Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  10 -  venerdì 21 marzo 2014 - anno  13
Attività Istituzionale
Alla Toscana il primato delle esportazioniè italiane nel 2013
Il commento del Presidente Galgani

Il Presidente GalganiCommentando i dati contenuti nell'analisi trimestrale sul Commercio estero, condotta dall'Ufficio studi di Unioncamere Toscana, Vasco Galgani - Presidente di Unioncamere Toscana - ha detto: 

 

"L'ultimo report elaborato dal nostro Ufficio studi sul commercio estero evidenzia un segnale importante, rappresentato dalla ripresa sostenuta delle esportazioni toscane verso i paesi dell'Area Euro in corrispondenza dei primi segnali di uscita dalla recessione del mercato interno europeo. La crescita in valore degli scambi assume rilievo per più fattori: sia perché tali flussi sono il sintomo di una ripresa dell'attività produttiva che potrebbe trasmettersi all'intero sistema economico, sia perché si tratta di mercati più facilmente raggiungibili per il nostro tessuto di piccole e micro imprese, sia infine perché verrebbe confermata, a livello europeo, l'importanza di perseguire politiche espansive e orientate alla crescita della domanda interna".


Attività Studi & Ricerche
Le nuove imprese sono più forti della crisi - Crisi economica sconfitta da tre imprese su quattro
Il 75% delle società nate nell'anno orribile 2010 è ancora attiva

" "Le nuove imprese sono più forti della crisi. Lo rivela uno studio di Unioncamere Toscana, secondo il quale il 75 per cento delle società nate in Italia nel 2010, in piena crisi economica, dopo tre anni è in piena attività; un risultato analogo a quello verificatosi nell'immediato periodo pre-crisi: segno evidente che la capacità di adattamento della nostra imprenditoria ha superato ogni spirale recessiva.

 

Nel 2010, uno degli anni orribili della crisi, sono nate circa 410mila imprese in Italia: di queste ne sono rimaste in vita 307mila. In pratica, 3 imprese su 4 sono riuscite a sopravvivere nonostante le difficoltà dello scenario macro-economico. Nel Lazio e nelle regioni del Sud (a eccezione di Abruzzo e Puglia) le imprese sono mediamente più longeve, con l'80% che raggiunge il traguardo dei tre anni. In fondo alla classifica Piemonte, Toscana e Liguria, dove poco più del 70% delle imprese nate nel 2010 è ancora in vita (in Toscana, 21mila attive su 30mila imprese nate nel 2010).

 

Guardando le aziende nate in Italia nel 2005, quando la crisi non era neanche prevista, la percentuale di società attive nel 2008 - tre anni dopo lo start-up - era praticamente la stessa, il 75%. Va tuttavia registrato che, fra i due diversi periodi presi in esame, si è ridotto di oltre 10mila unità (-2,5%) il numero di imprese costituite: la selezione all'ingresso ha consentito di evitare un più elevato livello di "fallimenti".

 

Per le imprese in Lombardia, Emilia Romagna e Campania, la capacità di sopravvivenza nel periodo pre-crisi era addirittura più bassa rispetto a quella di oggi. Il numero di imprese attive dopo un triennio è cresciuto di ben 7 punti percentuali in Lombardia (dal 69% nel 2008 al 76% nel 2013), 2 punti in Emilia Romagna (dal 73% al 75%) e mezzo punto in Campania. Per Lombardia, Emilia Romagna e Campania si registra parallelamente una più elevata riduzione del numero di nuove imprese (-7,3% per l'Emilia Romagna, -5,4% per la Lombardia,  -3,7% per la Campania). In altre regioni, invece, la sopravvivenza a tre anni nel periodo pre-crisi era più alta di oggi: 6 punti percentuali in Abruzzo e 4 punti in Puglia, Umbria, Toscana e Liguria.

 

Per l'artigianato la battaglia per la sopravvivenza risulta tuttavia più dura. Nel 2010 sono nate in Italia circa 110mila aziende artigiane, a tre anni di distanza 73mila sono ancora attive (il 67%). Fra le regioni a maggior vocazione artigiana, la quota di imprese sopravvissute al difficile ultimo triennio è più bassa in Umbria (58%), Toscana (61%), Piemonte (63%) e Veneto (64%), sale invece al 70% in Lombardia e al 71% nelle Marche. Contrariamente al dato generale, prima della crisi finanziaria la capacità di sopravvivenza delle imprese artigiane era più elevata (71% la media italiana per le imprese nate nel 2005 e ancora attive nel 2008), soprattutto in Umbria (dal 72% al 58%), Valle d'Aosta (dal 71% al 60%), Puglia (dal 79% al 68%) e Sardegna (dal 74% al 64%).


