Home
Newsletter Net Economy
Iscrizione al Tribunale di Lucca N° 783 del 30/5-3/6/2003
N° 9 del 30/09/2010
Sommario
eventi/fiere ICT
e-Commerce
Soluzioni internet
Ultime dall'UE
Iniziative Istituzionali
Studi, Rapporti, Analisi
Sicurezza Informatica
Siti, Portali, soluzioni Internet per le Imprese
I Siti per Tutti
Appuntamenti

eventi/fiere ICT

Smau 2010 - 20/10/2010 al 22/10/2010 - Milano

Appuntamento immancabile c/o Fieramilanocity (piazzale Carlo Magno 1, Milano) per il mondo della digital technology con tutti i principali Vendor, lanci di prodotti, programmi di certificazione ed eventi speciali.

Laboratori e workshop indipendenti per innovare le imprese con le migliori soluzioni disponibili. I migliori casi di imprese e pubbliche amministrazioni per ispirarsi da chi ha saputo sfruttare al meglio le moderne tecnologie. I

nfo: Smau, (Daniela Monteverdi, Daniela Di Cugno), tel. 02.28313239-02.28313258

Riferimenti: press@smau.it; www.smau.it


Lu.Be.C. Digital Technology 2010

Il 21 e 22 ottobre 2010 si terrà la sesta edizione di Lu.Be.C. – Lucca Beni Culturali, incontro annuale organizzato da Promo PA Fondazione sui temi della valorizzazione dei beni culturali e lo sviluppo economico del territorio.

Obiettivo dell'iniziativa è promuovere ed approfondire la conoscenza dello scenario complessivo del settore, sia sotto il profilo dell'innovazione tecnologica e gestionale, sia sotto quello dell'integrazione tra le diverse tipologie di risorse turistico – culturali, inscindibilmente legate agli strumenti dell'economia, del marketing e della comunicazione.

Nel 2009 l'incontro ha coinvolto oltre mille e cinquecento operatori provenienti dal mondo della pubblica amministrazione locale e centrale e dell'imprenditoria saldamente legata alla filiera beni culturali – tecnologia – turismo, che hanno altresì avuto la possibilità di esporre i progetti realizzati sul tema nella contestuale rassegna espositiva.

Questa sesta edizione, ampliata a due giorni e fortemente integrata con la rassegna espositiva, vedrà alternarsi alle sessioni plenarie dibattiti e seminari formativi con una nuova organizzazione rivolta a stimolare la circolarità e la discussione. Relatori ed espositori nazionali ed esteri, provenienti dal mondo pubblico e privato si confronteranno tra workshop, incontri ai desk e presentazioni per proporre ed attivare - attraverso l'analisi di dati, modelli di business e casi realizzati - strategie di intervento ed assi di collaborazione.

Lu.Be.C. 2010 affronterà, tra le altre, le tematiche della committenza pubblica, del lavoro e delle politiche formative, argomenti cardine del dibattito internazionale che insiste sulla necessità di promuovere qualità ed efficienza professionali per rendere realmente competitivo il settore. In linea con l'internazionalizzazione dell'iniziativa anche quest'anno, in accordo con le istituzioni di riferimento, Lu.Be.C. ospiterà tra i relatori e tra gli espositori un Paese straniero identificato con la Finlandia, che presenterà i suoi successi in materia tra artigianato e tecnologie.

Parallelamente al convegno si terrà, la quarta edizione di Lu.Be.C Digital Technology, rassegna espositiva sull'innovazione tecnologica – digitale applicata alla valorizzazione del territorio e del marketing territoriale, aperta alle aziende che desiderano presentarsi ad un pubblico qualificato e potenziare la propria visibilità all'interno del mercato di riferimento. Lu.Be.C è un evento organizzato con la collaborazione di MiBAC, UVAL-MiSE, Confcultura, ARCUS e Cesvot.

Visita il sito www.lubec.it

Per informazioni scrivi a: info@lubec.it

 


 

e-Commerce

Acquisti on line di prodotti elettronici finalmente più sicuri

E' il risultato dei controlli di conformità dei siti di elettronica di consumo disposti nel 2009

Un'indagine a tappeto sui siti che vendono online prodotti elettronici ha spinto la maggior parte di essi a conformarsi alle norme dell'UE per la protezione dei consumatori. Questo èl'annuncio recentemente dato dalla Commissione europea che aveva disposto, nel 2009,la realizzazione dell'indaginesu 6 categorie di prodotti.

