Home
On line "Tasting Europe", nuovo portale Ue sulla gastronomia e sul turismo enogastronomico
Il portale,frutto della cooprazione fra la Commissione Ue e la Commissione europea per i viaggi, si configura non solo come un contenitore informativo per i turisti ma anche come un interessante strumento di marketing per operatori soggetti pubblici e operatori del settore
Si intitola “Tasting Europe” ed è il nuovo portale europeo sulla gastronomia.
Presentato il 13 febbraio scorso alla Bit (Borsa internazionale del turismo) di Milano dal vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, il portale si presenta come un contenitore ricchissimo di informazioni dove si possono già consultare le fiere e le sagre di tutta Europa.
 
«Abbiamo bellezze straordinarie - osserva Tajani - ma questo non basta per incrementare il turismo,
 bisogna offrire anche degli eventi, delle opportunità. E quindi la possibilità di abbinare alla cultura anche la gastronomia».

"Tasting Europe", che ha anche una sezione con le ricette tipiche e gli itinerari turistici, sarà uno strumento utile anche per i piccoli comuni.
Questi, spesso svantaggiati nella promozione, avranno adesso la possibilità di inserire l'appuntamento che intendono pubblicizzare sul portale, frutto della cooperazione tra la Commissione Ue e la Commissione europea per i viaggi, che riunisce gli uffici nazionali del turismo dei vari paesi europei.
Il sito vuole essere quindi uno strumento non solo per i turisti, ma anche per gli operatori e per i soggetti pubblici che potranno così fare marketing a livello internazionale. Ad alimentare il portale saranno proprio i diversi organizzatori degli eventi, segnalando la propria iniziativa.

«Sono un grande amatore della cucina europea - ha aggiunto Tajani - e sono convinto che questo nuovo portale online europeo soddisferà molti utenti. Le sinergie tra la gastronomia e il turismo beneficeranno entrambi i settori. Il successo del turismo europeo si basa anche sulla sua capacità di innovare, di diversificare le offerte, di aprire nuovi mercati e di attirare nuovi clienti. È questa la strada per rafforzare il settore e creare occupazione».

Del resto l’ultimo rapporto dell’Organizzazione mondiale per il turismo delle Nazioni Unite, rivela che il turismo gastronomico è un fenomeno in crescita, considerato che oltre un terzo delle spese dei turisti è dedicato ai prodotti alimentari, ed il sondaggio Eurobarometro del 2013 sulle preferenze e opinioni dei cittadini Ue in merito al turismo, indica che per il 22% degli Europei l’interesse gastronomico rappresenta una delle principali motivazioni per andare in vacanza.
 
 
Link al portale: www.tastingeurope.eu



Stampa