Home
Newsletter Net Economy
Iscrizione al Tribunale di Lucca N° 783 del 30/5-3/6/2003
N° 10 del 28/09/2007
Sommario
e-Commerce
Normativa
portali ue
Web Marketing
Società dell'Informazione
Studi, Rapporti, Analisi
Portali Istituzionali
Siti, Portali, soluzioni Internet per le Imprese
I Siti per Tutti

e-Commerce

Crescono in Italia gli acquisti on line

Cresce il numero degli italiani che fanno acquisti on line. I cittadini si sentono più sicuri nell'e-commerce, trainato dalla diffusione delle carte prepagate e dal settore del turismo.

La fiducia nelle transazioni in rete è aumentata, spiega il Presidente dell'Associazione di consumatori Adoc, grazie al controllo più capillare sulle frodi informatiche.

Nell'ultimo anno si stima un volume d'affari di 4 miliardi di euro, anche se le vendite on-line rappresentano solo l'1% del valore complessivo del mercato. I settori preferiti da chi fa acquisti in rete, sono quello turistico e informatico. In crescita però anche il commercio elettronico di prodotti estetici e musicali.


Aumenta in Italia l'uso on line della carta di credito

Secondo i dati resi noti dall' ABI (Associazione Bancari Italiani) sarebbe in notevole aumento il numero di transazioni online effettuate dai consumatori italiani mediante la carta di credito.

Più che incoraggianti, per il futuro dell'ecommerce in Italia, i dati relativi all'ultimo trimestre del 2006: 11 milioni di transazioni (+18% rispetto allo stesso periodo del 2005) effettuate attraverso 2,4 milioni di carte di credito (più del 20% delle carte attualmente in circolazione).

L'unico dato negativo che emerge dalla ricerca Abi è la persistente predilezione degli utenti italiani verso gli e-commerce stranieri che attirano più della metà delle transazioni online degli utenti di casa nostra.


L'e-commerce italiano cresce, ma occorre un salto di qualità

Su gentile concessione della Redazione, riportiamo integralmente l'articolo di fondo dell'ultima newsletter di Impresa.gov.it (*), focalizzato sullo scenario italiano dell'e-commerce 2007

Mentre la filiera turistica italiana si interroga sulle strategie da perseguire per il rilancio del settore su scala internazionale, l'industria del turismo mantiene una posizione di assoluto protagonismo nell'eCommerce italiano confermandosi punta di diamante del mercato, sul quale pesa per poco meno della metà del valore assoluto. Con un ritmo di crescita annuo del 40% e un transato di circa 2.600 milioni di euro, il turismo continua infatti a essere l'elemento di traino dello sviluppo del commercio elettronico nel nostro Paese. Ai vertici della classifica della distribuzione merceologica delle vendite on line seguono l'informatica ed elettronica di consumo, con transazioni che quest'anno supereranno i 488 milioni di euro e un incremento del 19%, succeduta, a breve distanza, dalle assicurazioni on line. È questo lo scenario per il 2007 tracciato dell'Osservatorio B2c NETCOMM - School of Management del Politecnico di Milano che pur segnalando una significativa dinamicità del commercio elettronico italiano, nel suo complesso, ne evidenzia il ritardo verso gli altri Paesi industrializzati. L'eCommerce in Italia con un tasso di crescita del 30%, ben superiore ai partner europei, e una dimensione che quest'anno sarà di oltre 5 miliardi di Euro, si presenta infatti nel confronto tra i grandi ancora di modeste dimensioni. In termini di valore il commercio elettronico nostrano è un decimo di quello inglese e un sesto di quello tedesco e la sua penetrazione sul totale delle vendite ai consumatori finali, con la sola eccezione del turismo, è ancora limitata (0,6% in Italia contro valori che vanno dall'1,5 al 5% negli altri Paesi). Per colmare questo gap e sfruttare al meglio le potenzialità che il settore può offrire al Made in Italy a livello mondiale, occorre rimuovere ancora diversi ostacoli “culturali” e normativi. Sul lato dell'offerta le aziende italiane investono ancora poco in questo canale, che vede il 50% del fatturato realizzato dalle “Dot.com”. E poche sono le imprese che spingono sulla multicanalità sfruttando l'on line, restie a cambiare il proprio modello di business e timorose di cannibalizzare le reti di vendita tradizionali. Resistenze provengono pure dal lato della domanda sia per la qualità della logistica che per le paure connesse alla sicurezza degli acquisti sulla Rete. Un problema quest'ultimo che è stato recentemente oggetto di attenzione anche dell'OCSE, che ha sollecitato un rafforzamento della tutela dei diritti dei consumatori, soprattutto nella giungla degli acquisti on line. Un obiettivo che, secondo l'Organizzazione, potrà essere raggiunto revisionando e aggiornando l'attuale sistema di strumenti a difesa dei consumatori e rendendo più accessibile e meno dispendioso, il meccanismo per fare reclamo o per usufruire del diritto di recesso qualora gli acquisti di beni e servizi si rivelino "insoddisfacenti". E sulla falsa riga si era espresso, qualche mese prima, pure il Parlamento europeo, che preoccupato del gap del commercio elettronico Europeo nei confronti di quello Statunitense e Asiatico, aveva chiesto azioni volte a sostenere la fiducia dei consumatori, a creare un ambiente economico più favorevole, a migliorare la qualità della legislazione, a rafforzare i diritti dei consumatori e la posizione dei piccoli imprenditori sui mercati nell'ambiente digitale, anche attraverso la definizione di un marchio di fiducia europeo e una Carta europea dei diritti degli utenti . In un ambiente sempre più globalizzato si moltiplicano le sfide poste a carico dei Governi e degli operatori economici per gestire con successo la complessità di una competizione senza frontiere. L'eCommerce può contribuire a ridurre le distanze tra i mercati e favorire la diffusione dell'Italian Style, aiutiamolo a fare un salto di qualità!