L'indagine dell'anno scorso aveva riscontrato che solo il 44% dei siti rispettava le regole europee. Da nuovi, recenti controlli è risultato che i siti in regola sono ora passati all'84%, ha rivelato il commissario per i Consumatori John Dalli. Nei confronti di quelli restanti si stanno prendendo provvedimenti.

Secondo il commissario, l'utilità delle indagini a tappeto è adesso pienamente evidente.

Tra le irregolarità riscontrate l'anno scorso nei siti che vendono prodotti come macchine fotografiche digitali e lettori di musica figuravano informazioni fuorvianti sui diritti dei consumatori, i prezzi finali e l'identità e il recapito dei venditori.

Quest'anno l'UE ha invece deciso di concentrarsi sulla vendita online di biglietti per eventi culturali e sportivi. Dai controlli in corso è risultato che il 60% non rispetta le norme a tutela dei consumatori.

Finora la Commissione ha verificato 414 siti, il 40% dei quali è in regola. Gli altri 247 sono stati segnalati alle autorità nazionali perché prendano provvedimenti. I problemi principali sono costituiti dall'indicazione dei prezzi e da condizioni contrattuali inique.

I consumatori devono fare attenzione alle informazioni sul prezzo dei biglietti (mancanti, incomplete o fuorvianti nel 74% dei siti non in regola), alle condizioni inique (73%) e alle informazioni sul venditore (mancanti, incomplete o fuorvianti nel 48% dei casi di irregolarità).

Una volta individuati i siti che non rispettano le norme, intervengono le autorità nazionali di tutela dei consumatori, che contattano i venditori o i gestori dei siti e li invitano a mettersi in regola.

Maggiori informazioni


Vendere e comprare on line o nel tradizionale negozio fisico: le differenze e opportunità di integrazione in uno studio ad hoc

Quali sono le principali differenze degli acquisti e vendite effettutati in rete o nei negozi fisici tradizionali?

Una risposta prova a fornirla uno studio realizzato in tre paesi europei – Francia, Germania e Gran Bretagna -che, oltre alle differenze, mette in evidenzale possibili integrazioni fra le due realtà - fisica e virtuale –più gradite dagli acquirenti.

Gli aspetti salienti della ricerca, utili a chi vuolesfruttare al meglio,integrandole, le potenzialità "off line" e "'on line", sono evidenziati su BusinessOnline.it alla pagina: http://www.businessonline.it/4/E-business/2734/differenze-negozio-fisico-e-online.html.


Verso un marchio di fiducia europeo per il commercio elettronico

Internet è il canale più veloce di crescita della vendita al dettaglio, ma, a livello europeo, solo un consumatore su tre prende in considerazione l'acquisto online di prodotti provenienti da un altro paese.

Per questo motivo il Parlamento europeo ha adottato, nella seduta del 21 settembre, una serie di proposte per incoraggiare il commercio elettronico transfrontaliero e accrescere la fiducia e la protezione dei consumatori, che risulta essere uno dei principali ostacoli al suo pieno affermarsi.

Fra le varie proposte avanzate nella risoluzione per aumentare la fiducia dei consumatori e quindi sbloccare il potenziale di crescita del commercio elettronico in Europa, emerge quella volta alla creazione di un marchio di fiducia europeo da attribuire ai siti web che garantiscono l'affidabilità e la qualità dei prodotti venduti on-line.

Il nuovo marchio, che si aggiungerebbe ai diversi marchi di qualitàistituiti nel corso degli ultimi anni a livello nazionale, dovrebbe essere basato, secondo il Parlamento, sul diritto dell'Unione europea ovvero avere norme chiare, trasparenti, direttamente controllate dalla Commissione.

Essenziale, secondo il testo approvato, è rendere più trasparente la catena di approvvigionamento del commercio elettronico, perché il consumatore possa riconoscere l'identità del fornitore, l'indirizzo geografico, i dati di contatto e il codice fiscale, e sappia se si tratta di un intermediario o di un fornitore finale, dato di particolare rilievo nelle aste online.

I deputati propongono di creare un sistema europeo di allerta rapida, che includa una banca dati, per contrastare le attività fraudolente nell'ambiente digitale.

I deputati hanno inoltre posto l'accento sulla necessità di rendere il trading on line più trasparente favorendo lo sviluppo di sistemi di pagamento sicuri e rafforzando gli strumenti di tutela della privacy dei consumatori.

La risoluzione sul "completamento del mercato interno per l'e-commerce" segna una nuova tappa nel percorso di riforma del diritto dei consumatori a livello comunitario che sfocierà nei prossimi mesi nell'approvazione di una nuova direttiva sui diritti dei consumatori e nell'elaborazione, entro il 2012, di un Codice europeo per i diritti Online dei consumatori”.

