Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  5 -  Friday, February 07, 2014 - anno  13
Attività Istituzionale
Il Presidente Galgani commenta i dati dell'indagine demografica sull'imprenditoria toscana

Il Presidente GalganiCommentando i dati emersi dall'indagine di "Movimprese", l'Indagine Demografica sull'Imprenditoria Toscana che rileva la natalità e la mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana, elaborata da Unioncamere Toscana nel quarto trimestre del 2013, il Presidente di Unioncamere Toscana Vasco Galgani ha detto fra l'altro:

 

"Le imprese continuano a nascere e questo non può essere che un messaggio positivo, soprattutto laddove il fare impresa è espressione dei saperi legati al territorio. Tuttavia i numeri ancora non indicano tempi certi per l'uscita dalla crisi. Per questo servono interventi urgenti tesi alla crescita e all'occupazione. Il sistema camerale intanto può lavorare per indirizzare al meglio le scelte di chi apre un'impresa, puntando sui settori che offrono le maggiori opportunità di successo, e rafforzare quelle reti che costruiscono la fiducia, migliorando qualità ed efficienza dei servizi offerti. Altrettanto importante è poi continuare a promuovere le peculiarità regionali e la ricerca di nuovi mercati."


Casa Sanremo: sarà toscana la cena della finale
Tre cuochi di Vetrina Toscana prepareranno la cena e il brindisi del dopo gara con i prodotti dei Consorzi di Tutela

Logo Sanremo 2014Logo di Vetrina ToscanaIl 22 febbraio è la data clou del Festival di Sanremo, giorno in cui verrà proclamato il vincitore dell'edizione 2014 e la Toscana sarà l'ospite enogastronomico di Casa Sanremo, l 'area ospitalità ufficiale del Festival della Canzone Italiana.

 

Tre cuochi di Vetrina Toscana, il programma di Regione e Unioncamere Toscana che promuove la rete di botteghe e ristoranti che utilizzano prodotti del territorio, e alcuni tra i più rappresentativi Consorzi di tutela dei prodotti DOP e IGP toscani saranno ambasciatori del gusto toscano in questo contenitore che accoglie gli addetti ai lavori che arrivano a Sanremo per la kermesse internazionale della musica italiana.

 

Il programma prevede nel pomeriggio un cooking show di cui saranno protagonisti tre cuochi di Vetrina Toscana: Claudio Vicenzo del ristorante La limonaia (Prato), Luca Cai dell'Osteria Tripperia il Magazzino (Firenze) e Franco Mariani  - Presidente dell'Unione Regionale dei Cuochi Toscani - del ristorante Nara di Massarosa (Lucca) .

 

Gli stessi ristoratori, utilizzando i prodotti dei Consorzi, prepareranno una cena, tipicamente toscana, ma con una vena innovativa: il lampredotto, cibo di strada per eccellenza, si trasformerà in un finger food di delicate polpette, i tradizionali tortelli mugellani ripieni di patate si ammanteranno di crema di Pecorino Toscano DOP e tra i secondi spicca un "intingolo" caro al Maestro Puccini.

Per chiudere in bellezza, l'alba del 23 verrà accolta con un menù a base di bruschetta con Pane Toscano del Consorzio e Olio Extravergine d'Oliva IGP Toscano, assaggi di Pecorino Toscano DOP e Prosciutto Toscano DOP e straccetti al ragù bianco di Chianina di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale IGP con farina di castagne toscane, il Neccio di Garfagnana DOP. In quell'occasione ci sarà una sorpresa per il vincitore del Festival.

 

"Siamo molto soddisfatti - afferma Cristina Scaletti, Assessore alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Toscana - E' un evento che valorizza Vetrina Toscana, e quindi la nostra cultura e le nostre tradizioni,  fuori regione, nella prestigiosa cornice di Sanremo. Un grande risultato, a costo zero per la Regione,  che è stato possibile ottenere  grazie al bel lavoro di  collaborazione che sta crescendo sempre più in Vetrina Toscana fra il mondo del commercio, della produzione e quello della cultura. Ringraziamo gli chef di Vetrina Toscana e i Consorzi per aver reso possibile quest'evento che porterà sotto i riflettori la grande qualità dell'enogastronomia toscana"

 

Si ringraziano: Agrituscan (pasta La Tosca), Associazione  Castanicoltori  della  Garfagnana, Comitato promotore per il riconoscimento dei Ricciarelli di Siena IGP, Comitato promotore per il riconoscimento del Panforte di Siena IGP, Consorzio del Prosciutto Toscano DOP, Consorzio di tutela del Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale IGP, Consorzio di tutela della Cinta Senese DOP, Consorzio Pane Toscano a Lievitazione Naturale, Consorzio per la tutela dell'Olio Extravergine di Oliva Toscano IGP, Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP, Unione Regionale Cuochi Toscani


Prorogati i termini della Selezione regionale degli oli extra vergini di oliva DOP e IGP

" "Sono stati ufficialmente prorogati al 14 febbraio 2014 i termini di iscrizione e consegna campioni per la Selezione degli oli extra vergine di oliva DOP e IGP della Toscana - Campagna Olearia 2013/2014, realizzata da Regione Toscana e Unioncamere Toscana, attraverso Toscana Promozione, con la collaborazione di Metropoli, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Firenze, Divisione Laboratorio Chimico-Merceologico. La selezione, riservata unicamente agli oli extravergini di oliva DOP e IGP, si propone di evidenziare la migliore produzione olearia toscana, allo scopo di utilizzarla per azioni promozionali, in Italia e all'estero, e, nel contempo, premiare e stimolare lo sforzo delle imprese olivicole al continuo miglioramento della qualità del prodotto.