(*) impresa.gov.it è il portale italiano a servizio dell'impresa; il portale,frutto di un progetto del CNIPA e gestito da Unioncamere (Unione nazionale delle Camere di Commercio), vede la partecipazione di Enti e Amministrazioni pubbliche.


".travel": il dominio internet per il mondo del turismo

Il mondo del turismo ha il proprio dominio. Si chiama “.travel”, ed è riservato esclusivamente al mondo dei viaggi e del turismo in generale (strutture alberghiere, bed and breakfast,campeggi ecc.).

“.travel” è stato lanciato nel 2006 dalla Tralliance Partners, società americana che lo ha registrato presso l'ICANN e che adesso lo sta promuovendo in tutto il mondo con gran successo; alnuovo dominio sono infatti già registrati ben 30mila siti, 200 dei quali in Italia.

Il dominio “.travel rappresenta senza dubbio un canale privilegiato per gli operatori del settore perchéda un lato si vanno esaurendo le possibilità di registrare nuovi siti su “.com” e “.net”, dall'altro le terminazioni con le sigle nazionali (come “.it”), sono affollate da indirizzi di ogni tipo e rendono quindi difficile o più complessa la ricerca e l'individuazione del sito di natura turistica di potenziale interesse.

Inoltre per essere registrati, gli operatori devono essere accreditati dall'organizzazione di appartenenza.

I vantaggi esistono quindi anche per gli stessi turisti, per i quali la ricerca del sito turistico di potenziale interesse diventa più rapida e mirata ma anche più sicura.

La registrazione può avvenire tramite il sito www.travel.travel, dove è possibile controllare se il nome desiderato è libero. Effettuata tale verifica, si passa a richiedere il numero identificativo unico, selezionando una delle organizzazioni legittimate all'autenticazione. Ricevuto il numero si passa all'acquisto; i costi variano dalle 100 alle 250 euro.

Tutti gli stakeholders del settore – agenzie di viaggi, enti del turismo, hotel, parchi tematici, compagnie di navigazione, Convention bureau, tours operators – possono usufruire dei vantaggi del nuovo dominio che, se raggiungesse, come nelle intenzioni della Tralliance Partners Int., le 150-200mila unità, potrebbe realmente rivoluzionare l'e-commerce nel turismo.


