Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  17 -  Friday, May 16, 2014 - anno  13
Attività Istituzionale
Survay pmi 2014" - Imprese toscane e ripresa: nuovi mercati e prodotti, le leve per ripartire
Il commento del Presidente Galgani

Il Presidente GalganiCommentando Survey pmi 2014 - "After the storm": le imprese toscane fra crisi e ripartenza - l'indagine realizzata da Unioncamere Toscana su un campione di circa 2 mila imprenditori, Vasco Galgani, Presidente di Unioncamere Toscana ha detto:

 

"L'indagine realizzata restituisce l'immagine di un sistema imprenditoriale che, dopo la seconda dura recessione in soli cinque anni, sta affrontando una nuova fase cercando di rialzare la testa, attraverso l'elaborazione di nuove e più complesse strategie di risposta alle difficoltà fin qui incontrate. Si tratta per il momento di segnali nel complesso ancora deboli, ma che rappresentano una condizione essenziale per tornare a progettare il futuro. È necessario che questo nuovo atteggiamento, per ora circoscritto soprattutto ad alcuni settori, sia alimentato e sostenuto da misure volte a rendere più semplice il rapporto fra pubbliche amministrazioni ed imprese, a rivitalizzare il mercato interno e soprattutto ad incidere favorevolmente sulle condizioni di liquidità e di accesso al credito, in questo momento i fattori che maggiormente ostacolano una ripresa degli investimenti da parte delle imprese".


“Impresa in azione” come Best Practices al convegno organizzato dall’Ufficio Scolastico Regionale

" "Si è svolto mercoledì 14 Maggio, presso la sede dell'I.S.I.S. "Russell - Newton" di Scandicci, il convegno organizzato dall'Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana e rivolto ai dirigenti scolastici delle scuole medie, inferiori e superiori, dal titolo "La scuola secondaria di secondo grado della Toscana: le alleanze formative".

 

L'evento, a cui ha preso parte anche l'Assessore Regionale all'Istruzione Emmanuele Bobbio, aveva l'obiettivo di rilanciare "Alternanza scuola lavoro", la modalità didattica di "learning by doing", sostenuta ormai da diversi anni anche dal Sistema camerale regionale.

 

A livello operativo "Alternanza scuola lavoro" si concretizza in una serie di iniziative per gli studenti delle classi quarte delle scuole medie superiori, aventi l'obiettivo di favorire l'apprendimento in situazione lavorativa e realizzate grazie alla collaborazione sinergica tra le diverse Istituzioni che sul territorio si occupano di istruzione, formazione professionale, imprenditorialità.

 

Nel corso della manifestazione sono state ripercorse le tappe della collaborazione, avviata nel 2005, fra Unioncamere Toscana, Ufficio Scolastico Regionale e Regione Toscana per l'organizzazione dei percorsi di "Alternanza scuola lavoro" con un focus specifico su "Impresa in azione".

 

"Impresa in azione" consiste in un percorso di educazione economica attivo in tutta Europa, e riconosciuto dalla Commissione Europe incentrato sull'apprendimento dei modelli organizzativi in uso nelle moderne realtà aziendali.

Come dei veri imprenditori, tra loro in competizione, i ragazzi "costituiscono un'impresa", quindi realizzano un piano di business, reperiscono e costituiscono il capitale sociale, producono e commercializzano prodotti, gestiscono un budget, sviluppano strategie di marketing.

 

L'intento è quello di promuovere una cultura imprenditoriale consapevole dei molti rischi, ma anche delle importanti opportunità, in termini di crescita personale e professionale, che il lavoro in proprio può offrire ai giovani nonché sostenere una metodologia didattica tesa a favorire il superamento della distanza fra istruzione e lavoro.

 

La partecipazione ad eventi regionali, nazionali ed internazionali organizzati da Junior Achievement, l'associazione detentrice del format e, per la Toscana, dal Sistema Camerale regionale consente alle imprese di studenti di promuovere le proprie attività, sperimentare la vendita al pubblico ed essere valutate da giurie qualificate.

 

Sono oltre 350 le classi i partecipanti alla competizione nell'anno scolastico 2013-2014, di cui 18 in Toscana provenienti dalle province di Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Pisa e Pistoia.

 

A livello regionale, il programma si concluderà il prossimo 19 Maggio, a Pisa, nella ormai tradizionale cornice di Piazza Vittorio Emanuelle II, dove i ragazzi presenteranno ad una giuria di esperti imprenditori, rappresentanti della scuola e dell'Università nonché del Sistema Camerale Regionale i proprio prodotti.

