Home
Registro.it: il talento vola negli Stati Uniti. Pisa chiama a raccolta le start pu
C'è tempo fino all'11 luglio per presentare la propria idea di impresa nel settore Ict e vincere l'opportunità di partecipare alla scuola di formazione nella Silicon Valley
Per il terzo anno Registro.it, l'anagrafe dei domini italiani gestita dall'Istituto di Informatica e telematica del Cnr di Pisa, chiama a raccolta le startup di tutta Italia con il concorso “.itCup Registro”, una competizione riservata alle idee di impresa nel settore della tecnologia web, dalle applicazioni per smartphone ai servizi internet.
 
La giuria di esperti selezionerà 10 idee di impresa che parteciperanno a un percorso di formazione e verranno poi presentate agli investitori nel corso dell'evento di chiusura, che quest'anno si svolgerà a Pisa il 10 ottobre, durante l'edizione 2014 di Internet Festival. I partecipanti avranno la possibilità di vincere un viaggio a San Francisco e un premio di comunicazione, oltre a far conoscere la propria idea a una platea di investitori qualificati del settore.
 
Possono partecipare a .itCup Registro sia studenti che professionisti, singolarmente o in team, con idee di startup o imprese già costituite che intendano sviluppare prodotti o servizi innovativi nel settore Ict. Si può inviare la propria idea fino all'11 luglio attraverso il sito www.itcupregistro.it.

Oltre al percorso di formazione e all'incontro con gli investitori per le idee selezionate, le startup finaliste concorreranno per l'assegnazione di due premi: tre settimane presso la Startup School di Mind The Bridge a San Francisco e una consulenza di comunicazione offerta da iDNA, agenzia di comunicazione e webmarketing che ha sede al Polo Tecnologico di Navacchio.
 
“Il digitale è un’opportunità unica per il nostro paese – sottolinea Riccardo Luna, direttore di StartupItalia, media partner del concorso – progetti come itCup aiutano a promuovere idee che possono diventare linfa per il tessuto imprenditoriale italiano, una vera e propria ricerca e sviluppo con l’agilità e la focalizzazione che solo un approccio da startup può dare”.
 

Fonte: in toscana.it




Stampa