EBSN: la rete europea per il commercio elettronico

Creare un punto unico di accesso alle informazioni sulle iniziative regionali, nazionali ed europee, agli studi, alle statistiche e alle possibilità di finanziamento per le Pmi in materia di commercio elettronico. Con questo obiettivo l'Unione Europea ha messo on line il portale European e-Business Support Network (eBSN), che vuole essere uno strumento per supportare e promuovere l'adozione dell'ICT e dell'e-business nelle Piccole e Medie Imprese. Il portale in lingua inglese, realizzato in collaborazione con autorità nazionali, regionali o locali, fornisce informazioni riguardanti le iniziative collegate al mondo dell'e-business a partire da dati statistici, casi di studio, news, annunci e articoli riguardanti le PMI europee.

http://ec.europa.eu/enterprise/e-bsn/index_en.html


 

Normativa

Indicazione della Partita Iva sul sito aziendale. Al via controlli e sanzioni

Sono partiti in Liguria i primi controlli del fisco sui siti web aziendali e di professionisti per verificare che sulla home page sia riportato il numero di partita Iva.

Si tratta di un obbligoancora poco conosciuto , derivante dal Dpr 404del 2001.

L'articolo 2 del Dpr dispone infatti che il numero di partita IVA attribuito a ogni contribuente debba essere riportato sulle dichiarazioni e in ogni altro documento dove sia richiestoe anche nella home page dell'eventuale sito web.

La disposizione è quindi confluita nell'articolo 35 del Dpr 633/72 che regola le dichiarazioni di inizio,variazione e cessazione delle attività ai fini dell'IVA.

I controlli effettuati dalla Direzione regionale entrate della Liguria sui siti di professionisti e aziende hanno riscontrato inmoltissimi casi il mancato rispetto della norma che peraltro comporta sanzioni variabili da un minimo di 258,23 euro ad un massimo di 2065,83 euro.

La regolarizzazione dell' eventuale omissione è possibile tramite un semplice aggiornamento del sito che deve però avvenire prima del rilevamento dell'irregolarità da parte dell'Agenzia delle entrate.

A buon intenditor…….


Recapito degli invii di corrispondenza generata elettronicamente. Il Ministero adotta circolare

Il 2 agosto scorso il Ministero delle Comunicazioni ha adottato la Circolare n. 5688 (pubblicata sulla Gazzetta ufficiale n. 200 del 29 agosto) riguarante il "Recapito a data o ora certa degli invii di corrispondenza generati elettronicamente".

Sulla base della Circolare i fornitori di tale servizio possono adottare, in alternativa al bollettario di cui al paragrafo 3 della circolare n. 1225/2001, strumenti di comunicazione elettronica atti a provare il momento del prelievo presso il mittente, nonchè la data, ovvero l'ora e la data, di recapito dell'invio.

La relativa documentazione cartacea ed elettronica attestante tali informazioni è registrata e conservata, a cura del fornitore del servizio, per almeno 6 mesi. Gli operatori devono poter rendere accessibili al mittente e, su richiesta, al destinatario della corrispondenza, le informazioni sulla data e sull'ora del recapito, anche tramite accesso al proprio sito Web.

I fornitori del servizio devono peraltro fornire informazioni dettagliate relativamente agli strumenti di comunicazione elettronica nella dichiarazione inoltrata al Ministero delle Comunicazioni (Direzione generale per la regolamentazione del settore postale), ai sensi del decreto del Ministero delle Comunicazioni del 4 febraio 2000, come modificato dal decreto 15 febbraio 2006, n. 134.

Il testo della Circolare del Ministero ed un dossier completo sul tema sono disponibili sul sito del Governo all'indirizzo:

http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/circolare_comunicazioni/index.html


 

portali ue

Le imprese prima di tutto. Guida e portale dell'Unione europea.

La Dg Imprese ed Industria ha pubblicato di recente la guida “Putting SMEs first”che passa in rassegna i nuovi strumenti di finanziamento a disposizione delle PMI in vari campi di attività con l'inserimento di nuove sezioni, quali il supporto alle PMI a livello regionale e ad imprese micro ed artigiane.

