Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  4 -  Friday, January 31, 2014 - anno  13
Attività Istituzionale
Sergio Costalli è il nuovo Presidente della Camera di Commercio di Livorno

" "Sergio Costalli è il nuovo Presidente della Camera di Commercio di Livorno.

Rappresentante del settore cooperazione, il Dott. Sergio Costalli è stato nominato all'unanimità Presidente il 27 gennaio scorso dal nuovo Consiglio della Camera di Commercio livornese nel corso della riunione, presieduta dal Dott. Sergio Galli che ha ricoperto il ruolo di Presidente pro tempore e coadiuvato dal Segretario Generale della Camera di Commercio Pierluigi Giuntoli.

Prendendo la parola il neo Presidente ha voluto ringraziare tutti, in primis il suo predecessore Roberto Nardi, si è detto onorato per l'incarico prestigioso, ha annunciato le dimissioni dalle cariche importanti che ha ricoperto finora in Unicoop Tirreno ed ha tracciato un quadro non solo economico, ma anche sociale e culturale del territorio livornese che, ha dichiarato, vive un periodo molto difficile ma deve in ogni modo superarlo, perché, come ha poi chiuso, "la decadenza non è un destino".

La Camera di Commercio rappresenta uno spazio di democrazia economica ancora tutto da conquistare, ha detto il neo Presidente: ci sono sfide da raccogliere come quella della portualità; opportunità da far crescere, come l'attenzione all'educazione delle giovani generazioni, privilegiando imprenditorialità e innovazione; ci sono battaglie da combattere, in particolare per difendere l'ente Camera di Commercio, valido collettore di interessi diffusi, dalla tendenza a eliminare progressivamente i corpi intermedi.

Livorno - ha detto Costalli - viene dipinta come una città adagiata su se stessa, cullata tra attesa e ricordo; qui le criticità non si trasformano in opportunità. Ma non è questa la sua storia. L'attrattività del nostro territorio è elevata, la qualità della vita alta, e questi elementi rappresentano un vantaggio competitivo.

Unioncamere Toscana, nel salutarlo, esprime i migliori auguri di buon lavoro al Presidente Costalli


Il "suicidio dell'olio toscano" secondo il New York Times
Il commento del Presidente Galgani

" "Con una striscia composta da quindici vignette pubblicata recentemente, il New York Times ha  denunciato la sofisticazione dell'olio d'oliva «made in Italy». Nel fumetto viene illustrato il "suicidio" dell'Extra Vergine che sarebbe importato dall'estero, mischiato ad oli di bassa qualità e quindi mischiato col beta carotene per camuffarne il sapore. Il "prodotto" sarebbe poi venduto come italiano, grazie a leggi troppo permissive ed a complicità, sempre a dire del  prestigioso quotidiano, politiche per coprire la truffa che, al di la di un facile guadagno, rappresenterebbe un autentico suicidio per gli stessi operatori del settore.

Secondo il New York Time i laboratori di analisi delle forze dell'ordine e degli enti di vigilanza non sarebbero in grado di identificare la sofisticazione.

 "Il fumetto pubblicato dal New York Times sulla contraffazione dell'olio extravergine d'oliva italiano mette in luce un vero e proprio crimine che prima di essere commesso nei confronti dei consumatori di tutto il mondo, viene compiuto verso la maggioranza dei nostri produttori, che sono e resteranno onesti". Lo sottolinea Vasco Galgani, Presidente della Camera di Commercio di Firenze e di Unioncamere Toscana.