Per il testo della risoluzione CLICCA QUI


 

Soluzioni internet

Da GMail arriva la posta prioritaria (menomale....)

Si chiama Priority Inbox la nuova feature attivata da Gmail, la nota casa di Mountain View, che permetterà di filtrare e selezionare la posta organizzando automaticamente i messaggi riconosciuti come i più interessanti per l'utente. In pratica la featureè in grado di creare una corsia preferenziale per determinate e-mail individuate, istantaneamente, di maggior interesse ed urgenza perché possano essere lette prima delle altre, evitando cosìall'utente di andare a scartabellare tra tutte quelle ricevute.

Per attivare la nuova funzione èsufficiente entrare nel menu impostazioni di Gmail in alto a destra e attivare il filtro.

La feature, in pratica, ricava indicazioni dai comportamenti dell'utente cioè impara a riconoscere i messaggi che in genere vengono letti per primi e quali vengono scaricati direttamente nel cestino senza nemmeno essere guardati, se lo ricorda e agisce di conseguenza applicando l'ordine di priorità appreso.

"Posta prioritaria" (questo è il nome italiano dato alla feature) organizza le e-mail in tre gruppi: messaggi importanti, "speciali" e "tutto il resto" razionalizzando così il flusso delle e-mail in entrata ed in uscita.

Nonostante lo strumento siaattivabile anche dai privati, è abbastanza chiaro cheGoogle si rivolge principalmente alle aziende che, ricevendo quotidianamente valanghe di posta spazzatura e di messaggi di spamming con grosse perdite in termini di produttività,possono trovare nel nuovo filtro un alleato efficace


 

Ultime dall'UE

Da un programma europeo la Guida on line alle best practices nel settore degli appalti pubblici internazionali

La Guida alle best practices negli appalti pubblici è stata pubblicata da Europroc, un progetto che rientra nel programma europeo INTERREG IV e che coinvolge diversi Partners della rete Enterprise Europe Network.

Il suo scopo è quello di fornire una fonte di ispirazione a quelle Organizzazioni di supporto economico che mirano a sostenere la partecipazione delle PMI agli appalti pubblici e la crescita della loro competitività in tale settore.

Essa, infatti, offre utili informazioni relative agli strumenti più adeguati per un maggiore accesso agli appalti pubblici da parte delle PMI e alle opportunità di finanziamento.

Gli obiettivi di questa guida sono:

  • Descrivere dettagliatamente 17 buone prassi condotte dalle Autorità pubbliche regionali/nazionali e suggerire una metodologia per un migliore accesso agli appalti pubblici da parte delle PMI;
  • Fornire servizi di informazione, collegamenti internet, e riferimenti per comprendere la legislazione Europea sugli appalti pubblici;
  • Presentare i nuovi approcci e programmi promossi dalla Commissione Europea in materia di appalti pubblici, permettendo agli operatori di settore di trovare ulteriori opportunità di finanziamento e di individuare strumenti e progetti innovativi in tale campo. Questo include una presentazione delle attività dell'Enterprise Europe Network.

La guida è disponibile in inglese e può essere scaricata dal sito internet Europroc:
http://www.europroc.eu/en/deliverables/good-practices/4/


Programma comunitario SAFER INTERNET: a Lussemburgo il Forum 2010

Il 21 ed il 22 Ottobre 2010 si terrà a Lussemburgo l'edizione 2010 del Safer Internet Forum

Il Safer Internet Forum, organizzato dal 2004 dal programma Safer Internet, riunisce i rappresentanti dell'industria, dell'autorità di polizia, organizzazioni per il benessere dei bambini e responsabili politici.

Le passate edizioni del Safer Internet Forum hanno accolto ospiti non solo dall'Europa, ma anche da Paesi come l'Australia, il Brasile o la Federazione russa

Quest'anno l'evento concentrerà l'attenzione sui risultati di due importanti progetti di ricerca finanziati dal programma Safer Internet: EUKidsOnline II e European Online Grooming Project

I risultati della ricerca saranno affrontatI in 3 sessioni parallele il 21 ottobre e nella sessione plenaria del 22 Ottobre

Per iscriversi


Agenda digitale: la Commissione vara una serie di misure per dotare l'Europa della banda larga veloce e ultraveloce

Il 20 settembre la Commissione europea ha adottato tre misure complementari per favorire l'introduzione e l'adozione della banda larga veloce e ultraveloce nell'UE.