 

La manifestazione è curata da Unioncamere Toscana con il supporto operativo della Camera di Commercio di Pisa - Azienda Speciale ASSEFI e con l'ulteriore collaborazione delle Camere di Commercio di Firenze, Grosseto - Azienda Speciale COAP, Livorno - Azienda Speciale Centro Studi e Ricerche, Lucca, Pisa e Pistoia.

 

La migliore impresa di studenti, si aggiudicherà la possibilità di partecipare a "Biz Factory", la finale nazionale che si svolgerà a Giugno a Milano.   


DOCUMENTI ALLEGATI
Nuovi incontri formativi per le corsiste di “Busy ness Women – MadreFiglia”

" "Con l'incontro inaugurale del 7 Maggio scorso, che si è svolto a Firenze presso la sede di Unioncamere Toscana, sono riprese le attività didattiche di "Busy Ness Women - MadreFiglia", il percorso formativo per la promozione dell'imprenditoriale femminile organizzato dall'Unione Regionale e dalla Regione Toscana - Settore "Politiche di Genere, consumatori e utenti, Tutela dei minori" nell'ambito dell'Accordo sottoscritto dalle Parti il 20 Novembre 2013.

 

L'azione, che è rivolta alle partecipanti al percorso già avviato nel 2013 nelle cinque macro-aree in cui è stato idealmente suddiviso il territorio regionale, ha l'obiettivo di rafforzare l'azione formativa in materia di start up di impresa a favore delle donne.

 

Le lezioni si svolgeranno nei mesi di maggio e Giugno presso le sedi delle Camere di Commercio di Arezzo, Grosseto, Massa Carrara e Pisa, oltre che dell'Unione Regionale e si articoleranno in ciascun territorio attraverso quattro incontri della durata di 5 ore cadauno sulle tematiche di seguito indicate:

  • Motivazione e leadership;
  • Innovazione Digitale e start up innovativo;
  • Gestione dei rapporti con le banche;
  • Gestione dei conflitti e problem solving .

Nel 2013 sono state ben 148 1e donne che hanno preso parte a "Busy Ness Women - MadreFiglia", per l'autunno 2014, Unioncamere Toscana e Regione sono intenzionate a dare impulso ad una nuova collaborazione per consentire la realizzazione di nuovi percorsi di "Busy Ness Women - MadreFiglia".

 


Attività Studi & Ricerche
Survay pmi 2014 – “After the storm”: le imprese toscane fra crisi e ripartenza

" "In un contesto che sta tornando ad essere maggiormente favorevole, l'indagine realizzata da Unioncamere Toscana su un campione di circa 2 mila imprenditori evidenzia un leggero miglioramento delle aspettative per i prossimi mesi: il 7% delle aziende toscane prevede una crescita del proprio volume d'affari nel corso del 2014 (era al 3% nell'indagine dello scorso anno), mentre la quota di quelle che ritengono probabile una diminuzione scende al 37% (era al 44%).

Un "clima di fiducia" maggiormente positivo si respira soprattutto nei settori a più elevato contenuto di conoscenza ed a maggiore intensità tecnologica, come l'ingegneria meccanica ed elettronica (dove la quota di imprese che prevede un aumento del proprio fatturato è pari al 14%), l'informatica (15%) ed i servizi avanzi alle imprese (16%).

Come già nel recente passato, i mercati internazionali continueranno a rappresentare la principale fonte di stimolo alla ripresa dell'attività: la domanda estera è infatti prevista in crescita dal 12% degli imprenditori toscani, contro una quota più contenuta di coloro che prevedono un'espansione della domanda interna (il 7%).

 

Nonostante i miglioramenti attesi, la dinamica dei prezzi di vendita resterà comunque estremamente contenuta, con solo il 2% degli imprenditori che prevede adeguamenti al rialzo dei prezzi nel corso del 2014 ed il 14% che - al contrario - ritiene probabile una riduzione: l'indagine conferma dunque come, nello scenario attuale, non vadano sottovalutati i rischi di deflazione, il cui eventuale innesco potrebbe compromettere sul nascere l'avvio ed il consolidamento di una fase di ripresa.

 

Anche su altri fronti l'atteggiamento degli imprenditori rimane estremamente prudente, come nel caso degli investimenti, dove la quota di imprenditori che ha programmi per il 2014 si ferma al 7%, dell'occupazione, con una quota estremamente ampia di aziende (il 92%) che prevede una situazione di stabilità dei propri organici per l'anno in corso.

