Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  11 -  Friday, March 28, 2014 - anno  13
Attività Istituzionale
“Il pesce dimenticato: mens(a) sana in corpore sano”
Presentazione della terza fase del progetto

" "Regione e Unioncamere Toscana presentano alla stampa, mercoledì 2 aprile alle ore 11.30, il progetto: "IL PESCE DIMENTICATO: MENS(A) SANA IN CORPORE SANO". Dopo i ristoranti e le scuole alberghiere, la campagna promozionale per far conoscere il pesce dimenticato quest'anno si rivolge alle mense: scolastiche (primarie e scuole materne), aziendali e del Terzo Settore. Oltre all'obiettivo culturale di far conoscere queste specie sottoutilizzate, c'è l'obiettivo economico di instaurare rapporti commerciali duraturi tra il settore ittico ed il sistema "mensa" e quello sociale che vede l'inizio di una collaborazione con le mense per disagiati grazie alla fornitura gratuita dell'invenduto di alcune cooperative di pesca.

Interverranno, GIANNI SALVADORI, Assessore all'Agricoltura Regione Toscana; ENRICO CIABATTI, Segretario Generale Unioncamere Toscana; ETTORE IANI', Presidente Lega Pesca Nazionale; CLAUDIO VANNI, Responsabile Comunicazione Unicoop Firenze; ALESSANDRO MARTINI, Direttore Caritas Toscana


DOCUMENTI ALLEGATI
IL GUSTO È UN’ARTE - Vetrina Toscana e la “maniera moderna”: dall’agricoltura alla cucina passando attraverso l’arte

In occasione della grande mostra Pontormo e Rosso Fiorentino. Divergenti vie della "maniera" che si tiene a Palazzo Strozzi fino al 20 luglio 2014, Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove i ristoranti e le botteghe che utilizzano i prodotti del territorio ha proposto, il 20 marzo scorso, un viaggio nei sapori dell'epoca nel corso del quale il ristorante Mastro Ciliegia ha presentato un menù, valido per tutto il periodo della mostra, elaborato dal cuoco Giuseppe Alessi, sulla base di documenti storici delle committenze degli artisti tra cui lo stesso "Diario" del Pontormo. Una scelta di piatti che ha permette di vivere questo grande evento anche al di fuori delle mura di Palazzo Strozzi e di far immergere ancora di più il visitatore nell'atmosfera del periodo.

 

Il Pontormo e il Rosso Fiorentino furono fra i pittori più anticonformisti e spregiudicati e protagonisti del nuovo modo di intendere l'arte che Giorgio Vasari chiama "maniera moderna", e quest'aria di cambiamento portata dai due artisti nella pittura si rispecchia nell'innovazione che anche in cucina e a tavola arrivò a influenzare, con la decisiva complicità della magnificenza medicea, la scena europea.

 

Un nuovo modo di intendere l'arte culinaria che trasformerà i piatti arricchendoli con l'uso di spezie, verdure, e introdurrà l'utilizzo delle posate. Un'innovazione tanto importante da influenzare tutta l'Europa e tale da trasformare la cucina da semplice soddisfazione di un bisogno primario a espressione elegante e raffinata della vita di corte. "Questa, la cucina, è una delle cose di cui siamo debitori ai voluttuosi italiani che seguirono la corte dei medici" (D. Diderot).

 

Per la realizzazione del menù sono stati utilizzati prodotti forniti da aziende "innovative" vincitrici del concorso della Provincia di Firenze: "Un futuro da coltivare" che ha premiato le migliori esperienze di agricoltura multifunzionale e civica, divise per sezioni tematiche.

 

Il concorso conclude il progetto della Provincia di Firenze "Terre Fiorenti" che si propone di dare visibilità alle tante pratiche virtuose in tema di agricoltura civica presentando esperienze innovative sperimentate in Toscana tra cui: la valorizzazione del territorio e tutela dell'ambiente, la produzione di agro-energie, il miglioramento dei servizi.

 

Vetrina Toscana sempre di più si afferma come progetto collettore di esperienze che riesce a "fare sistema" per consentire alle imprese di crescere grazie alla capacità di far interagire mondi diversi: dalla filiera di produzione, alla ristorazione, all'arte e alla cultura.

 

Dal prodotto alla ristorazione, dalla grande arte all'arte culinaria, la "maniera moderna" rappresenta la capacità di divergere e sperimentare, di innovare che ha reso la Toscana unica nel mondo.

 

 


Scuola dell'Olio - l'11 aprile a Villa Montepaldi il Seminario tecnico per assaggiatori

" "Villa Montepaldi di San Casciano Val di Pesa sarà la cornice nella quale si svolgerà, il prossimo 11 aprile, il Seminario tecnico informativo rivolto agli iscritti all'articolazione regionale dell'elenco nazionale degli assaggiatori di olio di oliva vergine.