Sitratta di misure concepite per aiutare l'UE a tener fede agli impegni assunti nell'ambito del'Agenda digitale europea, ossia permettere ad ogni cittadino europeo di accedere ai servizi di base a banda larga entro il 2013 e alla banda larga veloce e ultraveloce entro il 2020. Come delineato nella strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva, installare infrastrutture di banda larga in Europa è fondamentale per creare occupazione e prosperità.

Neelie Kroes, vicepresidente della Commissione europea per l'Agenda digitale, ha dichiarato in proposito:

"La velocità della banda larga è ossigeno per le comunicazioni digitali, essenziale per la prosperità e il benessere dell'Europa. Queste misure contribuiranno a far sì che i cittadini europei fruiscano di internet in maniera ottimale, all'altezza delle loro aspettative, per poter accedere ai servizi e ai contenuti internet desiderati. "

Il pacchetto adottato consta di:

-una raccomandazione della Commissione sull'accesso regolato alle reti di accesso di nuova generazione (NGA), che, oltre a delineare un approccio normativo comune per l'accesso alle nuove reti veloci a fibra ottica, impone ai regolatori nazionali delle telecomunicazioni di garantire un equilibrio adeguato tra la necessità di incoraggiare gli investimenti e quella di tutelare la concorrenza. Ciò si tradurrà per tutti gli operatori del mercato in una maggiore chiarezza a livello normativo, necessaria a stimolare gli investimenti nella banda larga veloce e ultraveloce. La direttiva quadro sulle telecomunicazioni (2002/21/CE) obbliga gli Stati membri a garantire che le autorità nazionali di regolamentazione tengano nel "massimo conto" la raccomandazione della Commissione, giustificando le eventuali deroghe );

-una proposta di decisione della Commissione, affinché il Parlamento europeo e il Consiglio elaborino un programma strategico quinquennale volto a promuovere una gestione efficiente dello spettro radio, garantendo in particolare che entro il 2013 sia reso disponibile uno spettro sufficiente per le comunicazioni a banda larga senza fili, la qual cosa contribuirà notevolmente a portare connessioni a banda larga veloce agli abitanti delle zone periferiche e a offrire servizi innovativi in tutta Europa. L'uso efficiente e competitivo dello spettro nell'UE fungerà altresì da sostegno all'innovazione in altre aree e settori strategici, quali i trasporti e l'ambiente

-una comunicazione sulla banda larga che fissa un quadro coerente per centrare gli obiettivi di banda larga dell'Agenda digitale e, in particolare, illustra in che modo incoraggiare al meglio gli investimenti pubblici e privati nelle reti a banda larga veloci e ultraveloci. Invita gli Stati membri a introdurre piani operativi di banda larga per le reti veloci e ultraveloci attraverso misure concrete di attuazione, dà orientamenti su come tagliare i costi di investimento e indica in che modo le autorità pubbliche possono finanziare gli investimenti in banda larga, ricorrendo anche a un uso più mirato dei fondi UE. Annuncia inoltre che la Commissione europea e la Banca europea per gli investimenti intendono proporre strumenti di finanziamento per la banda larga

Attualmente l'Europa geografica detiene i livelli medi più alti in termini di utilizzo della banda larga, pari al 24,8% su scala mondiale, ma le sue reti devono essere ulteriormente sviluppate e ammodernate. Ad esempio, oggi solo l'1% degli europei si connette a internet direttamente da casa propria mediante tecnologia a fibra ottica ad alta velocità, rispetto al 12% dei giapponesi e il 15% dei sudcoreani.

Le misure della Commissione mirano a stimolare ancor più gli investimenti pubblici e privati nelle reti a banda larga veloci e ultraveloci, che, a loro volta, alimenteranno la domanda di servizi forniti tramite le reti a banda larga, innescando così un circolo virtuoso di crescita economica nell'UE.

L'Agenda digitale fissa obiettivi ambiziosi per la banda larga, garantendo che tutti i cittadini europei saranno dotati, entro il 2013, di una copertura a banda larga di base e, entro il 2020, di una copertura veloce a 30 megabits al secondo, e prevedendo che almeno metà delle famiglie europee fruiscano dell'accesso a 100 megabits al secondo.

Contesto

L'accesso alla banda larga veloce e ultraveloce potrebbe esercitare un effetto rivoluzionario nella vita quotidiana, analogo a quello generato dalla ferrovia oltre un secolo fa. Le connessioni ad alta velocità agevolano il lavoro da casa e durante gli spostamenti. Consentono di istituire nuovi servizi interattivi in linea in diversi settori, tra i quali l'educazione e la salute (ad esempio, la telediagnostica). Concorrono ad abbassare i costi delle PMI, rendendole più concorrenziali mediante l'accesso a servizi "cloud", come pure aprendo la via a una nuova era di servizi video digitali, controllati dagli utilizzatori e ad alta definizione.