Export 2013: si chiude positivamente l'anno per la Toscana con un +4,7%
Nonostante il rallentamento di fine anno (+3,7%), il dato è migliore della media nazionale, trainato da sistema moda, oreficeria e agroalimentare

" "Il 2013 si chiude con il segno più per l'export toscano, +3,7% tra ottobre e dicembre, grazie a primi segnali di diffusa ripresa del mercato interno all'UE28, anche se in fase di rallentamento rispetto alla chiusura dello scorso anno (+9,0% nel IV trimestre 2012). A trainare la crescita dell'export sono i beni di consumo, mentre rimangono in terreno negativo le vendite di beni strumentali e prodotti intermedi. Il rapporto sul commercio estero della Toscana (IV trimestre e anno 2013), elaborato dall'Ufficio Studi di Unioncamere Toscana, fotografa una regione le cui produzioni tipiche trovano una elevata collocazione in una domanda internazionale in crescita, ma ancora fortemente mutevole. In media d'anno la Toscana conferma ancora il primato di crescita fra le regioni esportatrici italiane (+4,7%, seconda solo a Piemonte, +4,9%), mentre dal lato delle importazioni registra un calo (-2,3%) che conferma il persistere di difficoltà nella ripartenza dell'attività produttiva e nella tenuta dei consumi interni.

Mercati e aree di sbocco

 

Nel IV trimestre del 2013 si colgono i primi segnali di ripresa sul mercato europeo, grazie al netto miglioramento delle esportazioni regionali verso l'area UE28 (+7,4% contribuendo per oltre l'80% alla crescita complessiva) e, in particolare, verso i paesi dell'Eurozona (+7%).

Tornano infatti in terreno positivo le esportazioni in Francia (+3,6% grazie a sistema moda, prodotti in metallo, agroalimentare, prodotti chimici per l'agricoltura) e prosegue la crescita delle vendite in Germania (+5,6%), grazie a meccanica (macchine di impiego generale e meccanica strumentale), farmaceutica, agroalimentare. Il ritmo di crescita delle esportazioni verso la Spagna (+8,9%) è sostenuto da cartario, farmaceutica, macchine di impiego generale, automotive; tassi di crescita a due cifre si osservano per le esportazioni in Polonia (+21,3%) con riferimento a tutti i settori della meccanica, al cartario ed al sistema moda. La ripresa della domanda presenta caratteristiche di buona diffusione all'interno dell'area Euro (in positivo anche Austria +9,3% e Romania +7,7%), mentre proseguono le difficoltà per la Grecia (-17,7%).

 

Le vendite verso i paesi europei non Ue mostrano nel trimestre una crescita meno vivace (+3,3%) e, nonostante la ripresa della Turchia (+10,5%), essenzialmente determinata dalla fortissima crescita dei prodotti dell'oreficeria e della farmaceutica, frena nuovamente l'andamento delle esportazioni verso la Russia (-4,2%), per l'effetto base di commesse per macchine di impiego generale contabilizzate a fine 2012. Restano invece in decisa crescita meccanica strumentale, siderurgia, sistema moda.

 

In ulteriore forte rallentamento le esportazioni verso i mercati extra-europei (+0,7%), nonostante la lieve ripresa della domanda proveniente dal continente americano ed, in particolare, degli Stati Uniti (+3,2%,). Si registrano infatti ancora contrazioni nelle vendite di prodotti petroliferi raffinati e di mezzi di trasporto (cantieristica e autoveicoli), mentre performance decisamente positive si osservano per apparecchi elettrici e sistema moda (pelletteria e calzature). Accelera invece ulteriormente il ritmo di crescita delle esportazioni in Asia (+5,1%): spiccano Emirati Arabi (+15,8%) e Repubblica di Corea (+38,7%), ma vanno ancora male Cina (-5,6%) India (-18,2%) e Giappone (-3,9%). Continua la straordinaria crescita delle vendite in Africa (+31,4% e 1,6 p.p.), grazie alla crescita sostenuta degli scambi con l'Algeria (oreficeria, meccanica, beni intermedi del lapideo e della chimica), più che raddoppiati nel periodo.

 

Gli andamenti settoriali

 

Sono i beni di consumo, durevoli (oreficeria e gioielleria +21,1%) e non durevoli (concia-pelle +11,2%), produzioni di settori più "caratteristici" dell'economia regionale, quelli che giocano un ruolo di primo piano nelle performance all'export, e che forniscono sia nel IV trimestre che in media d'anno 2013 i più consistenti contributi alla crescita regionale. La crescita delle esportazioni di beni durevoli nell'ultimo trimestre dell'anno è consentita anche dalla tenuta di cicli e motocicli (+3,7%) e mobili (+2,4%), mentre nella componente non durevole spiccano gli ottimi andamenti di farmaceutica (+12%), e agroalimentare (in particolare oli +15,4% e bevande +7%), abbigliamento e maglieria (+10,3%), altri prodotti tessili (+6,3%).