"Per Firenze e la Toscana l'olio extravergine non è solo un prodotto commerciale o la nostra immagine nel mondo, ma un fondamento della cultura e delle tradizioni - prosegue Galgani -. Per tutelare il nostro olio extravergne d'oliva da anni la Camera di Commercio si è dotata di un laboratorio chimico merceologico che non solo controlla e analizza secondo i criteri di legge campioni di olio provenienti da buona parte dell'Italia, ma lavora per valorizzare l'eccellenza del prodotto attraverso ricerche nutrizionali e qualitative. Gli esiti di queste ricerche vengono poi traferiti alle aziende che possono così migliorare ulteriormente la loro produzione. Solo negli ultimi tre mesi sono stati analizzati 480 campioni di olio extravergine di oliva provenienti da 120 aziende diverse e la qualità media è stata molto elevata. La contraffazione va combattuta, l'eccellenza va valorizzata".


“La Galleria dell’Artigianato”

La Galleria dell'Artigianato

Sono aperte le selezioni per la partecipazione all'edizione 2014 de "La Galleria dell'Artigianato", promossa da Unioncamere Toscana in collaborazione con CNA Toscana e Confartigianato Imprese Toscana, con il supporto organizzativo di Artex.   

L'iniziativa si colloca in un percorso di sperimentazione volto a dare maggiore visibilità alle produzioni artistiche toscane - di pezzi unici e/o piccolissime serie, anche numerate - di altissimo livello qualitativo.

L'evento si articola in due sezioni una dedicata all'artigianato di "tradizione" ed una dedicata ad "esperienze di ricerca".

La selezione delle opere da esporre sarà curata, per entrambe le sezioni, da un apposito Comitato scientifico composto da sette esperti, individuati da Unioncamere Toscana ed Artex, che provvederà a valutare la rispondenza delle proposte pervenute ai requisiti richiesti per la partecipazione all'iniziativa.

Maggiori informazioni e le indicazione relative alla partecipazione potranno essere reperite nell'apposita pagina del sito web di Artex che ne cura l'organizzazione.

 


Attività Studi & Ricerche
Le relazioni con gli USA valgono il 2% del PIL
Lazio e Toscana rappresentano l’Italian Dream per turisti e studenti, la Lombardia è meta privilegiata degli imprenditori. 28 miliardi il valore complessivo del business fra i due Paesi

" "E' di oltre 28 miliardi di euro annui il valore complessivo del business Italia-USA, considerando la bilancia commerciale e turistica a cui si aggiunge la spesa degli studenti americani in Italia. Il nostro Paese rappresenta la prima destinazione internazionale richiesta dalla clientela ai tour operator statunitensi e, dopo il Regno Unito, la seconda meta privilegiata per programmi di study abroad.

A poche settimane dalla visita in Italia del presidente Usa Barack Obama, prevista per il 27 marzo 2014, uno studio di Unioncamere Toscana stima l'impatto delle relazioni con gli Stati Uniti nelle diverse regioni italiane, secondo un indice sintetico che racchiude componenti sia di tipo economico che di tipo sociale. L'indice vede al primo posto il Lazio, seguito a pari merito da Toscana e Lombardia, dunque Veneto, Emilia Romagna, Campania e Sicilia.

Roma, Firenze e Venezia esercitano un potere attrattivo molto forte in termini di qualità della vita, patrimonio artistico e culturale; grazie al traino dei tre capoluoghi Lazio Toscana e Veneto sono le regioni privilegiate da chi vuole trascorrere un periodo in Italia: l'Italian dream, vale per le tre regioni oltre 3 milioni di arrivi in strutture ufficiali in un anno (il 72% dei viaggiatori americani in Italia) e più di otto milioni di pernottamenti, con una spesa stimata di oltre 600 milioni di euro in Lazio di 300 milioni in Toscana e di 200 milioni in Veneto. Tra le mete turistiche privilegiate segue, a distanza, la Campania (7,5%).

Lazio e Toscana rappresentano uno status-symbol culturale anche per gli studenti americani, che in Italia prediligono le materie umanistiche: nelle due regioni, tra università americane e università nazionali pubbliche, sono presenti oltre l'80% degli studenti USA per periodi di study abroad. A fronte di brevi periodi di permanenza (la media tra i vari programmi di studio è di un mese e mezzo) i livelli di spesa risultano particolarmente elevati: oltre 19 milioni di euro annui in Lazio e quasi 14 milioni in Toscana.

