Home
Newsletter Net Economy
Iscrizione al Tribunale di Lucca N° 783 del 30/5-3/6/2003
N° 11 del 30/11/2008

e-Commerce

L’e-commerce come dovrebbe essere. Polizia postale e eBay insieme per compravendite sicure

La Polizia postale e delle comunicazioni, con eBay, lancia un nuovo progetto di prevenzione e aiuto a chi esercita un'attività e-commerce.

Dopo la campagna dello scorso anno “Compra con buon senso” dedicata agli acquirenti “elettronici” laPolizia Postale ha lanciato, in collaborazione con e-Bay, una nuova campagna di prevenzione per spiegare come "vendere sicuro" in Rete ed aumentare così la fiducia nel commercio elettronico.

Per supportare la campagna è stato attivato anche un sito internet -www.venderesicuro.it - dove si possono trovare tutte le informazioni necessarie per usare la Rete con professionalità e sicurezza, partendo da un concetto di base, molto semplice:maggiori garanzie vengono date al cliente, maggiori saranno le vendite.

Il maggior problema che ostacola la piena affermazione del commercio elettronico nel nostro Paese , dove la crescita c'è, ma è di molto inferiore a quella degli altri Paesi, è di fattoquello della fiducia.

Di pari passo alla crescita delle compravendite elettroniche aumentano infatti anche le truffe on line e nonsolo dalla parte di chi vende ma anche di chi acquista:se ci sono persone che non consegnano la merce, ci sono infatti anche tanti “clienti” che non pagano quanto promesso.

Quello che invece è fondamentale, in una transazione on line, è il rapporto di fiducia fra venditore e acquirente.

Non a caso la Campagna avviata da Polizia postale ed e-Bay si basa proprio su quattro parole- Sincerità, apertura, flessibilità, efficienza - che insieme formano l'acronimo “SAFE”, termine inglese che significa“sicuro”.

Parole, sì, ma soprattutto concetti che, tra loro combinati, possono permettere di venderee acquistaresu Internet in modo sicuro.

Sul sito della campagna www.venderesicuro.it , oltre ad un semplice ma efficace vademecum per aiutare gli utenti di Internet nelle compravendite, c'è anche un untest per valutare la propria conoscenza delle regole di base sulla sicurezza delle transazioni


 

e-Government

E-health: presto fascicolo on line dei dati sanitari del cittadino. Nel rispetto della privacy

Un documento online che traccerà l'intero percorso sanitario del paziente: le ultime applicazioni del fascicolo sanitario elettronico sono state presentate nel corso del secondo giorno di lavori del III Forum del Risk Management svoltosi ad Arezzo dal 25 al 28 novembre.

In base al progetto allo studio, tramite il codice fiscale del cittadino l`operatore sanitario potrà accedere online al fascicolo personale dell'assistito, contenente tutte le informazioni relative al suo percorso sanitario.

Come messo in evidenza dalla Dr.ssa Rossana Ugenti del Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali, lo strumento “permetterà di superare l`isolamento delle persone che vivono in aree remote, degli anziani soli, dei pazienti con patologie gravi".

Sarà ovviamente garantito il rispetto della legge sulla privacy tramite un sistema di identificazione dell`operatore sanitario che permetterà l`accesso riservato e controllato ai fascicoli.

L'innovativo sistema consentirà di migliorare la gestione dell'informazione e della comunicazione clinica, ridurre gli errori medici grazie alla creazione di un database che raccoglie le esperienze di tutta la popolazione e di responsabilizzare i pazienti sulla propria salute.

L'obiettivo finale del progettoèquello di passare da un sistema informativo basato su dati statistici aggregati alla gestione deldato clinico individuale. Ormai si è vicini.

Fonte: Salute 24Ore


Toscana: grazie ad internet procedure semplificate per catasto e tributi

Si chiama ELISA il'ultimoprogetto di e-government lanciato dalla Regione Toscana.