 

Per la Selezione regionale degli oli extra vergini di oliva ogni impresa può presentare fino ad un massimo di n. 4 oli. I campioni devono riferirsi a lotti unici e omogenei di olio certificato di almeno 300 chilogrammi. L'impresa che intende iscriversi alla Selezione regionale degli oli extra vergini di oliva deve inserire la domanda di partecipazione, completa del file dell'etichetta dell'olio, sul sito www.toscanapromozione.it ,  secondo le modalità ivi indicate, a partire dalla data di pubblicazione del regolamento (18 dicembre 2013) sul sito di Toscana Promozione.

 

I campioni degli oli iscritti alla Selezione dovranno essere consegnati a Metropoli (Divisione Laboratorio Chimico Merceologico - Via Orcagna, 70 - 50121 FIRENZE - orario: da lunedì a venerdì 8.30 - 13.00 e 14.00 - 15.30) che provvederà a renderli anonimi e a sottoporli ad analisi sensoriale da parte di una commissione composta da capi panel provenienti da tutte le province toscane, in rappresentanza delle commissioni di assaggio riconosciute dal MIPAAF e operanti presso enti pubblici. Tutti gli oli che saranno selezionati, con le loro caratteristiche analitiche e sensoriali, assieme alle informazioni relative all'azienda produttrice, saranno raccolti in un catalogo in lingua italiana ed inglese che sarà distribuito dalla Regione Toscana, Toscana Promozione, Unioncamere Toscana e dalle Camere di Commercio regionali nelle occasioni di promozione dei prodotti tipici della regione in Italia ed all'estero. A partire da questa edizione della Selezione, nel catalogo saranno evidenziati con un'apposita menzione i cinque oli con il più alto contenuto in biofenoli e quelle aziende i cui oli sono stati selezionati anche nelle due edizioni precedenti della Selezione. Il catalogo sarà inoltre disponibile anche in versione on line sul sito di Toscana Promozione. Maggiori informazioni ed il regolamento della Selezione sono disponibili sul sito di Toscana Promozione.


Attività Studi & Ricerche
Rapporto Movimprese IV trimestre 2013 su natalità e mortalità delle imprese toscane
Alla fine del 2013 crescono le nuove imprese, ma anche fallimenti e liquidazioni

In aumento le iscrizioni di nuove imprese ai registri delle Camere di Commercio della Toscana: nell'ultimo trimestre del 2013 sono nate 6.373 imprese (+ 5,6% rispetto a ottobre-dicembre 2012) ed iscritte 2.622 nuove unità locali (+8,6%). Se, a fine 2013, la natalità imprenditoriale appare in ripresa ed il fenomeno delle chiusure - sebbene su livelli storicamente elevati - sembra in attenuazione (le 6.250 imprese chiuse negli ultimi tre mesi dell'anno sono in diminuzione del 3,7% rispetto all'analogo periodo del 2012), un campanello d'allarme continua a provenire dal numero d'imprese in difficoltà: sono 2.231 le aziende toscane entrate in scioglimento e liquidazione in soli tre mesi (da ottobre a dicembre), in aumento del 9,6% su base annua. Altro dato preoccupante: sono 280 i fallimenti avvenuti nel quarto trimestre 2013 e 66 le aziende che hanno aperto concordati fallimentari o preventivi oppure accordi di ristrutturazione debiti, in aumento del 30% rispetto a ottobre-dicembre 2012.

 

Nel corso dell'intero 2013, nonostante le difficoltà, le iscrizioni di nuove imprese (oltre 28 mila) hanno continuato a superare il numero di cessazioni (circa 27 mila), per un saldo positivo di 1.336 imprese ed un numero d'imprese con sede in Toscana che, alla fine dell'anno, era pari a 414.563 unità: malgrado ciò. il tasso di crescita imprenditoriale (pari al +0,3%) resta su livelli molto modesti.

 

A influire in modo pesante sulla scarsa vitalità dell'imprenditoria toscana, e più in generale italiana, è l'intensificarsi della crisi nel mondo artigiano, che dal 2009 registra più chiusure che aperture aziendali (nel 2013 l'artigianato toscano ha perso 11.189 imprese e ne ha viste nascere solo 8.757).

Le imprese artigiane, che in Toscana rappresentano il 27% del sistema e che in massima parte sono ditte individuali, risultano dunque in forte diminuzione (-2.432 imprese); diversamente, le imprese non artigiane si espandono (+3.768 unità), grazie ad un tasso di mortalità dimezzato rispetto alle artigiane (il 5% contro il 10%).

 

In termini di natura giuridica, nel 2013 si sono sviluppate le forme più "complesse" d'impresa: le società di capitali (2.352 unità in più rispetto al 2012) - ormai un quarto delle imprese toscane - e le altre forme giuridiche (+1.377), fra cui rientrano le società cooperative e quelle consortili. Sono invece diminuite le forme giuridiche più "semplici": le società di persone (-426 unità) e le imprese individuali (-1.967). Queste ultime, nonostante la forte contrazione registrata negli ultimi due anni, rappresentano ancora la metà delle aziende toscane e hanno determinato il 65% delle iscrizioni ed il 74% delle cessazioni avvenute nel 2013.

 

A livello settoriale, edilizia e agricoltura perdono imprese a tutta velocità. Per l'agricoltura il ridursi delle aziende (-1.051 nel 2013) è divenuto ormai strutturale, mentre l'emorragia di imprese nell'edilizia (-1.689) è legata alle profonde difficoltà attraversate dal settore ed alla grave crisi del mondo artigiano operante nella filiera (in Toscana il 70% delle imprese dell'edilizia è artigiana, per lo più attive nella installazione di impianti e nei lavori edili di completamento).