Accanto a questo nuovo dossier informativo è stato anche lanciato un portale per le PMI progettato per facilitare l'accesso on line alle informazioni sulle azioni dell'UE attraverso un singolo punto di accesso. Il portale, inoltre, aiuta le imprese ad individuare servizi di supporto on line o localizzati nel territorio regionale.

Per maggiori informazioni e per visitare il portale si rimanda ai link:

http://ec.europa.eu/enterprise/entrepreneurship/sme_envoy.htm

http://ec.europa.eu/enterprise/sme/index_en.htm


 

Web Marketing

Campagne e-mail: cosa e come fare perchè siano efficaci?

L'e-mail marketing è uno strumento che può permettere un sostanziale aumento dei profitti attraverso la conduzione di campagne promozionalio l'invio di newsletter che veicolino l'utenza verso il proprio sito di commercio elettronico.

Certo è che una campagna via e-mail, perché sia efficace e porti ai successi sperati, non può essere improvvisata, ma deve essere opportunamente pianificata e preceduta da analisi accurate e costantemente aggiornate. Nell'articolo pubblicato da i-dome.com, Laura Francesconi mette in evidenza i principali aspetti che concorrono al successo di una campagna via mail offrendo alcuni interessanti suggerimenti e consigli utili per realizzare un efficace programma di vendita online.

L'articolo è scaricabile all'indirizzo:

www.i-dome.com/docs/pagina.phtml?_id_articolo=11792-Email-marketing-e-e-commerce.html


 

Società dell'Informazione

Information & Communication Technology: tre bandi della Commissione europea

Oltre al bando "e-Content" (vedi numero 8/9), la Commissione europea ha emanato tre bandi nel settore dell'Information and Communication Technology.

Diffusione diinternet edigitale, miglior utilizzo dell'ICT, miglioramento, attraverso progetti tecnologici, delle vita quotidiana, dell'ambiente e delle infrastrutture: questi gli obiettivi promossi dalle nuove Call di cui riportiamo una breve sintesi:

1° BANDO ICT PSP (Policy Support Initiatives)

pubblicato nell'ambito del Programma Quadro per l'Innovazione e la Competitività 2007-2013 (CIP).

Obiettivo del bando, la cui dotazione finanziaria è di 54 milioni di euro, è quello di stimolare l'innovazione e la competitività attraverso un maggior e migliore utilizzo dell'ICT da parte delle amministrazioni pubbliche, dei cittadini e delle Piccole e Medie Imprese.

Il bando finanzia progetti e reti tematiche riguardanti i seguenti ambiti:

  • servizi di e-government efficienti ed interoperabili
  • ICT e accessibilità, anziani ed integrazione sociale
  • ICT per servizi sanitari (e-health) sostenibili ed interoperabili,

Non finanzia invece attività di ricerca, oggetto del VII Programma Quadro.

Scadenza del bando: 23 Ottobre

Informazioni e documentazione sono disponibili sul sito:

ec.europa.eu/information_society/activities/ict_psp/index_en.htm

VII PROGRAMMA QUADRO - 2° BANDO ICT

Il bando, che si avvale di un budget di 477 milioni di euro,finanzia progetti di ricerca da attuare nelle seguenti aree tematiche:

  • Infrastrutture di reti e di servizi
  • Componenti, sistemi, ingegneria
  • Cure sanitarie sostenibili e personalizzate
  • ICT per la mobilità, la sostenibilità ambientale e l'energia
  • ICT al servizio della vita autonoma e dell'inclusione.

La scadenza è fissata al 9 ottobre.

Per informazioni e documentazione:

cordis.europa.eu/fp7/dc/index.cfm?fuseaction=UserSite.CooperationDetailsCallPage&CALL_ID=65

VII PROGRAMMA QUADRO: INVITO CONGIUNTO A PRESENTARE PROPOSTE NEI SETTORI DELLE TIC E DELLA SICUREZZA

L'invito a presentare proposte riguarda le aree tematiche “Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione” e “Sicurezza” del programma “Cooperazione” del VII Programma Qadro.