Nonostante la crisi, gli Stati Uniti rimangono il primo partner commerciale dell'Italia tra i Paesi extra-UE. Chi viene in Italia per affari sceglie sicuramente la Lombardia, che è la prima regione per numero di imprenditori americani in Italia (il 23% del totale), per un valore complessivo dei flussi commerciali Italia-USA di 6,5 miliardi di euro, davanti a Emilia Romagna (4 miliardi) e Veneto (3,3 miliardi), mentre è la seconda regione, tra Lazio e Toscana, per numero di cittadini residenti all'ultimo censimento (16% del totale).

 

Gli americani che fanno impresa in Italia scelgono poi Lazio (14%), Sicilia (11,5%), Campania e Toscana (9%). Se le attività principali svolte in Italia sono relative al commercio, gli imprenditori USA prediligono il patrimonio naturale di Sicilia, Campania e Toscana per avviare attività legate all'agricoltura e all'industria agroalimentare.

 

L'indice sintentico contiene una componente "business" (valore degli scambi commerciali, spesa turistica, spesa degli studenti in università italiane/americane in Italia) e una componente relativa all'impatto "sociale" (cittadini americani residenti in Italia, persone di nazionalità americana con cariche in imprese italiane, studenti americani presenti nelle nostre università) delle relazioni con gli USA per le singole regioni.

 

" "


Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


- Lazio e Toscana rappresentano l’Italian Dream per turisti e studenti, la Lombardia è meta privilegiata degli imprenditori. 28 miliardi il valore complessivo del business fra i due Paesi
- Lazio and Tuscany are the Italian Dream for tourists and students, Lombardy is a favorite destination for businessmen. The value of bilateral business amounts to 28 billion Euros

Notizie dal mondo camerale
Firenze - Il credito in provincia, calano ancora i prestiti

Logo della Camera fiorentina Il finanziamento dell'economia provinciale è in calo. Dopo aver aperto il 2013 con un incremento nel primo trimestre e un ristagno nel secondo, ha mostrato una nuova dinamica negativa nel corso del terzo trimestre (-1,3%). E' questa l'analisi dell'ufficio studi della Camera di Commercio di Firenze basata su dati della Banca d'Italia di Firenze.

La dinamica dei prestiti nei primi tre trimestri del 2013 mostra una tendenza orientata al ristagno e alla stabilizzazione per le famiglie consumatrici (-0,2%), mentre per le imprese le cose vanno anche peggio. Riguardo al sistema imprenditoriale si evidenzia un peggioramento degli impieghi per le piccole imprese (da -2,3% a -3,2%) e un ridimensionamento al -4,3% per le aziende di medio grandi dimensioni.

Il calo interessa un po' tutti i settori anche se per il comparto manifatturiero, co mplice anche le aspettative di una sia pur debole ripresa vede comunque una lieve decelerazione nella contrazione dei prestiti (da -7,2% a -6,4%).

Rimane piuttosto sostenuta la dinamica delle sofferenze, al lordo delle svalutazioni e dei passaggi a perdita, che per Firenze, rispetto allo stesso trimestre del 2012, crescono del 26,2% (+23,8% nel precedente trimestre) raggiungendo un ammontare complessivo pari a 3,2 miliardi di euro. L'aumento risulta in particolare alimentato dal deterioramento qualitativo dei flussi creditizi per le imprese con un'ampia crescita delle sofferenze (da +26,5% a +30,2%), mentre per le famiglie si registra un incremento che si posiziona su un valore inferiore rispetto al sistema imprenditoriale e in moderato rallentamento (da 15,5% a +13,3%). 