Presentato lo scorso 4 novembre assieme adAnci (Associazione nazionale comuni di Italia) e Uncem (Unione nazionale comunità enti montani), e promosso dal Ministero per i rapporti con le Regioni, il progetto della Regione rappresenta una svolta nella gestione semplificata della Pubblica Amministrazione.

ELISArenderà infatti possibile l'introduzione di procedure semplificate per il pagamento dei tributi, rendendo più trasparenti e aggiornati i dati catastali e consentendo dirisparmiare in termine di costi e di personale per la Pubblica Amministrazione.Introdurrà, allo stesso tempo, innovativistrumenti per la lotta all'evasione fiscale.

La semplificazione del sistema tributario della Regione Toscana sarà reso possibile grazie ad Internet e allenuove tecnologie correlate che consentiranno ai vari enti di condividere i dati tributari e fiscali e utilizzare sistemi di pagamento online.

Notevole il vantaggio atteso per cittadini ed imprese , che risparmieranno tempo evitando code e lungaggini.

In termini di costi, è stato stimato che la migliore funzionalità di accertamento e recupero tributario porterà a un miglioramento del servizio per un valore di 8 milioni di euro l'anno.

Per i cittadini e le imprese la riduzione delle code e dei tempi per i procedimenti relativi ai tributi significheràun risparmio di circa 6 milioni di euro.


 

Finanziamenti/Agevolazioni

Al via Toscana Innovazione, nuovo fondo di venture capital per imprese innovative. Le ITC tra i settori di intervento privilegiati.

Il 21 ottobre scorso è stato inaugurato “Toscana Innovazione” il nuovo fondo da 45 milioni di euro gestito da Sici, cui la Regione Toscana partecipa con quasi 18 milioni e la Fondazione Mps con 9 milioni : un fondo per finanziare le idee innovative di aziende che ancora non esistono e l'espansione di piccole e medie imprese che intendono rinnovarsi.

Toscana Innovazione sarà un tipico fondo chiuso di venture capital: 44, 4 milioni di euro di dotazione, 12 anni la durata.

Sono previsti investimenti da 4 milioni e mezzo a 500 mila euro per azienda . Al di sotto ci sono altri strumenti, come il Fondo Idea di Fidi, con partecipazione temporanea al capitale d'impresa da tre a sette anni.

Il fondo investirà sulle piccole e medie imprese toscane.

Tra i settori diintervento: ambiente ed energie rinnovabili, automazione industrialemeccanica avanzata e domotica,biotecnologie, la fotonica e le Information e Communication Technologies.

Il fondo non interverrà invece su aziende che operano nei settori dell'agricoltura, caccia, pesca, estrazione dei minerali, commercio, alberghi e ristoranti, settori per i quali esistono altri strumenti di sostegno.

Per maggiori informazioni: Link pagina web sito Regione Toscana


Imprese innovative in ambito ICT. Il programma di sostegno Microsoft BizSpark

Al via anche in Italia il nuovo programma Microsoft BizSpark dedicato a offrire sostegno alla nascita di nuove imprese innovative in ambito ICT.

L'iniziativa è realizzata con il supporto dell'IBAN, l'associazione italiana dei Business Angels, cioè degli investitori informali in capitale di rischio.

La collaborazione, oltre a permettere alle start-up del circuito IBAN di accedere facilmente al programma BizSpark,si articolerà in attività volte allo sviluppo di un'economia locale del software.

In particolare, sarà facilitato l'incontro tra il network dei partner Microsoft e le realtà aziendali coinvolte da IBAN, e saranno moltiplicate le occasioni di visibilità e cooperazione di tutti i soggetti coinvolti nell'ecosistema dell'innovazione in ambito ICT.

IBAN conta tra i propri soci oltre 250 Business Angels con varie caratteristiche e capacità di investimento, oltre a numerose Società operative ed Istituzioni dedicate al servizio delle PMI e della creazione d'impresa.

La rete attualmente comprende 12 Network regionali o Tematici (BAN) e 3 Club di angel investor, che realizzano il matching tra domanda e offerta (tra progetti e Business Angels). Questo network ha permesso di esaminare circa 300 progetti all'anno, la metà dei quali vengono puntualmente veicolati all'interno del circuito; complessivamente IBAN ha registrato la nascita di circa 250 nuovi progetti d'impresa per un totale di capitale di rischio investito di circa 45 milioni di euro.