L'invito riguarda i seguenti temi:

  • elementi tecnologici per la creazione, il monitoraggio e la gestione di infrastrutture dell'informazione per il collegamento di infrastrutture critiche sicure, resistenti e sempre disponibili
  • valutazione del rischio e piani di emergenza per il trasporto interconnesso sulle reti energetiche
  • modellazione e simulazione per attività di formazione
  • controllo della situazione ottimizzato tramite la sorveglianza intelligente dei trasporti interconnessi o delle infrastrutture energetiche
  • sostegno TIC per i servizi di pronto intervento in situazione di emergenza presso infrastrutture critiche

Il budget totale del bando è di 40 milioni di euro

Scadenza : 29 novembre

Informazioni e documentazionedisponibili sul sito:

cordis.europa.eu/fp7/dc/index.cfm?fuseaction=UserSite.CooperationDetailsCallPage&call_id=70


 

Studi, Rapporti, Analisi

La pubblicità on line continua a crescere

Nella Sezione “Dati e cifre” di Primaonline.it (rivista informatica di comunicazione on line)sono pubblicati i dati relativi ai fatturati della pubblicità on line rilevati a luglio dall'Osservatorio Fcp-Assointernet (*)e da IAB Italia (*) (periodogennaio-luglio 2007 raffrontato con gennaio-luglio 2006).

Il rapporto contiene la tabella con l'andamento dei fatturati del mese luglio 2007-luglio 2006 recantel'indicazione delle variazioni in percentuale.

Il principale dato che energe mergente dai dati raccolti è il proseguimento del trend positivo già registrato nei mesi precedenti.

Scendendo nei dettagli: la tipologia pubblicitaria Ad Banner cresce del + 33%; Sponsorizzazioni e bottoni + 26%; Altre tipologie + 58%.Per quanto riguarda la voce SMS, il relativo fatturato è passato dai 491mila euro del periodo 2006 di riferimento, ai 7 milioni e 166mila euro dell'analogo periodo 2007.

E-mail e newsletter sono cresciute del 23%, le Keywords del 41%.

(*) (Federazione concessionarie pubblicità - Assointernet)

(*) (Interactive Advertising Bureau)


Scenario Internet nel mese di luglio: gli Italiani continuano a navigare anche in estate

Nielsen/NetRatings, leader globale nelle analisi e ricerche su Internet, ha pubblicato i dati ufficiali relativi allo scenario Internet in Italia nel mese di luglio 2007.Il documento include la classifica dei top 30 brand, la classifica delle top 15 Internet application e una tabella dedicata al settore “viaggi”.

Dal rapporto emerge che l'arrivo delle vacanze estive non ha allontanato dal Web gli Italiani che hanno continuato a consultare Internet. Stabili gli utenti rispetto al mese di giugno: sono 21,4 milioni i soggetti che hanno compiuto almeno una connessione al Web da casa o ufficio, oltre 22,2 milioni se si considerano anche gli utilizzatori di applicazioni internet come gli instant messenger e i media player.

Rispetto al mese di giugno, i settori più frequentati a luglio sono quelli più tipicamente collegati all'entertainment e al tempo libero: i siti di giochi online con 4,6 milioni di utenti (+8% rispetto a giugno), quelli di eventi e spettacoli con 2,9 milioni di utenti (+31% rispetto a giugno) e i siti per la ricerca dell'anima che vengono utilizzati da 2,6 milioni di utenti (+23% rispetto a giugno).

Cresciuta anche la categoria dei siti dedicati alla fotografia, che hanno visto aumentare il traffico in particolare per quanto riguarda la condivisione foto: gli utenti di questa categoria hanno raggiunto quota 4 milioni, il 7% in più rispetto al mese precedente.

Molto attivo è stato, ovviamente, anche il comparto dei viaggi on line: a luglio hanno visitato almeno un sito di viaggi oltre 12,4 milioni di soggetti, il 56% dei navigatori italiani.