Pisa - Esportazioni: ancora un buon risultato
Bene cuoio (+4,5%) e mobili (+9,5%), tornano a crescere le calzature (+9,1%). Si arresta la caduta delle due ruote (+0,6%)

Logo della Camera pisana I dati del terzo trimestre 2013 (+6,5%) confermano il buon risultato delle esportazioni pisane, mentre la Toscana (-4,0%) continua a perdere terreno e l'Italia mette a segno un +0,2%. Il merito della buona performance dell'export pisano, così come si evince dall'analisi condotta dall'Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Pisa, è da attribuirsi ai settori tradizionali del nostro territorio ovvero cuoio, calzature, meccanica, mobili e, dopo ben cinque trimestri di flessione, anche cicli e motocicli. Il comparto conciario, complice la salita dei prezzi, traina anche le importazioni (nel complesso +17,9%) di cui quasi 12 punti percentuali imputabili proprio alla domanda espressa da questo settore.

 

ESPORTAZIONI

Tra i principali settori provinciali solo i prodotti chimici e i metalli di base registrano una contrazione, per il resto l'export pisano resta al di sopra della linea di galleggiamento. La filiera delle pelli, grazie alla forza della domanda cinese, si conferma, come accade ormai da qualche trimestre, il motore del territorio, riscontrando crescite tanto nel cuoio lavorato (+4,5%) che nel grezzo (+13,1%). Da rilevare anche il ritorno in positivo delle calzature (+9,1%) e dell'abbigliamento (+8,8%) mentre si conferma la crescita della meccanica (+17,1%). Si arresta finalmente la caduta dei cicli e motocicli (+0,6%).

A livello territoriale un ruolo determinante spetta all'Europa (+7,9%), bene anche il continente Americano (+13,6%) e l'Africa (+12,5%) mentre, seppur di poco, arretra l'Asia (-0,7%). Tra i paesi di destinazione delle mesci pisane spiccano soprattutto la Germania (+11,5%) e la Romania (+36,1%) grazie alla meccanica,  seguono Paesi Bassi e Francia che toccano, rispettivamente, il +23,8% e il +13,2%. Fuori dall'Europa bene gli Stati Uniti (+11,2%) e la Cina (+5,1%) grazie, nel primo caso, a calzature, motocicli, strumenti per la trivellazione e mobili, nel secondo, del cuoio. In flessione, invece, Russia (-7,8%) e Giappone (-11,6%).

 

IMPORTAZIONI

Le importazioni pisane, indice della dinamica della domanda espressa dal territorio ma anche dei prezzi pagati dagli importatori, segnalano un vero e proprio boom +17,9%.  I dati sulle importazioni pisane continuano ad accelerare mentre la Toscana e l'Italia segnano una flessione che si assesta, rispettivamente, al -5,7% 5 al -3,8%. Tra i settori di punta, la filiera del cuoio continua a farla da padrona con tassi di sviluppo consistenti, assorbendo circa due terzi della crescita delle importazioni della Provincia. A spingere sul valore delle importazioni non solo le quantità ma anche i prezzi.

 

IL PUNTO DI VISTA DEL PRESIDENTE PIERFRANCESCO PACINI

"Il segno più che contraddistingue le esportazioni pisane  - afferma Pierfrancesco Pacini, Presidente della Camera di Commercio di Pisa - rappresenta un elemento estremamente positivo per la nostra economia. Nel corso del 2014 la Camera, considerando le tendenze del mercato e la struttura produttiva del territorio, non solo continuerà a promuovere l'internazionalizzazione delle piccole e medie imprese che operano nelle filiere più promettenti, ma realizzerà un progetto di tutoraggio che intende accompagnare nuove imprese sui mercati internazionali grazie al supporto di consulenti e di temporary manager junior da inserire all'interno dell'azienda."