Persistono le difficoltà sui mercati internazionali per i beni strumentali (-3,6%, con andamenti non brillanti di automotive e cantieristica), mentre persiste il forte decremento dei beni energetici (-41,7%) con una decisa caduta delle vendite dei prodotti derivati dalla raffinazione del petrolio negli Stati Uniti e nei paesi del Sudafrica. Ancora col segno meno le esportazioni dei prodotti intermedi pur al netto dei metalli preziosi (-5,1%), caratterizzato dalla battuta di arresto che interessa il tessile (-5,1%), la siderurgia (-34,2%), gli apparecchi elettrici (-11,2%).


DOCUMENTI ALLEGATI
Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


IV trimestre e anno 2013
- Report
- Comunicato Stampa


Il 75% delle società nate nell’anno orribile 2010 è ancora attiva
- Comunicato Stampa

Notizie dal mondo camerale
Massa Carrara - Indagine di Customer Satisfaction rivolta agli utenti della Camera di Commercio

Logo della Camera di Massa Carrara La Camera di Commercio di Massa-Carrara utilizza strumenti di Customer Satisfaction con lo scopo di individuare le criticità inerenti all'erogazione dei servizi nei confronti dell'utenza per il miglioramento dei processi di erogazione.

La Camera di Commercio di Massa-Carrara è consapevole dell'importanza del giudizio dell'utenza per orientare le scelte dell'amministrazione circa l'erogazione di servizi. L'implementazione di metodologie di valutazione della qualità percepita consente di misurare la corrispondenza tra i livelli di servizio offerti e le aspettative dell'utenza nonché di effettuare in modo indiretto un controllo sull'operato nell'erogazione dei servizi, al fine di promuovere meccanismi di miglioramento nonché la possibilità di fornire servizi qualitativamente elevati.

Conoscere le aspettative e i bisogni dell'utenza, quindi, è elemento imprescindibile per poter garantire un monitoraggio della qualità totale.

La Camera di Commercio di Massa-Carrara, mediante la Customer Satisfaction, è in grado di conoscere e comprendere in modo dinamico i bisogni dei destinatari ultimi delle proprie attività e a riprogettare, di conseguenza, sia le politiche pubbliche che il sistema di erogazione dei servizi, secondo un approccio di "elasticità strategica".

La Customer satisfaction diventa, quindi, strumento di supporto al controllo e quindi, di conseguenza, alla pianificazione strategica, secondo la ciclicità prevista dalla riforma Brunetta, facendo confluire i dati derivanti dal suo sviluppo all'interno della Balanced Scorecard, offrendo parametri utili per valutare la performance realizzata e l'efficacia della strategia intrapresa in termini di valore creato. 
 
Si invita pertanto l'utenza a compilare il questionario


Lucca - La Camera di Commercio è su Facebook

Logo della Camera lucchese La Camera di Commercio di Lucca ha attivato nuovi canali di comunicazione per diffondere informazioni sull'ente e promuovere eventi ed iniziative, creare nuovi spazi di dialogo con i cittadini e le imprese e nuovi canali per raccogliere le loro opinioni e valutare la soddisfazione degli utenti su servizi ed attività istituzionali.

 

 

Clicca mi piace su https://www.facebook.com/CameraCommercioLucca

 


Prato - Turisti per caso?
Nuove proposte per una vocazione turistico-culturale del territorio pratese

Logo della Camera pratese Promuovere una strategia turistica integrata del territorio, per far conoscere le potenzialità del territorio pratese come destinazione strategica per le visite in Toscana. Si è parlato di questo nel corso del convegno "Turisti per caso? Nuove proposte per una vocazione turistico-culturale del territorio pratese" che si è tenuto l'11 marzo scorso nella sala convegni della Camera di Commercio di Prato in via del Romito, 71.

Le città minori sono oggetto di grande attenzione da parte del mercato turistico, soprattutto per l'interesse che suscitano in viaggiatori di livello medio-alto alla ricerca di autenticità.

Ha aperto il convegno Domenico Sturabotti, direttore di Symbola. Nel corso della mattinata Irene Sanesi, economista della cultura, ha poi presentato un nuovo progetto per Prato.

 


Firenze - Alla fiera di Trieste Olio Capitale per difendere la qualità

Logo della Camera fiorentina Per Firenze e la Toscana l'olio extravergine non è solo un prodotto commerciale o la nostra immagine nel mondo, ma un fondamento della cultura e delle tradizioni. Per tutelare il nostro olio extravergine d'oliva la Camera di Commercio di Firenze quest'anno ha partecipato per la prima volta alla fiera "Olio Capitale - 8° Salone degli Oli Extra Vergini Tipici e di Qualità", che si è tenuto alla Stazione marittima di Trieste dal 7 al 10 marzo 2014.

Nello stand della Camera di Commercio di Firenze era possibile degustare le produzioni DOP Chianti Classico e IGP Toscano (in particolare il "Colline di Firenze") di alcune aziende fiorentine selezionate annualmente tra i migliori Oli DOP e IGP della Toscana.

