le normative e i report di analisi delle informazioni ricavate dalla banca dati oltre a un servizio “Segnala nuove usurpazioni” che permette di segnalare dei casi di contraffazione;

- una parte privata, accessibile solo per gli utenti registrati che avranno la possibilità di segnalare le contraffazioni e di richiedere l'assistenza per la tutela legale e per la registrazione dei marchi.

In questa fase iniziale, gli Stati Uniti e il Canada sono le aree in cui viene effettuato il monitoraggio dei mercati per individuare usurpazioni dei prodotti DOP e IGP (nei comparti dei formaggi, dei salumi e dell'ortofrutta) mentre le azioni di tutela e registrazione vengono attivate a seconda delle richieste pervenute dai Consorzi.

Il sito è raggiungibile a questo indirizzo:http://www.trueitalianfood.it/


Trasporti: oggi con Google è più facile spostarsi in Toscana

Organizzare uno spostamento con più mezzi di trasporto in Toscana oggi è più semplice. Grazie all'accordo tra Regione e Google, pendolari, turisti e chiunque voglia viaggiare su tutto il territorio regionale potranno pianificare on line tutti gli spostamenti con dettaglio dei mezzi di trasporto utili, tempistica di viaggio e scelte di percorso. Basta collegarsi all'indirizzo www.regione.toscana.it/googletransit e indicare il punto di partenza e di arrivo in un form predefinito del servizio Google transit.

Il motore di ricerca in tempo reale sarà in grado di fornire un piano di viaggio dettagliato, con gli spostamenti a piedi da casa alla fermata, quelli intermedi fino alla destinazione, comprese tutte le coincidenze tra diversi mezzi di trasporto: autobus, treni, navi, aerei, pulmann extraurbani.

Questa una delle novità presentatein anteprima alla Fortezza da Basso, in occasione del Festival della Creatività. Novità che rappresenta un passo importante verso un sistema di mobilità a "rete". Una mobilità innovativa che ben si inserisce nella Toscana del futuro.


Online la denuncia degli infortuni. Da ottobre sul sito Inail

Dallo scorso2 ottobre e' disponibile, sul sito dell'Inail, la nuova versione della denuncia on line per gli infortuni. Si tratta di un servizio del tutto semplificato, reso possibile tramite un link di accesso presente sulla home page dell'istituto.

Gli utenti potranno anche usufruire di una scheda informativa sulle novità e sugli aggiornamenti ora disponibili e di un manuale di spiegazioni. Presente inoltre un servizio di FAQper sciogliere gli interrogativi più complessi tramite il quale sarà possibile inoltrare domandee richieste di chiarimenti.


On line il nuovo sito del Ministero del lavoro

E' on line il nuovo sito del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, aree lavoro e politiche sociali.

Il sito, raggiungibile dalla url www.lavoro.gov.it, si presenta al pubblico rinnovato nella grafica, nella struttura, nei contenuti e nella navigazione. In particolare, il nuovo sito integra i contenuti del settore politiche sociali, precedentemente accessibili dal sito www.solidarietasociale.gov.it, e offre informazioni relative alla struttura, ai servizi e alle attivita' svolte dai settori lavoro e politiche sociali del Ministero.

Le informazioni e i servizi del settore salute sono invece accessibili dal sito www. salute.gov.it.


 

Studi, Rapporti, Analisi

Il rapporto delle aziende con il web. Il voto a 100 aziende nella rete.

Paola Dubini e Martino Garavaglia dell'Università Luigi Bocconi di Milano, in uno studio intitolato “Social Media Monitor: Cento aziende nella rete”,hanno analizzato il rapporto delle imprese con il web ed hanno stilato una classifica in base alle strategie di comunicazione ed alla qualità dell'utilizzo degli strumenti web 2.0 da parte delle imprese per dialogare con gli utenti in rete.

In conclusione, l'analisi ha messo in luce un generalizzato interesse da parte delle imprese verso internet e i social media (blog, community, web tv, web radio e social network), ma l'interesse si traduce ancora poco in adozione di azioni concrete nelle aziende ed in generale per gli attori della comunicazione e dell'informazione.

I pochi marchi che sono riusciti a raggiungere un posizionamento definito sul web hanno siti ricchi, coinvolgenti e utili e stanno correlando gli sforzi di comunicazione multimediale a processi aziendali quali l'e-commerce, la selezione e formazione del personale, il knowledge sharing e i servizi pre e post vendita.