L'iniziativa viene realizzata da Regione Toscana e Unioncamere Toscana, con la collaborazione del Laboratorio Chimico di PromoFirenze, nell'ambito della prima annualità del progetto "Scuola dell'Olio". L'incontro sarà l'occasione per illustrare le attività già svolte e quelle in programma nell'ambito della "Scuola dell'Olio", tra cui il progetto di ricerca "Le proprietà culinarie e le funzionalità sensoriali degli oli extravergini toscani", realizzato dal Dipartimento GESAAF dell'Università di Firenze e dal Laboratorio Chimico di Firenze e finanziato dall'Unione Regionale con risorse della "Scuola dell'Olio". Saranno presentati i risultati del ring test nazionale e regionale e dell'ultima Selezione regionale degli oli extravergini di oliva DOP e IGP della Toscana, iniziativa che evidenzia un trend positivo sia in termini di quantità di campioni di oli selezionati che di accresciuta qualità.

I partecipanti saranno informati circa gli aggiornamenti normativi relativi alla filiera olivicolo-olearia oltre a poter partecipare ad un assaggio guidato di alcuni campioni di oli dell'ultimo ring test regionale.

La partecipazione è gratuita. Il seminario si rivolge agli assaggiatori ma è aperto alle aziende del settore ed agli interessati. E' gradita l'iscrizione alla Segreteria organizzativa.

 


DOCUMENTI ALLEGATI
Attività Studi & Ricerche
Italia, Grande Bellezza da 28 miliardi all'anno per gli USA - Italy, a 28 billion Euros Great Beauty for U.S.
Arriva a Roma il Presidente Obama e Unioncamere Toscana calcola il valore generato dagli americani sul nostro territorio. Galgani: "Pronti a sviluppare nuovi rapporti economici"

Il Presidente ObamaE' di oltre 28 miliardi di euro annui il valore complessivo del business Italia-USA, cioè dei flussi commerciali e turistici attivati nel nostro Paese dalla domanda statunitense, considerando anche la spesa degli studenti americani in Italia.  Il nostro Paese rappresenta la prima destinazione internazionale richiesta dalla clientela ai tour operator statunitensi e, dopo il Regno Unito, la seconda meta privilegiata per programmi di study abroad.

 

Da giovedì 27 marzo il Presidente Usa Barack Obama è in visita ufficiale nel nostro Paese e in occasione dell'evento, denso di incontri politici ed economici, uno studio di Unioncamere Toscana stima l'impatto diretto delle relazioni con gli Stati Uniti nelle diverse regioni italiane, secondo un indice sintetico che racchiude componenti sia di tipo economico che di tipo sociale. L'indice vede al primo posto il Lazio, seguito a pari merito da Toscana e Lombardia, dunque Veneto, Emilia Romagna, Campania e Sicilia.

 

Roma, Firenze e Venezia esercitano un potere attrattivo molto forte in termini di qualità della vita, patrimonio artistico e culturale. Grazie al traino di questi tre capoluoghi, Lazio, Toscana e Veneto sono le regioni privilegiate da chi vuole trascorrere un periodo in Italia: la "grande bellezza" di questi luoghi vale oltre 3 milioni di arrivi all'anno in strutture ufficiali (il 72% dei viaggiatori americani in Italia) e più di 8 milioni di pernottamenti in queste tre regioni, con una spesa stimata di oltre 600 milioni di euro in Lazio di 300 milioni in Toscana e di 200 milioni in Veneto. Tra le mete turistiche privilegiate segue, a distanza, la Campania (7,5%).

 

Lazio e Toscana rappresentano uno status-symbol culturale anche per gli studenti americani, che in Italia prediligono le materie umanistiche: nelle due regioni, tra università americane e università nazionali pubbliche, sono presenti oltre l'80% degli studenti USA per periodi di study abroad. A fronte di brevi periodi di permanenza (la media tra i vari programmi di studio è di un mese e mezzo) i livelli di spesa risultano particolarmente elevati: oltre 19 milioni di euro annui in Lazio e quasi 14 milioni in Toscana. Lazio, Lombardia e Toscana sono le regioni dove gli americani amano stabilire la loro residenza nel nostro Paese e possibilmente aprire un'attività.

 

"Sono convinto che la relazione costruita tra gli Stati Uniti e l'Italia sia forte, ben radicata e pronta a cementarsi ancora di più sul piano politico ed economico con la visita di Obama in Italia, anche perché nasce da una profonda storia comune che è stata determinante per lo sviluppo nell'ultimo mezzo secolo", ha sottolineato il presidente di Unioncamere Toscana, Vasco Galgani.

 

 

Nonostante la crisi, infatti, gli Stati Uniti rimangono il primo partner commerciale dell'Italia tra i Paesi extra-UE. Chi viene in Italia per affari sceglie sicuramente la Lombardia, che è la prima regione per numero di imprenditori americani in Italia (il 23% del totale), per un valore complessivo dei flussi commerciali Italia-USA di 6,5 miliardi di euro, davanti a Emilia Romagna (4 miliardi) e Veneto (3,3 miliardi). La principale attività è il commercio, ma in Sicilia, Campania e Toscana gli imprenditori USA prediligono lavorare intorno al patrimonio naturale per avviare attività legate all'agricoltura e all'industria agroalimentare.

