Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  14 -  Friday, April 18, 2014 - anno  13

 

 

     Unioncamere Toscana augura Buona Pasqua

 

  

Attività Istituzionale
La Congiuntura Manifatturiera Toscana nel IV trimestre 2013
Il commento del Presidente Galgani

Il Presidente GalganiCommentando i dati del quarto trimestre 2013 della Congiuntura Manifatturiera Toscana, Vasco Galgani, Presidente di Unioncamere Toscana, ha detto:

 

"I dati del rapporto evidenziano come la crescita auspicata da tempo non si sia ancora concretizzata, anche se il territorio toscano è dotato di filiere produttive strutturate e di competenze distintive apprezzate in tutto il mondo, che consentono di sfruttare appieno il traino della domanda internazionale. Le performance di un nucleo di medie e grandi aziende in grado di operare con successo sui tanti mercati nel mondo lo dimostrano quotidianamente.

 

Fra tanti dati negativi emergono comunque segnali positivi, in primis quello riguardante il ritorno alla crescita degli investimenti. La ripartenza di questo indicatore, anche se su tassi ancora contenuti, rappresenta un'iniezione di fiducia per il futuro. L'attività d'investimento è, infatti, alla base dei processi d'innovazione e di riposizionamento competitivo. Inoltre, questa crescita si è verificata con indicatori del credito che mostrano ancora forti criticità e che hanno certamente rallentato un rialzo potenzialmente superiore.

 

In generale, con una ripresa non chiaramente percepibile e un disagio sociale ancora palpabile, bisogna che istituzioni e sistema economico proseguano con speditezza nelle riforme con un sano spirito innovatore, avendo bene in mente che solo con la crescita potrà tornare la prosperità in Italia. Anche il Sistema delle Camere di Commercio è pronto ad aiutare questo processo, mettendo in campo azioni sempre più incisive, affinché l'insieme delle aziende torni a essere la locomotiva del Paese".


ART - Mostra Internazionale dell'Artigianato
Apre i battenti la 78a edizione

" "

La 78ª edizione della Mostra Internazionale dell'Artigianato si svolgerà come di consueto nella splendida cornice fiorentina della "Fortezza da Basso" di Firenze, dal 24 aprile al 1 maggio 2014. L'evento, che si conferma un appuntamento di grande rilievo per il mondo dell'artigianato fin dal 1931 ha ospitato i maggiori maestri artigiani della storia ma è anche uno spazio nel quale vengono privilegiate le tradizioni e le innovazioni che si fondono nella creazione di opere di straordinario valore artigianale. A conferma di ciò, oltre ai manufatti artigianali esposti nella parte propriamente commerciale, alla quale possono partecipare esclusivamente le aziende certificate artigiane che presentano manufatti di chiara realizzazione italiana, viene presentata la nuova edizione della Galleria dell'Artigianato, un progetto ormai consolidato promosso da Unioncamere Toscana, in collaborazione le Associazioni di Categoria ed Artex.

 

La Galleria dell'Artigianato, che si colloca come di consueto in un percorso di sperimentazione che vuole dare maggiore visibilità alle produzioni artistiche toscane - dei pezzi unici e delle piccolissime serie, anche numerate, di altissimo livello qualitativo e di grande valore - sarà articolata anche in questa edizione in due sezioni: una dedicata all'artigianato di tradizione ed una dedicata alle esperienze legate alla ricerca, frutto entrambe di una selezione curata da una commissione di esperti formato da esperti, individuato da Unioncamere Toscana ed Artex e composto da n. 7 membri che procederà a valutare la rispondenza delle proposte ai requisiti richiesti per la partecipazione all'iniziativa

 

La sezione "Esperienze di ricerca" vuole presentare opere che - partendo da una tradizione culturale e produttiva consolidata - elaborano personali linguaggi espressivi ed artistici, realizzando pezzi unici e vere e proprie opere d'arte, oppure produzioni limitate caratterizzate da una forte contemporaneità e da una forte attenzione al mondo della ricerca, della sperimentazione e del progetto. Una sperimentazione inesauribile: espressioni diverse di arti applicate che devono essere lette come continuazione di una fase evolutiva di quell'artigianato artistico di altissima qualità che costituisce una parte significativa della storia dell'arte della Toscana.

 

La sezione "La Tradizione dell'Artigianato" vuole invece esprimere il valore culturale e non solo, della realtà artigianale artistica toscana, che contribuisce a diffondere una nuova immagine dell'artigianato nel suo insieme. In questa sezione rientrano tutte quelle eccellenze artigianali che traggono forza e ispirazione dalla storia e dalla tradizione, che ripropongono stilemi classici capaci di comunicare l'eccellenza, la storia e lo stile inimitabile dell'artigianato toscano. 

 

 


"Scuola dell'Olio": si è svolto a Villa Montepaldi il seminario tecnico per assaggiatori

" "Lo scorso 11 aprile, nella splendida cornice di Villa Montepaldi di San Casciano Val di Pesa, si è svolto il seminario tecnico informativo per gli iscritti nell'articolazione regionale toscana dell'elenco nazionale degli assaggiatori di olio di oliva vergine. Il seminario rappresenta una delle attività svolte nell'ambito del progetto "Scuola dell'Olio" (prima annualità), sulla base del protocollo di intesa sottoscritto da Regione Toscana e Unioncamere Toscana il 26 aprile 2013, ed è stato realizzato dalla Regione e dall'Unione regionale con la collaborazione di PromoFirenze, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Firenze - Divisione Laboratorio Chimico Merceologico.

 

I lavori, ai quali ha partecipato  un folto ed interessato pubblico, sono stati coordinati da Carlo Chiostri, dirigente della Regione Toscana. Il Segretario Generale di Unioncamere Toscana, Enrico Ciabatti, ha presentato la "Scuola dell'Olio", i suoi obiettivi e le sue attività, chiedendo ai partecipanti "desiderata" per la messa a punto del programma della seconda annualità.