Per ulteriori informazioni, cfr. MEMO/10/426.


 

Iniziative Istituzionali

Nuovo portale Turismo.intoscana.it: più social e, da settembre, con un nuovo importante servizio

L’obiettivo: superare i 41 milioni di presenze e mantenere il primato europeo

Dalla metà di luglio la Toscana può contare su un portale unico del turismo rinnovato e più "social", per consolidare la sua posizione di terza piattaforma turistica europea più visitata dai navigatori.

Il portale www.turismo.intoscana.it ha infatti una nuova veste che gli ha fatto conquistare risultati di tutto rispetto; il sito rinnovato vanta in media 290.000 visitatori unici in un mese, con un'età media tra i 25 e i 54 anni e un tempo di permanenza di 4 minuti e 30 secondi.


L'assessorato al turismo della Regione Toscana ha studiato attentamente la rete “per proporre un portale giovane, meno scritto e più visivo, con tante più foto e video, completamente georeferenziato, cioè in grado di mostrare dove si trova ciò su cui si sta cliccando, ma soprattutto interattivo e molto orientato al dialogo con i social network, da cui provengono quattro su dieci dei visitatori”.

 

Tra i nuovi servizi che il sito propone figurano la Vvc (Voglio vivere così) Card, caricabile sul proprio cellulare e in grado di fornire informazioni su tutta la Toscana, dagli eventi, al meteo, alle guide, e la Tuscany plus, cioè la realtà aumentata che trasforma l'i-phone in una vera e propria guida tascabile alla ristorazione e all'accoglienza, ma anche ai monumenti di ogni parte della regione.

 

Ultimissima novità introdotta: dal 1° settembre scorso i circa 20.000 visitatori quotidiani del portale unico del turismo toscano,per programmare la propria vacanza hanno la possibilità di scegliere, prenotare e all'occorrenza pagare online la struttura ricettiva preferita.

Con questo importante servizio aggiuntivo il portale punta a raggiungere laquota di 300.000 visitatori unici mensili e mantenere quindi il primato a livello europeo fra i siti turistici istituzionali


Nasce in Toscana il "Festival dell'e-book".

Nasce in Toscana il "Festival dell'e-book" che partirà con la sua prima edizione il 12 e 13 novembre prossimi nel Comune di Abbadia San Salvatore (Siena) a cura dell' Associazione Terre Preziose.

La manifestazione avra' cadenza annuale, con l'ambizione di diventare un vero e proprio Festival del settore, ed ospitera' numerosi esponenti dell'editoria libraria nazionale ed internazionale.

Il Festival dell'e-book raccoglie le principali iniziative di promozione della lettura e della cultura, gia' da diversi anni in programma, e ripropone in un'ottica nuova di scambio intergenerazionale, l'apporto che i contenuti legati alle tradizioni possono dare alle nuove tecnologie e viceversa.

Da anni il Comune di Abbadia San Salvatore e' impegnato nella promozione della lettura e della cultura. Con questa manifestazione intende diventare il centro toscano della nuova editoria libraria, quella che si spera avvicinera' alla lettura le nuove generazioni.

Il tutto nella consapevolezza di come l'innovazione tecnologica sia uno strumento e un'opportunita' per i territori montani, intenzionati a valorizzare qualsiasi forma di sinergia tra arte, cultura e supporti innovativi, per veicolare la promozione del proprio territorio e supportare la sperimentazione di nuove tecnologie, attraverso il costante rapporto con Aziende del settore dell'I.T, oltre che con le Universita' ed il mondo scientifico di riferimento


Nasce l'Agenda informatizzata “Terre di Lucca e di Versilia”

Il nuovo sistema on line nasce su un'iniziativa congiunta di Comuni, Camera di Commercio, Categorie economiche e Fondazioni bancarie