 

 

L'indice sintentico contiene una componente "business" (valore dell'export italiano negli Stati Uniti, spesa dei turisti americani in Italia, spesa degli studenti americani in università italiane/americane in Italia) e una componente "sociale" (cittadini americani residenti in Italia, persone di nazionalità americana con cariche in imprese italiane, numero di studenti americani presenti nelle nostre università) delle relazioni con gli USA per le singole regioni.

 

 

 


Italy, a 28 billion Euros Great Beauty for U.S.
On Thursady President Obama will arrive in Rome. Unioncamere Toscana calculates the value generated by the Americans in our Country. Galgani: "Ready to improve our economic relationship"
 

 

It is over 28 billion Euros per year the total value of the Italy-US business: trade and tourism flows triggered by the U.S. demand in our Country, besides the expenditure of American students in Italy. Our country is the first international destination requested by customers of United States tour operators, and after the United Kingdom, the second favorite destination for study abroad programs.

 

 

Thursday, March 27 U.S. President Barack Obama will pay an official visit to our Country with political and economic meetings: a study of Unioncamere Toscana estimates the direct impact of the relationships with the United States in different Italian regions, according to a composite index that includes both economic and social components. At the first place we find Lazio, immediately followed by Tuscany and Lombardy, Veneto, Emilia Romagna, Campania and Sicily.

 

 

Rome, Florence and Venice have a strong appeal in terms of quality of life, artistic and cultural heritage. Thanks to the driving force of their three capital cities, Lazio, Tuscany and Veneto are the preferred regions by those who want to spend some time in Italy. The "Great Beauty" provides the three regions over 3 million arrivals in official structures per year (72% of American travelers in Italy) and more than 8 million bookings, with an estimated expenditure of over  600 million Euros in Lazio, 300 million Euros in Tuscany and 200 million Euros in Veneto. Next on the list of favorite tourist destination is Campania, with 7.5%.

 

 

Lazio and Tuscany represent a cultural status symbol for American students as well, who prefer to study Humanistic and Social Sciences in Italy. Considering enrollment in the both U.S. universities and Italian public universities there are more than 80% of U.S. students studying abroad in the two regions. Looking at short stay periods, spending levels are particularly high: more than 19 million Euros per year in Lazio and almost 14 million in Tuscany.

 

 

 "i believe in a strong relationship with the U.S., ready to grow even more with Obama's visit to Italy. It comes from a deep common history which was indispensable for the development of our Countries in the last half century," President of Unioncamere Toscana, Vasco Galgani, said.

 

 

 

Despite the crisis, the United States remain the top trading partner among the non-EU countries. Those coming to Italy for business undoubtedly choose Lombardy, which is the Italian first region a number of American entrepreneurs (23% of total) travel to. The total value of trade flows between  the US and Lombardy is € 6.5 billion, followed by Emilia Romagna (4 billion) and Veneto (3.3 billion). The main activities carried out in Italy are related to trade, but U.S. entrepreneurs in Sicily, Campania and Tuscany prefer to launch activities related to agriculture and agri-food industry.

 

 

The composite index is a combination of  the "business" component (value of Italian export toward the U.S.A., expediture of American travelers in Italy, students expediture in Italian/American universities in Italy) and the "social " component (American citizens residing in Italy, people who have the American  nationality  with various posts in Italian companies, American students studying in our universities) of the relationships with the United States for single regions.

 

 

 

" "

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


Italy, a 28 billion Euros Great Beauty for U.S.
- Comunicato Stampa

Notizie dal mondo camerale
Pisa - la Camera di Commercio scrive al Ministro per Volterra

Logo della Camera pisana Pisa, il Presidente della Camera di Commercio ha inviato una lettera al Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi per chiedere risorse straordinarie da destinare al rifacimento e messa in sicurezza delle strade che portano a Volterra.

Se non si provvederà al più presto a ripristinare la viabilità della zona, lo stato attuale - scrive il Presidente Pacini - andrà "a penalizzare ulteriormente l'imprenditoria e provocherà senza dubbio una battuta d'arresto a quel flusso turistico che da anni, superato il periodo trainante del settore dell'alabastro, rappresenta il principale apporto di ossigeno all'economia volterrana."

Volterra racchiude un patrimonio di arte, storia e cultura che non appartiene solo alla provincia di Pisa: è un patrimonio di portata mondiale, e deve essere tutelato.

La Camera di Commercio plaude alle iniziative intraprese per candidare la città a patrimonio UNESCO; tuttavia non è pensabile perseguire questa via se non si garantiscono le condizioni infrastrutturali necessarie per un agevole accesso alla città.

 

Testo lettera:

Onorevole Ministro,

in qualità di Presidente della Camera di Commercio di Pisa, mi preme evidenziarle lo stato di estrema criticità in cui versa la città di Volterra dopo le piogge e le frane che ne hanno dissestato le Mura medievali e le vie di accesso.

Gli interventi di cui necessita questo luogo storico, patrimonio culturale del nostro Paese, sono ingenti ed interessano più fronti: da un lato, la ricostruzione e la fortificazione delle Mura storiche, onde evitare ulteriori dissesti, dall'altro il ripristino della viabilità.