 

Successivamente è intervenuto Erminio Monteleone del dipartimento GESAAF dell'Università degli Studi di Firenze, che ha presentato, insieme a Sara Spinelli di Adacta International SemioSensory, i risultati di un progetto di ricerca realizzato in collaborazione con PromoFirenze - Divisione Laboratorio Chimico Merceologico e finanziato da Unioncamere Toscana nell'ambito della "Scuola dell'Olio". Il progetto, dal titolo "Le proprietà culinarie e le funzionalità sensoriali degli oli extra vergini toscani", ha suscitato notevole interesse nei partecipanti. In seguito è intervenuta Luciana Di Giacinto del C.R.A. - Centro di Ricerca per l'Olivicoltura e l'Industria Olearia - Sede di Città Sant'Angelo.

 

La Dr.ssa Di Giacinto ha illustrato quindi l'argomento relativo al ring test nazionale, con una sintesi dell'attività svolta e dei risultati conseguiti, fornendo poi ai partecipanti alcuni aggiornamenti tecnici, affrontando l'argomento dell'allegato XII del Reg. n. 2568/91/CE e ss. mm. e ii. Marzia Migliorini di PromoFirenze - Divisione Laboratorio Chimico Merceologico, ha evidenziato i risultati del ring test regionale, ovvero della verifica circolare di allineamento dei gruppi di assaggio operanti in Toscana svoltasi a fine 2013. I lavori della mattinata si sono conclusi con l'assaggio guidato di alcuni campioni di olio del ring test regionale 2013, a cura di Roberto Marchesini, capo panel della Camera di Commercio di Arezzo.

 

I lavori del pomeriggio sono stati aperti dalla relazione di Simona Guerrini (GESAAF - Università degli Studi di Firenze) sulla ricerca svolta su lieviti e olio extravergine di oliva. Marzia Migliorini ha poi illustrato i risultati della Selezione degli oli extravergini di oliva DOP e IGP della Toscana, altra attività realizzata nell'ambito della "Scuola dell'Olio"; l'intervento di Luciano Zoppi della Regione Toscana sulle novità legislative per la filiera di produzione dell'olio di oliva è stato l'ultimo in programma. Il vivace dibattito è segno dell'interesse per gli argomenti affrontati; la nutrita partecipazione al seminario conferma la richiesta per questo tipo di iniziative da parte degli "addetti ai lavori".

 

Il seminario è stato dunque l'occasione per un interessante confronto tra i vari soggetti partecipanti e per la raccolta di idee e proposte per la prossima programmazione della "Scuola dell'Olio", nonché per intese per l'ufficializzazione di Villa Montepaldi come sede della "Scuola".

 

Gli interventi dei relatori saranno presto disponibili sul sito di PromoFirenze - Laboratorio Chimico Merceologico - Atti di convegni.


Studenti di “Impresa in Azione” alla Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze

" "Il sistema camerale toscano, insieme alla Regione Toscana e all'Ufficio Scolastico Regionale, sostiene anche quest'anno l'iniziativa promossa da Junior Achievement dal titolo "Impresa in azione" rivolta agli studenti delle classi IV delle scuole medie superiori.

 

"Impresa in azione" consiste in un percorso di educazione economica incentrato sull'apprendimento dei modelli organizzativi in uso nelle moderne realtà aziendali: come dei veri imprenditori, i ragazzi realizzano un piano di business, reperiscono e costituiscono il capitale sociale, producono e commercializzano prodotti, gestiscono un budget, sviluppano strategie di marketing.

 

L'intento è quello di promuovere una cultura imprenditoriale consapevole dei molti rischi, ma anche delle importanti opportunità, in termini di crescita personale e professionale, che il lavoro in proprio può offrire ai giovani nonché sostenere una metodologia didattica tesa a favorire il superamento della distanza fra istruzione e lavoro.

 

Nell'edizione 2014 sono coinvolte n. 19 scuole provenienti dalle province di Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Pisa E Pistoia.

Alcune di loro, grazie all'impegno dell'Unione Regionale, della Camera di Commercio di Pisa - Azienda Speciale ASSEFI e di Artex avranno occasione di esporre le proprie idee di business il prossimo 28 Aprile, nella sala delle Grotte della Fortezza Da Basso nell'ambito della prestigiosa Fiera internazionale dell'Artigianato.

 

Nell'evento fiorentino saranno coinvolti 120 ragazzi provenienti dall'IIS "Vespucci - Colombo" di Livorno, dall'ISIS "Marco Polo" di Cecina e dall'I.T.C.G. "E. Fermi" di Pontedera.

L'esperienza avrà il suo momento "clou" il prossimo 20 Maggio a Pis quando tutti gruppi classe coinvolti si sfideranno a colpi di creatività per aggiudicarsi il titolo di vincitore toscano di "Impresa in azione 2014".

 

"Impresa in Azione" è un programma attivo in tutta Europa, riconosciuto dalla Commissione Europea come la più efficace strategia educativa di lungo periodo per la crescita e l'occupabilità dei giovani.