In programma durante la kermesse triestina anche la proiezione del cortometraggio "Olio ad Arte", prodotto da Entr'Arte, che racconta le storie, le curiosità e le tradizioni legate all'olio extravergine d'oliva di Firenze con le voci di Leonardo Romanelli, Annie Féolde (Enoteca Pinchiorri) e con la partecipazione straordinaria di Paolo Poli e Daniela Morozzi.

Di particolare rilievo l'appuntamento di sabato 8 marzo nell'area "Scuola di cucina" della fiera, dove lo chef Emilio Cuk ha presentato al pubblico una ribollita condita con l'olio extravergine d'oliva di Firenze.

Durante la Fiera si è svolta anche l'ottava edizione del Concorso oleario Olio Capitale che, l'anno scorso è stato vinto dall'azienda fiorentina, Il Colle di Bagno a Ripoli, che quest'anno era tra gli espositori mentre quest'anno ha visto due finaliste fiorentine nella Categoria Fruttato Medio, la Fattoria Altomena di Pelago e l'Az. Agr. Giacomo Grassi di Greve in Chianti.

Ma per gli appassionati di olio l'appuntamento era allo stand C24 della Camera di Commercio di Firenze, insieme alle aziende agricole Buonamici di Fiesole (IGP Toscano Colline di Firenze blend), Giacomo e Rolando Grassi di Greve in Chianti (DOP Chianti Classico monocultivar), Reto di Montisoni di Bagno a Ripoli (IGP Toscano blend), Parri di Montespertoli (IGP Toscano blend), S. Leo di Figline Valdarno (IGP Toscano Colline di Firenze - blend), Il Colle di Bagno a Ripoli (IGP Toscano blend).


Pisa - Si tinge di rosa il 2013 delle imprese pisane
Crescono ancora le imprese femminili (+153, +1,5%). Balzo in avanti delle giovani (+13%) e delle straniere (+7,5%)

Logo della Camera pisana Ancora in crescita, nel 2013, l'universo delle imprese femminili: a dirlo sono le elaborazioni effettuate dall'Ufficio Studi della Camera di Commercio di Pisa sulla banca dati Infocamere-Stockview. In virtù di un saldo positivo tra iscritte e cessate pari a 153 unità, il totale delle imprese "in rosa" raggiunge nella nostra provincia quota 10.079 aziende. Il tasso di crescita del 2013 (+1,5%), che spicca ancor di più se messo a confronto con quello regionale e nazionale, rispettivamente +0,7% e +0,6%, accresce il "tasso di femminilizzazione" della provincia di Pisa (23,3%) che arriva ad un passo dalla media nazionale (23,6%) e a poco più di un punto da quella toscana (24,4%). Le dinamiche territoriali evidenziano contributi positivi da quasi tutte le macro aree: tra queste è la Val d'Era a mostrare la crescita più significativa +2,7% (+78 unità), seguita dall'Area Pisana +1,5% (+59 unità) e dal Valdarno Inferiore +1,1% (+24 imprese), l'unica eccezione è rappresentata della Val di Cecina -0,7% (-8 imprese).

 

GIOVANI E STRANIERE

Determinante nella crescita delle aziende "in rosa" è il ruolo delle imprese "giovanili", +166 unità (pari ad un tasso di crescita del +13,0%) e di quelle guidate da imprenditrici straniere +72 unità (tasso di crescita +7,5%). Si tratta di progressi che aumentano l'incidenza delle due categorie sul totale delle imprese femminili che tocca, rispettivamente, il 12,6% (1.263 unità guidate da giovani donne) e 9,9% (996 aziende amministrate da donne straniere). Poco sotto un punto percentuale (+0,9%), ma pur sempre positivo, il contributo delle aziende femminili guidate da italiane.

 

IL BILANCIO DEI SETTORI

Non riserva particolari sorprese l'analisi dei settori: le altre attività di servizi per la persona (centri estetici, parrucchieri, centri benessere, ecc..) sono ancora il comparto più popolato da imprese femminili (il 52,6% delle imprese è guidato da donne), seguito dalle confezioni di articoli di abbigliamento (quota 43,1%) e dai servizi di alloggio (37,8% hotel, B&B, ecc.). Nel commercio al dettaglio e della ristorazione e bar è invece "in rosa" un'impresa su tre, mentre percentuali decisamente inferiori si registrano per i servizi di trasporto e magazzinaggio (12,9%) ed il commercio e riparazione di autoveicoli (10,1%).

Quanto alla crescita le imprese femminili avanzano molto nelle attività di ristorazione e bar (+41 aziende, +5,3%), nelle altre attività di servizi per la persona (+13, +1,4%) e, all'interno del manifatturiero, delle confezioni (+10, +6,3%). Le donne arretrano invece in agricoltura (-26 unità, -2,1%): un fenomeno peraltro comune al complesso del sistema imprenditoriale pisano.

 

LE FORME GIURIDICHE

In termini assoluti, anche nel 2013, è proseguito il rafforzamento delle ditte individuali (+80 imprese, +1,3%) e delle società di capitali (+70 imprese, +4,6%) che rappresentano rispettivamente il 60,8% e il 15,8% delle aziende guidate da donne. In termini relativi è da segnalare il +7,5% (+6 unità) delle cooperative; lieve flessione, invece, per le Società di persone (-3 unità, -0,1%).

