Home
Newsletter Net Economy
Iscrizione al Tribunale di Lucca N° 783 del 30/5-3/6/2003
N° 1 del 31/01/2008
Sommario
Banda larga
e-Commerce
Formazione e professioni
High Tech-attualità
Social Networks
Ultime dall'UE
Web Marketing
Iniziative Istituzionali
Sicurezza Informatica
Portali Istituzionali
Siti, Portali, soluzioni Internet per le Imprese
Appuntamenti
Biblioteca

Banda larga

Migliorare l'efficienza di una rete Wi-Fi? Si può

Le connessioni Wi-Fi installate sempre più frequentemente nelle abitazioni sono comode e utili, ma spesso rallentano fortemente il flusso di dati rispetto alla capacità effettiva della linea.

Riguardo a questo argomento, può essere di concreto interesse l'articolo di Pierlugi Immolo (redazione di Webmasterpoint.org) contenente suggerimenti pratici per migliorare la qualità del segnale e per accelerare al massimo il bitrate di una rete wireless con ADSL2.Per leggere l'articolo clicca qui


 

e-Commerce

Postecommerce: nuovo strumento per favorire il commercio elettronico delle aziende

Il Gruppo Poste Italiane ha messo a punto Postecommerce,un nuovo prodotto per la gestione integrata del commercio elettronico. Si tratta di uno strumento semplice e accessibile, un nuovo canale promozionale e distributivo per offrire alle imprese opportunità di business e di efficienza operativa.
Postecommerce integra tutti i servizi e la gestione delle fasi operative dell'e-commerce, offrendo il vantaggio di interfacciarsi con un solo interlocutore con un set di servizi completo.

Il prodotto di Gruppo poste presenta, nella versione standard,un modulo di Shop Virtuale (Vetrina) ospite sui sistemi di Poste Italiane; una piattaforma di pagamento per l'e-commerce, il sistema che permette di effettuare i pagamenti con carte di credito dei circuiti Visa/Visa Electron/Mastercard, Carta Postepay (3 milioni di carte) e addebito su Conto BancoPosta (5 milioni di conti aperti); un sistema di logistica, che gestisce il magazzino e l'approntamento della merce per la spedizione (servizio erogato da Sda Logistica, azienda del Gruppo Poste Italiane); un sistema di distribuzione, che cura la consegna della merce al destinatario (servizio erogato da Sda Express Courier); un cruscotto di gestione merchant (è l'insieme degli strumenti informatici messi a disposizione per la visualizzazione delle informazioni e la gestione integrata dell'intera attività e-commerce); un sistema di tracciatura (è possibile tracciare i diversi stati di lavorazione degli ordini effettuati dal cliente); un modulo di integrazione servizi (è il sistema di front end che consente di integrare sistemi informatici esterni con la piattaforma Postecommerce) che utilizza l'architettura Microsoft Commerce.

Per informazioni più completeconsultare il sito di Poste italiane all'indirizzo:

http://www.poste.it/postecommerce/index.shtml



 

Formazione e professioni

Università Bicocca: al via corso di perfezionamento in Diritto delle nuove tecnologie

Prenderà il via il prossimo 3 aprile presso l'Università degli Studi di Milano - Bicocca il corso di perfezionamento in Diritto delle nuove tecnologie. Il corso è rivolto a tutti gli operatori del diritto che vogliano acquisire una competenza specifica nel diritto delle nuove tecnologie, costituisce un tassello significativo nella formazione del giurista informatico e vede perciò la confluenza interdisciplinare del mondo accademico e del mondo del lavoro con esperti in grado di rappresentare e approfondire casi emergenti nelle istituzioni e nelle imprese.
Obiettivi
Il corso, che si colloca nel più ampio contesto della convenzione tra l'Università degli Studi di Milano - Bicocca e il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Milano, ha come obiettivo quello di fornire una panoramica di tutti i principali strumenti tecnologici a disposizione dei giuristi e di introdurre le più attuali problematiche normative legate al mondo dell'e-commerce, con particolare attenzione alle applicazioni giurisprudenziali nazionali ed internazionali.
Cosa si studia
Verranno analizzati tutti gli aspetti che riguardano gli scambi elettronici: trading on-line, pagamenti elettronici, fiscalità, risoluzione di controversie, diritto d'autore, privacy, contratti on-line, responsabilità civile e penale.
A supporto delle lezioni è prevista una piattaforma e-learning grazie alla quale i tutor potranno interagire con ogni singolo partecipante per sciogliere i dubbi e sostenerlo nel percorso formativo, attraverso l'utilizzo di strumenti informatici e telematici favorendo, anche a distanza, il contatto e l'interazione tra i partecipanti.
Corpo docente
Il corpo docente è composto da avvocati, magistrati e docenti universitari.
Costi e durata