Le risorse messe in campo dalla Regione Toscana e dal Ministero dei Beni culturali, pur significative, saranno completamente assorbite dai lavori di assestamento e ristrutturazione architettonica delle Mura. La Provincia di Pisa non è in grado di sopperire agli oneri per il rifacimento e messa in sicurezza delle strade che portano a Volterra.

Questo stato di fatto andrà a penalizzare ulteriormente l'imprenditoria e provocherà senza dubbio una battuta d'arresto a quel flusso turistico che da anni, superato il periodo trainante del settore dell'alabastro, rappresenta il principale apporto di ossigeno all'economia volterrana.

Mi unisco pertanto agli Amministratori locali nel chiedere al Suo Ministero risorse straordinarie da destinare al ripristino della viabilità dell'area, onde consentire la normale ripresa dei trasporti e delle attività economiche locali.

La ringrazio per l'attenzione e la saluto cordialmente.


Lucca - Come aprire un centro estivo o summer camp per bambini

Logo della Camera lucchese I centri estivi per bambini sono un'esigenza sempre più necessaria per fronteggiare i ritmi di lavoro incalzanti: da qui la proposta di un percorso formativo per aprire un centro estivo o campo solare (summer camp) organizzato dalla Camera di Commerciod i Lucca che inizia il prossimo 2 aprile.

In questo settore c'è ancora una larga area di bisogno insoddisfatto, che continua ad aumentare a causa dei trends sociali e demografici.

I campi estivi sono un luogo in cui bambini e ragazzi dai tre mesi alla maggiore età potranno usufruire della competenza di educatori qualificati, praticando sport, imparando, studiando e crescendo in armonia con i loro coetanei.

Per aprire un'attività di organizzazione di centri estivi, non sono necessari requisiti particolari e le procedure di accreditamento e convenzionamento presso i Comuni sono sempre più snelle e efficienti. L'investimento non è molto elevato e può essere sostenuto in maniera graduale.

Il percorso è strutturato in 2 giornate formative, e le iscrizioni dovranno pervenire entro e non oltre le ore 14:00 di Martedì 1 Aprile 2014.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il programma dettagliato e le info generali sul sito www.lu.camcom.it.


Prato - Mostra Pontormo e Rosso Fiorentino, un’occasione di promozione per i vini di Carmignano
Le bottiglie di Carmignano saranno impreziosite da collarini promozionali dedicati alla mostra

Logo della Camera pratese Dall'8 marzo al 20 luglio 2014 Palazzo Strozzi ospiterà a Firenze la grande mostra "Pontormo e Rosso Fiorentino. Divergenti vie della maniera", dove sarà esposta la celebre pala "La Visitazione" custodita nella chiesa dei SS. Michele e Francesco a Carmignano. Una buona occasione per promuovere il territorio e i vini di Carmignano, che il Comune di Carmignano, la Strada dei Vini e la Camera di Commercio non hanno voluto perdere, mettendo in campo una iniziativa comune.

La mostra può infatti rappresentare l'occasione per incuriosire i visitatori a visitare anche il territorio di Carmignano, grazie a un'azione concordata tra assessorato alla Cultura di Carmignano, in accordo con la Fondazione Palazzo Strozzi e la Strada dei vini di Carmignano e dei sapori tipici pratesi.

"Il vino di Carmignano è un ottimo veicolo per far conoscere meglio il nostro territorio - commenta il presidente della Camera di Commercio Luca Giusti - Questa sinergia con Firenze è importante, per far entrare anche il nostro territorio nei circuiti turistici di maggiore interesse".

Al centro del percorso promozionale ci sarà il vino di Carmignano, ambasciatore prezioso del territorio: sono stati infatti realizzati centomila "collarini" per le bottiglie di vino, già in distribuzione questa settimana alle aziende produttrici del territorio. Sui collarini compare da un lato l'immagine ufficiale della mostra, dall'altro un messaggio promozionale sul territorio carmignanese e il suo vino.

"Con questa iniziativa abbiamo voluto inaugurare un percorso di avvicinamento al 2016, quando celebreremo i 300 anni del Carmignano, la DOCG più antica del mondo - aggiunge Fabrizio Buricchi, assessore alla cultura del Comune di Carmignano".

"Il binomio arte e gastronomia esercita un forte appeal sul turista e su questo dobbiamo puntare per attrarre visitatori - conclude Fabrizio Pratesi, presidente della Strada dei vini di Carmignano.

Creati direttamente da Palazzo Strozzi e stampati dal Comune con il cofinanziamento della Camera di Commercio di Prato i collarini saranno affiancati da un depliant che illustra la storia e le caratteristiche del capolavoro conservato nella pieve di San Michele Arcangelo a Carmignano e adesso in mostra a Firenze.


Pistoia - Contributi camerali per la partecipazione a fiere all'estero e a fiere internazionali in Italia 2014

Logo della Camera di Pistoia Il contributo camerale per la partecipazione a fiere all'estero o internazionali in Italia può essere richiesto, per la partecipazione a manifestazioni fuori dal territorio nazionale inserite nella Guida Mondiale Fiere (www.expofairs.com), nonché per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali in Italia inserite nel calendario (formato PDF - dimensione 5 Mb) redatto a cura del Coordinamento Interregionale Fiere, che si svolgono dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2014.