 

Il commento del Presidente Pierfrancesco Pacini

"In un settore, come quello dell'imprenditoria, dove non esistono le quote rosa - afferma Piefrancesco Pacini, Presidente della Camera di Commercio di Pisa - l'universo femminile continua a guadagnare terreno grazie alla componente straniera e giovanile. Seppur positiva, la crescita delle imprese condotte da donne si presta ad una duplice interpretazione. Se da un lato, infatti, le imprese femminili sembrano affrontare la crisi con maggior determinazione, dall'altro è anche vero che le donne stanno scendendo in campo per sostenere il reddito familiare crollato a causa della mancanza, o addirittura della perdita, del lavoro. Un approccio che, comunque lo si voglia leggere, mette in luce alcuni tratti distintivi dello stile imprenditoriale femminile come la capacità di assegnare un valore centrale ad un sistema a rete che include lavoro, famiglia e comunità assieme a indubbie abilità e capacità relazionali."


Pistoia - Camera di Commercio e “Boot Camp for student” per l’educazione economica degli Istituti superiori

Logo della Camera di Pistoia E' in pieno svolgimento il progetto "Boot Camp for student" tramite il quale la Camera di Commercio di Pistoia mira a promuovere la diffusione della cultura d'impresa e l'orientamento al lavoro autonomo, presso gli studenti degli istituti superiori del territorio, con il fine di favorire l'occupazione e creare una coscienza del "fare impresa" capace di rendere le idee dei giovani "business".

Si tratta di un progetto strutturato che prevede cinque seminari di orientamento finalizzati ad avvicinare i giovani studenti al mondo dell'imprenditoria attraverso la diffusione della cultura d'impresa. Si vogliono favorire l'attitudine all'autoimpiego e le conoscenze necessarie per poter entrare nel mondo dell'imprenditoria.

Sono otto gli istituti scolastici della provincia di Pistoia che hanno aderito al progetto con un coinvolgimento di circa 900 studenti.

 

Altre informazioni sull'attività della Camera di Commercio di Pistoia nei confronti del mondo della scuola

La Camera di Commercio di Pistoia è impegnata in attività finalizzate a collegare il sistema delle imprese al sistema delle scuole e delle Università, con l'obiettivo di sviluppare e potenziare servizi per la formazione e per l'occupazione.

Sia la Legge 53/03, "Riforma Moratti", che il decreto di riforma delle Camere di Commercio  (D.Lgs. 23/2010) attribuiscono un ruolo centrale alle Camere di Commercio in qualità di enti di raccordo tra scuola e mondo dell'impresa, per la progettazione, l'attuazione e la valutazione di percorsi di formazione e attività seminariali.

In riferimento alle nuove competenze relative alla "cooperazione con le istituzioni scolastiche e universitarie, in materia di alternanza scuola-lavoro e per l'orientamento al lavoro e alle professioni", la Camera di Commercio di Pistoia vanta una considerevole attività di iniziative rivolte al mondo della scuola.

Tra queste vale segnalare:

 

Progetto Impresa in azione

Si tratta di un progetto rivolto alle classi 4e delle scuole superiori e che prevede la costituzione di una impresa di studenti.

Le imprese di studenti sono delle vere e proprie imprese che devono attuare tutto il percorso necessario alla loro costituzione (salvo l'autenticazione pubblica dell'atto costitutivo e l'iscrizione alla Camera di Commercio)e si devono poi confrontare fra loro in una fiera competitiva che si svolge di norma nel mese di maggio. Le prime classificate vanno poi alla competizione nazionale.

Il progetto arrivato per la nostra provincia alla 5^ annualità è assimilato ad una attività di alternanza scuola lavoro ed è a tal fine riconosciuto dall'ufficio scolastico regionale.

 

Finanziamento di stage all'estero

Si tratta del riconoscimento di borse di tirocinio formativo per studenti e borse per le attività di tutoring per docenti per stage in contesti internazionali a seguito di specifico bando. Il progetto è stato presentato per due annualità.

Hanno partecipato 3 scuole: l'Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali, Turistici e Socio sanitari Luigi Einaudi di Pistoia, l'Istituto Professionale di Stato per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera F. Martini di Montecatini Terme e il liceo artistico Petrocchi di Pistoia.

Nel 2012 sono stati erogati circa 10.000 euro per 26 studenti interessati

Nel 2013 sono stati erogati 18.500 euro per 50 studenti interessati

 

Attività Formativa

Nell'ambito delle iniziative legate alla diffusione della cultura dell'innovazione e della tutela della proprietà intellettuale nel 2013 la Camera di Commercio ha organizzato un ciclo di seminari di orientamento nelle scuole del territorio per un totale di 7 incontri


Arezzo - Voluntary disclosure: riportare ricchezza nel paese

Logo della Camera di Arezzo Il 17 marzo scorso la Camera di Commercio di Arezzo e Banca Etruria, in collaborazione con l'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Arezzo, hanno organizzato, nei locali della Borsa Merci di Piazza Risorgimento, il convegno "Voluntary Disclosure: Rientro dei capitali italiani all'estero". Il cui obiettivo comune  era quello di fornire conoscenze approfondite agli specialisti e a tutti i contribuenti che vogliano regolarizzare la propria posizione fiscale.