Il corso ha un costo di 1.080 euro e una durata di 84 ore. Si svolgerà presso l'Università degli Studi di Milano - Bicocca dal 3 aprile al 20 giugno 2008. Le lezioni si terranno ogni giovedì e venerdì dalle 14 alle 18. Il corso prevede un numero massimo di 35 partecipanti e sarà attivato con un numero minimo di 10 iscritti.

Le iscrizioni chiudono il 15 febbraio 2008.

Tutte le informazioni sulla home page del sito dell'Università


 

High Tech-attualità

Giro di vite del Garante contro lo spamming: il destinatario di un messaggio pubblicitario non richiesto ha diraitto al risarcimento per danni

Il mittente di comunicazioni commerciali non richieste, siano queste via fax, sms o e-mail, può essere citato per danni.

E' questo l'ulteriore elemento di chiarezza riguardo alla normativa sullo spamming offerto dal recente provvedimento del Garnate Privacy cheha bloccato le attività di marketing di una società che inviava fax con materiale pubblicitario senza la richiesta del consenso del destinatario.

Sappiamo tutti oramai che, per essere considerate spam, le comunicazioni devono essere ripetute; ma è proprio qui che risiede il problema: la pratica, da parte delle aziende, di inviare sistematicamente e-mail pubblicitarie a liste di utenti business, è diffusissima anche se dietro a tale strategia di marketing non c'è sempre necessariamente un intento di spamming.

Comunque sia, anche se è vero che spesso i destinatari dei messaggi sono essi stessi aziende o clienti e che i loro dati personali sono pubblicati in rete , quindi verosimilmente utilizzabili allo scopo, il Garante ha ribadito che inviare avvisi commerciali senza consenso informato è violazione della privacy e può causare danni al destinatario.

Perdita di tempo, uso indebito di carta e toner del fax, linea occupata, disturbo alle attività in generale: sono i danni per i quali il destinatario del messaggio non richiesto può rivolgersi al giudice e pretendere un risarcimento.

In definitiva: anche se i destinatari di messaggi pubblicitari sono soggetti economici quindi soggetti i cui numeri e indirizzi e-mail sono reperibili su elenchi pubblici e sul web, l'invio di fax, email, sms e mms non richiesti costituisce violazione della privacy.


 

Social Networks

Creare files pdf gratuitamente. On line una miniguida di "Pc Facile"

Il formato PDF è attualmente quello più utilizzato sul web per lo scambio di file di testo. I motivi?

Intanto Adobe Reader, il programma per aprire questi file, è distribuito gratuitamente; inoltre i file pdf sono molto leggeri, comodi da leggere sullo schermo e conservano l'impaginazione su qualunque tipo di computer essi vengano letti.

Grazie a tutti questi vantaggi è molto comune trovare manuali, libri, moduli distribuiti in PDF.

Per visionarli non c'è nessun tipo di problema, è sufficiente prelevare il lettore freeware e cliccare due volte; i problemi nascono invece quando si vogliono creare files in .pdf, visto che Adobe Reader, il software creato per generarli, è a pagamento ed è piuttosto costoso.

PC Facile, sito dedicato ai segreti di Windows ed Internet, mette a disposizione un'utilissima guida che insegna a creare documentiPDF a partire da un qualunque file testuale o grafico mediante l'uso di una stampante “virtuale” che non scrive su fogli ma, apputo,crea file.

Il metodo permette di creare documenti semplici, cioè senza l'inserimento di link o di oggetti multimediali, ma è comunque estremamente utile se si considera che lo scopo primario del formato pdf è quello dello scambio di scritti. La miniguida è accessibile sul sito PC Facile all'indirizzo: http://www.pc-facile.com/guide/creare_pdf_gratis_freeware/


The Open CD: una raccolta dei migliori programmi gratuiti

Si chiama The Open CD ed è un progetto di raccolta dei migliori programmi gratuiti (OSS – Open Source Sofware) per Windows.
Il progetto è stato realizzato dal Centro di Competenza per l'Open source ed il Software libero del Politecnico di Torino (http://open.polito.it/) e la distribuzione del CD è gestita da un gruppo organizzato e volontario di studenti del Politecnico stesso, linux@studenti. Il CD contiene una accurata selezione di programmi open source stabili, facili da usare, da installare e rimuovere sul proprio pc.