 

Si tratta di una prudenza che appare giustificata da varie circostanze, in primo luogo dal fatto che circa un'impresa su quattro (il 26%) prevede che l'anno in corso si caratterizzerà per un nuovo peggioramento sul fronte della gestione della liquidità, un dato in riduzione rispetto alle precedenti rilevazioni (33% nel 2013, 44% nel 2012) ma pur sempre elevato, soprattutto se comparato alla quota del tutto marginale (solo l'1%) che ritiene probabile un miglioramento su questo fronte.

Sono soprattutto le imprese più piccole ad avvertire le maggiori difficoltà, dal momento che la gestione della liquidità è prevista in peggioramento dal 27% delle aziende fino a 9 addetti contro il 15% di quelle con almeno 10 addetti; una situazione molto sfavorevole caratterizza inoltre le imprese artigiane, con aspettative di peggioramento che interessano il 30%.

 

Preoccupante è inoltre l'aumento della quota di imprese che, nel ricorso all'indebitamento bancario, hanno destinato tali risorse alla ristrutturazione del debito (sono passate dal 18% del 2013 al 33% della presente rilevazione), nella misura in cui a tale motivazione è connesso il diffondersi di situazioni di crisi aziendale. L'indagine registra inoltre un'attenuazione delle difficoltà di accesso al credito: la quota di imprese che giudica le condizioni di accesso meno favorevoli scende al 33% dopo aver toccato il 60% nei due anni precedenti. La distensione nelle condizioni di erogazione dei prestiti appare tuttavia ancora parziale, dal momento che tale quota, seppur in diminuzione, resta su livelli superiori a quelli del 2009 (23%), anno già fortemente caratterizzato dall'irrigidimento delle condizioni di accesso al credito conseguente ai riflessi della crisi finanziaria.

Le difficoltà maggiori vengono segnalate dai settori del sistema moda (51%), dell'edilizia (44%), dei trasporti (38%) e dell'informatica (37%), oltre che dalle imprese artigiane (38%), subfornitrici/contoterziste (41%) e dalle aziende prevalentemente esportatrici (37%).

 

È soprattutto dall'analisi degli orientamenti strategici messi in atto dagli imprenditori che sembra trasparire il ritorno ad un clima di fiducia più favorevole. Gli interventi volti al contenimento dei costi di produzione/gestione restano quelli più diffusi (63%), risultando inoltre in aumento (insieme agli interventi per la razionalizzazione dei costi di approvvigionamento e logistica) rispetto ad un anno fa.

 

La ricerca di una maggiore efficienza operativa è peraltro ancora una volta giustificata dalla necessità di recuperare adeguati livelli di redditività, a fronte di politiche di prezzo che rimangono estremamente caute, e che si traducono in un ampio ricorso a pratiche commerciali volte alla compressione dei margini (segnalate dal 57% delle imprese).

 

Sostanzialmente stabile (all'11%) resta la quota di imprese che stanno ampliando la gamma dei propri prodotti/servizi ed una diminuzione caratterizza l'adesione ad iniziative di rete (9%) che - tuttavia - si rivelano più diffuse all'interno del settore dei trasporti/logistica (17%), dei servizi avanzati alle imprese (15%), dell'agricoltura (14%) e del commercio (11%).

 

Si registra al contrario un ampliamento dei casi volti alla ricerca di nuovi canali e forme distributive/promozionali, soprattutto fra le imprese del turismo (41%) e dei servizi avanzati alle imprese (36%), così come si evidenzia una maggiore propensione sia ad operare sui mercati esteri (dal 9% della precedente indagine al 13% della presente rilevazione) che ad aprire nuovi sbocchi all'interno del mercato nazionale (dal 14% al 16%).

 

Ed è proprio la ricerca di nuovi sbocchi di mercato che più sembra "fare la differenza" nel contesto attuale: la quota di imprese che registrano un aumento di fatturato, pari nel complesso al 7%, cresce infatti in maniera significativa nel caso di coloro che hanno posto in essere strategie finalizzate alla ricerca di nuovi sbocchi sul mercato domestico (22%) e delle imprese che si sono rivolte a nuovi mercati esteri (28%), seguite a distanza dalle performance delle aziende che hanno perseguito un ampliamento dei prodotti/servizi realizzati.


Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


“After the storm”: le imprese toscane fra crisi e ripartenza
- Unioncamere Toscana Ufficio Studi Note e approfondimenti 2014-02

Notizie dal mondo camerale
Firenze - Lo sport come strumento di inclusione sociale: a Palazzo Vecchio incontro tra cultura araba e italiana

Logo della Camera fiorentina La forza e il valore dello sport diventano strumento di aggregazione e di coesione sociale, per mettere in contatto e favorire il dialogo tra diversità culturali, religiose ed ideologiche. È con questo spirito che si aprirà il 16 maggio, nel Salone de' Dugento di Palazzo Vecchio a Firenze (orario: 15-19), il convegno "Sport 4 Dialogue", promosso in occasione della 1° AIWA CUP, torneo di calcio che mette di fronte le Nazionali di calcio femminile arabe ed italiane, alla cui organizzazione logistica ha collaborato il Comitato per la Promozione dell'Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Firenze. Associare lo sport e l'integrazione tra culture è l'intento con cui AIWA (Arab Italian Women Association) ha organizzato questo incontro, che vedrà la presenza di relatrici arabe, del Bahrain e di Abu Dhabi.

 

Il convegno si pone l'obiettivo di chiarire il legame tra femminilità, successo ed emancipazione, focalizzando l'attenzione sugli stili e i modelli di leadership assunti dalle donne, in un contesto che vede sempre più lo sport come potenziale veicolo per affermare i propri diritti e confermare la propria diversità.

 

Numerose le autorità presenti: confermati i saluti del senatore Andrea Marcucci, presidente della Commissione Cultura e Sport del Senato e la conclusione del meeting affidata al Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

 

Nell'ottica di avvicinare tradizioni e culture diverse tra di loro, sarà lo sport, dunque, il tramite per diffondere il coraggio, mostrato dalle donne di AIWA, abbattere i pregiudizi e creare un vero trait d'union tra Italia e mondo arabo.


Lucca - Camera di Commercio: Cerimonia di premiazione della fedeltà al lavoro e del progresso economico

Logo della Camera lucchese La sacralità del lavoro e dell'impresa, come elementi fondamentali per lo sviluppo del Paese, è stata al centro delle considerazioni espresse dal presidente della Camera di Commercio, Claudio Guerrieri, dal sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, e dall'Assessore alle attività produttive della Provincia, Francesco Bambini, che hanno aperto questa mattina, nella sede camerale di Corte Campana, la cerimonia di premiazione della "Fedeltà al lavoro e del Progresso economico", promossa come ogni anno dalla Camera di commercio.

Sono stati consegnati due premi speciali ad altrettante aziende distintesi per aver ottenuto particolari risultati gestionali. Questi i premi speciali e le relative motivazioni.

 

Fapim spa

Industria all'avanguardia per la produzione di accessori per serramenti e simili, nonché di macchine e attrezzature per la produzione ed il montaggio degli stessi, si è contraddistinta per l'innovazione e la ricerca nei prodotti.

Azienda sempre attenta alla formazione e alla valorizzazione del personale, ha acquisito risultati eccellenti anche sui mercati esteri. Quest'anno l'azienda compie quarant'anni di attività e festeggia questo importante traguardo con una lunga festa, che si svilupperà un una serie di eventi sociali aperti alle famiglie e agli amici di Fapim, seguendo il filo del tempo: dal passato, rappresentato dalle origini dell'azienda, dal legame con il territorio, al futuro, rappresentato dai bambini e dalla voglia di crescere ancora.

Ciò denota come la Fapim sia un'azienda dove è molto forte il tema della responsabilità sociale di impresa

 

Frediani Renata

Antiquaria, che durante la sua attività trentennale nel cuore del centro storico, ha lavorato con impegno e amore al mantenimento delle tradizioni della città di Lucca.

La sua attività è stata sempre caratterizzata dalla valorizzazione degli oggetti e dei mobili del periodo napoleonico a Lucca (in particolare della figura di Elisa Baciocchi) che determinò una forte impronta nella tradizione manifatturiera cittadina.

La sig.ra Frediani nel corso della sua attività ha ottenuto svariati riconoscimenti e i suoi mobili e oggetti sono stati esposti in diverse mostre tematiche, fornendo un importante contributo alla promozione e alla diffusione culturale e storica di Lucca

 

Nel corso della cerimonia sono stati consegnati anche i premi a lavoratori dipendenti nel settore privato con almeno 35 anni di anzianità, imprenditori e amministratori e imprese con più di 30 anni di ininterrotta attività, imprese "storiche" che vantano almeno 60 anni di attività.