Per maggiori informazioni vedi il Comunicato stampa IBAN


 

Normativa

Social network e privacy. Da Strasburgo arriva il monito dei Garanti

In Italia il fenomeno Facebook, e con questo tutti i social network, cresce a dismisura ma nel frattempo arriva per tutti questi siti un monito dai garanti internazionali per la privacy.

A Strasburgo - in occasione della 30ma Conferenza internazionale delle Autorità per la protezione dei dati personali - è stata infatti approvata una risoluzione che stabilisce nuove regole per la privacy che i social network dovranno rispettare per non incorrere in sanzioni.

Durante la conferenza, intitolata "Proteggere la privacy in un mondo senza confini", sono state decise una serie di norme per il rispetto della privacy degli utenti di Internet.

Reti sociali come Facebook, MySpace, LinkedIn, NetLog e altri non potranno più permettere ai motori di ricerca di indicizzare le informazioni dei rispettivi iscritti.

I social network dovranno fornire a tutti gli utenti maggiori informazioni relativamente ai rischi legati alla pubblicizzazione dei dati privati. Infine, il profilo integrale dell'utente iscritto al social network dovrà essere visibile solo dagli altri iscritti al network.

Il richiamo dei Garanti, secondo l'Unione Nazionale Consumatori, "lungi dall'essere un attentato alla libertà della rete, si configura come una giusta garanzia di tutela per chi vi ha accesso".

Le web commuinity, infatti, “sono uno strumento di grande impatto per i cittadini, una meravigliosa opportunità di incontro, ma anche una ottima occasione per i malintenzionati, soprattutto per quelli che tramano insidie pericolose per la tutela della privacy".


 

Premi e concorsi

Advertising on line. Sono gli studenti a farla per le Piccole e Medie Imprese.

Aperte le iscrizioni alla seconda edizione dell'Online Marketing Challenge di Google. Protagonisti gli studenti, che imparano come si promuove una piccola impresa.

Si sono aperte a fine ottobre le iscrizioni per partecipare all'edizione 2009 dell'”Online Marketing Challenge”, promosso e organizzato da Google.
L'iniziativa, alla sua seconda edizione, vede coinvolti direttamente studenti universitari che hanno la possibilità di testare sul campo tecniche e potenzialità dell'online advertising.
Nella pratica, gli studenti, suddivisi in team, hanno a disposizione 200 dollari da spendere in pubblicità su Google AdWords e tre settimane di tempo per pianificare,sviluppare e valutare una campagna di marketing online a favore di una piccola impresa locale, che non abbia mai investito nulla su Internet.
Le iscrizioni scadono il 23 gennaio 2009

Da quella data in poi ciascun team può contattare un'azienda che abbia meno di 10 dipendenti ed un suo sito,ma senza l'utilizzo di Adwords. A questo punto il lavoro consiste nello sviluppare per l'azienda una vera e propria campagna di marketing on line che deve durare al massimo tre settimana e non può protrarsi oltre il maggio 2009.

Preceduta da una relazione di partenza, dove si esplicano strategie e obiettivi, la campagna si concluderà con una relazione finale per la valutazione dei risultati conseguiti.
Le novità di questa seconda edizione sono il coinvolgimento di un maggior numero di Atenei e l'idea di creare un più stretto legame con il territorio, coinvolgendo le associazioni di categoria perché sensibilizzino le piccole e medie imprese verso l'iniziativa.

Il premio del concorso consiste in un viaggio a Mountain View, per conoscere da vicino Google ed il mondo dell'advertising online.

Tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione sono disponibili sul sito del concorso


Digital Contest

Siete giovani "video maker" ed allievi di università, istituti e scuole di cinematografia? Avete fra i 18 ed i 35 anni?

Se sì, realizzando unvideo che duri tra i 60 ed i 90 secondi sul tema "il potere dell'energia" potrete partecipare al quinto"Enel digital contest".