 

Fra le attività industriali, gli unici bilanci positivi riguardano il comparto alimentare (+93 aziende), il chimico-farmaceutico (+13) e, nel sistema moda, la filiera abbigliamento-pelli-calzature (+108 imprese). Il tessile (-79 unità) ha invece continuato il processo di involuzione che negli ultimi 4 anni è costato la perdita di oltre 400 imprese, e fra gli altri comparti manifatturieri sia le attività della meccanica-elettronica che quelle del legno mobili (-145 unità) hanno registrato un saldo negativo, in quest'ultimo caso collegato alla perdurante crisi del sistema-casa.

 

Sotto il profilo settoriale, il positivo bilancio annuale è quindi riconducibile alla dinamicità dei servizi, attività commerciali e turistiche in primis. Il settore turistico (alberghi e ristoranti), che a fine 2013 conta 32.487 imprese in Toscana, è in forte espansione (+960 imprese), così come il commercio (+1.199) che, con 101.490 aziende, rappresenta un quarto del sistema imprenditoriale regionale. Il settore del terziario più dinamico, in termini relativi, è tuttavia quello dei servizi alle imprese (+5,3% per 524 unità aggiuntive), e contributi positivi al bilancio demografico provengono anche dalle attività immobiliari (+432 unità), da quelle finanziarie-assicurative (+260) e dai servizi pubblici, sociali e alla persona (+369).


DOCUMENTI ALLEGATI
Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


Bollettino Excelsior Toscana IV trimestre 2013

Natalità e mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana.
- Slide report e comunicato stampa

Notizie dal mondo camerale
Pistoia - Tutto pronto per “Immagine Italia &co.” 2014 alla Fortezza da Basso di Firenze

Logo della Camera di Pistoia La Camera di Commercio di Pistoa comunca che "Immagine Italia &Co." per la settima volta consecutiva torna a Firenze, nel tempio della moda, la storica Fortezza Da Basso, nei giorni 7, 8 e 9 febbraio p.v..

 

Riservata ai soli operatori di settore, Immagine Italia &Co. 2014, si posiziona ancora una volta come l'impedibile appuntamento di alto livello per la promozione del Made in Italy.

L'edizione 2014 presenta le migliori proposte delle collezioni autunno-inverno 2014-2015, mettendo in scena nei duemilaquattrocento metriquadri, 234 brands fra i migliori presenti nel mercato italiano ed estero.

L'edizione 2014 si presenta con una formula compatta esclusivamente concentrata sul comparto intimo-lingerie.

Questo nuovo assetto non è l'unica metamorfosi in corso:

Immagine Italia &Co. si è avviata verso il riconoscimento (intanto del comparto intimo-lingerie ma si auspica, già dalla prossima edizione, anche da quello arredo-casa) di "brand di eccellenza" pensato per organizzare progetti strutturati di internazionalizzazione in Italia e all'estero.

Grazie anche ad accordo con Toscana d'Amare, le fiere "Immagine Italia &Co.", dedicata all'intimolingerie e "Mare d'Amare", la fiera estiva del beachwear, hanno scelto di affrontare il mercato circostante sotto questo rinnovato collettore targato "Immagine Italia &Co." riconoscendone così, a tutti gli effetti, l'UNICA & ORGINALE titolarità a rappresentare e promuovere il settore.

 

Merita una segnalazione anche l'altra novità introdotta da Immagine Italia &Co.:

per la prima volta in una fiera, sarà riservato agli espositori un servizio di consulenza

personalizzata gratuita in materia di etichettatura di prodotti tessili, al fine di fornire indicazioni puntuali sulle modalità di etichettatura alla luce dei recenti interventi normativi comunitari (Regolamento U.E. 1007/2011.

Si presenta intensa l'agenda degli appuntamenti anche per questa edizione che, come epicentro, ha posto i "focus" sulle tendenze moda, proiezioni delle sfilate collettive ed individuali previste ogni giorno all'interno del padiglione espositivo.

Prevista per le ore 16 di domenica 9 febbraio la tavola rotonda organizzata da Linea Intima "Si SALDI chi può" : idee, spunti e discussione con un panel di Top Retailers italiani per una migliore gestione dei saldi.

 

Si tratta di un momento di incontro che la rivista propone come elemento di valore per i

professionisti del settore e come trampolino per sviluppare idee e proposte di evoluzioni

professionali per i commercianti.

La Tavola Rotonda moderata da Marco B. Pisani Direttore Editoriale di Linea Intima avrà una durata di 45 minuti, con una introduzione dei punti chiave evocati dai retailers nelle tre settimane precedenti il salone e sottoporrà alcune idee di possibili programmi ed azioni, supportate anche da Case Histories di alcuni negozianti.

Due gli eventi "fuori salone":

la serata esclusiva organizzata da Immagine Italia &Co. per venerdì 7 febbraio dal titolo

"Protagonisti a Firenze" riservata ad espositori, mass media e top-buyer internazionali ed il Gala Le Stelle dell'Intimo, il prestigioso concorso nazionale che premia i migliori negozi italiani dl settore lingerie, beachwear e trasversali al prèt-à-porter, negozi moderni e di riferimento internazionale.