Il documento Nielsen/netRatings è scaricabile, assieme all'interessante commento-analisi, all'indirizzo web: http://www.primaonline.it/dati/articolo.asp?id=40
www.primaonline.it/dati/articolo.asp?id=40


 

Portali Istituzionali

Osservaprezzi.it : il nuovo sito del Ministero Sviluppo economico per il monitoraggio dei prezzi

Il Ministero dello Sviluppo economico ha allestito, tramite il sito www.osservaprezzi.it,un servizio di monitoraggio on line per garantire la massima informazione sui prezzi.

Il servizio, di agevole erapida consultazione, permette di conoscere i livelli dei prezzi al dettaglio di un paniere di 66 prodotti di largo consumo in 58 citta, così come i prezzi all'origine e all'ingrosso di alcuni prodotti alimentari edi prezzi dei carburanti.


TRIO: il portale della Regione Toscana per la formazione permanente

Si chiama TRIO il sistema di web learning della Regione Toscana. Si tratta di un portale che offre formazione a distanza a tutti i cittadini, mettendo a disposizione corsi completamente gratuiti e di facile e piacevole fruizione.

E' possibile scegliere i moduli informativi di interesse nell'ambito di un catalogo di oltre 700 titoli, fra cui corsi di Informatica, Lingue, Ecologia e Ambiente, Gestione aziendale e tanti altri ancora.

L'accesso ai corsi è semplicissimo: è sufficiente andare sul portale www.progettotrio.it e registrarsi.

Il sito offre tutta l'assistenza necessaria per orientare ed ottimizzare il proprio percorso formativo grazie ad un help desk/numero verde e ad un servizio di tutoraggio on line. A tal fine sono peraltro stati istituiti, in ogni provincia toscana, dei poli di teleformazione TRIO dove gli utenti TRIO possono ricevere l'assistenza di un tutor. La mappa dei poli è disponibile sul portale.


 

Siti, Portali, soluzioni Internet per le Imprese

Roaming: un sito per sapere quanto spendi

Sul sito internet della Commissione europea disponibile l'eurotariffario

Il 2 agosto scorso la Commissione ha lanciato il sito contenente la sua valutazione comparativa delle tariffe di roaming trasmesse dagli operatori di telefonia mobile, così come predisposto dal nuovo regolamento europeo sul roaming in vigore dal 30 giugno 2007. Tutte le tariffe sono ora consultabili sul sito

http://ec.europa.eu/information_society/activities/roaming/implementation/benchmark/index_en.htm


Newsmercati: il business internazionale per e-mail

Si chiama "Newsmercati" la newsletter telematica nata da un progetto del Gruppo delle strutture camerali per l'internazionalizzazione al fine dioffrire informazioni ed aggiornamenti sulle novità del commercio con l'estero e sulle iniziative per la promozione del business internazionale.

Grazie alla recente adesione al progetto da parte di Unioncamere Regionale e delle Camere di Commercio della Toscana, le aziende toscane interessate possono ora abbonarsi gratuitamente al servizio attraverso l'apposito modulo presente nella home page del sito web della propria Camera di Commercio.

In tal modo potranno ricevere, tramite e-maile con cadenza quindicianale tutta una serie di informazioni utili ad entrare o affermarsi nei mercati internazionali:

  • approfondimenti sulle tematiche del commercio estero, con articoli su dogane, pagamenti, trasporti, fiscalità e contrattualistica, scritti per Newsmercati da professionisti econsulenti di comprovata esperienza
  • segnalazione delle iniziative di assistenza e promozione (fiere, incontri d'affari, missioni imprenditoriali, corsi di formazione, ecc.) che le Camere di Commercio toscanerealizzanoper sostenere e promuovere ilbusiness con l'estero.

La newsletter rappresenta un canale diretto e agile attraverso il quale ilSistema Camerale toscano si propone di veicolare, in forma gratuita e in tempi reali - informazioni e notizie in grado di favorire e supportare il processo di internazionalizzazione del sistema economico regionale


Taric: on line tutte le informazioni su fiscalità e dogane

L'Unione Europea mette a disposizione un servizio di consultazione on line a livello internazionale delle informazioni tariffarie sulle merci tramite indicazione di codice TARIC o designazione dei prodotti.

Il TARIC è la tariffa integrata delle Comunità europee e riprende le misure comunitarie e commerciali applicate alle merci importate ed esportate dalla Comunità.