Uno strumento on line ideato per evitare sovrapposizioni degli eventi in Versilia e in tutta la provincia di Lucca. È il sito Internet Terre di Lucca e di Versilia - http://www.versiliaterre.it/oppure www.luccaterre.it -, e cioè l'Agenda informatizzata di programmazione degli eventi della provincia.
Realizzato dal Servizio Coordinamento Politiche per la Versilia, l'Agenda Informatizzata è, in buona sostanza, lo strumento operativo del Coordinamento Promozione Eventi, che l'amministrazione provinciale ha istituito dopo un lungo confronto avviato con i Comuni, la Camera di Commercio, le Categorie economiche e le Fondazioni bancarie.
Recenti indagini conoscitive sulle attività turistico-culturali del territorio hanno confermato che la programmazione degli eventi, priva di qualsiasi strategia di rete, determina un calendario di manifestazioni con sovrapposizione di tempi e affollamento di tematiche simili. Di qui la necessità di mettere a punto uno strumento operativo in grado di “aiutare” una migliore o, comunque, più razionale programmazione degli eventi.
Il sito,
o meglio, il “sistema” www.versiliaterre.it - www.luccaterre.it, che è a disposizione di tutti i soggetti che a vario titolo sono coinvolti nella promozione del territorio:Organizzatori di Eventi , Operatori del settore turismo (albergatori, agenzie turistiche, balneari ecc.) ed internauti.

Per quanto riguarda gli operatori del settore turismo (albergatori, agenzie turistiche, balneari) il sistema è in grado di fornire informazioni aggiornate per la clientela tramite accesso diretto agli eventi del giorno, con possibilità di stampare l'elenco e una breve descrizione delle iniziative per indirizzare le scelte degli ospiti in base ai loro interessi. Può, inoltre, definire e proporre offerte, pacchetti e itinerari turistici.


 

Studi, Rapporti, Analisi

Assinform: il settore informatico e' in crisi ma ci sono segni di ripresa

Per il presidente Angelucci è nocessario sostenere la ripresa degli investimenti in innovazione con incentivi, riforma fiscale e modifca delle regole delle gare

Per il settore dell'Information Technology italiano e' ancora crisi, ma esistono segni di ripresa: le previsioni di bilancio per le aziende It nel secondo semestre del 2010 sono viste al rialzo, dal -3% al -2,7% nel primo semestre 2010, nello stesso periodo dell'anno precedente l'It ha perso il 2 e mezzo per cento, a fronte del -9% del 2009.

Le cifre sono state diffuse la Paolo Angelucci, presidente di Assinform, nel corso della presentazione a Milano del rapporto sull'andamento delle aziende dell'It italiane.

In ripresa sono la domanda di Pc e server da parte di imprese e pubblica amministrazione, con un +10,3% sul primo semestre 2009 e un recupero di tre punti percentuali del software (-1,2%, rispetto al -4,1% del 2009). Per la prima volta dal luglio 2009 aumentano gli investimenti in innovazione (+0,5%, a luglio 2009 era di -14,9%), anche se riguardano soprattutto le medie e grandi imprese.

Male invece il fronte dell'occupazione, in cui il 21% delle grandi e il 33% delle medie imprese dice che dovra' intervenire sul personale.

''Per la crescita competitiva e occupazionale occorre sostenere la ripresa degli investimenti in innovazione - ha detto Angelucci - servono incentivi stabili per le imprese che innovano e si aggregano, anche tramite acquisizioni; una riforma fiscale che metta fine all'iniquita' dell'Irap sui settori come l'It; la modifica delle regole delle gare, che vanno centrate sulla qualita' dei servizi informatici e non sul puro ribasso delle tariffe''.


 

Sicurezza Informatica

Attenzione alla posta elettronica. Circola una e-mail che va eliminata

Utilizzo delle Banche dati istituzionali” è l’oggetto della corrispondenza "a rischio"

E' assolutamente da cancellare la mail che sta circolando sulla posta elettronica, proveniente dall'indirizzo “ced-sogei-ancitel@sogei.it” e con oggetto “Utilizzo delle Banche dati istituzionali”.

In fondo al messaggio, è presente, assieme ad altri, anche il logo dell'Agenzia delle Entrate.

E' quanto segnala la stessa Agenzia, che è totalmente estranea alla comunicazione e invita tutti coloro che dovessero riceverla a non aprire l'allegato “manuali.zip”, potenzialmente pericoloso, e ad eliminare al più presto la e-mail.


Spam e Phishing: come evitarli e ridurre i rischi

Giornale Informatico, attraverso l'intervento di Informatica Libera Antonio Cantaro, propone un articolo di Fabrizio Ferrara (Jobservice altomilanese) avente ad oggetto la difesa dallo SPAM.

L' intento è quello di trasferire a tutti coloro che utilizzano la posta elettronica (e chi ormai non ne fa uso nel privato come per lavoro?) i diversi metodi per evitare o quantomeno ridurre drasticamente lo SPAM e tutti i danni ad esso connessi, compresi quelli molto seri legati alle e-mail truffaldine (phishing).

Il fenomeno “spamming” ha orma iraggiunto dimensioni enormi ed è necessario, di fatto, adottare specifiche soluzioni.