 

"Si auspicano ed attendono numeri importanti sul fronte dei visitatori. - dice Stefano Morandi, Presidente della Camera di Commercio di Pistoia, ente organizzatore della fiera - Noi crediamo che il fattore "fiera" possa ancora rappresentare in una visione globale ed internazionale, una leva concreta di rilancio del Made in Italy di eccellenza.. Immagine Italia &Co. in questi anni è riuscita ad affermarsi nel panorama fieristico ed è riconosciuta come uno degli appuntamenti di settore che fa riferimento sulla scena internazionale. Attraverso piattaforme come quella di Immagine Italia &Co. il Sistema Paese può presentare l'eccellenza dei nostri distretti industriali, in grado non solo di offrire, ma di "determinare" i prodotti fast fashion di qualità nel mondo. Devo ringraziare - continua il Presidente Morandi - tutto l'organico della Camera di Commercio di Pistoia, che con grande dedizione e professionalità sta da sette anni portando avanti con grandi risultati una sfida assai impegnativa. Non di meno l'impegno profuso dagli storici e ormai indispensabili patners, quali la Regione Toscana, Firenze Fiera, Toscana D'amare e Pistoia Promuove. La nostra - conclude Morandi - si è dimostra una concreta alleanza che ha saputo dimostrare versatilità e grande determinazione nonostante il difficile momento congiunturale".

 

La strategia di internazionalizzazione messa in campo da Immagine Italia &Co. 2014 è

rappresentata da focus su mercati emergenti ed in espansione, riconosciuti dagli espositori come i nuovi scenari del mercato estero.

A tal proposito si registra una massiccia presenza di top-buyers provenienti dalla Russia, dai nuovi stati indipendenti, post-unione sovietica e paesi baltici. Non mancano comunque importanti operatori di settore provenienti dall'Europa e dagli Stati Uniti.


DOCUMENTI ALLEGATI
Le studentesse grossetane imparano a fare impresa con il “Girls' day
Presentato il nuovo progetto del Cif, Comitato per l'imprenditoria femminile, che prevede incontri nelle scuole e stage in azienda

Logo della Camera fiorentina Giovani studentesse incontrano il mondo del lavoro grazie a "Girls' day", il nuovo progetto voluto dal Cif, il Comitato per la promozione dell'imprenditoria femminile della Ciaa di Grosseto, in collaborazione con l'azienda speciale Coap.

L'iniziativa è finalizzata a creare un punto di contatto tra le alunne delle scuole superiori ed il mondo del lavoro, dando loro anche l'opportunità di vivere una giornata all'interno di un'azienda del territorio per comprendere il significato di "fare impresa".

 

Il percorso, presentato nella sala Giunta dell'Ente camerale, inizierà da metà febbraio per concludersi a metà marzo con una serie di incontri che si svolgeranno nelle classi quarte degli istituti di istruzione superiore della provincia di Grosseto, e che serviranno per offrire una panoramica sui diversi aspetti della vita imprenditoriale. 

Le ragazze interessate saranno poi selezionate per affiancare un'imprenditrice grossetana durante una intera giornata, per vivere in prima persona il lavoro quotidiano di una donna che gestisce un'azienda.

Saranno coinvolte in questa fase di stage due ragazze per ogni indirizzo di studi, per un totale di circa 40 partecipanti.

Il progetto si concluderà a maggio, con un evento conclusivo in cui si traccerà un bilancio dell'iniziativa che sarà ripetuta nei prossimi anni.

 

Gli obiettivi perseguiti con questo impegno per il Cif sono molteplici: rafforzare la conoscenza di sé delle ragazze per quanto riguarda le loro capacità e le loro possibilità nel mondo del lavoro, offrire ai partecipanti la possibilità di acquisire conoscenze di settori specifici, in diversi ambiti di impresa (agricoltura, commercio, artigianato, industria) ed anche incoraggiare le giovani a trovare la loro strada, ad intraprendere nuove opportunità, rafforzando il legame tra scuola e mondo del lavoro.

 

Dall'Osservatorio sulle imprese femminili, frutto della collaborazione tra l'Ufficio studi di Unioncamere Toscana e il Settore Imprenditoria femminile e politiche di genere della Regione Toscana per il III trimestre del 2013, emerge come le "imprese in rosa" siano sempre di più nella nostra regione. Posizionandosi subito dopo Lazio (+1,1%) e Lombardia (+1,0%), la Toscana è una delle realtà più dinamiche d'Italia per tasso di sviluppo dell'imprenditoria femminile, con una crescita ben al di sopra della media nazionale (+0,3%).

In provincia di Grosseto le imprese guidate da donne, o in cui le donne hanno la maggioranza delle quote societarie, sono 8.579 su un totale di 29.147, e quindi rappresentano il 33% del totale. In agricoltura questa percentuale sale, nel primo trimestre del 2014, addirittura al 37 % (contro il 33,6% in Toscana ed il 12,7 a livello nazionale).

 

"Le donne sono sempre più protagoniste del nostro sistema economico - commenta il Presidente della Camera di Commercio di Grosseto Giovanni Lamioni - ed è un fatto positivo. E' del resto assodato che l'imprenditoria femminile svolga un ruolo chiave per la crescita del Paese. In un momento difficile per l'occupazione, le donne non hanno paura di mettersi alla prova, percorrendo la via dell'impresa e questo è un grande merito che va riconosciuto con sostegni finanziari e con percorsi formativi. E' poi dimostrato che le imprese femminili riescono ad essere più longeve: la donna quindi crea meno imprese, ma le tiene in vita più a lungo. Ma soprattutto le imprenditrici sono in grado di offrire forze nuove e dinamiche, sono una risorsa da valorizzare che può rivelarsi una componente vincente per il futuro. Credo inoltre che, per far crescere il mondo imprenditorale locale, si debba necessariamente fare leva sui giovani e per questo dobbiamo continuare a lavorare coinvolgendo le scuole nei nostri progetti ed attivando esperienze pratiche a beneficio degli studenti".

 

Il Cif, Comitato per la promozione dell'Imprenditoria femminile, è stato costituito in seno all'Ente camerale di Grosseto nel luglio scorso ed è presieduto attualmente da Roberta Biondi. Nell'ambito della "mission" della Camera di commercio di Grosseto, il Comitato si propone quale soggetto attivo dello sviluppo locale con l'obiettivo prioritario di promuovere e sostenere la nascita ed il consolidamento delle imprese femminili e contribuire, in questo modo, all'occupazione, alla crescita e all'aumento della competitività dei sistemi produttivi locali.