Ogni impresa o consorzio può presentare la domanda di contributo per un massimo di due manifestazioni fieristiche aventi svolgimento nel corso dell'anno 2014.

La domanda di contributo, corredata della documentazione richiesta, deve essere presentata successivamente alla partecipazione alla fiera di interesse e dovrà essere inviata ESCLUSIVAMENTE a mezzo posta elettronica certificata all'indirizzo cciaa.pistoia@pt.legalmail.camcom.it.

Le domande saranno accolte fino alle ore 12:00 del 28 febbraio 2015.

I contributi saranno assegnati in ordine cronologico di arrivo delle domande, e comunque fino ad esaurimento del plafond disponibile (V. art. 6 del bando).

Le domande dovranno essere compilate ed accompagnate dalla documentazione scaricabile dalla pagina web del sito della Camera di Commercio di Pistoia.


Firenze - Camera arbitrale, una campagna di sensibilizzazione

Logo della Camera fiorentina Avvocati, commercialisti, notai e Camera di Commercio di Firenze insieme per promuovere l'inserimento della clausola arbitrale negli atti di società e privati

Con la costituzione della Camera Arbitrale di Firenze è iniziata anche una campagna di sensibilizzazione per inserire negli atti di società e privati la possibilità di ricorrere alla clausola con arbitro unico, alla clausola con collegio arbitrale o alla clausola per arbitro societario. L'iniziativa è promossa dagli stessi ordini ed enti che hanno creato la nuova Camera arbitrale: Camera di Commercio di Firenze, Ordine degli Avvocati di Firenze, Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Firenze e Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Firenze Pistoia e Prato.

Tutte le controversie relativa ai contratti, infatti, comprese quelle relative alla sua validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione, possono essere risolte da un arbitro, secondo il regolamento della Camera Arbitrale di Firenze, senza ricorrere alla giustizia ordinaria e alle sue lungaggini.

L'arbitrato è uno strumento per la risoluzione delle controversie civili e commerciali alternativo all'ordinaria via giudiziaria, la cui caratteristica fondamentale è la possibilità di avvalersi di arbitri, tra tecnici ed esperti della materia debitamente formati, con una procedura che termina entro 180 giorni.

 

 

 

 

 

 


Massa Carrara - Seminario "MUD 2014 ed operatività SISTRI"

Logo della Camera di Massa Carrara La Camera di Commercio di Massa Carrara, prendendo atto che il D.M. 20.03.2013 ha stabilito in due date (01.10.2013 e 03.03.2014) il termine di avvio dell'operatività del sistema di tracciabilità dei rifiuti denominato "SISTRI" e che ciò comporta quindi, fino a quel momento,   l'obbligo di presentazione del MUD così come approvato con il DPCM in data 27.12.2013, organizza un seminario rivolto ad imprese ed enti  impegnati nella compilazione del Mud 2014 (rifiuti 2013) e nell'utilizzo delle chiavette USB SISTRI,  onde evitare ritardi, inesattezze ed incompletezze che potrebbero generare i previsti provvedimenti sanzionatori .

Il seminario, che si ricorda essere gratuito, sarà effettuato in collaborazione con ECOCERVED, società consortile delle Camere di Commercio,  presso la Sede camerale il giorno 9 aprile prossimo dalle ore 09:00 alle ore 17:00 secondo il sotto riportato programma.

L'iscrizione, da effettuarsi entro le ore 12:00 di lunedì 07 aprile 2014, può essere effettuata Online al seguente link 


Grosseto - Maremma Wine Food Shire diventa “Passione Maremma”
Dopo la chiusura del bando per la partecipazione delle imprese, ecco il nuovo logo della manifestazione

Logo della Camera grossetana Maremma Wine Food Shire torna ad animare il centro storico di Grosseto nel segno della passione. Quest'anno la grande kermesse maremmana punta su un elemento innovativo per il suo brand: il logo della prestigiosa vetrina promossa e organizzata dalla Camera di Commercio di Grosseto, in collaborazione con la Provincia e il Comune di Grosseto, sarà PASSIONE MAREMMA - WINE&FOOD SHIRE.

 

"Stiamo lavorando al tema di 'Passione Maremma' già da anni - spiega il Presidente della Camera di Commercio Giovanni Lamioni - l'idea è dare coerenza e forza ad un marchio che incarna sempre più la promozione della nostra terra a tutto tondo, grazie ad un percorso che ha avuto il suo cuore e punto di partenza nell'enogastronomia ma che ha un respiro sempre più ampio e ambizioso: i cavalli, la cultura, gli sport all'aria aperta, tutto questo è il volto ricchissimo della Maremma. Il cambio di nome è un passaggio necessario per pensare a semplificare il brand in una logica di comunicazione snella e immediata, mantenendo per adesso il sottotitolo 'Wine & Food Shire' perchè bagaglio di esperienza prezioso e riconosciuto a livello nazionale e anche internazionale."