 

Infine sono state premiate quattro imprese che negli ultimi 4 anni si sono particolarmente contraddistinte l'introduzione di innovazioni e tecnologie innovative, e per aver incrementato contribuito all'incremento dell'export. Si tratta Paper Converting Machine Company - Italia Spa (Borgo a Mozzano) per il rilevante incremento della presenza sui mercati internazionali; Sadas Srl (Capannori) per il rilevante incremento della presenza sui mercati internazionali; Pizero Design Srl (Lucca) per l'elevato grado di innovazione sviluppato; Silmarc Pharma Srl (Capannori)    per l'elevato grado di innovazione sviluppato

 

Questo l'elenco degli altri premiati:

 

Dipendenti: Cesare Martinelli (Lucca, 42 anni di anzianità, dipendente Market Severi); Patrizia; Lucarini(Lucca, 38 anni di anzianità, dipendente Servizi Ospedalieri Spa)

 

Imprese:

Nardini & Baldoni snc (Forte dei Marmi) acconciature maschili - barbiere da 59 anni; Zuffardini Alvaro (Coreglia) commercio di frutta, verdura e alimentari da 59 anni; Brocchini Stefania (Viareggio) commercio ortofrutta - frutta e verdura da 58 anni; Sergio Srl (Viareggio) commercio generi alimentari, rosticceria, tavola calda da 56 anni; Il Centauro snc (Coreglia) officina meccanica da 55 anni; Tambellini Giuseppe (Porcari) Locanda da Rino - Locanda/Albergo/ ristorante da 54 anni; Arredamenti Tardelli Srl (Castelnuovo Garf.na) mobilificio da 51 anni; Yacht Broker Srl (Viareggio) prestazione assistenza all'ormeggio e turistica per maga yachts / Commercio e assistenza natanti in genere da 49 anni; Etruria statue di Pellegrini Orlando e c. snc (Coreglia) produzione di statue e statuine in gesso da 47 anni; Casali Lia nei Bernicchi (Lucca) parrucchiera da 46 anni; Lanza & Co. Srl (Lucca) commercio calzature, abbigliamento ed accessori           da 44 anni; Zerbinati Liana Nadia (Lido di Camaiore) produzione e commercio maglieria da 44 anni; Riale Srl (Viareggio) commercio mobili, scale retrattili ed infissi da 43 anni; TRE M Costruzioni Srl (Capannori) impresa edile da 42 anni; Albergo Ristorante Il Castagno di Nobili Delia e c. Sas (Giuncugnano) albergo ristorante da 42 anni; Gabrielli Alessandro (Bagni di Lucca) falegnameria da 41 anni; Lari Francesco (Viareggio) commercio al dettaglio di frutta e verdura / ortofrutta da 39 anni; Pardini Pietro (Viareggio) gioielleria - commercio al minuto di orologi e accessori da 39 anni; Pellegrini di Pellegrini Giuliano & C. Sas (Lucca) commercio all'ingrosso di macchinari per l'industria tessile da 39 anni; Gelateria Mario di Giandomenici Nedo e Luca Snc (Viareggio) gelateria artigiana da 37 anni; Pardini Armando (Pescaglia) impresa edile da 36 anni; Daniela Broch di Passetti Daniela (Forte dei Marmi ) commercio articoli abbigliamento da 35 anni; Ristorante Pensione Il Grillo di Salotti Giuliano (Coreglia) ristorante, pensione e bar da 34 anni; Bianchi Service di Bianchi Fabrizio (Capannori) riparazione elettrodomestici da 32 anni; Versilia Legnami Srl (Viareggio) commercio all'ingrosso e al dettaglio di legname e affini da 32 anni; I Palagi di Giovanni Paolo e Sandro Snc (Camaiore) parrucchiere da 31 anni; F.lli Bechelli Sas di Bechelli Nicola e C. (Piazza al Serchio) macelleria da 30 anni; Belotti Francesco (Viareggio); Edilizia / impresa edile da 30 anni; Frediani Renata (Lucca) antiquariato da 30 anni;Il Fiorista di Tomei Roberto & C. Sas (Capannori) lavori di giardinaggio da 30 anni; Officina Navale Nanni di Volpe Rino & C. Snc ( Viareggio) officina navale da 30anni;

 

Imprenditori e Amministratori:

Alfredo Menegazzo (Capannori) da 49 anni alla Menegazzo Srl; Giuliano Capri (Lucca) da 50 anni alla Rosticceria Il Fagiano srl; Mauro Nicoletti (Capannori) da 42 anni a I Parrucchieri uomo donna di Nicoletti Mauro; Alessandro Garzella (Viareggio) da 37 anni alla Garzella Alessandro & Massimo Snc; Aldo Casali (Lucca) da 36 anni all'Esedra Srl; Eleonora Secchi (Camaiore) da 35 anni all'Olimpia Gelati Srl; Silvano Baldassari (Viareggio) da 32 anni all'Eyespace Occhiale Self Service Srl; Pietro Baldoni (Forte dei Marmi) da 32 anni alla Nardini & Baldoni Snc; Maurizio Pezzini (Viareggio) da 32 anni alla Bagno Teresa Snc; Brunetto Maccioni (Lido di Camaiore) da 31 anni al Hotel Capri di Maccioni Brunetto & C. Snc; Antonio Marcheschi (Lucca) da 30 anni alla Polverind di Liberatore e Marcheschi Snc; Vincenzo Pardini (Viareggio) da 30 anni alla L.E.C.A. Di Giorgi e Pardini Sas; Maria Elena Pietrasanta (Lucca) da 30 anni all'Arena di Pietrasanta Maria Elena & C. Sas