Per saperne di più sui criteri e sui risultati dello studio rimandiamo all'articolo pubblicato da SpazioImpresa. Per leggere CLICCA QUI.

Il testo completo della ricercaè scaricabile dal sito youmark.it alla pagina: http://www.youmark.it/article/19619


 

Siti, Portali, soluzioni Internet per le Imprese

L' ABC per chi opera con l'estero? Puoi installarlo sul tuo PC

Promos, azienda specialedella Camera di Commercio di Milano, ha realizzato "L'ABC per chi opera con l'estero", guida multimediale che offre una panoramica sulle principali fonti di informazione in lingua italiana dedicate all'internazionalizzazione.

Installare la guida multimediale sulcomputer è molto semplice econsente di consultare rapidamente i contenuti ogni volta che se ne ha necessità.

E' consigliatol'utilizzo diun PC che dispone di una connessione Internet. La Guida segnala infatti numerosi siti web che contestualizzano e approfondiscono le informazioni diinteresse.

La Guida rappresenta una sorta di bussola cheorienta nel complesso e a volte dispersivo mondo dei servizi per l'internazionalizzazione proposti, oltre che dalla stessa Promos, da molte altre istituzioni ed organizzazioni.

La guidaconsente peraltro di scoprire tutta una serie di risorse on line gratuite appositamente pensate per le Pmi che operano con l'estero (e-mail newsletter, schede paese, guide legali, glossari, ecc.).

La guida è divisa in tre sezioni:

1. Costruisci il tuo business all'estero, che contiene informazioni sulle iniziative promozionali (incontri d'affari, partecipazione afieree servizi personalizzati)

2. Cosa devi conoscere per vincere ogni sfida, che segnala fonti normative, regolamenti e percorsi formativi per accrescere le tue conoscenze

3.Paesi e mercati.

Per caricare la guida: http://www.mglobale.it/Iniziative/Installa_LABC_per_chi_opera_con_lestero_sul_tuo_PC.kl


Per organizzare un meeting basta un click

Con timebridge organizzare meeting e riunioni diventa semplice e veloce

Quanto tempo si perde organizzando meeting e riunioni di lavoro!
Il problema è che non tutti i convocati sono reperibili rapidamente e soprattutto è difficile coordinare le possibili date.
Grazie a Timebridge, un "sito-assistente", questo compito è piuttosto semplificato.

Basterà indire una riunione specificando date e indirizzi email dei partecipanti e Timebridgesi preoccuperà di convocare tutti, mettendo a disposizione un calendario evidenziato e condiviso dai convocati in modo che possano liberamente confermare le date possibili.

Solo quando tutti avranno consultato e confermato le date, allora Timebridge spedirà una email di conferma a tutti i partecipanti: un notevole risparmio di tempo per un'organizzazione impeccabile.


Esportare senza problemi? E' possibile grazie al sito Schede Export.

Il sito è realizzato da Unioncamere nazionale in collaborazione con Mondimpresa e Camera di Commercio di Parigi

Il sito http://www.schedeexport.it/ offre informazioni aggiornate riguardo i documenti, le procedure e le formalità necessarie per esportare in 160 paesi del mondo.

Gli imprenditori per esportare le merci devono adempiere determinate procedure e produrre specifici documenti in funzione del paese di destinazione. Queste informazioni, in Italia, non sono sempredisponibili in maniera completa e articolata, per cui l'imprenditore è costretto a rivolgersi a diverse strutture pubbliche, quali: rappresentanze diplomatiche/uffici commerciali italiani all'estero, Camere di commercio bilaterali, uffici ICE, spedizionieri, dogane.

A ciò si aggiunge che in alcuni Paesi le disposizioni in materia di importazioni subiscono spesso modifiche dovute a situazioni interne e/o economiche.

Per questi motivi Unioncamereha realizzato questo sito in collaborazione sia con la Camera di Commercio ed Industria di Parigi, che fornisce le informazioni di carattere generale sul Paese, sia con Mondimpresa che fornisce le informazioni specifiche per gli esportatori italiani.