 

Questa la logica dietro la modifica parziale del nome: confermare il brillante passato aprendo l'orizzonte ai nuovi traguardi. Ricordiamo che l'evento dedicato ai vini, alle eccellenze agroalimentari, ma anche alla cultura maremmana e all'artigianato artistico si svolgerà il 16, 17 e 18 maggio 2014 nel centro storico di Grosseto.

In allegato il logo della manifestazione.

 


Prato - Imprenditoria Femminile al primo posto nella classifica nazionale
Nel 2013 crescita record del 2,6%

Logo della Camera pratese E' Prato la provincia italiana dove nel 2013 l'imprenditoria femminile ha dimostrato maggiore dinamicità. Lo confermano i dati di Unioncamere usciti questa mattina, che incoronano Prato come la città dove nel 2013 le imprese "rosa" sono cresciute di più: +2,6% rispetto al 2012. Le imprese femminili nella nostra provincia sono 8.688, il 26 per cento del totale.

"Un dato importante, che dimostra come la dinamicità di un territorio sia spinta dall'attività delle donne, che sono importanti per dare uno slancio alla competitività - commenta il presidente della Camera di Commercio di Prato, Luca Giusti - E' un dato significativo, che dimostra anche il livello culturale del nostro territorio, che riesce a creare spazi di crescita e a ritagliare opportunità per le imprenditrici, che possono così contribuire a far crescere il tessuto economico. Un dinamismo dimostrato anche dalle attività nelle quali queste donne sono impegnate: un panorama variegato di iniziative, che fa puntare lo sguardo sul nostro territorio con un primato positivo".

ALCUNI DATI

Le iscrizioni di nuove imprese gestite da donne sono state infatti, nel 2013, il 36% del totale (su un totale di 3.285 iscrizioni, 1.116 sono state di imprese femminili).

 

Al 31 dicembre 2013 sono 7.798 le imprese femminili attive, delle quali 6.693 con presenza femminile esclusiva, (811 con presenza forte e 294 maggioritaria) con una variazione annuale (dicembre 2013/dicembre 2012) pari a +2,1% (+ 1,0% nell'anno 2012, +1,9 nel 2011 e +2,4% nel 2010). Rispetto al totale delle imprese attive (29.180 al 31 dicembre 2013) le imprese a prevalente partecipazione femminile costituiscono il 26,7% (26,3% nel 2012, 25,9% nel 2011 e 25,3% nel 2010) con una prevalenza nei settori dei servizi alla persona (50,4%), attività turistiche e ricettive (33,0%), commercio al dettaglio (36,5%), manifatturiero (32,6%) e agricoltura (28,4%).

Per quanto riguarda l'assetto organizzativo le imprese individuali sono oltre il 60% del totale, tra le forme imprenditoriali più strutturate le società di capitale e le società di persone si attestano intorno al 38% mentre le cooperative costituiscono poco meno dell'1% del totale delle imprese rosa.

 

Anche per quanto riguarda gli imprenditori, la percentuale dei detentori di carica di sesso femminile nelle imprese attive in provincia di Prato, rispetto al totale, è leggermente aumentato (29,9% nel 2011, 30,2% nel 2012, 30,6% nel 2013). Nel 2013, 36,8% sono le imprenditrici di età inferiore ai 30 anni (in costante crescita se si considera che erano il 35,5% nel 2012, 34,7% nel 2011). Sempre nel 2013 sono il 31,7% le imprenditrici di età compresa tra 30 e 49 anni (erano il 31,0% nel 2012 e il 30,7% nel 2011) e 28,5% le imprenditrici di età compresa tra 50 e 69 anni (erano il 28,4% nel 2012 e il 28,2% nel 2011).


Pisa - L’agroalimentare pisano si apre all’innovazione: la conferma viene dai dati della Borsa Merci Telematica

Logo della Camera pisana 82 i contratti stipulati, 3.700 le tonnellate scambiate, 882mila euro il controvalore: questi i numeri presentati dalla Camera di Commercio di Pisa a margine dell'iniziativa NutriDialogo e relativi all'operatività della Borsa Merci Telematica Italiana (BMTI) sul territorio pisano. Un quadro molto positivo se si pensa come, rispetto al 2012, i valori siano cresciuti sia nel numero dei contratti (passati da 38 a 82), che nelle quantità (da 2.117 a 3.700 tonnellate) che dei relativi importi transati (da 445mila a 882mila euro).

Ma cos'è la Borsa Merci Telematica Italiana? E' un mercato telematico regolamentato nel quale operatori professionali iscritti (produttori, commercianti e trasformatori di prodotti agroalimentari), grazie all'intermediazione di appositi Soggetti Abilitati all'Intermediazione (i SAI), possono concludere contratti relativi a più di 100 diverse tipologie di prodotto regolamentate: dai cereali all'olio, dalle biomasse all'ortofrutta fino alle piante in vaso, al vino ed ai prodotti agricoli confezionati.