Nel corso dell'incontro sono state approfondite le disposizioni della voluntary disclosure, una sorta di dichiarazione volontaria che permette a chi detiene capitali all'estero non ancora denunciati al Fisco Italiano di mettersi in regola.

 


Livorno - E’ aperto il bando per l’iscrizione al registro italiano delle Imprese storiche
Possono iscriversi quelle che hanno un secolo di vita

Logo della Camera livornese Sono aperte le iscrizioni al Registro nazionale delle imprese storiche, disponibile sul sito istituzionale dell'Unioncamere www.unioncamere.gov.it. Il Registro è stato istituito tre anni fa per incoraggiare e premiare quelle imprese che nel tempo hanno trasmesso alle generazioni successive un patrimonio di esperienze e valori imprenditoriali.

 

L'iniziativa è rivolta a tutte le imprese di qualsiasi forma giuridica operanti in qualsiasi settore economico, iscritte nel Registro delle imprese e attive, con esercizio ininterrotto dell'attività nell'ambito del medesimo settore merceologico per un periodo non inferiore a 100 anni. Tale requisito temporale deve essere maturato al 31 dicembre 2013 (quindi l'attività deve esistere almeno dal 1913).

 

Le imprese interessate possono presentare domanda di iscrizione nel Registro utilizzando la modulistica disponibile sul sito web della Camera www.li.camcom.gov.it o presso l'ufficio Segreteria della Camera di Commercio, fino al 30 giugno. Dovranno corredare la loro domanda con una relazione sulla vita dell'azienda e con la documentazione storica utile a dimostrare la data di avvio dell'attività o della costituzione, qualora queste non coincidano con quelle risultanti dalla visura camerale.

 

Un apposito Gruppo di lavoro, costituito presso l'Unioncamere, sovrintende alla tenuta e all'aggiornamento del Registro, inserendo nel medesimo le imprese riconosciute come storiche; con le modalità individuate dal Gruppo di lavoro saranno cancellate d'ufficio quelle imprese che nel tempo avranno perso i requisiti.

 

L'istituzione del Registro delle Imprese storiche italiane è stata molto gradita dalle imprese italiane che possono vantare una lunghissima vita: ad oggi vi sono iscritte oltre 2.200 ditte.

 

Anche a Livorno e provincia il riscontro è stato piuttosto consistente, se si pensa che ben 40 imprese sono state dichiarate storiche ed hanno ricevuto l'attestato di iscrizione del quale possono a ragione vantarsi.


Firenze – Contributi a favore delle imprese
Agricoltura, Industria e artigianato beneficiano di tre bandi

Logo della Camera fiorentina La Camera di Commercio di Firenze ha pubblicato, il 17 marzo scorso, tre bandi per la concessione di contributi alle iniziative del sistema delle imprese per l'anno 2014. I termini per la presentazione dei relativi progetti promozionali, destinati alle imprese dei settore dell'agricoltura, dell'industria e dell'artigianato, si chiuderanno venerdì 11 aprile 2014.

 

 

Settore Agricoltura - Contributo di €. 120.000,00 così suddiviso:

  • € 40.000 per il settore olivicolo
  • € 40.000 per il settore vitivinicolo
  • € 30.000 per il settore zootecnico
  • € 10.000 per il settore della produzione dello zafferano

I progetti selezionati riceveranno un contributo a fondo perduto che può arrivare fino al 70% delle spese preventivate.
In allegato la presentazione completa, il bando e i moduli di domanda.

 

Lista allegati (cliccare i link per eseguire il download)

 

Settore Industria - Contributo di €. 70.000,00


I progetti selezionati riceveranno un contributo a fondo perduto che può arrivare fino al 70% delle spese preventivate.

 

Lista allegati (cliccare i link per eseguire il download)

 

Settore Artigianato - Contributo di €. 70.000,00


I progetti selezionati riceveranno un contributo a fondo perduto che può arrivare fino al 70% delle

 

Lista allegati (cliccare i link per eseguire il download)


Lucca - "Tecniche avanzate per operare nei mercati esteri", un minimaster sul Marketing

Logo della Camera lucchese Le grandi strategie, come le grandi opere d'arte o le grandi scoperte scientifiche, richiedono la padronanza degli aspetti tecnici per la loro realizzazione così come l'efficacia delle azioni commerciali e di marketing non possono prescindere dalla definizione degli aspetti legati alla sicurezza del pagamento.