Avere il CD è molto semplice:

  • può essere liberamente scaricato
  • può essere consultato on line
  • ne può essere chiesta una copia masterizzata a linux@studenti presentandosi presso la sede dell'associazione (prefabbricati di p.zzale Sombrero, Corso Duca Degli Abruzzi, 24 – 10129 Torino, tel. 0115647965 – informazioni via e-mail) negli orari di sportello (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13) con uno o più CD. I dettagli sono disponibili online.

 

Ultime dall'UE

Programma comunitario eContentPlus. Ancipazioni sul bando 2008

Il nuovo invito a presentare proposte per il 2008 nell'ambito di eContentplus – programmacomunitario che mira a rendere i contenuti digitali più accessibili, utilizzabili e sfruttabili a livello europeo -sarà formalmente lanciato nel mese di marzo 2008, con scadenza prevista per il 12 giugno 2008.

Sul sito internet della DG Società dell'Informazione della Commissione europea- è però già disponibile la bozza dell'invito, corredata della documentazione necessaria per poter rispondere all'invito stesso.

Il materiale attualmente on line sarà sostituito dalla documentazione ufficiale finale con la segnalazione delle eventuali modifiche intervenute.

Si segnala peraltro che martedì 19 febbraio prossimo si terrà, in Lussemburgo, un Information Day nell'ambito del quale saranno presentati gli obiettivi e le aree di azione per il 2008 e saranno forniti informazioni utili alla presentazione di proposte progettuali. Per accedere al programma dell'evento clicca qui


Mercato unico dei contenuti on line. La Commissione annuncia nuove azioni.

La Commissione ha adottato, in data 4 gennaio, una Comunicazione su «Contenuti creativi on line nel Mercato unico», con cui ha annunciato l'avvio di una serie di azioni per dare una nuova spinta ai contenuti online.

L'obiettivo principale è quello di dare al settore nuove regole che superino l'attuale frammentazione normativa e che tutelino sia i consumatori che i produttori
A giudizio dell'esecutivo Ue, i cittadini europei dovrebbero infatti poter avere un accesso più semplice e veloce ad una vasta gamma di musica, programmi tv, film o giochi su internet, telefonini o altri strumenti ed incoraggia quindi anche i produttori di contenuti, le società telefoniche e i provider di internet a lavorare a stretto contatto per rendere disponibili più contenuti on line, proteggendo in maniera forte, al tempo stesso,i diritti di proprietà intellettuale.
La recente Comunicazionie è, nel concreto, un atto strategico, punto di partenza per nuove azioni dell'Unione in un settore per il quale si attende una crescita del 40 % nei prossimi quattro anni con un fatturato stimato, nel 2010, in 8,3 miliardi di euro


 

Web Marketing

Come impostare una corretta attività di invio di newsletter ai propri clienti

La newsletter, messaggio di posta elettronica inviato periodicamente e gratuitamente agli utenti che hanno aderito ad un determinato servizio, è senza dubbio lo strumento oggi più utilizzato per la promozione e la comunicazione ondine.

I vantaggi delle newsletterquesto strumento sono molti e molteplici, ma perché questo strumento sia realmente efficace, è importante impostare un corretto e strutturato piano editoriale di base oltre che, ovviamente, operare una pianificazione precisa dei contenuti in funzione degli obiettivi di marketing e di vendita che si intende raggiungere.

Utili, a tal propostio, i consigli suggeritida Laura Francesconi nell'articolo pubblicato da i-dome.com. Per leggere clicca qui


“L’e-mail marketing: l’uso strategico e corretto della posta elettronica per promuovere la propria attività”. Corso per giovani imprenditori. Lucca, 27,28 febbraio – 5,6,10 marzo 2008

Il corso, organizzato dalla Camera di Commercio di Lucca - Servizio Sviluppo Imprenditoriale- è rivolto a giovani imprese ovvero a chi ha avviato un'attività d'impresa o di lavoro autonomo a partire dal gennaio 2004.