A livello regionale l'attività rientra nell'ambito del Protocollo di Intesa triennale sottoscritto nel 2012 fra Unione Regionale, Regione Toscana, Ufficio Scolastico Regionale, Unione delle Province Toscane per la diffusione tra le scuole della modalità didattica denominata "Alternanza scuola lavoro" di cui l'iniziativa denominata "Impresa in azione" costituisce modalità di attuazione


Attività Studi & Ricerche
L’industria toscana non è ancora fuori della crisi. Resta in terreno negativo la produzione, nonostante dal mercato estero continuino ad arrivare segnali positivi
Indagine congiunturale trimestrale Unioncamere Toscana-Confindustria Toscana

" "Dopo il rallentamento della flessione produttiva registrato nella precedente rilevazione, i risultati dell'indagine Unioncamere Toscana-Confindustria Toscana sulle imprese manifatturiere evidenziano nel quarto trimestre del 2013 un nuovo seppur lieve aggravamento, deludendo le aspettative innescate da un clima di fiducia in lento recupero e dal miglioramento osservato nello scenario internazionale. L'indicatore della produzione si ferma a -0,5% (-0,1% il dato del terzo trimestre) e si allontana dal dato nazionale che, secondo le stime Eurostat disponibili, si attesta a +0,6% (variazione tendenziale della produzione manifatturiera del IV trimestre 2013, corretta per gli effetti di calendario).

 

In media d'anno la produzione 2013 si ferma a -1,8% migliorando la performance del 2012 (-4,3%) ma sottolineando ancora criticità: ripresa debole della domanda interna e difficoltà di accesso al credito.

 

Nonostante il lieve arretramento del quadro produttivo, l'utilizzo degli impianti del comparto manifatturiero risulta in recupero; nei tre mesi conclusivi dell'anno è stato infatti mediamente utilizzato il 79,2% della capacità produttiva disponibile, mentre nel medesimo periodo del 2012 l'indicatore si fermava al 77,0%.

 

La spesa per investimenti, dopo quattro anni di pesanti flessioni, torna in terreno positivo: +3,4%. Si tratta certo di un risultato modesto alla luce delle perdite accumulate, ma da accogliere favorevolmente in considerazione delle persistenti difficoltà con le quali le imprese si trovano a dover fare i conti, e delle criticità tuttora riscontrate sul fronte dell'accesso al credito.

 

 

Continua il recupero degli indicatori di domanda e di offerta

 

Nonostante l'ulteriore frenata produttiva, il fatturato manifatturiero toscano nel IV trimestre recupera - rispetto al corrispondente periodo del 2012 - dell'1,1% grazie soprattutto alla crescita dell'indicatore sui mercati internazionali (+1,8%). Tale crescita è stata favorita da una dinamica dei listini di vendita che si è ormai arrestata (prezzi alla produzione +0,2% sull'anno precedente), ma che risulta non sostenibile nel tempo senza compromettere i margini di redditività e di autofinanziamento delle imprese.

 

Anche gli ordinativi, che complessivamente hanno registrato flessioni per quattro trimestri consecutivi, tornano a fine anno in terreno positivo (+0,5%), trainati ancora una volta dalla componente estera che recupera il 3,4% in termini tendenziali e porta al +2,4% il dato annuale. Tale evoluzione migliora anche la produzione assicurata dal portafoglio ordini delle imprese: si passa infatti dai 61 giorni del quarto trimestre 2012 agli attuali 70 giorni, cioè quasi due giorni in più anche rispetto all'indagine del trimestre luglio-settembre.

 

In un contesto tuttora caratterizzato da forte incertezza, anche le dinamiche occupazionali restano ancorate ad una sostanziale stazionarietà: complessivamente l'indicatore del trimestre tornare a segnare un risultato leggermente positivo ( +0,3%), tuttavia non sufficiente ad invertire un trend che in media d'anno rimane sfavorevole (-0,4%). Anche dalla Cassa Integrazione Guadagni non arrivano segnali incoraggianti. È vero che, complessivamente, le ore autorizzate negli ultimi tre mesi dell'anno sono in diminuzione rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno ma è anche vero che questa flessione deriva per lo più dall'esaurimento di fondi per la Cassa in Deroga. Continua ad aumentare invece il dato della gestone straordinaria (+2,6% a fronte del +21,5% del precedente trimestre), ammortizzatore sociale che viene richiesto in casi di crisi e riorganizzazione aziendale e che - quindi - potrebbe anticipare nuove riduzioni degli organici aziendali.

 

 

Ancora difficoltà per le piccole e medie imprese

 

In linea con quanto già evidenziato nel precedente trimestre, le grandi imprese (oltre 250 addetti) continuano a rappresentare lo spaccato più reattivo nel tentativo di uscita dalla fase recessiva. La produzione segna in chiusura anno un positivo +4,0% mentre il fatturato raggiunge addirittura il +9,5%. Incoraggianti anche i dati sul fronte della domanda che, trainata dalla componente estera (+7,0%), segna complessivamente un +2,1%. Tali dinamiche, tuttavia, non si rispecchiano sul quadro occupazionale, che flette dello 0,4%. 

 

Torna in terreno negativo invece l'indicatore della produzione per le medie imprese (50-249 addetti): dopo il rallentamento emerso nella precedente indagine (+0,2% il dato di luglio-settembre) si registra una perdita dell'1,4% mentre il fatturato resta in crescita (+1,2%).  Prospettive migliori arrivano dagli ordinativi che crescono sul fronte estero del 4,4% mentre complessivamente il dato si ferma al +2,9%. Positiva infine l'occupazione  (+0,9% la variazione tendenziale).

 

Per quanto riguarda infine le piccole imprese (10-49 addetti), il quadro appare decisamente più preoccupante. La produzione e il fatturato flettono rispettivamente dell'1,3 e dell'1,2% mentre gli ordinativi, nonostante il recupero sul fronte estero (+2,0%), perdono l'1,0%. Stazionario il dato occupazionale.

 

 

Eterogeneo il quadro settoriale

 

A livello settoriale il quadro appare piuttosto diversificato. Molti i comparti in difficoltà, anche se l'entità delle flessioni produttive risultano assai eterogenee.