L'iscrizioneal concorso deve avvenire on line entro il 31 dicembre.

Ilavori migliori saranno votati dal popolo della rete e da una giuria di esperti guidata da Paolo Sorrentino, il regista de Il Divo. Con lui Laura Delli Colli, giornalista e presidente del sindacato nazionale giornalisti cinematografici, Viktor Matizen, dei critici russi, Mario Morcellini, preside della facoltà di scienze della comunicazione della sapienza di Roma, Silvia Toso, di radio 3 rai e curatrice di Hollywood party, Mario Tozzi, geologo del Cnr e conduttore televisivo e Gianluca Comin dell'Enel.

Il concorso, promosso da Enel con l'associazione amici del Future film festival, vuol proseguire nell'intento di far riflettere sull'utilizzo sostenibile dell'energia per la salvaguardia ambientale del nostro pianeta.

Quest'anno Enel ha anche attivato una nuova collaborazione con AzzeroCO2 per neutralizzare le emissioni di anidride carbonica associate al concorso. Inoltre parte l'adesione ad un progetto di forestazione e l'invio a tutti i partecipanti di un vademecum per girare ecovideo.

Anche la sezione premi è stata arricchita grazie al contributo del consolato generale della Nuova Zelanda, dedicato al corto d'animazione con effetti speciali, e con quello del settimanale Donna Moderna per la miglior creatività femminile.

Collegandovi al sito www.enel.it/ digitalcontest potrete iscrivervi, votare i video e consultare il database dei 300 filmati che hanno partecipato alle precedenti edizioni.


 

Ultime dall'UE

Le gare d’appalto elettroniche in Europa. La Commissione europea lancia una consultazione on line

Nel dicembre 2004 la Commissione Europea ha adottato il Piano d'azione per l'applicazione delle norme relative all' e-procurement che prevede il raggiungimento di alcuni obiettivi, fra i quali l' abolizione degli ostacoli amministrativi delle gare di appalto transnazionali.
Attraverso l'indagine, la Commissione Europea vuole conoscere quale sia stato il contributo dell'e-procurement al raggiungimento di tali obiettivi.

Secondo il commissario del Mercato Interno, Charlie McCreevy, “le gare d'appalto elettroniche bene organizzate possono migliorare le condizioni del mercato, far risparmiare tempo e ridurre gli oneri amministrativi. Perché la normativa sull'e-procurement sia efficace, è necessario conoscere i punti di vista e le esperienze di tutti coloro interessati alle gare d'appalto pubbliche.”

Per partecipare alla consultazione ed esprimere il proprio parere, è possibile inviare possono inviare una e-mail a survey.eproc@it.ey.com entro il 18 dicembre 2008.
I risultati del questionario proposto dalla Commissione saranno raccolti in un report disponibile durante la seconda metà di 2009.

Per ulteriori informazioni, invitiamo a consultare il sito dell'Unione Europea al seguente link: pagina web consultazione


 

Web Marketing

Blog aziendali: come, quando e perchè

Il boom del blog attira le imprese italiane: nel nostro Paese, ad oggi,si stimano infatti circa 3 milioni di blog aziendali, con quasi il 60% di internauti italiani che effettuano almenouna visita occasionale e 10 milioni difrequentatori abituali.

Questi dati non possono cheincoraggiare l'azienda a dotarsi di un suo blog.

Ma perchè può essere utile costruire un blog aziendale? E quali sono i segreti per "sfondare"? Quali sono i vantaggi ed i benefici? E come si crea e si sviluppa un blog aziendale?

La risposta ce la dà l'articolo di Marco De Alberti pubblicato da Pmi.it. Sicuramente da leggere.


Marketing territoriale e Rete internet

Si parla sempre più spesso ormai di marketing del territorio.

Sostanzialmente si tratta di valorizzazione, ovviamente anche economica, d'aree geografiche e della loro cultura, termine, quest'ultimo, che va inteso nel senso più ampio possibile, spaziando dall'arte alle tradizioni popolari, dall'artigianato all'enogastronomia.