 

Imprese con più di 60 di anzianità:

Simonini Enzo farmacia da 143 anni a Barga; Caffè Così Com'é di Berti Martina & C. Sas bar da 110 anni a Viareggio; Antica Locanda di Sesto di Tomei Raffaella, Bertolacci Ida & C. Snc ristorazione da 101 anni a Lucca; Gelateria Veneta Srl gelateria da 86 anni a Lucca; Rugani e Donatelli di Anna Rugani e C. Snc commercio vegetali, cotoni, lane, filati da 66 anni a Viareggio; Bagno Ester di Spazzafumo Luigia & C. Sas stabilimento balneare da 65 anni a Viareggio; Densi Marco commercio gas liquido kerosene da 64 anni a Viareggio; Ferrari & Bacci Snc di Bertellotti Manrico e Mallegni Silvia lavorazione mosaici artistici da 63 anni a Pietrasanta; Bagno Irene di Di Beo Irene e C. Snc stabilimento balneare da 63 anni a Viareggio; Giulio Volpe di Samuele Volpe commercio macchine e mobili per ufficio da 63        anni a Lucca; Del Mugnaio Rita commercio ambulante dolciumi da 61 anni a Capannori


Grosseto - Passione Maremma racconta la storia del territorio con i filmati dell'Istituto Luce

Logo della Camera grossetana Non solo degustazioni, prelibatezze enogastronomiche ed artigianato artistico... "Passione Maremma" è anche cultura, tradizioni, storia...

Il ritratto della Maremma com'era sarà uno dei protagonisti dell'evento di quest'anno che ospiterà, per la prima volta, le immagini dei cinegiornali e dei servizi giornalistici dell'Istituto Luce proprio sul passato della provincia di Grosseto.

Sui tre maxi schermi posizionati nel centro storico cittadino, in piazza Dante, in piazza Pacciardi e piazza del Mercato, dal calar della sera saranno proiettati emozionanti filmati tratti dal patrimonio audio visivo dell'Archivio storico Luce che raccontano il territorio, dagli anni '20, con la realizzazione di importanti opere pubbliche, al dopoguerra, dalla bonifica al ruolo dell'Ente Maremma.

I filmati si potranno vedere anche comodamente seduti presso il Museo di Storia Naturale, in strada Corsini 5, in orario di apertura della struttura.

I Butteri maremmani dll'epoca

L'iniziativa è stata resa possibile dalla collaborazione tra la Camera di commercio e l'associazione Pro Loco di Grosseto.

"La Pro loco, in possesso del materiale di archivio fornito dall'Istituto Luce, ha voluto realizzare un programma in collaborazione con l'Ente camerale in occasione dell'evento Passione Maremma per promuovere e far conoscere le immagini della storia contemporanea di Grosseto nelle fasi più importanti della costruzione urbanistica della città - spiega il presidente dell'associazione Umberto Carini - e della crescita economica della campagna, dalla palude all'agricoltura e all'allevamento brado. I singolari ed importanti contributi dell'Istituto Luce che vanno dagli anni '20 all'attualità, possono accompagnare i visitatori della manifestazione in un viaggio nel ricordo delle proprie origini. Ed i turisti potranno conoscere le tradizioni storiche della Maremma, nota in tutto il mondo per i suoi butteri, ma che trova in Grosseto la sua capitale storica. Due pagine particolarmente toccanti saranno dedicate alla Seconda Guerra Mondiale, con il bombardamento di Grosseto e a quella sul lavoro della miniera di Ribolla".