 

Il 27 marzo prende presso la sede della Camera di Commercio di Lucca  il via il Minimaster "Tecniche avanzate per operare nei mercati esteri", che propone di:

  • Offrire strumenti, conoscenze e applicazioni tecniche per affrontare e gestire piani di sviluppo sui mercati internazionali;
  • favorire lo sviluppo delle competenze utili a saper individuare i punti di criticità, gli obblighi e le responsabilità delle parti attrici in un contratto anche con riferimento alle condizioni di consegna della merce;
  • favorire l'individuazione dello strumento finanziario più adeguato all'operazione specifica gli strumenti di copertura più efficaci per ridurre il rischio di credito derivante dalle vendite sui mercati internazionali al fine di mettere in "sicurezza" i propri crediti;
  • analizzare la normativa internazionale che disciplina le operazioni documentarie (incassi e crediti documentari) e le garanzie per comprendere meglio la natura giuridica, le caratteristiche e la tecnica delle diverse forme di credito documentario e di garanzie bancaria;
  • esaminare la casistica più significativa sviluppatasi in ambito internazionale con particolare riferimento alle "condizioni" e ai "passi" da compiere dal ricevimento di una richiesta di offerta fino alla conclusione del contratto, alla spedizione della merce e/o allo sdoganamento della stessa, al pagamento e all'incasso del prezzo.

 

Per iscrizioni ed informazioni sui programmi ed i costi: www.lu.camcom.it/ sezione Iscrizione corsi e seminari


Prato - Vinitaly e Sol: le eccellenze del territorio in vetrina a Verona
Dal 6 al 9 aprile le due kermesse con una nutrita partecipazione di aziende pratesi

Logo della Camera pratese Si avvicina il momento della trasferta veronese per le aziende del territorio di Prato che parteciperanno dal 6 al 9 aprile alle nuove edizioni di Vinitaly e SOL, le due manifestazioni di eccellenza dedicate al vino e all'olio extravergine di oliva, che ogni anno richiamano a Verona operatori e compratori da tutto il mondo. Dal 6 al 9 aprile nelle due manifestazioni la Camera di Commercio ha messo a disposizione due stand dove gli operatori potranno presentare i propri prodotti ed entrare in contatto con un pubblico proveniente da tutto il mondo, una vetrina che è un appuntamento irrinunciabile.

 

VINITALY

Lo stand camerale (collocato nel Padiglione 9 (Toscana) Stand D14) ospiterà le aziende del Consorzio per la valorizzazione dei Vini di Carmignano che hanno aderito all'iniziativa.

Saranno presenti: Piaggia, Fattoria Ambra, Immobiliare Castelvecchio, Azienda Agricola Pratesi, Podere Il Sassolo, Tenuta di Capezzana, Artimino Spa, Podere Allocco, Colline San Biagio, La Borriana, Tenuta Le Farnete.

All'interno dello stand saranno offerte degustazioni di vini con personale specializzato ed è stata anche allestita un'area per agevolare incontri BtoB

Quella che sta per aprirsi a Verona si annuncia come una edizione di Vinitay da record, grazie a una partecipazione straordinaria di operatori che ha costretto l'ente fiera ad aumentare la superficie espositiva.

 

SOL&Agrifood -

Lo stand camerale (collocate nell'Area C SAG Stand 61) ospiterà gli operatori che sono risultati finalisti al Concorso Oleum Nostrum, che potranno far conoscere le proprie produzioni a un pubblico sempre più attento al mondo dell'olio. Il mercato dell'olio ha infatti delle grandi potenzialità e quello pratese si sta già distinguendo per la sua qualità.

Sono infatti due le aziende del territorio che hanno ricevuto la "Gran Menzione" al SOL d'Oro, al termine di una selezione molto rigida che ha messo a confronto oli da tutto il mondo.

Una settimana di degustazioni alla "cieca" da parte di un qualificato panel di 13 giudici internazionali provenienti da Italia, Cile, Grecia, Slovenia e Spagna ha decretato i migliori oli extravergine d'oliva (suddivisi in cinque categorie - fruttato leggero, medio, intenso, monovarietale e biologico) tra quasi 250 campioni (+25% sul 2013) provenienti da Italia, Cile, Uruguay, Libano, Portogallo, Spagna, Slovenia, Croazia, Turchia e Grecia.

Tra le aziende che hanno meritato la Gran Menzione ci sono state dunque anche due aziende pratesi:

  • Il Moraiolo, nella sezione Olio Biologico
  • la Tenuta di Bagnolo, nella sezione Fruttato Medio

Ecco le aziende che saranno presenti nello stand camerale:

 

 

Azienda Agricola Il Moraiolo di Gherardelli Marisa

PRATO

Fattoria di Savignano - Investex spa

VAIANO

Immobiliare Castelvecchio srl

CARMIGNANO

Damerini Francesco

CARMIGNANO

Fattoria delle Ginestre soc. agr. s.s.