 

Restano preoccupanti i dati del sistema moda, nel quale soltanto il settore del pelli e cuoio riporta una variazione positiva (+1,0%) mentre il tessile, l'abbigliamento e le calzature flettono rispettivamente del 2,4%, del 3,6% e dell'1,5%. Dopo il recupero del precedente trimestre torna in terreno negativo il dato della meccanica (-1,0%) e si aggrava la performance dell'elettronica (dal -0,6% al -5,9%). In perdita anche il legno e mobili (-2,8%) e i minerali non metalliferi (-1,8%) e infine sempre con il segno "-", anche se in misura più contenuta, la chimica, gomma e plastica (-0,1%).

 

Oltre al già citato dato del settore del pelli e cuoio, gli unici comparti in recupero sono la farmaceutica (+6%), i metalli (+1,9% per effetto di una singola unità locale che risente degli effetti - transitori - di un'importante commessa), l'industria alimentare e le manifatture varie che registrano variazioni decisamente meno significative (+0,5% e +0,9%).

 

 

Migliora ma prevale ancora il pessimismo nel clima di fiducia delle imprese

 

In linea con la precedente rilevazione continua a migliorare il clima di fiducia delle imprese. L'indicatore destagionalizzato della produzione passa dal -5 al -4, delineando un quadro in moderato miglioramento, seppure ancora all'insegna del pessimismo.

 

Oltre che per la produzione si conferma purtroppo negativo il saldo tra ottimisti e pessimisti anche per la domanda interna (-11) e per l'occupazione (-5), che resta una dei principali nodi da sciogliere non solo a livello regionale ma anche nell'intero sistema-paese. L'unico dato positivo interessa la domanda estera per la quale, in linea con i positivi risultati a consuntivo, tra gli operatori del sistema sembra dominare l'ottimismo relativamente alla dinamica dei prossimi mesi (+4 il saldo).


Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


Consuntivo IV trimestre 2013, aspettative I trimestre 2014
- Comunicato Stampa


III e IV trimestre 2013
- Rapporto

Notizie dal mondo camerale
Livorno - Progetti e iniziative per la crescita economica elbana
La Camera di Commercio ha incontrato Comuni, Associazioni e Stampa

Logo della Camera livornese Presso il Centro De Laugier di Portoferraio ha avuto luogo il 17 aprile scorso l'incontro promosso dalla Camera di Commercio di Livorno per illustrare e discutere con i Comuni elbani e con le Associazioni di categoria i progetti e le iniziative messi in campo a favore del territorio dell'isola.

 

"Una presenza, quella dell'istituzione camerale, che diventa anche 'fisica' - ha esordito il Segretario Generale Pierluigi Giuntoli - vorremmo dare supporto alle imprese, ai giovani in particolare, facendo loro conoscere meglio le attività e le opportunità programmate. Le adesioni ai vari bandi camerali per ottenere contributi - ha proseguito - non sono state molto alte all'Elba e questo gap di conoscenza si può superare con una presenza, anche se non continuativa, di nostri funzionari sul territorio". Giuntoli ha ricordato che la CCIAA in caso di ottenimento di un contributo lo eroga in sette-otto giorni, cosa molto importante per le imprese. "Saremo presenti a Portoferraio - ha assicurato - grazie all'Amministrazione comunale, una volta al mese".

 

Un'altra iniziativa che partirà dal mese prossimo, ha proseguito Giuntoli, coinvolge i nostri uffici che si occupano di metrologia. Si tratta della verifica delle bilance, adempimento normativo che interessa numerosissimi operatori economici: un servizio che porteremo anche sul territorio elbano, in tempi stabiliti, per facilitare le imprese. Il servizio partirà a maggio a Portoferraio, e a settembre-ottobre in altri comuni che si renderanno disponibili.

 

Una ulteriore iniziativa, in collaborazione con avvocati e commercialisti, riguarda il contenzioso tra imprese o tra imprese e cittadini. La CCIAA ha un proprio consiglio arbitrale, che si è reso disponibile a formare avvocati e professionisti in loco in modo da poter svolgere l'arbitrato - che agevola le imprese emettendo un giudizio entro sei mesi - qualora sia stata inserita nei contratti tra le parti la clausola compromissoria che lo prevede.

 

Interventi promozionali e marketing territoriale - L'Elba è conosciuta ed apprezzata, ma i suoi prodotti di qualità debbono essere fatti conoscere ancora di più, anche all'estero, perché non si può vivere di sola estate - ha proseguito il Segretario Generale. Ecco il senso delle altre iniziative.

Dal 10 al 13 maggio saranno all'Elba quattro giornalisti norvegesi, dal 21 al 24 maggio verranno sei giornalisti austriaci e dal 26 al 30 maggio quattro tour operator e due giornalisti francesi specializzati nel settore del trekking. Interventi che mirano a diffondere l'immagine dell'isola nel mondo. Il Segretario Generale ha voluto ringraziare il dott. Goetz che sta lavorando per i comuni elbani, in sinergia con la CCIAA.

 

"Le cose dette fin qui sono un elemento di rafforzamento delle azioni che le imprese elbane, i Comuni e l'Università di Pisa hanno intrapreso in questi ultimi anni" ha detto quindi Maurizio Vernassa, introducendo lo stato dei progetti europei di "Fabrica Europa" di cui è responsabile scientifico. Credo che l'intervento della Camera di commercio possa rappresentare in questo contesto il salto di qualità". "L'Europa ha definito meglio i propri progetti e ce li sta proponendo. E' una sfida a cui bisogna rispondere adeguatamente".