Prato - Tessiture, un settore a più velocità
Mappatura della filiera, terminata la seconda fase di indagine

Logo della Camera pratese Due mondi diversi, un solo settore: è questa la prima cosa che salta all'occhio analizzando l'indagine sulle tessiture, secondo step del lavoro di mappatura della filiera. A confermarlo un lavoro di attenta analisi, svolta con interviste dirette su 309 imprese del settore, il 90 per cento di quelle che risultano ancora attive in questo campo: emerge l'esistenza di due tipologie di aziende che operano all'interno delle tessiture. Da una parte le aziende che, nonostante la crisi, sono riuscite a crescere e a mantenere e potenziare la propria posizione sul mercato; dall'altra realtà più piccole, che restano sul mercato con poche possibilità di crescita e scarsi margini di redditività. A segnare il divario tra queste due realtà, è stata la pesante crisi degli ultimi anni, che nel periodo tra il 2001 e il 2012 ha ridotto del 47% la capacità produttiva del settore.

 

L'indagine sulla mappatura tessile è stata promossa dalla Camera di Commercio di Prato con il contributo del Progetto Prato della Regione Toscana, coordinata da Confartigianato con la collaborazione di Cna e Unione Industriale Pratese; la parte sulle tessiture è il secondo capitolo di un lavoro che ha già interessato le filature e che si sta concentrando adesso sulla nobilitazione, per avere un quadro completo sullo stato di salute del distretto.

 

Lo stato delle tessiture Sono 346 le tessiture che secondo l'indagine operano nel distretto; un gruppo di aziende che complessivamente produce un fatturato stimato in 85 milioni di euro all'anno. E proprio dal dato sul fatturato si evidenzia l'esistenza del settore "a doppia velocità": le imprese di maggiori dimensioni, pari al 6% del totale, concorrono alla realizzazione di quasi il 40% del fatturato complessivo; mentre l'11% del fatturato è realizzato dal 50,7% delle imprese, coincidenti con quelle che hanno un giro d'affari inferiore ai 100 mila euro l'anno.

Complessivamente sono poco più di mille gli addetti che operano all'interno del settore, una forza lavora che muove quasi 3 mila macchinari, in grado di produrre una grande quantità di tessuti di natura diversa. Una capacità che mette le aziende in condizione di essere partner interessanti non solo in fase produttiva, ma anche per servizi di campionatura, un'attività che assume un'importanza sempre maggiore, soprattutto in certi periodi dell'anno.

 

I rapporti all'interno della filiera Se quello appena disegnato è il quadro generale in cui le aziende operano al loro interno, molte altre considerazioni emergono su come queste aziende si relazionano con il distretto e con le altre aziende. Quasi 9 aziende su 10 lavorano esclusivamente con committenti del distretto; il 12 per cento lavora anche con clienti esterni, producendo un fatturato pari al 39% della loro attività. E non mancano nemmeno tessiture che vantano clienti internazionali, anche se sono solo una piccola parte (7 aziende).  

 

La redditività Resta il nodo della redditività: se per il 63% nel 2012 è stata appena sufficiente, per un 18% insufficiente. C'è però un 15% che dichiara di aver avuto una buona annata, un altro fattore che denota l'esistenza di un settore a velocità differenziata. Riguardo alle previsioni per il futuro, poi, c'è un 56% che aspetta di capire quali possono essere gli sviluppi futuri prima dei prendere decisioni; ma c'è anche un 14% che prevede di chiudere la propria azienda nei prossimi 3 anni.

 

Quali strategie per il futuro? Innanzitutto le aziende segnalano la necessità di un diverso e maggior tipo di condivisione di obiettivi tra committenti e terzisti, che potrebbe aiutare il distretto a recuperare competitività e margine di trattativa con i clienti esterni. L'indagine evidenzia anche la necessità di agire con politiche di potenziamento delle aziende: i dati ci mostrano che le aziende che hanno un fatturato più alto sono riuscite a sostenere meglio i cambiamenti del mercato, hanno investito, sono riuscite a creare anche dei servizi ad hoc per i clienti, recuperando competitività.

Resta il fatto che per il 68% delle aziende intervistate il distretto può avere un futuro se saprà ripensarsi, completando la lunga fase di riorganizzazione distrettuale, e rimettendo in discussione i propri rapporti di forza interni.


DOCUMENTI ALLEGATI
Siena - Bando Family Friendly

Logo della Camera pratese La Provincia e la Camera di Commercio di Siena, con il Comitato per l'Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio promuovono il bando FAMILY FRIENDLY, finalizzato a premiare le imprese senesi che realizzano azioni di pari opportunità e di conciliazione della vita familiare e lavorativa a favore dei propri dipendenti.

 

Si tratta di una particolare iniziativa che vuole premiare quelle aziende del territorio che prestano attenzione alla conciliazione tra il tempo da dedicare al lavoro e l'impegno domestico e di conseguenza al miglioramento della qualità della vita delle donne e degli uomini.