Ebbene, grazie a Internet è possibile creare dei percorsi ipertestuali attraverso le eccellenze del territorio, arricchibili da vari contenuti multimediali

Ma cosa c'è a monte di un progetto di valorizzazione del territorio?

A cosa si deve pensare per realizzare, con Internet, un progetto di marketing territoriale realmente vincente?

Ce ne parla Gialuigi Zarantonello - esperto di Marketing e Comunicazione, consulente, progettista e gestore di community e network relazionali - nella sua analisi scritta per Pivari.com e pubblicata da i-dome.com. Per leggere clicca qui


 

Studi, Rapporti, Analisi

Pmi italiane: una su quattro è in rete. La maggioranza crede nell'e-Commerce. indagine Doxa-Paypal

Internet non è solo una parte integrante della vita e dell'attività di impresa, ma sta ormai diventando strumento diffuso delle strategie di business delle PMI italiane.

Lo conferma un'indagine condotta da Doxaper Paypal, leader internazionale nei pagamenti on line.

Tra le 603 imprese con meno di 50 addetti oggetto dell'indagine, una su quattro possiede un sito internet e il 14% di queste pratica l'e-Commerce.

Delle aziende che ancora non sono in rete, il 26% ha in programma di creare a breve un proprio sito web, il 10% lo farà entro l'anno in corso.

Terziario e Servizi rappresentano il settore più presente in rete (34%). Seguono Industria e Commercio all'ingrosso (27%), Professionisti (24%) e Commercio al dettaglio (21%).

Secondo le aziende l'utilizzo di Internet ha portato benefici in termini di visibilità e sviluppo del business. Tra i sistemi di pagamento nelle transazione on line le imprese hanno dimostrato un particolare apprezzamento per PayPal. La motivazione è da attribuire alla semplificazione del processo di acquisto introdotta dall'utilizzo del sistema, che ha fatto registrare un minor tasso di abbandono del carrello fra i metodi di pagamento: 20% contro una media del 49%.

La maggioranza delle Pmi intervistate – comprese quelle non ancora presenti in Rete – ritiene infine chel'eCommerce sia uno strumento utile per la ripresa dell'economia.


 

Portali Istituzionali

Rapporti scuola-impresa: la Camera di Commercio di Firenze lancia il nuovo portale

Il 24 ottobre scorso alla Fortezza da Basso, nell'ambito del Job Fair, la Camera di Commercio di Firenze, sostenitrice della rassegna fin dal 1997, ha presentato il portale dei rapporti scuola impresa www.formazione-firenze.it

L'obiettivo è ambizioso:

dare coordinamento e informazioni sui corsi progettati e realizzati nel territorio toscano da tutti i soggetti interessati al rapporto scuola-imprese. Giovani, scuole, imprese possono quindi avere un quadro generale non solo dell'offerta di formazione rivolta ai soggetti più diversi, ma anche delle iniziative in tema di alternanza scuola-lavoro, di stage, di moduli professionalizzanti, di orientamento allo studio, al lavoro e alla creazione di impresa.

Internet è ormai indispensabile e ognuno può, con poca spesa, creare un suo sito: quello che manca spesso, anche in Internet, è il lavoro comune, la sinergia e la volontà comune di usare e implementare uno strumento condiviso.

Per il portale www.formazione-firenze.it invece si sono mobilitati diversi soggetti che hanno firmato il relativo accordo e molti ancora se ne potranno aggiungere, dando così autorevolezza ed efficacia al portale stesso.


 

Siti, Portali, soluzioni Internet per le Imprese

Camere di Commercio: è on line il nuovo portale

E' online da lunedì 3 novembre il portale www.cameradicommercio.it realizzato da Retecamere per Unioncamere.

Il portale si è profondamente rinnovato per offrire agli utenti una maggiore ricchezza informativa, una migliore facilità di navigazione ed una più accentuata personalizzazione dei servizi attraverso notizie correlate semanticamente.