Massa Carrara - Nuovo Segretario Generale alla Camera di Commercio

Logo della Camera di Massa Carrara A far data dal 1° gennaio 2014, a seguito del pensionamento del Dott. Alessandro Beverini,  le funzioni di Segretario Generale della Camera di Commercio di Massa Carrara sono svolte dalla Dott.ssa Cristina Martelli, Segretario Generale dell'ente camerale pisano. La Dott.ssa Martelli, laureata in Economia e Commercio, ha conseguito il Dottorato di ricerca in economia aziendale all'Università di Pisa e il master in Management delle amministrazioni pubbliche alla SDA Bocconi. Segretario Generale della Camera di Pisa dal 2009, è stata prima Segretario Generale della Camera di Pistoia e Dirigente della Promozione della Camera di Lucca. Lo svolgimento in forma associata delle funzioni di direzione tra Massa-Carrara e Pisa, almeno temporaneamente, consentirà un proficuo scambio di esperienze tra i due Enti, nell'intento di incrementare il valore dei servizi prestati dalla Camera.


Livorno - Nominato il nuovo Presidente della Camera di Commercio
Succede a Roberto Nardi

Logo della Camera livornese Il Consiglio della Camera di Commercio di Livorno, riunitosi il 27 gennaio scorso, dopo una prima, infruttuosa votazione il 13 gennaio, ha eletto per acclamazione Sergio Costalli alla presidenza dell'ente per il prossimo quinquennio.

Costalli, che nel Consiglio camerale rappresenta la cooperazione, succede a Roberto Nardi, che ha ricoperto la carica di Presidente per 12 anni.

I rappresentanti del mondo economico hanno superato l'iniziale divisione che aveva visto competere per la presidenza proprio Nardi e Costalli.

In apertura del Consiglio, è stato proprio il Presidente uscente a segnare questa ritrovata unità del mondo economico, facendo un passo indietro: in nome, come ha detto, dell'interesse generale della collettività economica ed anche quale segno di rispetto nei confronti dell'ente pubblico al quale ha dedicato tutto il suo impegno per tanti anni.

Il Consiglio ha salutato Roberto Nardi con un lungo applauso, dopodiché è stata accolta la proposta del Consigliere Alberto Ricci di eleggere per acclamazione l'unico altro candidato emerso dalle precedenti votazioni: Sergio Costalli.

La prossima tappa del nuovo Consiglio camerale è l'elezione della Giunta, organo esecutivo della CCIAA. La data concordata è mercoledì 12 febbraio alle ore 10,30.


Massa Carrara - Arte e cultura come volano di sviluppo"

Logo della Camera di Massa Carrara L'Istituto di Studi e Ricerche, Azienda speciale della camera di Commercio, ha organizzato il 23 gennaio scorso, presso la sede camerale, un convegno dal titolo "Arte e Cultura come volano di sviluppo", durante l'evento è stato presentato il proprio report dal medesimo titolo, teso a guardare in chiave economica l'industria culturale e creativa del territorio. Per la prima volta, il Rapporto ha presentato non soltanto dati relativi alla provincia di Massa-Carrara, ma anche confronti con le province limitrofe (La Spezia, Lucca, Pisa e Livorno), nella consapevolezza che trattasi di un tema che si interseca con più territori. Hanno presenziato all'incontro, il Presidente nazionale di Federculture, Roberto Grossi, il Dirigente dell'area studi di CamCom-Universitas Mercatorum, Alessandro Rinaldi, le Autorità delle cinque province interessate e concluderà i lavori l'Assessore alla cultura della Regione Toscana, Cristina Scaletti


Pisa - Il piano promozionale per il turismo ed il commercio 2014

Logo della Camera pisana 16 tra fiere ed incoming, 3 progetti di promozione della destinazione turistica Pisa, 3 bandi per la concessione di contributi per sostenere iniziative turistico-commerciali e 3 iniziative formative: questo il Piano promozionale per il turismo ed il commercio della Camera di Commercio di Pisa per il 2014 presentato questa mattina in conferenza stampa dal Presidente Pierfrancesco Pacini e dal Segretario Generale Cristina Martelli.