Il corso svilupperà i seguenti argomenti:

  • I fattori critici che determinano il successo dell'email marketing
  • Come si imposta e si monitora una campagna di email, quando affidarla in outsourcing
  • Tecniche di scrittura e di comunicazione applicate alla scrittura di email.
  • L'integrazione tra campagna di email e recall telefonico o altri strumenti promozionali
  • Gli aspetti legali( sicurezza e tutela dei consumatori) ed il problema della privacy

I docenti sono il Dr. Pietro San Filippo, l'Avv. Antonio Zama, Dr.ssa Enza Emira Pandolfini.

Il corso si sviluppa in n. 5 giornate: 27,28 febbraio e 5,6,10 marzo. Ogni giornata seguirà l'orario 9.00 – 14.00

Costi: il costo del corso è di € 150,00.

Per maggiori informazioni e per iscrizioni contattare l'Ufficio Sviluppo Imprenditoriale della Camera di Commercio di Lucca (e-mail: sviluppo.imprenditoriale@lu.camcom.it ; Tel. 0583- 976.615)


 

Iniziative Istituzionali

Banda larga contro il digital divide: due milioni di euro per la Provincia di Lucca

Grazie al protocollo d'intesa firmato il 20 dicembre al Palazzo Ducale di Lucca da Regione Toscana,Provincia di Lucca e Comunità montane lucchesi(Garfagnana, Media Valle, Alta Versilia e Area Lucchese), in queste zone arriverà la rete a banda larga.

"Con la firma del protocollola Provincia di Lucca - ha spiegato il vicepresidente della Regione Toscana Federico Gelli – ha raggiunto un obiettivo di grande qualità. Con l'estensione della banda larga in tutto il territorio vengono garantiti sviluppo ed equità. Il sistema economico della provincia non poteva non essere protagonista dei grandi processi informatici. Questo protocollo rientra appieno nel programma di sviluppo della Regione Toscana».

«Grazie a questo protocollo - ha sottolineato il presidente della Provincia Stefano Baccelli – si pone fine al cosiddetto digital divide, quella sorta di «emarginazione informatica» che aveva impedito di usufruire velocemente dei servizi offerti dalla rete. Avere a disposizione una connessione a banda larga, oggi, è un diritto, oltre che una necessità: permette a residenti e imprese di disporre di tariffe e servizi in linea con gli standard europei. Con questo intervento diamo una risposta concreta alle esigenze dei cittadini».


L'investimento che la Regione Toscana ha disposto per estendere il servizio di Internet veloce e contrastare il divario digitale di questi territori, ammonta ad 1 milione e 400mila euro cui si aggiungono i450mila della Provincia di Lucca ed i 250mila della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Il protocollo d'intesa riguarda anche un progetto per le aree distrettuali, come previsto dal Piano Locale di Sviluppo, già ammesso ai finanziamenti da parte della Regione con una compartecipazione di risorse messe a disposizione dall'amministrazione provinciale e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Si tratterà di realizzare una rete di connettività di ultimissima generazione che permetterà alle aziende dei distretti di usufruire di servizi molto avanzati come la videofonia, la videosorveglianza, il controllo remoto, le operazioni sulla realtà virtuale.

Nel concreto, sono oltre 18 mila gli abitanti della Garfagnana che usufruiranno del cablaggio. In Alta Versilia, invece, saranno circa 2000 i nuovi potenziali fruitori della tecnologia; oltre 17 mila nell'area di Lucca, quasi 6 mila in Mediavalle e oltre 12.500 nelle altre aree non comprese dalle Comunità montane.


E’ nato DIGITAL BAN, il Business Angel Network per il mondo del digitale

SIRMI, società di Ricerche, Consulenza ed Analisi di Mercato specializzata nel settore dellaDigita Technology,e IBAN, Associazione degli Investitori Informali in Capitale di Rischio, hanno annunciato la costituzione del Digital BAN, il Business Angel Network dedicato al mercato della Digital Technology.

Digital BAN è una iniziativa aggregativa, costituita come libera Associazione che si pone:

per gli Investitori Informali come centro di competenza sul tema della Digital Technology,

per gli Imprenditori del digitale che intendano sviluppare un'idea innovativa e/o una start up, come punto d'accesso ad una vasta gamma di servizi di consulenza e di marketing e comunicazione.