CARMIGNANO

Artimino spa

CARMIGNANO

Az. Agr. Del Bello di Puccianti Pierina Maria

VAIANO

Podere Midolla di Rastrelli Antonella Giulia

CARMIGNANO

Montecucchi di Guasti Edi

CARMIGNANO

Tenuta di Bagnolo di Morrocchi Pancrazi Cristina

MONTEMURLO

 


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
25 febbraio - 25 marzo Camera di Commercio Lucca Operatori turistici 2.0
12 - 21 marzo Camera di Commercio Lucca Come aprire un B&B in Toscana ...
14 - 21 marzo Camera di Commercio Lucca L’analisi di bilancio per controllare l’impresa con l’utilizzo di excell
20 - 21 marzo Camera di Commercio Lucca Verde e Business: avviare un orto a km 0
21 marzo - 28 maggio Camera di Commercio Siena - UNISI Corso ELA - Esperti in Legislazione Ambientale
21 marzo - 29 aprile Unioncamere Toscana Scuola dell'Olio - "Incontri sulla filiera dell'olio extra vergine di oliva" - 21 mar 29 apr
21 marzo Camera di Commercio Prato La ricerca di Anteriorità - Il primo passo per creare un buon marchio - Prato 21 mar 2014
21 - 23 marzo Camera di Commercio Livorno "Vieni a Conoscerci" Rassegna delle imprenditrici livornesi
27 marzo Camera di Commercio Lucca "Tecniche avanzate per operare nei mercati esteri"
27 marzo Unioncamere Toscana Filiera del tessile sostenibile - Presentazione dei risultati del progetto - 27 mar
28 marzo Unioncamere Toscana Aleatico: Vino dell'Imperatore
28 marzo Camera di Commercio Pistoia La ricerca di Anteriorità - Il primo passo per tutelare il design industriale - Pistoia 28 mar 2014
2 aprile Unioncamere Toscana "Il pesce dimenticato: mens(a) sana in corpore sano"
3 aprile Camera di Commercio Grosseto La congiuntura economia in provincia di Grosseto
7 aprile Camera di Commercio Firenze “Tutto quello che sto per dirvi è falso” - Spettacolo Teatrale
7 aprile Camera di Commercio Pistoia "Naturalis" - Mostra Mercato
9 aprile Camara di Commercio Massa Carrara "MUD 2014 ed operatività SISTRI"
10 aprile Camera di Commercio Pistoia Per gli aspiranti imprenditori: nasce a Pistoia un servizio gratuito di informazioni e primo orientamento
11 aprile Camere di Commercio Pistoia e Prato Accordo per lo svolgimento comune di servizi
11 aprile Camera di Commercio Pisa Ricerca e Analisi brevettuale - Quali vantaggi per le imprese ? - Pisa 11 apr 2014
11 aprile Unioncamere Toscana Scuola dell'Olio - Seminario Tecnico Informativo - 11 apr 2014
11 aprile PromoFirenze Seminario "La Nuova Sabatini”
14 aprile Camera di Commercio Prato Made in Italy: la storia oltre il prodotto
15 aprile PromoFirenze Incontro tecnico " Lo sfruttamento economici del brevetto per invenzione"
15 aprile Camera di Commercio Prato Rivoluzione Industriale Digitale ed Economia Open Source
15 aprile Camera di Commercio Lucca Ricerca, Analisi e Valutazione dei fornitori
16 aprile Camera di Commercio Massa Carrara Seminario "L'Esportazione"
24 aprile - 1 maggio Fortezza da Basso Firenze Mostra Internazionale dell'Artigianato
28 aprile Fortezza da Basso - Firenze Galleria dell'Artigianato - Presentazione evento
28 aprile Camera di Commercio Lucca Campagna olearia 2014 - La difesa dalla mosca delle olive - Lucca
6 maggio Società Dante Alighieri - Roma Passione Maremma - Wine&FoodShire 2014 - Conferenza Stampa
8 - 9 maggio Camera di Commercio Lucca Come scrivere una proposta di successo
8 maggio Camera di Commercio Firenze 9° Censimento dell'Industria e dei Servizi e delle Istituzioni Non Profit
8 maggio - 5 giugno Camera di Commercio Lucca “Il successo nella vendita: dalle tecniche alle strategie vincenti”
9 maggio Camera di Commercio Pistoia Tre bandi per lo START-UP d'impresa in provincia di Pistoia
12 maggio Camera di Commercio Pisa Presentazione del bilancio e dei risultati della Camera di Commercio nel 2013
16 maggio - 14 settembre Camera di Commercio Arezzo GodFashion - Il caldo abbraccio del Casentino "Tra le Ali di Icaro"
19 maggio Camera di Commercio Pisa "Impresa in azione" Toscana 2014 - Manifestazione conclusiva
20 maggio AssoCantuccini denominazione IGP "Cantuccini Toscani"
20 maggio CIF - Camera di Commercio Firenze "Donne ... che impresa !"
20 maggio Camera di Commercio Livorno L'Ambasciatore Armeno incontra le imprese livornesi


Logo Sincert


Stampa