Mentre vi è ancora grande incertezza sul futuro assetto del sistema pubblico di sostegno al turismo e al commercio, la Camera non può e non vuole stare con le mani in mano ed è per questo che, anche quest'anno, mette a disposizione delle imprese e degli altri attori del territorio oltre 750mila euro, dando piena attuazione alle Legge istitutiva delle Camere di Commercio che prevede l'affidamento alle Camere del ruolo di "promozione del territorio e delle economie locali".

Ma andiamo nel dettaglio delle iniziative presentate.

Molti i segmenti turistici coperti con fiere ed incoming di operatori stranieri: dal leisure al green, dall'eno-gastronomia al wedding, dal business fino congressuale, comparto che, grazie anche al sostegno camerale, ha visto la nascita di un Convention bureau sul nostro territorio: Pisa dei Miracoli.

Di rilievo anche le iniziative di promozione della destinazione turistica Pisa come il progetto "La Torre di Pisa negli Stati Uniti" con il Comune di Pisa, "Vetrina Toscana" con la Regione Toscana e le numerose iniziative di media relation e comunicazione portate avanti con "Pisa amazing land".

Ben 340mila euro degli oltre 750mila sono poi stati destinati, a mezzo bando o in compartecipazione, al sostegno di specifiche iniziative di promozione turistico-commerciale. Per il 2014 sono previste circa 20 compartecipazioni con Enti e Associazioni: dall'"Internet Festival" alla "Borsa delle rievocazioni storiche" solo per restare a Pisa, per non parlare del bando turismo che lo scorso anno ha finanziato 58 iniziative di animazione del territorio proposte da Confesercenti, Confcommercio e dai Comuni.

Interessanti anche i momenti formativi pensati per accompagnare le imprese che intendono sfruttare le occasioni messe a disposizione dalla Camera ed innalzare il livello qualitativo dell'offerta turistico-commerciale del territorio pisano: uno per tutti il "Marchio Ospitalità Italiana" di ISNART.

Per informazioni sulle iniziative disponibili è possibile contattare il Servizio Promozione e Sviluppo delle Imprese allo 050-512.280 ovvero scrivere una mail a: promozione@pi.camcom.it.


Arezzo - Olio d'oliva, un invito al Console Statunitense

Logo della Camera di Arezzo Andrea Sereni, Presidente della Camera di Commercio di Arezzo "Un invito al Console Statunitense Mrs. Sarah Craddock Morrison per far conoscere la qualità della produzione olivicola aretina "

 

Dopo la pubblicazione nel New York Times de "Il suicidio dell'extra vergine" fumetto denuncia contro la sofisticazione dell'olio di oliva "made in Italy", prende posizione il Presidente della Camera di Commercio di Arezzo , Andrea Sereni

 

"In questi anni non è stato facile suscitare interesse e creare il bisogno di acquisire una cultura dell'olio anche fra i nostri concittadini che peraltro hanno avuto la fortuna di vivere in un territorio dove la produzione di olio extra vergine oltre ad essere facilmente reperibile è sempre stata di elevata qualità - commenta il Presidente della Camera di Commercio - , ma l'Ente Camerale, assieme alle associazioni di categoria ed agli altri enti locali, si è sempre impegnato per sensibilizzare i consumatori ma sopratutto per tutelare il nostro olio extravergine d'oliva attraverso specifiche analisi nutrizionali e qualitative. Camera di Commercio si è infatti dotata di una Commissione di Assaggio Professionale, che negli ultimi tre anni ha analizzato più di 250 campioni proventi sia dal Consorzio IGP olio toscano, sia da privati, riscontrando sempre l' ottima qualità delle nostre produzioni".

 

 "Sicuramente -prosegue Andrea Sereni, - le vignette del New York Times avranno un' effetto negativo sull'immagine e sulle vendite all'estero, ad iniziare dagli Stati Uniti,  delle nostre produzioni. E' necessario che non venga mai abbassata la guardia  a tutela dei consumatori e della nostra economia. La contraffazione va combattuta quotidianamente con ogni mezzo possibile, utilizzando le normative esistenti che devono essere applicate in maniera incisiva. Altrimenti  tutto va a discapito delle produzioni d'eccellenza di cui il nostro Paese è ricco. Dispiace che un episodio come questo , pur nella sua gravità , produca una esemplificazione riduttiva e generalista del settore olivicolo, danneggiando l'agricoltura nel suo insieme e gli olivicoltori aretini aretini , che molto hanno investito per rendere le loro produzioni qualitativamente valide".

