Home
E-commerce: il problema del 20%….
E-commerce in tilt sulla ritenuta del 20% sui bonifici esteri e conti virtuali (come ad esempio Paypal) da segnalare sul quadro Rw della dichiarazione dei redditi.
Sono queste le conseguenze a cui può portare l’applicazione di due diverse disposizioni ma tra loro collegate, quella della ritenuta del 20% sui bonifici esteri e il monitoraggio fiscale.
Con queste ultime disposizioni è stata prevista l’abolizione della soglia dei 10 mila euro per la compilazione del quadro Rw e la conseguenza potrebbe essere quella di obbligare alla dichiarazione anche chi detiene pochi euro su conti di pagamento per gli acquisti o le scommesse via web. E anche sulla nuova ritenuta all’ingresso del 20% regna il caos tra chi è abituato ad acquistare e vendere oggetti su internet (ma non solo).
I casi in cui i contribuenti devono presentare alla banca l’autodichiarazione per non vedersi applicato il prelievo sembrano superare di gran lunga le ipotesi in cui la trattenuta è dovuta.
Secondo quanto risulta a ItaliaOggi, gli istituti bancari si stanno comportando per il momento a macchia di leopardo, rendendo ulteriormente più confusa la situazione. Il rischio è quello di vedere falcidiate somme in entrata sulle quali invece la ritenuta non dovrebbe incidere. In questo contesto, la Commissione europea si prepara a esaminare la nuova normativa italiana (si veda ItaliaOggi di ieri).

Fonte: Italia Oggi del 19 febbraio




Stampa