Grazie alla ricerca tramite codice TARIC gli operatori e gli uffici interessati agli scambi commerciali internazionali possono conoscere il dazio che è necessario pagare per importare un dato prodotto in un determinato Paese.

Se non si conosce il codice doganale di riferimento, si può optare per la ricerca testuale, scrivendo il nome del prodotto e, nel caso in cui apparissero più risultati, scegliendo l'esatta descrizione della merce di interesse.

http://ec.europa.eu/taxation_customs/dds/it/tarhome.htm


Come finanziare la propria impresa: la banca dati del Formez

Lo Sportello Impresa del Formez mette a disposizione on line una banca dati sulle agevolazioni finanziarie utili per avviare o sviluppare un'attività imprenditoriale, con particolare attenzione agli strumenti per l'internazionalizzazione. La banca dati comprende:

  • alcune guide, tra cui quelle sugli strumenti di finanza agevolata e sugli enti pubblici che possono fornire supporto all'imprenditore in termini di formazione, consulenza e affiancamento;
  • i testi completi dei principali bandi e le schede sintetiche con le informazioni relative alle diverse tipologie di agevolazione e i riferimenti utili per accedervi;
  • un servizio di ricerca delle agevolazioni che possono essere selezionate in base ai settori di attività, ai beneficiari, alle tipologie di investimento e a parametri geografici.

La banca dati è disponibile all'indirizzo web:

http://www.sportelloimpresa.it/servizi/bancadatiagevolazioni


Sicurezza dei prodotti e sistemi di certificazione. Una guida on line

“I requisiti di sicurezza dei prodotti – i sistemi di certificazione in Europa, Usa, India e Cina”, è la guida on line pubblicata sul sito web della Camera di Commercio di Torino, realizzata in collaborazione con il Centro Estero per l'Internazionalizzazione del Piemonte per orientare le imprese sulle prassi e gli obblighi vigenti in questi Paesi in materia di certificazione di sicurezza e norme tecniche.

La guida è consultabile e scaricabile gratuitamente all'indirizzo: http://www.to.camcom.it/Page/t10/view_html?idp=10212


 

I Siti per Tutti

Poste e firma digitale

Nel sito delle Poste, tutte le informazioni sulla firma digitale e su come ottenerla

http://www.poste.it/online/postecert/cosef.shtml


24....minuti

E' la versione "free press" del quotidiano Il Sole 24 Ore, pubblicata nell'edizione di Milano e di Roma. Si sfoglia in formato pdf.
http://www.24minuti.it


"English by a click": l'inglese a portata di mouse

La Polizia di Stato ha messo a disposizione, sul proprio sito, una guida multimediale alla lettura di articoli selezionati della stampa estera rivolta a chiunque voglia migliorare il proprio inglese on line.

Sulla guida sono riportati testi da leggere, ascoltare e comprendere con l'aiuto di note e commenti di esperti madrelingua.

E' possibile verificare la propria pronuncia leggendo il brano e, cliccando due volte sulle parole contraddistinte da un simbolo che indica un altoparlante, ascoltare la pronuncia esatta.

Il materiale proposto nella guida si rivolge a chi ha già una conoscenza della lingua di livello intermedio e presuppone quindi una certa dimestichezza con l'inglese.

Per accertare l'effettiva comprensione del testo, sono proposti esercizi con risposte a comparsa, cioè invisibili fino a che l'utente non decida di farle apparire con unclick del mouse.

"English by a click" è raggiungibile all'indirizzo:

www.poliziadistato.it/pds/operatorips/e-learning/index.htm


Manuali.it

Manuali di tutti i tipi, guide e appunti ordinati per argomento (arte e cultura,tempo libero, economia e politica, elettronica e tecnologie, informatica ed internet, salute e benessere, telefonia ecc.).

Si scaricano tutti gratuitamente dal sito: http://www.manuali.it


Non solo cap

Tutto per togliere ogni dubbio sulla geografia d'Italia... i cap, le province e le regioni, in un servizio di ricerca molto agevole. Sul sito: http://www.nonsolocap.it/





Scarica PDF
Stampa