 

E' stato quindi Marco Celi ad illustrare il punto della situazione relativo al progetto denominato Fabrica Europa, specificamente destinato ad aree di svantaggio geografico. "Con il progetto abbiamo attivato una collaborazione con CCIAA, tre comuni elbani, alcune imprese esplicitando gli obiettivi di sviluppo indicati dalla Comunità europea", ha detto Celi. Abbiamo identificato quindi linee di indirizzo europeo per idee di sviluppo in un contesto insulare, facendo una lettura approfondita e inedita del concetto di specializzazione intelligente, indirizzata principalmente alle aziende con riferimento alla loro insularità. A partire dai programmi di finanziamento 2014/2020, lo sforzo comune e' stato quello di identificare idee progettuali per ogni obiettivo: professioni come attività innovativa, blue economy, definizione di interventi caratterizzanti per l'Elba, come l'officina galenica, che valorizza piante tipiche per una filiera no food dell'isola.

 

Ipotizzare una batteria di progetti tutti coerenti con le priorità europee, questo lo sforzo sostenuto. Alcune attività sono già partire, altre partiranno a breve, e qui è fondamentale il coinvolgimento della Camera di commercio, ha concluso Celi. La Comunità europea a maggio pubblicherà una serie di Bandi tra cui potremo individuare quello che fa al caso nostro. L'assistenza alle imprese e' importante, e la ricerca dei fondi comunitari è essenziale ma spesso non se ne usufruisce.

A concludere l'incontro e' stato il Presidente Sergio Costalli, alla guida della Camera di commercio dalla fine del mese di gennaio, il quale ha voluto tracciare una lettura ad ampio raggio dei problemi che le imprese vivono nella fase storica attuale.

 

Eccone una sintesi:

Parto dall'incertezza attuale della sopravvivenza di enti come le Camere di commercio, perché il problema non è quello di una nostra specifica permanenza, ma parte dalla sintesi operata dai padri costituzionali che ha dato vita ad una forma di Repubblica, quella nella quale siamo cresciuti e ci siamo formati, che ora è' in una fase di profondo cambiamento, verso qualcosa che ancora non è ben  definito. Quello che a mio parere manca è il dibattito, quello che ha portato alla sintesi del nostro testo costituzionale.

 

Anche il concetto di Europa non l'abbiamo ancora ben compreso: l'Europa non può essere quella che detta norme puntigliose o quella della spending review. Ci aspettiamo qualcosa di più.

Si pensi alla funzione del CNEL, ora abolito, che poteva avanzare proposte di legge, invece non è stato usato in questo senso, perché ? Ente inutile? La CCIAA è l'ultimo ente di rappresentanza pubblica delle imprese. Rappresenta la parte più produttiva e attiva del paese. Abolirla significa saltare questa intermediazione tra lo stato ed i cittadini, una presenza radicata e capillare sul territorio.

 

Per la CCIAA l'Elba e' centrale come impegno e come scommessa, noi ci auguriamo di svolgere un ruolo attivo ancora per il prossimo futuro, di essere una leva importante per lo sviluppo dell'economia di un territorio.

Le cifre investite in questi anni per la Camera sono importanti e sono risorse che vengono dalle imprese che pagano il diritto annuale, somme che vengono reinvestite sul territorio per l'insieme delle azioni a favore delle imprese stesse, con i bandi e con le altre azioni. Si pensi che il nostro bando dedicato agli aiuti alle start up ha visto esaurirsi già per due volte lo stanziamento. Ci impegniamo quindi a proseguire queste azioni per il territorio, ma anche ad approfondire un ragionamento tra CCIAA e Amministrazioni comunali, affinché si possa realizzare un intervento in forma coordinata e sinergica. Occorre partire da tutte le imprese e giungere alle particolarità locali.

 

Turismo, servizi, agricoltura, artigianato, imprese manifatturiere, internazionalizzazione delle imprese. Tutto ciò si può sviluppare solo se c'è substrato locale che fa parte della vita di tutti i giorni, non solo dei turisti ma anche dei cittadini elbani. Tutti i servizi devono funzionare per tutti e sempre. E' quindi necessario che la cultura imprenditoriale tutta cresca per fare impresa nella miglior maniera possibile. La Camera di commercio non può intervenire in alcuni ambiti importanti ma può esercitare una sorta di moral suasion nei confronti degli altri soggetti pubblici: occorre semplificazione burocratica e buon rapporto dell'ente pubblico nel contatto con i cittadini. C'è ' bisogno di tutelare le nostre imprese, che magari restano fuori dal sistema delle gare di appalto, c'è bisogno di cambiare ottica e non penalizzare l'investitore che facendo il suo mestiere porta benefici al territorio. Gli investimenti devono subire anni di procedure burocratiche, ma i tempi dell'impresa non sono quelli della burocrazia. Invito ad affrontare i problemi in modo diverso.

 

Per l'Elba : intervenire come punto di riferimento e di confronto e perché no, anche di scontro se produttivo, come Camera di commercio, che non è un ente erogatore di risorse ma soggetto attivo che interloquisce con le Istituzioni pubbliche e le Associazioni, dando loro forza, in rappresentanza del mondo delle imprese.

Il Presidente ha concluso l'incontro, molto partecipato, anticipando che a giugno la Camera definirà il programma di mandato e intende farlo confrontandosi con i Comuni e le Associazioni imprenditoriali.


Pisa - Prorogato il Bando concessione di contributi per le imprese colpite dal maltempo

Logo della Camera pisana La Camera di Commercio di Pisa comunica che la scadenza del Bando per la concessione di contributi per le imprese colpite dal maltempo  in provincia di Pisa nel gennaio-febbraio 2014, è stata prorogata al 30 aprile 2014 e che, per le sole imprese del Comune di Volterra, sono ammesse le spese sostenute dall'1 ottobre 2013.

 

Al fine di incentivare la ripresa delle attività nelle imprese colpite dall'alluvione, dalle esondazioni e dagli allagamenti del periodo gennaio-febbraio 2014, la Camera di Commercio di Pisa mette a disposizione delle imprese danneggiate un contributi a fondo perduto per le spese di bonifica dei siti produttivi e l'acquisto di scorte.