Una piattaforma sulla quale la Camera di Commercio di Pisa ha puntato fortemente aderendo fin dal 2000 alla società che la gestisce, stimolando la partecipazione degli operatori del comparto agricolo fino a promuovere la soppressione della "vecchia" Borsa Merci (avvenuta nel 2012 con apposito Decreto ministeriale): organo ormai del tutto inidoneo di essere luogo di scambio delle derrate agricole e regolato da una legge che risale al 1913!

Se i dati sulle contrattazioni risultano in crescita, decisamente più contenuti sono quelli relativi agli operatori professionali iscritti alla piattaforma (produttori, commercianti, trasformatori di prodotti agroalimentari), che a Pisa sono solo 13 contro i 73 della Toscana mentre sono addirittura del tutto assenti i SAI che in Toscana sono invece 4.

 

Il commento del Presidente Pierfrancesco Pacini

"I risultati della Borsa Telematica Italiana sul territorio pisano - sottolinea Pierfrancesco Pacini, Presidente della Camera di Commercio di Pisa - sono senz'altro incoraggianti e vanno nella direzione di rendere più moderni e trasparenti i mercati agroalimentari. Siamo oggi di fronte a una profonda trasformazione che chiede alle imprese di modificare il proprio business per riuscire a competere sui mercati globali, sfruttando le opportunità offerte dall'innovazione tecnologica. In questo contesto la Borsa Merci Telematica rappresenta senza dubbio uno strumento importante per un settore come quello agricolo che ha bisogno di aprirsi alle nuove tecnologie e che testimonia, numeri alla mano, di essere pronto ad affrontare questa sfida."


Firenze - Export e internazionalizzazione, rinasce PromoFirenze

Logo della Camera fiorentina Rinasce con nuovi e più ambiziosi obiettivi una delle aziende che ha maggiormente aiutato le piccole e medie imprese fiorentine sulla strada dell'export e dell'internazionalizzazione negli ultimi decenni: PromoFirenze.

La decisione è stata presa all'unanimità dalla giunta della Camera di Commercio di Firenze, ritenendo fondamentale ridare slancio alla propria azienda speciale che, fino a oggi denominata Metropoli, è rimasta negli anni un fiore all'occhiello in termini di costi di gestione e produttività.
"Ci riappropriamo oggi di un marchio particolarmente attrattivo per un'azienda specializzata in promozione, internazionalizzazione delle imprese e impegnata fortemente nella ricerca, nel controllo di qualità e conformità delle produzioni agroalimentari del territorio", rileva il presidente della Camera di Commercio di Firenze, Vasco Galgani, che, seguendo un'ottica di razionalizzazione dei costi, è alla guida dell'azienda speciale PromoFirenze.

PromoFirenze (nella centrale sede di via del Castello d'Altafronte 11, tel. +39 055 2671401), partner della rete Enterprise Europe Network e punto di riferimento del Business Innovation Centre (BIC), si occupa della promozione dei rapporti economici verso i mercati internazionali, attraverso servizi di assistenza, formazione alle imprese e attività operativa, basandosi anche su 11 desk esteri in Turchia, Russia, Dubai, Qatar, Marocco, Cina, Giappone, Messico, Brasile, Perù e India.

Per promuovere il settore agroalimentare, con particolare attenzione per il vino e l'olio, PromoFirenze dispone di un attrezzato laboratorio (in via Orcagna 70, tel. +39 055 674027) specializzato in analisi e certificazione chimico-merceologica, ricerche e studi, effettuati in collaborazione con soggetti pubblici e privati.

La prima Promo Firenze, con decisione unanime della giunta camerale, si era trasformata in Metropoli nel 2011, seguendo una logica d'integrazione con i territori vicini, come raccomandava il decreto legislativo 23/10. Questa novità ha portato negli anni a un'ampia e proficua collaborazione con le Camere di Commercio di altre province, senza tuttavia produrre integrazioni fra strutture.

Oggi, alla vigilia di una possibile riforma di tutto l'assetto del mondo camerale, la giunta della Camera di Commercio di Firenze ha ritenuto indispensabile riappropriarsi del brand Firenze, considerato un valore aggiunto da spendere per tutte le imprese del territorio.

"La rinascita di PromoFirenze è solo il primo passo di un percorso di rilancio, funzionale, operativo e d'immagine, che sarà completato nei prossimi mesi, per venire maggiormente incontro alle esigenze delle imprese e proporsi con servizi innovativi e competitivi in collaborazione con le associazioni di categoria", ha concluso Galgani.

 


Livorno - Le imprese rosa nella cornice della Camera di Commercio

 

Si è svolta nel week end scorso, la rassegna espositiva delle imprenditrici della provincia di Livorno nei locali della Camera di Commercio.

Ventidue le imprese presenti, tutte a conduzione femminile ed operanti nei più vari settori, dall'oreficeria alla tipografia, dalla cosmetica all'attività ambientale. Presente anche un settore dedicato alle piante e all'agricoltura.