 

"Il Girls' Day, progetto di origine statunitense, vuole essere uno stimolo per le ragazze per superare lo stereotipo che vuole la donna portata unicamente verso precise professioni - spiegano dal Cif - Alla base del progetto, infatti c'è una semplice constatazione: le donne sono riuscite ad avere accesso, con ottimi risultati, a carriere tipicamente maschili, eppure rimane ancora pesante il gap esistente tra uomini e donne nella scelta di professioni scientifiche o tecniche. Per questo è necessario che fin dalle scuole superiori, le ragazze possano prendere consapevolezza delle opportunità che può riservare il 'mettersi in proprio'".

 

 

Hanno aderito al progetto "Girls' day" 22 imprenditrici della provincia di Grosseto e sei istituti superiori:

  • Liceo Statale "Rosmini"
  • Polo Liceale "Bianciardi"
  • Polo Liceale "Pietro Aldi"
  • IISS "A. Manetti"
  • ISIS "Leopoldo II di Lorena"
  • ITIC "Fossombroni".

Firenze - Accesso al credito agevolato per le PMI fiorentine
Pronto un milione e 300mila euro per il 2014 destinato alle piccole e medie imprese che apriranno un finanziamento con le banche convenzionate

Logo della Camera fiorentina La Camera di Commercio di Firenze, con l'obiettivo di facilitare le imprese della provincia che si trovano a fronteggiare un inasprimento nelle condizioni per l'accesso al credito, per il 2014 ha destinato un milione e 300mila euro a favore della convenzione attiva del 2009 con gli Istituti di credito, i Consorzi di garanzia fidi della provincia e Fidi Toscana spa.

Le piccole e medie imprese, con sede operativa nella provincia di Firenze, hanno l'opportunità di accendere con gli istituti convenzionati, per qualsiasi iniziativa aziendale, a un finanziamento chirografario, di importo minimo pari a 20mila euro e una durata variabile da 36 a 84 mesi, eventualmente comprensiva di u n periodo di preammortamento di 12 o 24 mesi.

Sul finanziamento, assistito obbligatoriamente da garanzia sussidiaria o a prima richiesta rilasciata dai consorzi di garanzia fidi e intermediari finanziari convenzionati, le imprese beneficeranno di un contributo della Camera di Commercio pari al 6% del finanziamento concesso con un massimale di 10mila euro per impresa

Le richieste di finanziamento possono essere presentate alle filiali degli istituti di credito convenzionati fino a esaurimento dei fondi stanziati dalla Camera di Commercio.

Maggiori informazioni, scheda descrittiva e istituti convenzionati nella speciale sezione del sito della Camera di Commercio di Firenze


Livorno - Verifica periodica delle bilance da banco

Logo della Camera livornese Il 6 febbraio scorso gli ispettori metrici della Camera di Commercio di Livorno hanno presentato, presso l'ufficio distaccato di Cecina, il servizio per effettuare verifiche periodiche su bilance da banco.

 

Dopo il buon successo ottenuto dall'iniziativa, avviata in via sperimentale lo scorso 31 ottobre, la Camera di Commercio livornese ha deciso di riproporla anche per il 2014: si tratta di un servizio che la Camera di Commercio intende offrire agli utenti metrici della provincia allo scopo di favorire l'esecuzione dell'adempimento obbligatorio triennale previsto dal D.M. n. 182/2000 alla tariffa di euro 18,30 IVA compresa (la stessa prevista per la verifica presso la sede di Livorno) e che sarà ripetuto con date da stabilire nel corso dell'anno.

 

La verifica periodica consiste nell'accertare l'inalterabilità metrologica delle bilance utilizzate per transazioni commerciali mediante esecuzione di specifiche prove di pesatura, il cui esito positivo è attestato dall'apposizione di un contrassegno adesivo di colore verde che reca la data entro cui lo strumento deve essere nuovamente verificato.


Firenze - E’ stato presentato Firenze Fuori, il TG della “movida buona”

Logo della Camera fiorentina

Ha preso avvio il progetto Firenze Fuori, il TG della movida buona, quella che non disturba e promuove l'attività delle categorie economiche, valorizza i quartieri e le vie, favorisce l'aggregazione e il divertimento. Tutte le sere, dalle 19 alle 24, per 365 giorni all'anno, la troupe di Firenze Fuori, grazie a una redazione mobile e telecamere HD, realizzerà servizi sugli eventi culturali, gli spettacoli, gli show delle notti fiorentine, che saranno diffusi su una nuova piattaforma on-line.

Il progetto è stato presentato martedì 4 febbraio a Palazzo Vecchio da Sara Biagiotti, Assessore allo Sviluppo economico del Comune di Firenze e da Vasco Galgani, Presidente della Camera di Commercio di Firenze.

"Si tratta di un progetto veramente interessante, che contribuirà a promuovere e diffondere il volto migliore della 'Firenz e by night' - ha sottolineato l'Assessore Biagiotti - ovvero quello di una città che offre occasione di svago e divertimento di qualità, rispettando le esigenze di tutti, residenti in primis. Spero che 'Firenze Fuori' possa diventare un esempio per tutti, soprattutto per cambiare quella falsa cultura del divertimento che vede alla base della notte solo sballo e alcol. La città offre molto di più e tutti ne devono essere consapevoli".