L'articolo in questione è molto interessante e soprattutto utilissimo perché suggerisce consigli e precauzioni semplici ma efficaci.

Leggi alla pagina:http://www.giornaleinformatico.it/news/cs-104528/Spam_evitarlo_pi_sicurezza_meno_fastidi


 

Siti, Portali, soluzioni Internet per le Imprese

Nasce Agrinotizie.com, il nuovo portale d'informazione per l'agricoltura.

E' da poco nato, in casa Internet,Agrinotizie.com, il nuovo portale d'informazione per l'agricoltura.

Agrinotizie.com offre l'opportunità di essere sempre aggiornati su attualità, news, fiere ed eventi che interessano il settore agricolo.

Bene organizzata la sezione bandi e scadenze, strumento di grande utilità per essere aggiornati sulle scadenze relative agli adempimenti fiscali, sui nuovi finanziamenti, i contributi e le agevolazioni per l'agricoltura.
Grande spazio è riservato anche alle nuove tecnologie introdotte, i prodotti, le attrezzature e le macchine agricole.

Caratteristica peculiare del portale informativo Agrinotizie.com è la TV, schermo centrale che propone dinamici spot pubblicitari dei marchi partner e video inerenti nuove macchine agricole ed eventi.

Agrinotizie.com è uno spazio informativo nuovo, liberamente consultabile ed aperto a tutti, punto d'incontro per gli operatori del settore.


 

I Siti per Tutti

Orb.com

http://www.orb.com/ : si tratta di un software che consente di accedere a tutti i file multimediali del proprio pc di casa da qualsiasi periferica connessa a Internet, in modalità streaming.


Sicurezza in rete

Sito sviluppato in occasione della Settimana nazionale della Sicurezza in Rete 2008. E' un punto di riferimento ufficiale per l'informazione sulla sicurezza on-line.
http://www.sicurezzainrete7x24.org/


oneBlog.it

Network di blog sulla tecnologia e l'informatica. Ogni blog tratta un argomento specifico di ICT, con approfondimenti, opinioni, novità e tendenze. Curato da HTML.it

http://www.oneblog.it/


Pc informatica

Il sito, molto interessante, contiene notizie informatiche su programmi e funzioni. Attivo anche un forum con consulenza di esperti.

URL: http://www.pcinformatica.eu/


Tutte le risorse internet gratuite su un portale

Vivere Gratis è un portale dedicato alle opportunità e alle risorse gratuite messe a disposizione da Internet. Contiene rubriche di informazione, consulenze di professionisti online, download di prodotti informatici (e non solo).

URL: http://www.viveregratis.it/


Abclink - Tutto su internet

Abclink è ununa directory guida che raccoglie siti tematici, divisi in categorie e sottocategorie.
http://www.abclink.it/


 

Appuntamenti

Documento Digitale. Dematerializzare, gestire e archiviare per un ufficio più leggero. Roma, 13 ottobre 2010 - Sheraton Hotel

La gestione dei documenti e delle informazioni diventa sempre più strategica per le organizzazioni di tutte le dimensioni, sottoposte a una pressione continua verso la riduzione dei costi e l'ottimizzazione dei processi.

Per questo Soiel International propone un convegno con area expo, della durata di un giorno, per esplorare in maniera approfondita tutti gli aspetti della dematerializzazione, della gestione e dell'archiviazione del documento digitale.

Questi alcuni dei temi principali affrontati:

-Dematerializzare per aumentare l'efficienza

- Il Paperless Office per migliorare l'impatto ambientale

- Dalla Fattura cartacea alla Fattura elettronica: una strada verso l'innovazione

-La Conservazione Sostitutiva

- Firma Digitale e Posta Elettronica Certificata: processi più veloci e sicuri

- I sistemi di workflow per automatizzare i processi

- Document Management: l'archivio digitale per migliorare la ricerca dei documenti

- Lo Storage: i dati in cassaforte

- ILM: gestire il ciclo di vita dei dati

- Outsourcing: quando conviene?

PER ADERIRE COME SPONSOR: CLICCA QUI

PER ACCREDITARSI ALL'EVENTO: CLICCA QUI

L'agenda è in via di definizione

LA PARTECIPAZIONE ALL'EVENTO E' GRATUITA, PREVIA REGISTRAZIONE

Per informazioni:
Tel. 02 26148855
e-mail: mara.barbero@soiel.it

Mara Barbero


"L'azienda sul web: il nome a dominio e la tutela dei diritti in Internet"- Seminario- Lucca, Camera di Commercio. 7 Ottobre 2010

Il seminario, organizzato dalla Camera di Commercio di Lucca in collaborazione conToscanaPromozione,intende analizzare le ipotesi più frequenti di violazione dei diritti di proprietà intellettuale ed industriale nel quadro di internet e del commercio elettronico.