"Una Rassegna - ha esordito il Presidente Sergio Costalli - che auspichiamo sia la prima di una serie e che rappresenta un esempio delle risorse che Livorno e la sua provincia possiede. Oggi un sogno si è trasformato in progetto e poi in realtà. La Camera di Commercio vuole lavorare con le imprese e si batterà perché esse possano lavorare al meglio". Costalli ha ringraziato i consiglieri presenti, le associazioni di categoria, soggetti tutti impegnati a lavorare al "progetto Livorno". "L'imprenditoria femminile - ha concluso il Presidente - in questo contesto può svolgere un ruolo primario".

"Da tempo stavamo lavorando al progetto di questa Rassegna - ha detto la presidente del Comitato Imprenditoria femminile Franca Rosso - Queste imprese hanno voglia di sfidare la crisi. E' un progetto pilota, che unisce il sogno alla concretezza e alla realtà: sono orgogliosa di tutto ciò".

Anche il Presidente della Provincia Giorgio Kutufa', presente al taglio del nastro, ha avuto parole di elogio per l'iniziativa.

 

 


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
21 March - 29 April Unioncamere Toscana Scuola dell'Olio - "Incontri sulla filiera dell'olio extra vergine di oliva" - 21 mar 29 apr
21 March - 28 May Camera di Commercio Siena - UNISI Corso ELA - Esperti in Legislazione Ambientale
28 March Camera di Commercio Pistoia La ricerca di Anteriorità - Il primo passo per tutelare il design industriale - Pistoia 28 mar 2014
28 March Unioncamere Toscana Aleatico: Vino dell'Imperatore
2 April Unioncamere Toscana "Il pesce dimenticato: mens(a) sana in corpore sano"
3 April Camera di Commercio Grosseto La congiuntura economia in provincia di Grosseto
7 April Camera di Commercio Firenze “Tutto quello che sto per dirvi è falso” - Spettacolo Teatrale
7 April Camera di Commercio Pistoia "Naturalis" - Mostra Mercato
9 April Camara di Commercio Massa Carrara "MUD 2014 ed operatività SISTRI"
10 April Camera di Commercio Pistoia Per gli aspiranti imprenditori: nasce a Pistoia un servizio gratuito di informazioni e primo orientamento
11 April Unioncamere Toscana Scuola dell'Olio - Seminario Tecnico Informativo - 11 apr 2014
11 April Camera di Commercio Pisa Ricerca e Analisi brevettuale - Quali vantaggi per le imprese ? - Pisa 11 apr 2014
11 April PromoFirenze Seminario "La Nuova Sabatini”
11 April Camere di Commercio Pistoia e Prato Accordo per lo svolgimento comune di servizi
14 April Camera di Commercio Prato Made in Italy: la storia oltre il prodotto
15 April Camera di Commercio Lucca Ricerca, Analisi e Valutazione dei fornitori
15 April Camera di Commercio Prato Rivoluzione Industriale Digitale ed Economia Open Source
15 April PromoFirenze Incontro tecnico " Lo sfruttamento economici del brevetto per invenzione"
16 April Camera di Commercio Massa Carrara Seminario "L'Esportazione"
24 April - 1 May Fortezza da Basso Firenze Mostra Internazionale dell'Artigianato
28 April Fortezza da Basso - Firenze Galleria dell'Artigianato - Presentazione evento
28 April Camera di Commercio Lucca Campagna olearia 2014 - La difesa dalla mosca delle olive - Lucca
6 May Società Dante Alighieri - Roma Passione Maremma - Wine&FoodShire 2014 - Conferenza Stampa
8 May Camera di Commercio Firenze 9° Censimento dell'Industria e dei Servizi e delle Istituzioni Non Profit
8 - 9 May Camera di Commercio Lucca Come scrivere una proposta di successo
8 May - 5 June Camera di Commercio Lucca “Il successo nella vendita: dalle tecniche alle strategie vincenti”
9 May Camera di Commercio Pistoia Tre bandi per lo START-UP d'impresa in provincia di Pistoia
12 May Camera di Commercio Pisa Presentazione del bilancio e dei risultati della Camera di Commercio nel 2013
16 May - 14 September Camera di Commercio Arezzo GodFashion - Il caldo abbraccio del Casentino "Tra le Ali di Icaro"
19 May Camera di Commercio Pisa "Impresa in azione" Toscana 2014 - Manifestazione conclusiva
20 May AssoCantuccini denominazione IGP "Cantuccini Toscani"
20 May CIF - Camera di Commercio Firenze "Donne ... che impresa !"
20 May Camera di Commercio Livorno L'Ambasciatore Armeno incontra le imprese livornesi
21 May Camera di Commercio Prato L'impresa competitiva - Strategie per migliorare le performance e ridurre gli sprechi
21 May Camera di Commercio Pisa Presentazione Fondo Rotativo per le Imprese Innovative 2014
22 May Camera di Commercio Prato Seminario "Green Marketing per le PMI "
22 May Camera di Commercio Arezzo "La tutela della proprietà intellettuale ed industriale in internet"
22 May Camera di Commercio Siena Presentazione della nuova Giunta camerale della CCIAA di Siena
27 May Unioncamere Toscana Riunione di Consiglio
27 May Associazione Interregionale delle CCIAA del Centro Italia Per una riforma delle modalità di risoluzione delle controversie con la PA


Logo Sincert


Stampa