"L'idea di base - ha aggiunto Galgani - è stata quella di un progetto che potesse contribuire a ottenere due importanti risultati: il rilancio economico e la tutela dei diritti dei cittadini. Firenze Fuori vuol dare una mano alla nostra economia, in un momento di contrazione dei consumi e di trasformazione del centro storico, e allo stesso tempo fare in modo che vivere la notte, con eventi, appuntamenti e incontri, non sia l'occasione per calpestare diritti altrui ma per costruire il modello di una Firenze da vivere e non solo da bere. Così i protagonisti saranno i quartieri, le vie, le categorie, i locali della città, insieme alla voglia di stare insieme".

Per attuare questi obiettivi è stata creata la piattaforma web www.firenzefuori.it, sulla quale sarà possibile vedere una vero e proprio TG della notte, diretto da Anna Santucci. La troupe di Firenze Fuori riprenderà le serate del centro storico con immagini e interviste, il materiale sarà elaborato dalla redazione e la mattina successiva all'evento usciranno sul web i servizi televisivi, che saranno poi linkati sui social media, sulla newsletter della piattaforma, sui siti istituzionali (fra gli altri quelli di Comune e Camera di Commercio di Firenze) e sui portali delle associazioni di impresa. Il sito sarà anche un luogo d'incontro con un ricco calendario di eventi che comprenderà tutte le iniziative più interessanti.

Testimonial del TG della notte Alessandro Capasso, presentatore, speaker e cantante fiorentino, protagonista di "Vidaloca Show", fortunata e dissacrante trasmissione televisiva che per dieci anni ha intrattenuto il pubblico toscano e voce che regala emozioni durante la partita della Fiorentina. Insieme a Capasso era presente anche Ivan Periccioli, attore, comico e cabarettista fiorentino, vero campione d'improvvisazione e di satira.

Il progetto Firenze Fuori è realizzato grazie al contributo dalla Camera di Commercio di Firenze, il patrocinio del Comune di Firenze ed il sostegno organizzativo delle Associazioni di categoria Confesercenti, Confcommercio, Confartigianato, Cna, Confindustria, Federalberghi, Fipe, Fiepet, Asshotel.


Siena - Presentazione della IV edizione di #terresisienacreative

Logo della Camera pratese Si svolgerà lunedì 10 febbraio 2014 alle ore 11.00 a Siena, nella Sala dell'Aurora del Palazzo del Governo in Piazza Duomo 9, la presentazione della IV edizione di "TERRE DI SIENA CREATIVE" (#terredisienacreativi) alla quale l'Amministrazione Provinciale di Siena invita i partecipanti di tutte le passate edizioni di ad essere presenti .

Torna anche per il 2014 Terre di Siena Creative, il bando promosso dalla Provincia di Siena, in collaborazione con Apea e la Camera di Commercio di Siena e dedicato a tutti gli under 40 che vogliono convertire un'idea in un progetto d'impresa. Il nuovo bando è stato pubblicato sul sito www.terredisienacreative.apea.siena.it con scadenza fissata per il 17 febbraio 2014. E' possibile seguire le attività di "Terre di Siena Creative" attraverso i social network: su Facebook, con il gruppo Terre di Siena Creative, e su Twitter, @creative_si. Per ulteriori informazioni, è possibile anche scrivere all'indirizzo e-mail terredisienacreative@apea.siena.it.

L'edizione 2014. Tutti i progetti ammessi potranno partecipare a #traintostart, la serie di lezioni gratuite messe a disposizione da Apea. Chi supererà la prima selezione, accederà alla seconda fase in cui, attraverso lezioni one to one, i giovani creativi saranno messi nella condizione di realizzare il business plan della propria idea. Al termine del percorso formativo, entro il mese di aprile, saranno assegnati i 3 premi in denaro messi a disposizione dalla Provincia di Siena. Nello specifico, al primo classificato andranno 10.000 euro, mentre la seconda idea premiata riceverà 6.000 euro. Al terzo classificato andranno 4.000 euro, mentre ai classificati dal 4 ° all' 8° posto verranno erogati servizi di consulenza gratuiti per il perfezionamento dell'idea di business.

Il coinvolgimento di ChiantiBanca. Anche l'edizione 2014 conterà sull'impegno di ChiantiBanca che, per incentivare idee imprenditoriali che puntano a favorire un crescente sviluppo della provincia di Siena, ha istituito un plafond di 500mila euro con finanziamenti a tasso agevolato a sostegno di alcuni progetti presentati con il bando Terre di Siena Creative. I destinatari del contributo saranno selezionati attraverso una valutazione indipendente da quella prevista dal bando.


Pistoia - Movimentazione delle Imprese in provincia nel 2013

Logo della Camera di Pistoia L'anno 2013 chiude con un ulteriore indebolimento del sistema delle imprese pistoiesi.Il saldo fra le imprese iscritte e quelle cessate dall'inizio dell'anno è pari a -184 unità corrispondente ad una riduzione dello 0,6%.In crescita il numero delle procedure concorsuali avviate nell'anno.

 

L'imprenditoria Pistoiese nel 2013 mostra, nel suo complesso, un andamento negativo con un tasso di crescita del numero delle imprese attestatosi a -0,6%.

Alla data del 31 dicembre 2013 il numero delle imprese iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Pistoia è risultato essere pari a 32.909, di cui 28.685 attive. Fra queste, le imprese artigiane registrate sono state 9.955 (9.912 le attive).

Nell'anno, a fronte di 2.157 nuove iscrizioni, sono cessate ben 2.341 imprese (escludendo le cancellazioni d'ufficio), con un saldo negativo di -184 posizioni.

 

La disaggregazione settoriale del tasso di crescita evidenzia tendenze diverse tra i settori.

Particolarmente difficile è la situazione del settore "costruzioni" che registra una riduzione pari a -3,8%; lo stesso dato attribuibile alle sole imprese artigiane è ancora peggiore (-4,7%).