Il Digital BAN è coordinato e supportato da SIRMI, che attiverà strumenti qualificati per far incontrare Domanda (progetti innovativi, Imprenditori), Offerta (Business Angel interessati ad investire nel Mercato Digitale) ed Istituzioni, Imprese, Enti che intendono puntare sull'Innovazione nell'ambito delle tecnologie e del digitale per sostenere e velocizzare lo sviluppodelSistema Italia. Un'Italia ancora troppo indietro sul fronte del digitale, spesso costretta al mero ruolo di importatrice di tecnologie sia per le scarse energie impiegatae nello sviluppo di tecnologie digitali “nostrali” sia per la difficoltà che le imprese del settore digitale incontrano nell'accesso a risorse finanziarie “di rischio”.

Digital Ban si propone come una iniziativa di sistema che affiancandosi alle attività di Incubatori e Poli Scientifici e Tecnologici, intende sostenere e comunicare al Mercato e a potenziali Partner industriali e commerciali, i nuovi progetti relativi al Mondo Digitale al Mercato ed a possibili Partner Industriali e Commerciali. Gli obiettivi sono la creazione di nuove sinergie, tese a far crescere le realtà emergenti e a generare un forte legame fra imprenditori, portatori di idee innovative ed investitori informali per la prima fase di lancio.

Per maggiori dettagli leggi il Comunicato Stampa Sirmi


 

Sicurezza Informatica

Nasce il primo sito di tutela dei "consumatori digitali"

E' nato http:// osservatorioconsumodigitale.it,primo sito in Italia interamente dedicato alla tutela dei consumatori digitali, ossia coloro che utilizzano Internet e i servizi connessi. Il sito, realizzato da Lait Spa, società di informatica della Regione Lazio, offre informazioni sulla sicurezza e sulla affidabilità dei servizi e dei prodotti disponibili on line, grazie a delle rilevazioni periodiche.

Il suo scopo è informare l'utente consumatore di Internet su violazione della privacy, virus, spamming, frodi on line e quant'altro possa rappresentare un rischio.

Inoltre, attraverso il Contact Center dei Consumatori, il sito è in grado di raccogliere e rispondere a richieste di informazioni e aiuto legate al consumo digitale.


Stop alle truffe on line. Secondamano pubblica una guida

SecondaMano ha messo on-line una guida alla sicurezza per l'identificazione dei malfattori per dire stop alle truffe su Internet e annunciando anche il lancio di un'iniziativa volta alla protezione dei propri utenti contro gli ‘annunci-civetta'.

La guida riporta consigli su come proteggersi da coloro che utilizzano i servizi di Secondamano per attività illecite, oltre a esempi di potenziali truffe celate sotto annunci e consigli pratici per condurre efficacemente una trattativa. Anche se la guida è nata con l'intento di aiutare gli utenti di Secondamano, la stessa può rappresentare un ottimo e valido strumento per aiutare tutti gli utenti di internet a realizzare transazioni on line con maggior tranquillità.

La guida è scaricabile all'indirizzo: http://www.secondamano.it/iad/security


 

Portali Istituzionali

Tutta la Confagricoltura è on line

Confagricoltura ha messo in rete tutta l'Organizzazione presente sul territorio. L'organizzazione degliimprenditori agricoli ha infatti avviato il portale Internet che comprende, oltre al sito nazionale, 111 siti regionali e provinciali.

I siti hanno tutti un indirizzo del tipo "www.confagricoltura.it" (ad esempio, il sito di Confagricoltura Toscana è www.toscana.confagricoltura.it, quello di Firenze è www.firenze.confagricoltura.it

E' prevista la pubblicazione in automatico delle notizie nazionali nei siti territoriali (in uno spazio apposito diretto a informare gli associati sulle linee e le tematiche generali dell'Organizzazione) accanto a quelle locali. L'intento è anche quello di fare dell'homepage del sito territoriale della provincia di appartenenza, la pagina iniziale del browser dei pc delle aziende associate. Con un contatto tempestivo ed un dialogo costante tra impresa e sindacato di appartenenza.

Nell'ambito del portale si avviano una serie di iniziative a favore dei soci, come la “centrale acquisti” – per acquisti centralizzati di prodotti ad alta tecnologia – e si pensa già all'agro/e-commerce. Previsti video e filmati per raccontare l'agricoltura e la sua Organizzazione.

Fonti: varie


La Coldiretti di Lucca è in Rete

E' online dal 1 gennaio il portale della Coldiretti di Lucca; l'organizzazione agricola provinciale è quindi presente sulla grande rete fornendo agli associati ed a tutti gli imprenditori agricoli della lucchesia, la possibilità di avere una finestra privilegiata sul mondo dell'agricoltura.