 


Pistoia & Prato - Insieme per la promozione
Siglato un protocollo d’intesa tra i due enti

Logo della Camera di Pistoia Logo della Camera pratese

Prosegue il processo di collaborazione tra le Camere di Commercio di Prato e Pistoia, in un'ottica di razionalizzazione di spesa e di iniziative. Un percorso di avvicinamento che nei giorni scorsi si è arricchito un nuovo tassello: un protocollo tra i due enti per organizzare iniziative comuni o comunque coordinate per la promozione dell'economia dei due territori provinciali. Questo per poter mettere in campo risposte effettive e concrete alle esigenze del sistema delle imprese, condividendo risorse, scambiando informazioni, promuovendo le attività economiche operanti nelle aree di rispettiva competenza. Una sinergia che si basa anche sulla valorizzazione delle risorse ambientali, culturali e agroalimentari in una strategia complessiva e coerente, in grado di valorizzare e potenziare il quadro degli interventi previsti nel territorio pratese e pistoiese.

 

"Operiamo in due territori contigui, è importante lavorare in un'ottica di sinergia - ha commentato Stefano Morandi, Presidente della Camera di Commercio di Pistoia - Le aziende dei nostri territori hanno superato da tempo le barriere provinciali, è giusto che anche noi ci muoviamo".

 

"La nostra è una scelta politica precisa, l'integrazione dei servizi, che sono poi uno dei punti di forza delle Camere di Commercio, è una sfida importante - ha aggiunto Luca Giusti, Presidente della Camera di Commercio di Prato - Lavoreremo nei prossimi mesi per costruire nuove collaborazioni anche in altri ambiti".

 

Il protocollo si aggiunge alla convenzione già in essere per la realizzazione comune dei servizi di metrologia e per quelli inerenti il controllo sulle clausole vessatorie, un'esperienza nata diversi mesi fa che, visti i risultati positivi, si è pensato di ripetere anche in ambiti diversi


PromoFirenze - Incontri informativi sull’olio extravergine di oliva

Logo di Promofirenze Nell'ambito del programma di attività Scuola dell'olio, sono previsti due incontri informativi gratuiti rivolti agli operatori del settore olivicolo-oleario (aziende, tecnici, frantoiani).

"Le olive: la trasformazione in olio" e "L'olio di oliva extravergine: caratterizzazione chimica e sensoriale", questi i temi trattati dagli incontri che si terranno al Frantoio di Carbonile - OLCAS di Pelago, il 15 ed il 29 aprile dalle ore 18 alle oere 20.

 

L'iniziativa è organizzata da Regione Toscana e Unioncamere Toscana, in accordo con le organizzazioni professionali agricole e con le associazioni dei produttori olivicoli, con la collaborazione tecnica della Divisione Laboratorio Chimico Merceologico di Promofirenze, Azienda Speciale della Camera di Commercio sul sito della quale è possibile accedere al programma ed alla scheda di adesione degli eventi
 

 


Prato - Made in Italy, il 16 aprile la votazione al parlamento UE
Giusti: “Dobbiamo promuovere il valore della trasparenza, solo così possiamo riuscire a portare in fondo questa battaglia”

Logo della Camera pratese Potrebbe essere stata l'occasione per chiudere definitivamente la partita del riconoscimento del Made In: il 16 aprile il Parlamento Europeo ha votato infatti le norme sulle etichette "Made In" che dovrebbero diventare obbligatorie per i beni venduti sul mercato comunitario, tessili e moda compresi.

"In realtà la strada è in salita, ancora una volta su questo tema l'Europa è divisa in due: da una parte quelli contrari, Germania in primis; dall'altra quelli favorevoli, Italia in testa - ha commentato prima del voto Luca Giusti, Presidente della Camera di Commercio di Prato e di Unionfiliere, la società del sistema camerale che sta promuovendo la tracciabilità tra le imprese del settore moda e non solo - Il risultato non è scontato, ma un'approvazione sarebbe rivoluzionaria per il nostro settore: i consumatori potrebbe avere informazioni chiare sulla storia di ciò che acquistano ed essere finalmente in grado di prendere decisioni consapevoli".

La questione "Made in"

In particolare la proposta in discussione si è concentrata in due disegni di legge che rinforzano i requisiti di sicurezza dei prodotti e il sistema di sorveglianza del mercato per rafforzare la tutela dei consumatori nella UE. Secondo la proposta i produttori europei sarebbe in grado di scegliere se mettere "Made in UE" o il nome del loro paese in etichetta. Sono state inoltre chieste pene più severe per le imprese che immettono prodotti non conformi o potenzialmente pericolosi sul mercato e la creazione di una lista nera UE pubblica delle imprese che hanno più volte dimostrato di avere intenzionalmente violato nel norme di sicurezza.

"Abbiamo già sottolineato anche in passato l'importanza strategica che avrebbe l'imposizione di una normativa sulla dichiarazione del paese d'origine delle produzioni, che ci permetterebbe di valorizzare non solo il nostro sistema di produzione, ma anche la protezione dei nostri valori sociali - ha continuato Giusti - Un prodotto non può più essere solo bello o funzionale, deve anche essere realizzato nel rispetto dell'ambiente e dei diritti dei lavoratori e dichiarare la storia della produzione può essere utile per fornire queste indicazioni al consumatore".

La tracciabilità TFashion

E' proprio la trasparenza la finalità principale del sistema di certificazione TFashion, promosso da Unionfiliere, la società del sistema camerale che si occupa della promozione delle filiere. Oggi (14 aprile, ndr.) a presentare il sistema di tracciabilità volontario sarà Luca Giusti, nella doppia veste di presidente di Camera di Commercio di Prato e di Unionfiliere. Un progetto che parla pratese: infatti insieme a lui ci saranno Luca Rinfreschi, presidente del Comitato di Certificazione TFashion, e Andrea Cavicchi, nella sua veste non solo di presidente UIP ma anche di componente del comitato moda di Unionfiliere.