In flessione anche l'"agricoltura, silvicoltura e pesca" con ben 237 imprese cessate a fronte di 83 imprese nuove iscritte; il saldo negativo (-134) genera un tasso di crescita di -4,1%.

Tra i comparti in negativo anche le "attività manifatturiere" che, con un saldo negativo di 131 imprese tra le iscritte e le cessate , ed un tasso di mortalità quasi doppio del tasso di natalità (6,1% contro 3,2%) porta ad avere un indice di crescita di -2,8%.

Fra i settori più colpiti del manifatturiero spiccano l'industria metalmeccanica legata alla fabbricazione di macchinari (-7,1%), l'industria del mobile (-3,1%) e l'intero settore moda con una perdita totale di 83 imprese e un tasso di crescita pari a -4,5% con riferimento al tessile, a -3,4 per quanto concerne l'abbigliamento e a -5,1% relativamente alla lavorazione di pelli cuoio e fabbricazione calzature.

Positivi solo i risultati della "riparazione, manutenzione e installazione di macchine" (+3,2%) e della "fabbricazione dei prodotti farmaceutici" (+25%), peraltro del tutto residuale come presenza sul territorio.

 

Nei servizi vale evidenziare il notevole calo del settore "trasporto e magazzinaggio" che ha fatto registrare un andamento fortemente negativo pari a -5,3% con riferimento al totale delle imprese del settore (-12,9% per il sottoinsieme artigiano), dei settori turistici legati alla ristorazione (-2,5%), del commercio in genere (-1,3%) e delle attività immobiliari (-0,8%).

Positivi invece il "noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese" (3,8%), le attività professionali, scientifiche e tecniche (1,5%) e le attività finanziarie e assicurative (1,5%).

Considerando la forma giuridica di impresa crescono le società di capitali (1,5%), ma tale andamento è ascrivibile all'aumento delle società a responsabilità limitata semplificate o ad un unico socio o a capitale ridotto, mentre diminuiscono le società per azioni (-0,9%) e le società a responsabilità limitata (-0,1%).

In aumento anche le altre forme (+0,9%) mentre in calo le imprese individuali (-1,7%) e le società di persone (-0,9).

 

La distribuzione territoriale del dato, nei Comuni della Provincia, mostra valori pari a -2,6% nel quadrante montano, -0,2% nel quadrante metropolitano e pari a - 0,7% nella Valdinievole.

Il comune Capoluogo registra un tasso di crescita positivo e pari a +0,2%. Particolarmente negativo l'andamento del comune di Abetone (-4,3%) nel quale le imprese artigiane registrano addirittura un -12,5%.

Oltre al capoluogo il tasso di crescita è positivo nei comuni di Sambuca Pistoiese (+0,9%), di Agliana (+0,8%) e di Montecatini Terme (+0,2%) con riferimento al totale imprese. Per il comparto artigiano il tasso di crescita è positivo solo per i comuni di Marliana (+2,6%) e di Sambuca Pistoiese (+4,5%).

Nel confronto con le altre realtà territoriali della Toscana, la nostra provincia è ancora all'ultimo posto con il tasso di crescita peggiore per il totale imprese (-0,6%). Per quanto riguarda le imprese artigiane il tasso negativo di Pistoia (-3%) è superato da Lucca dove le imprese artigiane sono diminuite di -6,1%.

La media regionale per il totale imprese è +0,3%,: fra le migliori performance Pisa (+1,2%) e Prato (+1,0%).

Entrando nello specifico del tessuto imprenditoriale è interessante fornire alcuni dati di andamento delle imprese femminili, giovanili e straniere della nostra provincia confrontando le performance del 2013 con l'anno precedente.

 

Le imprese femminili iscritte al RI di Pistoia al 31 dicembre 2013 sono pari a 7.694 unità e rappresentano il 23,4% del totale imprese registrate (considerando tali l'insieme delle imprese la cui partecipazione di genere risulta complessivamente superiore al 50% mediando le composizioni di quote di partecipazione e cariche attribuite). Rispetto al 31.12.2012 sono diminuite dello 0,3%: nel corso del 2013 si sono infatti registrate 626 nuove iscrizioni (di cui208 non ancora classificate) a fronte di 598 cessazioni.

Le iscrizioni "classificate" si concentrano per lo più nel settore del commercio con 164 nuove imprese nate, a seguire 48 nuove iscritte sono nel manifatturiero e 44 nei servizi alla persona.

 

Le imprese giovanili al 31.12.2013 risultano pari a 3.439 e costituiscono il 10,5% del totale imprese (sono tali le imprese in cui la partecipazione di persone "under 35" risulta complessivamente superiore al 50% mediando le composizioni di quote di partecipazione e cariche attribuite).

Nel confronto con il 2012 sono calate del 7,2%: si sono registrate nel periodo di riferimento 638 nuove iscrizioni e 361 cancellazioni.

Anche in questo caso la maggioranza delle iscrizioni appartiene al settore del commercio (147 tra le imprese classificate), seguono le imprese delle costruzioni (93) e quelle del manifatturiero (45).

 

Infine le imprese straniere (sono tali le imprese in cui la partecipazione di persone non nate in Italia risulta complessivamente superiore al 50% mediando le composizioni di quote di partecipazione e cariche attribuite) sono pari a 3.169 unità e costituiscono il 9,6% del totale imprese. Esse rispetto all'anno precedente sono aumentate del 2,6%: nel 2013 si sono registrate 391 nuove iscrizioni a fronte di 306 cessazioni.

Per quanto concerne le procedure concorsuali, nel 2013 sono entrate in fallimento 87 imprese (nel 2012 erano state 63). Di queste 67 sono società di capitale e 15 società di persone, 4 imprese individuali e 1 appartenente alle altre forme.