Il docente sarà l'Avv. Antonio Zama dello Studio LGA di Bologna.

L'incontro, che si svolgerà il 7ottobre pressolasede della Camera di Commercio (Corte Campana, 10) con oriario9,30-13,30, è rivolto ad imprenditori, responsabili sistemi informativi ed organizzazione, web agency, consulenti e professionisti della Net economy.

La partecipazione al seminario è gratuita.

Programma

Scheda di adesione on-line

Per maggiori informazioni rivolgersi all' Ufficio Politiche Comunitarie Eurosportello (eurosportello@lu.camcom.it)


L'azienda sul web: la privacy ed i profili di responsabilità in internet. Seminario - Lucca, Camera di Commercio, 21 Ottobre 2010.

Ponendosi nell'ottica dell'azienda che opera su internet, il seminario analizzerà le problematiche connesse al trattamento dei dati personali fornendo i necessari orientamenti sugli adempimenti richiesti dalla normativa in vigore.

Organizzato dalla Camera di Commercio di Lucca con la collaborazione di Toscana Promozione , l'incontro, in programma per il 21 ottobre 2010 con orario 9,30-13,30, avrà come docente l'Avv.Antonio Zama dello Studio LGA di Bologna.

Il seminario è rivolto a: imprenditori, responsabili sistemi informativi ed organizzazione, web agency, consulenti e professionisti della Net economy.

La partecipazione è gratuita

Programma

Scheda di adesione on-line

Contatti: Ufficio Politiche Comunitarie Eurosportello (eurosportello@lu.camcom.it)


Garr 2010 - Welcome to the Future Internet! Dal 26/10/2010 al 28/10/2010 - Torino

L'edizione di quest'anno si tiene presso il Politecnico di Torino, Aula Magna Giovanni Agnelli, dal 26 al 28 ottobre, ed è un punto di incontro tra chi utilizza la rete dell'università e della ricerca, chi fornisce servizi su di essa e chi la gestisce.

Rappresenta un'occasione importante per condividere esperienze e discutere dei principali temi legati all'uso dell'infrastruttura telematica. Il titolo della conferenza è Welcome to the Future Internet! La rete della ricerca e la sua comunità oggi: servizi, applicazioni, idee di domani.

Alla conferenza partecipano esperti di reti di grande valore a livello internazionale come Silvano Gai (Cisco Systems, USA), Paul Congdon (Hewlett Packard, USA), Giovanni Colombo (European Institute of Innovation and Technology, EU).

Info: Relazioni Esterne Garr, tel. 06.49622530-(2531)-(2533)

Riferimenti: pr@garr.it; www.garr.it/conf10


Mutazione digitale. Dal web al mobile l’informazione cambia pelle. Ascoli Piceno, 2 ottobre 2010

L'Associazione Nazionale della Stampa Online, l'Amministrazione Comunale di Ascoli Piceno e Astrelia organizzano il convegno: Mutazione digitale. Dal web al mobile l'informazione cambia pelle.

L'evento, a ingresso gratuito, si terrà ad Ascoli Piceno sabato 2 ottobre 2010, presso il Palazzo dell'Arengo - Sala della Vittoria.

E' possibile pre-registrarsi al sito dell'ANSO per velocizzare la procedura di accredito prima dell'ingresso in sala.

La registrazione è necessaria per partecipare all'evento e non comporta la prenotazione di posti.

Invito e programma del convegno


"e-Government, e-Democracy". Roma, 8 ottobre 2010

Il Convegno si tiene venerdì 8 ottobre, alle ore 9,15 a Roma, presso Villa Miani (Via Trionfale 151), e costituisce un'utile occasione per conoscere tutti gli ultimi aggiornamenti sul percorso verso l'Amministrazione Digitale e in particolare sull'applicazione della PEC e della Posta Certificata da parte degli Enti Pubblici e dei Cittadini (il grande tema del 2010), oltre che su dematerializzazione, firma Digitale, fatturazione elettronica, accesso alle reti, interoperabilità e trasparenza dei procedimenti e del rapporto con i cittadini.

In collaborazione con Forum PA, Siav, Postel, Microsoft e Poste Italiane. Info: Value&Business (Lorena Benzi), tel. 02.73950976

Riferimenti: lorena.b@valuebusiness.it





Scarica PDF
Stampa