"La tracciabilità volontaria TFashion serve proprio a questo: raccontare in etichetta la storia del prodotto, indicando in maniera trasparente dove sono state effettuate le lavorazioni - aggiunge Giusti - Questa certificazione sta riscuotendo un grande interesse sul mercato, le imprese del territorio di Prato sono chiamate a cogliere questa opportunità di qualificazione. La Camera di Commercio è a loro disposizione per accompagnarle in questo percorso".


Firenze - Video in 3D nel nuovo Info-point di piazza Stazione

Logo della Camera fiorentina Un nuovo Centro visite, completamente multimediale, per i turisti che arrivano in città: è quello realizzato al primo piano dell'edificio che già accoglie l'Infopoint turistico di piazza della Stazione, proprio di fronte alla stazione ferroviaria di Santa Maria Novella e che permette anche l'accesso alla Basilica.

L'ambiente, completamente ristrutturato, è stato allestito con apparecchiature audiovisive e touch screen e schermi ad alta definizione, le cui soluzioni tecnologiche multimediali sono state studiate e realizzate grazie anche al contributo della Camera di Commercio di Firenze.

L'idea di base del Centro visite è offrire servizi molteplici e differenziati, un luogo nel quale i visitatori possono costruire in modo autonomo percorsi ed itinerari di visita della città anche suggeriti da immagini, filmati attraverso la consultazione digitale di touch screen, e contestualmente assumere le informazioni dagli operatori addetti al front office al piano terra. La visione di immagini della città e del territorio potrà infatti indirizzare i turisti verso la scoperta anche dei musei minori o itinerari alternativi.

Punto di forza del Centro visite è rappresentato dalla grande sala per la proiezione di filmati sulla città e il suo territorio in 3D nella quale sarà in visione Something About Florence, video 3D realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio e la Provincia di Firenze e con il supporto tecnico dell'Università, che offre una suggestione sui molteplici aspetti di Firenze, dei luoghi e paesaggi che la circondano e suscita nello spettatore nuove curiosità ed emozioni. La sala potrà ospitare incontri, conferenze e consentire la visioni di numerosi filmati di approfondimento sulla città.

La rete cittadina degli uffici di informazione turistica conta una media di un milione di visite all'anno. Con la trasformazione in Centro visite dello sportello di piazza Stazione e con il collegamento ai nuovi ambienti multimediali al primo piano, è previsto un considerevole aumento del numero dei contatti.


Pisa - 2013: l’export torna a marciare
Meccanica e cuoio rilanciano le esportazioni, decisivo il contributo dell’Europa

Logo della Camera pisana Sono positivi i segnali per l'economia pisana che vengono dal versante internazionale. Le esportazioni pisane, trainate dalla meccanica e della filiera delle pelli, raggiungono nel 2013 i 2.706 milioni di euro di controvalore mettendo a segno un incoraggiante +2,9% rispetto al 2012. Il tutto mentre Italia e Toscana segnano un arretramento (-0,1% e -3,6% rispettivamente), una contrazione che per la Toscana è frutto della caduta delle quotazioni dell'oro. Meno positivo, invece, il +9,5% messo a segno dall'import pisano: un risultato sul quale pesano i forti rincari registrati dal pellame a causa di politiche commerciali protezionistiche da parte dei principali paesi produttori. Sono questi, in estrema sintesi, i risultati dell'analisi dei dati Istat sul commercio estero condotta dall'Ufficio Studi della Camera di Commercio di Pisa.

 

ESPORTAZIONI

La buona crescita dell'export pisano, è ascrivibile al +10,3% messo a segno dalla meccanica, un risultato che spiega ben 1,3 punti di crescita sul totale provinciale di 2,9. Significativo anche l'apporto della filiera delle pelli (+1,2 punti su 2,9 il contributo) al cui interno si segnalano, grazie alla spinta dei mercati cinese, vietnamita ed Europeo, il +2,3% del cuoio lavorato ed il +19% del grezzo. Buono anche il +1,9% delle calzature grazie ad USA, Giappone, Serbia e Francia. Ancora un segno meno, invece, per cicli e motocicli -3,4% (che pesano per -0,7 punti percentuali sulla dinamica complessiva), seguiti a "ruota" dal vetro -1,5%.

A livello geografico, la crescita dell'export pisano si deve soprattutto alla ripresa del mercato europeo (+1,7% pari a 1,1 punti sui 2,9 totali) ma anche al dato positivo degli altri continenti: +9,1% per l'America e +20,1% l'Africa. Meno marcato, ma pur sempre positivo, il contributo delle esportazioni verso l'Asia (+0,7%).

Macchine e metalli in Germania, cicli e motocicli e Gomma nei Paesi Passi, chimica-farmaceutica e cuoio in Austria, rilanciano l'export nell'area tedesca. Il trend positivo degli Stati Uniti è confermato dai cicli e motocicli, calzature, utensili e bevande. In terreno negativo, e con contrazioni di un certo rilievo, troviamo altri importanti paesi dell'Unione Europea: flessioni consistenti di cuoio, cicli e motocicli interessano i transalpini, mentre di metalli e delle due e tre ruote gli iberici.

 

IMPORTAZIONI

Nel 2013 torna a crescere anche l'import pisano: +9,5%. Tuttavia, il risultato di Pisa non è frutto di una ritrovata crescita produttiva ma, piuttosto, dell'aumento delle quotazioni di pellame che contribuisce in modo determinante al +18,5% fatto registrare dalle pelli grezze e al +29,5% di quelle lavorate. Tuttavia, lasciano ben sperare per il recupero degli investimenti e dell'attività di trasformazione il +22,4% della meccanica generale e il +13 % della chimica di base. Sul fronte dei beni di consumo, invece, si segnalano le flessioni dei mezzi di trasporto (-17,7%) e delle apparecchiature per le telecomunicazioni (-14,5%, prevalentemente cellulari e articoli di elettronica).