Le tecnologie adottate per il portale lo rendono i uno tra i più avanzati e innovativi nel panorama dei servizi offerti su Internet dalla Pubblica Amministrazione.


 

I Siti per Tutti

Finalmente on line un sito ad hoc sulla Versilia

E' da poco onlineawww.aboutversilia.com,un nuovo sito su cui trovare tutte le informazioni dedicate alla splendida Versilia.

About Versiliaè un sito non profit che riporta moltissime informazioni e curiosità su storia, arte, personaggi famosi e tanto altro di questa bellissima terra , una delle più ricche di storia e tradizioni del nostro Paese, dotata naturalmente e costellata da piccoli comuni ecittà storiche.

AboutVersilia suggerisce anche alcuni itinerari tematici e gli eventi più famosi ospiti delle città dell'area versiliese per scoprire il meglio che questa terra può offrire.

Di particolare interesse è la sezione del sito interamente dedicata al nuovo teatro all'aperto di Torre del Lago, costruito in onore del 150° anniversario della nascita di Giacomo Puccin, uno dei più importanti compositori di tutti i tempi.

Cliccando su aboutversilia.com si ha la sensazione di fare un ricchissimo viaggio virtuale in questa splendida terra, alla scoperta di particolari storici e artistici su castelli, chiese, bellezze naturali.


Mutui, finanziamenti e prestiti: ne parla info-mutui.it


Da poco online, www.info-mutui.it, si presenta come una vera e propria guida ai finanziamenti, un aiuto concretoa capire come funziona il mondo dei prestiti e dei mutui, a comprenderne i termini più utilizzati ed a scegliere con maggiore consapevolezza il mutuo o il finanziamento che fa per noi.

In continuo aggiornamento, il sito, propone una sezione "ABC del mutuo" contenente articoli dedicati a tutto ciò che c'è da sapere sui mutui: le spese da sostenere, l'iter procedurale, l'istruttoria, i requisiti per ottenere un mutuo, la documentazione necessaria. Si parla inoltre di ipoteca, assicurazione sui mutui ed estinzione anticipata, cosa sono gli interessi di mora, a cosa fanno riferimento gli indicatori di costo e cosa rappresenta lo spread.
Presto online la sezione dedicata alle "formule calcolo mutuo" con esempi pratici e strumenti per calcolare la rata del mutuo.

Ogni giorno pubblicati nella home page, i tassi Euribor ed Eurirs aggiornati alle varie scadenze.

Senza volervi fornire parametri e regole che abbiano un valore assoluto, anche perché diverse sono le esigenze e le situazioni di ognuno, troverete in info-mutui.it alcuni suggerimenti e strumenti utili che vi aiuteranno nella scelta del mutuo più adatto alle vostre esigenze.


 

Appuntamenti

Tutela della proprietà intellettuale del software. Un seminario della Camera di Commercio di Pisa

Si svolgerà mercoledì 10 dicembre, presso l' auditorium “R. Ricci” della Camera di Commercio di Pisa, il seminario dal titolo “Tutela della proprietà intellettuale del software a livello nazionale ed internazionale: aspetti giuridici e tecnici.

L'iniziativa è stata promossa ed organizzata in collaborazione con Unioncamere Toscana, membro di Enterprise Europe Network, nell'ambito del progetto CINEMA (Central Italy Network to Enhance coMpetitive business Activities) cofinanziato dalla Commissione Europea.

Avvalendosi di relatori esperti a livello nazionale ed internazionale in ambito giuridico, tecnico ed economico, l'incontro vuole contribuire a far chiarezza sugli strumenti a disposizione per la tutela del software, suggerendo una riflessione sull'opportunità di utilizzare in modo appropriato i diversi strumenti a disposizione.

La partecipazione è gratuita ma l'iscrizione deve essere effettuata entro il 5 dicembre 2008.

Il materiale informativo e la scheda di adesione sono reperibili sul sito della Camera di Commercio alla pagina:http://www.pi.camcom.it/interno.php?id=782&lang=it

Stefano Barbieri - Innovazione tecnologica CCIAA Pisa





Scarica PDF
Stampa