 

" Anche se qualsiasi iniziativa - conclude il Presidente - non potrà che riparare in minimissima parte il contraccolpo di immagine avuto negli Stati Uniti dalla produzione olivicola italiana, per quanto riguarda la nostra realtà, siamo intenzionati a attivare una serie di iniziative concrete .Nei prossimi giorni, ad esempio, contatterò personalmente il Console Usa a Firenze, Mrs. Sarah Craddock Morrison, invitandolo, assieme alle associazione economiche dell'agricoltura nella nostra città per visitare i nostri produttori, i nostri frantoi ed il laboratorio per la degustazione degli oli della Camera di Commercio. La Console potrà verificare di persona come la produzione olivicola aretina goda di ottima salute e non abbia alcuna tendenza suicida.

 

 

" L'olivicoltura costituisce una delle più importanti realtà delle agricoltura aretina - sottolinea il Segretario Generale della Camera di Commercio di Arezzo Giuseppe Salvini - sono oltre 10.000 gli ettari coltivati, localizzati in gran parte nelle zone collinari e pedemontane che rappresentano anche i territori di maggior pregio della nostra provincia. E sono oltre 12.000 i produttori aretini , un dato che comprende sia le imprese maggiormente strutturate che quelle più familiari, dedite all'autoconsumo della produzione ai quali vanno aggiunti 44 frantoi autorizzati. La produzione olivicola aretina commercializzabile, per i mercati nazionali ed internazionali si aggira, in media sui 3000 quintali. Di questi , oltre il 50% è commercializzato nei mercati stranieri. Dai nostri dati relativi ai primi nove mesi del 2013 risulta un valore dell'export pari a 7.863.280 euro. La destinazione preferita del nostro "oro verde"  è la Germania con un valore di oltre 4.708.000 di euro. Segue il Brasile con circa 669.000 € e gli Stati Uniti con 597.000. Peraltro l'export verso gli Stati Uniti negli ultimi 2 anni ha fatto registrare una decisa contrazione .Era infatti pari a 952.000 euro nel 2012 ed addirittura 1.487.000 euro nel 2011, rispetto ad una una sostanziale tenuta del valore complessivo dell'esportazione di olio aretino nel mondo."

 

"L'olio aretino - prosegue Salvini -può anche fregiarsi della IGP Toscano e dal 2013, dell' IGP Colline di Arezzo: si tratta di un olio di elevata qualità con un minor grado di acidità ed elevate qualità organolettiche rispetto a quello, già eccellente, toscano. Un IGP validato presso la Camera di Commercio di Arezzo da un  Comitato di assaggio interprofessionale degli oli di oliva vergine ed extravergine, che recentemente riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole, sarà chiamato a verificare e certificare la qualità organolettica del prodotto, il cosi detto Panel. ll Panel o Saggio Organolettico è stato introdotto dal Reg. CEE 2568/91 quale analisi riconosciuta per il controllo della qualità dell'olio ed ha quindi valore legale ai fini della valutazione e controllo delle caratteristiche organolettiche degli oli vergini, extravergini di oliva, IGP e DOP. Il Comitato, che lo scorso 06 aprile 2011 e' stato inserito nell'elenco dei Comitati di assaggio incaricati del controllo delle caratteristiche organolettiche degli oli di oliva vergini, extravergine, IGP e DOP tenuto dal Ministero stesso, rappresenta i un organo istituzionale e pubblico per l'analisi sensoriale degli oli ed è quindi uno strumento utile per determinare e migliorare la qualità dei prodotti oleicoli.
La valutazione viene infatti effettuata mediante un gruppo di assaggiatori professionali coordinati da un Capo Panel, ed iscritti in un apposito elenco nazionale articolato su base regionale."