All'interno del sito sono presenti una sezione dedicata a news locali, regionali e nazionali;informazioni sulle variescadenze; indicazioni e riferimenti per ottenere chiarimenti o prendere appuntamenti; coordinate telefoniche e riferimenti sulle sezioni legate alle sigle interne come patronato, giovani imprenditori, agriturismo, ma anche informazioni specifiche su progetti e sulle attività di «Campagna Amica».

Online anche una sezione dedicata agli annunci. Attraverso questo spazio specifico chiunque potrà vendere attrezzi agricoli, trattori, e qualsiasi materiale che riguarda il mondo dell'agricoltura.

http://www.lucca.coldiretti.it/


Tutti i bandi della Pubblica Amministrazione a portata di mouse

Si trova all'indirizzo www.bandinlinea.it il nuovo quotidiano telematico "Bandinlinea" dedicato ai bandi della Pubblica Amministrazione. Attraverso il nuovo sito la PA renderà noti i dettagli di tutti i bandi, gli avvisi e gli estratti di gara
Il progetto è nato con l'obiettivo di offrire un nuovo servizio che proponga un'ulteriore e più capillare evidenza dei bandi di gara e soprattutto che offra un efficace supporto ai clienti pubblici e privati, attraverso spunti, articoli ed editoriali realizzati da chi riveste ruoli di responsabilità all'interno della Pubblica Amministrazione.

L'intento, infatti, è mettere in rete le diverse esperienze amministrative al fine di farle interagire tra di loro per contribuire allo scambio di informazioni erendere pubblico il lavoro amministrativo prodotto.

Il sito comprende anche una sezione di “news” in pillole su appuntamenti, incontri, convegni, tavole rotonde e forum organizzati dagli Enti Pubblici su tutto il territorio nazionale.


 

Siti, Portali, soluzioni Internet per le Imprese

Cosa fare per aprire un’impresa

Dal portale delle Camere di Commercio tutte le informazioni su come e cosa fare per aprire un'attività. Direttamente alla pagina http://www.cameradicommercio.it/come/impresa.asp


 

Appuntamenti

“L’e-mail marketing: l’uso strategico e corretto della posta elettronica per promuovere la propria attività”. Corso per giovani imprenditori. Lucca, 27,28 febbraio – 5,6,10 marzo 2008

Vedi articolo nella sezione Web marketing


Convegno - La tecnologia al servizio del marketing. Guida pratica all'uso – Bergamo – 21/2/2008

Le nuove tecnologie come strumenti di supporto al marketing e alla comunicazione per la crescita aziendale: è questo il tema del convegno “Latecnologia al servizio del marketing – Guida pratica all'uso” che avrà luogo a Bergamo, organizzato con il patrocinio della Provincia e della Camera di Commercio di Bergamo.

Obiettivo del convegno: analizzare le finalità, i vantaggi e le problematiche di alcuni strumenti dalla portata innovativa e di grande utilità per lo sviluppo delle aziende: il mobile marketing, il web 2.0, il search engine marketing e l'e.mail marketing. Esiste un nesso profondo tra le nuove tecnologie le trasformazioni economiche: conoscere la correlazione tra le due parti in gioco e dedurne le conseguenze aiuta ad acquisire maggior capacità decisionale e dunque miglior capacità competitiva.


Il Convegno sarà diviso in due parti. In una prima sessione, plenaria, verrà fornita una panoramica generale sugli argomenti. Dalla teoria si passerà alla pratica con l'articolarsi di quattro sessioni dedicate alle singole tecnologie in cui verranno esposti dei casi concreti. Ognuna di queste sessioni dedicate vedrà due ripetizioni, a seconda del target: Business to Business e Business to Consumer.

Il programma del convegno e le modalità di iscrizioni sono disponibili sul sito:

http://www.direxfare.it/Home-convegno-2


 

Biblioteca

La sindrome di Fort Apache.

Tutto quello che dovremmo sapere sulla sicurezza delle informazioni e dei sistemi. Non un manuale tecnico, ma una specie di "libro di testo" utile anche a chi non è un professionista della sicurezza o un informatico. Scritto con il consueto stile, chiaro e accattivante, da una "colonna" di InterLex.

La sindrome di Fort Apache. La sicurezza delle informazioni nella società postindustriale

Edizioni: Monti & Ambrosini, I libri di InterLex, Pescara, 2007 Pagine 165. Costo: € 17,00





Scarica PDF
Stampa