A livello geografico, spiccano il +32,3% dell'America (determinante il contributo di pelli conciate e prodotti farmaceutici) e il +9,1% dell'Europa (pelli e meccanica). La Francia, con 224 milioni di euro, supera la Germania, 222milioni, come primo paese di provenienza delle importazioni pisane.

 

IL PUNTO DI VISTA DEL PRESIDENTE PIERFRANCESCO PACINI

"Grazie alla spinta dei paesi emergenti ed al recupero delle economie avanzate - commenta il Presidente della Camera di Commercio di Pisa Pierfrancesco Pacini - la domanda mondiale ha registrato una leggera ripresa nel corso del 2013. Le imprese della nostra provincia sono state abili a cogliere questa opportunità, riuscendo a rilanciare le esportazioni in tutti i continenti, soprattutto nei settori della meccanica e della filiera delle pelli. Se Stati Uniti, Cina e molti paesi emergenti segnano ottimi risultati, il dato che più ci conforta è senza dubbio la ripresa dell'export verso l'area tedesca. Va da sé - conclude Pacini - che proprio in queste occasioni il ruolo della Camera deve essere ancora più incisivo nel promuovere e favorire i processi di internazionalizzazione. In questa direzione vanno infatti non solo i contributi che l'Ente ha stanziato per la partecipazione autonoma a mostre e fiere, ma anche quelli per programmi di espansione commerciale su mercati esteri."


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
21 March - 29 April Unioncamere Toscana Scuola dell'Olio - "Incontri sulla filiera dell'olio extra vergine di oliva" - 21 mar 29 apr
21 March - 28 May Camera di Commercio Siena - UNISI Corso ELA - Esperti in Legislazione Ambientale
24 April - 1 May Fortezza da Basso Firenze Mostra Internazionale dell'Artigianato
28 April Fortezza da Basso - Firenze Galleria dell'Artigianato - Presentazione evento
28 April Camera di Commercio Lucca Campagna olearia 2014 - La difesa dalla mosca delle olive - Lucca
6 May Società Dante Alighieri - Roma Passione Maremma - Wine&FoodShire 2014 - Conferenza Stampa
8 May Camera di Commercio Firenze 9° Censimento dell'Industria e dei Servizi e delle Istituzioni Non Profit
8 - 9 May Camera di Commercio Lucca Come scrivere una proposta di successo
8 May - 5 June Camera di Commercio Lucca “Il successo nella vendita: dalle tecniche alle strategie vincenti”
9 May Camera di Commercio Pistoia Tre bandi per lo START-UP d'impresa in provincia di Pistoia
12 May Camera di Commercio Pisa Presentazione del bilancio e dei risultati della Camera di Commercio nel 2013
16 May - 14 September Camera di Commercio Arezzo GodFashion - Il caldo abbraccio del Casentino "Tra le Ali di Icaro"
19 May Camera di Commercio Pisa "Impresa in azione" Toscana 2014 - Manifestazione conclusiva
20 May AssoCantuccini denominazione IGP "Cantuccini Toscani"
20 May CIF - Camera di Commercio Firenze "Donne ... che impresa !"
20 May Camera di Commercio Livorno L'Ambasciatore Armeno incontra le imprese livornesi
21 May Camera di Commercio Prato L'impresa competitiva - Strategie per migliorare le performance e ridurre gli sprechi
21 May Camera di Commercio Pisa Presentazione Fondo Rotativo per le Imprese Innovative 2014
22 May Camera di Commercio Prato Seminario "Green Marketing per le PMI "
22 May Camera di Commercio Arezzo "La tutela della proprietà intellettuale ed industriale in internet"
22 May Camera di Commercio Siena Presentazione della nuova Giunta camerale della CCIAA di Siena
27 May Unioncamere Toscana Riunione di Consiglio
27 May Associazione Interregionale delle CCIAA del Centro Italia Per una riforma delle modalità di risoluzione delle controversie con la PA
29 May Comitato IFE - Camera di Commercio di Arezzo "Neanche con un fiore"
29 May Mensa Caritas Firenze Il Pesce dimenticato: Mens(a) sana in corpore sano - Invito 29 mag.
3 - 7 June PromoFirenze Corso per assaggiatori vino
5 June PromoFirenze "Catalogo dei partecipanti ad EXPO 2015"
5 June Camera di Commercio Arezzo 12a Giornata dell'Economia
5 June Camera di Commercio Lucca Mettersi in Proprio: opportunità e strumenti
6 June Camera di Commercio Pistoia 12a Giornata dell'Economia
6 June Camera di Commercio Siena 12a Giornata dell'Economia: "Rapporto Siena 2014"
6 June Camera di Commercio Prato 12a Giornata dell'Economia
9 June Camera di Commercio Pistoia Mettersi in proprio: opportunità e strumenti di accesso al credito
10 June Unioncamere Toscana - Irpet Presentazione del "Rapporto sulla Situazione economica della Toscana" - 10 giu
10 June Camera di Commercio Firenze Start up e portafoglio brevetti: la valutazione economica della proprietà intellettuale, il brevetto software e gli incentivi alla brevettazione
11 June Camera di Commercio Lucca Nuove tecnologie e business…non solo Internet
11 June Camera di Commercio Grosseto Il Giro d'Italia delle donne che fanno impresa
13 June Camera di Commercio Livorno 12a Giornata dell'Economia
16 June Camera di Commercio Prato Il Giro d'Italia delle donne che fanno impresa
17 June Camera di Commercio Grosseto Sistema di videosorveglianza antirapina



Logo Sincert


Stampa