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
4 February Camera di Commercio Massa Carrara Le Biomasse per la produzione di energia - Massa Carrara 4 febb. 2014
5 February Camera di Commercio Grosseto “Girls' day” - Il mondo del lavoro entra a scuola
5 February Camera di Commercio Prato Un accordo per il sostegno dell’economia locale
6 February Camera di Commercio Prato Piccole ma internazionali, progetto per l'interazionalizzazione delle PMI
10 February Camera di Commercio Siena "Terre di Siena Creative" Edizione 2014
10 - 11 February ASSEFI - Azienda Speciale Camera di Commercio di Pisa Come presentare al meglio la propria impresa
11 - 12 February Assefi - Azienda speciale Il piano economico e finanziario per andare a vendere all'estero
13 February Unioncamere Toscana Giunta
14 February Camera di Commercio Livorno "Anteprime di Toscana 2014"
18 - 27 February Assefi - Azienda speciale Boot Camp: Campo di addestramento per aspiranti imprenditori
19 February Assefi - Azienda speciale Strategie per il recupero credito
19 February Camera di Commercio Pistoia Presentazione della Guida Verde “Pistoia e provincia”
20 February Assefi - Azienda speciale La gestione informatizzata e la tracciabilità dei rifiuti SISTRI
21 February Camera di Commercio Siena Meeting d’avvio Progetto Leonardo da Vinci ECOVET
24 February Camera di Commercio Siena Le Biomasse per la produzione di Energia - Siena 24 febb. 2014
25 February Camera di Commercio Firenze "OKEY CASA" - Servizio di riparazioni urgenti
25 February - 25 March Camera di Commercio Lucca Operatori turistici 2.0
27 February Assefi - Azienda speciale CCIAA Pisa La gestione informatizzata e la tracciabilità dei rifiuti SISTRI
27 February Metropoli Best of Wine Tourism 2014
28 February Camera di Commercio Firenze L'Impatto economico del turismo in provincia di Firenze
7 March Camera di Commercio Grosseto Grosseto - DI Maremma, dal pesce al territorio: il progetto, il portale e sei cooking show d'autore
11 March Unioncamere Toscana Giunta
12 - 21 March Camera di Commercio Lucca Come aprire un B&B in Toscana ...
13 March Unioncamere Toscana La ricerca di Anteriorità - Il primo passo per creare un buon brevetto - Firenze 13 mar 2014
14 March Camera di Commercio Pisa La Ricerca di Anteriorità - Il primo passo per creare un buon marchio - Pisa 14 mar 2014
14 - 21 March Camera di Commercio Lucca L’analisi di bilancio per controllare l’impresa con l’utilizzo di excell
20 - 21 March Camera di Commercio Lucca Verde e Business: avviare un orto a km 0
21 March Camera di Commercio Prato La ricerca di Anteriorità - Il primo passo per creare un buon marchio - Prato 21 mar 2014
21 - 23 March Camera di Commercio Livorno "Vieni a Conoscerci" Rassegna delle imprenditrici livornesi
21 March - 29 April Unioncamere Toscana Scuola dell'Olio - "Incontri sulla filiera dell'olio extra vergine di oliva" - 21 mar 29 apr
21 March - 28 May Camera di Commercio Siena - UNISI Corso ELA - Esperti in Legislazione Ambientale
27 March Unioncamere Toscana Filiera del tessile sostenibile - Presentazione dei risultati del progetto - 27 mar
27 March Camera di Commercio Lucca "Tecniche avanzate per operare nei mercati esteri"
28 March Camera di Commercio Pistoia La ricerca di Anteriorità - Il primo passo per tutelare il design industriale - Pistoia 28 mar 2014
28 March Unioncamere Toscana Aleatico: Vino dell'Imperatore


Logo Sincert


Stampa