Per maggiori informazioni http://www.schedeexport.it


EPO Global Patent Index: ricerche brevettuali on line

Global Patent Index (GPI) è uno strumento per la ricerca online, recentemente lanciato dall'EPO, con cui è possibile condurre ricerche brevettuali su oltre 70 milioni di documenti e che permette di utilizzare più di 100 campi di ricerca. GPI sarà utilizzabile dalla fine di Settembre e sostituirà nel corso del 2010 i seguenti prodotti dell'EPO: ESPACE ACCESS ESPACE FIRST ESPACE ACCESS-EPC

Maggiori informazioni : http://www.epo.org/patents/patent-information/subscription/gpi.html


Un portale per svolgere al meglio il proprio lavoro

Il suo nome è Zoho ed èuna suite di applicazioni on-line; l'accesso ai servizi è consentito ai soli utenti registrati.
Le applicazioni offerte sono gratuite per tutti gli utenti privati, alcune sono a pagamento per le piccole e medie imprese.

Zoho offre agli utenti (singoli individui, studenti, educatori, non-profit, piccole e medie imprese), un set di applicazionion line per l'elaborazione di testi, per raccogliere gli appunti durante meeting e riunioni, per creare banche dati e molte altre ancora.

Da provare!


 

Appuntamenti

E-commerce: contratti e fatturazione elettronica. Camera di Commercio di Lucca, 26 Ottobre 2009

Organizzato con la collaborazione di Toscana promozione, il seminario sarà incentrato sull'esame della contrattualistica indispensabile per la tutela delle aziende che operano mediante internet, sul fronte dei rapporti con i fornitori dei servizi (web agency, provider, ecc.) e sul fronte dei clienti o potenziali clienti (condizioni generali di contratto).

Destinatari: Imprenditori, Responsabili aree commerciali, marketing e comunicazione, Responsabili del sito web aziendale e del commercio elettronico, Web agencies, Consulenti e professionisti della Net Economy

La partecipazione al seminario è gratuita

Docente: Avv. Antonio Zama

Durata: 4 ore

Orario: 9,30-13,30

Sede: Camera di Commercio di Lucca, Corte Campana n. 10 - Sala dell'Oro

Data termine iscrizioni: 23-10-2009

Il programma del seminario e la scheda di adesione on line sono disponibili sul sito della Camera di Commercio di Lucca alla pagina: http://www.lu.camcom.it/corsi_dettaglio.php?id=197


La privacy ed i profili di responsabilità in internet. Camera di Commercio di Lucca, 9 novembre 2009.

Ponendosi nell'ottica dell'azienda che opera su internet, nel corso del seminario verranno approfondite le problematiche connesse al trattamento dei dati personali, alla luce della più recente esperienza e degli orientamenti del Garante.

Organizzato in collaborazione con Toscana Promozione, il seminario è rivolto a: Imprenditori, Responsabili sistemi informativi ed organizzazione, Web agencies, Consulenti e professionisti della net-economy

La partecipazione al seminario è gratuita

Docente: Avv. Antonio Zama

Durata: 4 ore

Orario: 9,30-13,30

Sede: Camera di Commercio di Lucca, Corte Campana n. 10 - Sala dell'Oro

Data termine iscrizioni: 6-11-2009

Il programma del seminario e la scheda di adesione on line sono disponibili sul sito della Camera di Commercio alla pagina: http://www.lu.camcom.it/corsi_dettaglio.php?id=198


Convegno di presentazione dei risultati della ricerca Osservatorio eCommerce BtoC. Milano, 10 novembre 2009. Orario: 9:30-13:00. Sede: Aula Carlo de Carli del Politecnico di Milano - Campus Bovina, Via Durando,10.

Si tratta del convegno di presentazione della ricerca 2009 dell'Osservatorio. La ricerca,basata su oltre 200 casi di studio, si è posta i seguenti obiettivi:

- fornire la valutazione preconsuntiva del mercato italiano dell'eCommerceB2c nel 2009, oltre al consuntivo del 2008;

- analizzare puntualmente tutte le principali evoluzioni strategiche in atto;

- valutare la user experience dei principali siti di eCommerce italiani e confrontarla con i top player stranieri;

- analizzare il ruolo della Grande Distribuzione nella dinamica di sviluppo dell'eCommerce in Italia.

La presentazione dei risultati sarà seguita da una Tavola Rotonda durante la quale interverranno alcuni dei principali operatori dell'eCommerce B2c italiano.

Maggiori informazioni sulla pagina web: http://www.osservatori.net





Scarica PDF
Stampa