Nella distribuzione settoriale, 26 sono manifatturiere, 19 del commercio e 16 del settore edile, 12 nei servizi alle imprese e 7 nel comparto turistico.

I concordati preventivi e gli accordi di ristrutturazione del debito, nel 2013, sono stati 36.

 

Commento di Stefano Morandi, Presidente della Camera di Commercio di Pistoia

"La crisi non dà tregua alle imprese e in particolare alle imprese pistoiesi. Sia questi primi dati a consuntivo dell'anno che i dati congiunturali di cui disponiamo con riferimento al 3° trimestre del 2013, mostrano ancora una volta la nostra provincia come il fanalino di coda della Toscana. Anche i settori che sembravano risentire in misura minore dell'impatto della crisi, quali il vivaismo, registrano importanti segnali di arresto.

Solamente le imprese che esportano mostrano timidi segnali di ripresa, anche se il volume di fatturato esportato si è sensibilmente ridotto nel tempo a causa delle tante imprese esportatrici entrate in crisi in questi ultimi anni.

Questa situazione deve fungere da ulteriore stimolo alle istituzioni, in primis la Camera di Commercio, e agli altri attori locali a compiere congiuntamente ogni sforzo possibile per sostenere l'economia locale: ci sono imprese eccellenti sul nostro territorio, imprese giovani che hanno ancora la voglia e il coraggio di innovare e di crescere in competenze. Ne abbiamo avuto la dimostrazione tante volte. E' proprio a queste che dobbiamo guardare per compiere le scelte che servono. Dobbiamo alimentare il coraggio di chi fa impresa e per farlo è indispensabile rafforzare le reti che costruiscono questa fiducia, a partire dalle istituzioni. È un impegno che il sistema delle Camere di commercio nel suo complesso sta portando avanti insieme alle rappresentanze imprenditoriali, per migliorare qualità dei servizi ed efficienza. Tutti dobbiamo e possiamo fare di più. Ma soprattutto dobbiamo cercare di dialogare di più, per farlo insieme"

 


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
10 February Camera di Commercio Siena "Terre di Siena Creative" Edizione 2014
10 - 11 February ASSEFI - Azienda Speciale Camera di Commercio di Pisa Come presentare al meglio la propria impresa
11 - 12 February Assefi - Azienda speciale Il piano economico e finanziario per andare a vendere all'estero
13 February Unioncamere Toscana Giunta
14 February Camera di Commercio Livorno "Anteprime di Toscana 2014"
18 - 27 February Assefi - Azienda speciale Boot Camp: Campo di addestramento per aspiranti imprenditori
19 February Assefi - Azienda speciale Strategie per il recupero credito
19 February Camera di Commercio Pistoia Presentazione della Guida Verde “Pistoia e provincia”
20 February Assefi - Azienda speciale La gestione informatizzata e la tracciabilità dei rifiuti SISTRI
21 February Camera di Commercio Siena Meeting d’avvio Progetto Leonardo da Vinci ECOVET
24 February Camera di Commercio Siena Le Biomasse per la produzione di Energia - Siena 24 febb. 2014
25 February Camera di Commercio Firenze "OKEY CASA" - Servizio di riparazioni urgenti
25 February - 25 March Camera di Commercio Lucca Operatori turistici 2.0
27 February Assefi - Azienda speciale CCIAA Pisa La gestione informatizzata e la tracciabilità dei rifiuti SISTRI
27 February Metropoli Best of Wine Tourism 2014
28 February Camera di Commercio Firenze L'Impatto economico del turismo in provincia di Firenze
7 March Camera di Commercio Grosseto Grosseto - DI Maremma, dal pesce al territorio: il progetto, il portale e sei cooking show d'autore
11 March Unioncamere Toscana Giunta
12 - 21 March Camera di Commercio Lucca Come aprire un B&B in Toscana ...
13 March Unioncamere Toscana La ricerca di Anteriorità - Il primo passo per creare un buon brevetto - Firenze 13 mar 2014
14 March Camera di Commercio Pisa La Ricerca di Anteriorità - Il primo passo per creare un buon marchio - Pisa 14 mar 2014
14 - 21 March Camera di Commercio Lucca L’analisi di bilancio per controllare l’impresa con l’utilizzo di excell
20 - 21 March Camera di Commercio Lucca Verde e Business: avviare un orto a km 0
21 March Camera di Commercio Prato La ricerca di Anteriorità - Il primo passo per creare un buon marchio - Prato 21 mar 2014
21 - 23 March Camera di Commercio Livorno "Vieni a Conoscerci" Rassegna delle imprenditrici livornesi
21 March - 29 April Unioncamere Toscana Scuola dell'Olio - "Incontri sulla filiera dell'olio extra vergine di oliva" - 21 mar 29 apr
21 March - 28 May Camera di Commercio Siena - UNISI Corso ELA - Esperti in Legislazione Ambientale
27 March Unioncamere Toscana Filiera del tessile sostenibile - Presentazione dei risultati del progetto - 27 mar
27 March Camera di Commercio Lucca "Tecniche avanzate per operare nei mercati esteri"
28 March Camera di Commercio Pistoia La ricerca di Anteriorità - Il primo passo per tutelare il design industriale - Pistoia 28 mar 2014
28 March Unioncamere Toscana Aleatico: Vino dell'Imperatore
2 April Unioncamere Toscana "Il pesce dimenticato: mens(a) sana in corpore sano"
3 April Camera di Commercio Grosseto La congiuntura economia in provincia di Grosseto
7 April Camera di Commercio Firenze “Tutto quello che sto per dirvi è falso” - Spettacolo Teatrale
7 April Camera di Commercio Pistoia "Naturalis" - Mostra Mercato


Logo Sincert


Stampa