 

Possono aderire all'iniziativa le imprese attive, aventi sede operativa ubicata nella provincia di Siena che stiano realizzando esperienze ed iniziative a favore delle proprie e dei propri dipendenti in tema di pari opportunità nella gestione del personale, nell'organizzazione del lavoro interno o di welfare che ne faciliti la conciliazione. Oltre le aziende posso presentare domanda anche le pubbliche amministrazioni della provincia di Siena che avessero avviato analoghe iniziative per la diffusione di azioni di pari opportunità e di conciliazione di vita famiglia/lavoro.

 


Firenze - Oltre la forma, dentro il tempo

Logo della Camera fiorentina Le Arti Orafe, scuola di oreficeria fondata a Firenze nel 1985, prosegue la sua collaborazione con FIORGEN Onlus partecipando con la mostra SILENZIO, OLTRE LA FORMA, DENTRO IL TEMPO alle iniziative che la Fondazione FiorGen, Onlus della Camera di Commercio di Firenze, organizza a Palazzo Guinigi a Lucca, inserite nel calendario dei festeggiamenti per il Cinquecentenario delle Mura di Lucca grazie al Presidente Alessandro Biancalana.


Dal 9 maggio al 6 giugno le sculture in marmo, plexiglass, ferro, acciaio e oro di Annamaria Zanella e Renzo Pasquale, esponenti della scuola orafa padovana conosciuti in tutto il mondo, insieme alle fotografie dell'artista tedesca Inea Gukema-Augstein, da cui le opere di Zanella e Pasquale traggono ispirazione e che immortalano l'imponente grandezza e il misticismo delle pietre trasformate in costruzioni architettoniche nell'antichità, animeranno le sale medievali di Palazzo Guinigi. La mostra, curata da Mirella Cisotto - Capo Settore Attività Culturali del Comune di Padova, esperta del gioiello contemporaneo, che da anni si dedica allo studio di questa forma d'arte - è già stata esposta all'oratorio di S. Rocco a Padova nei mesi di ottobre e novembre 2013 e successivamente a Monaco di Baviera.


Ad arricchire l'evento di Lucca, una importante selezione di gioielli dei due artisti Zanella e Pasquale, che, con un'innovativa ricerca espressiva e formale, realizzano trasgressive sperimentazioni di materiali poveri e improbabili o recuperano la pulizia armonica della geometria pura per creare opere di gioielleria rese preziose dalla loro unicità e dal gesto creativo e manuale che esprimono.

I gioielli saranno affiancati dai lavori di 5 giovani artisti-orafi, selezionati tra i partecipanti dal 2008 al 2012 del concorso dedicato ai giovani designer PREZIOSA YOUNG, parte del progetto espositivo PREZIOSA, evento di punta dell'ampia attività di promozione della gioielleria di ricerca contemporanea portata avanti in quasi trent'anni da LAO - Le Arti Orafe Jewellery School, che coinvolge i principali protagonisti dell'oreficeria internazionale. HYPERLINK

"http://www.preziosa.org/"www.preziosa.org

I 5 artisti scelti per la realizzazione di questa retrospettiva di PREZIOSA YOUNG sono: Daniel Di Caprio, Arata Fuchi, Adam Grinovich, Dana Hakim, Hanna Hedman. Un'anteprima con alcuni lavori di questi artisti è stata presentata in occasione di Inhorgenta 2014, a Monaco di Baviera, dal 14 al 17 febbraio 2014.
 4.


Livorno - La cultura illuminista nella tradizione editoriale livornese tra il ‘700 e l’ ‘800
Esposizione di volumi antichi tratti dalla biblioteca camerale in occasione del convegno internazionale su Cesare Beccaria del 16 e 17 maggio

Logo della Camera livornese In occasione del Convegno Internazionale per i 250 anni della pubblicazione a Livorno del "Dei delitti e delle pene" di Cesare Beccaria, che il 16 ed il 17 maggio prossimi riunirà illustri storici e giuristi presso l'auditorium della Camera di Commercio di Livorno, saranno esposti alcuni volumi antichi provenienti dalla biblioteca camerale, stampati a Livorno tra il Settecento e l'Ottocento.

 

I libri in mostra sono la testimonianza della vivacità e del fermento culturale livornese in epoca illuminista: tra questi, la terza edizione dell' Encyclopédie di Diderot e d'Alembert ed il Gazzettiere americano, entrambe stampate dalla celebre Tipografia Coltellini, oltre a pubblicazioni sull'uso del caffè, sul commercio delle farine e sulle contrattazioni marittime uscite dai torchi di altri importanti tipografi locali, come Giovan Paolo Fantechi e Giovanni Vincenzo Falorni.

 

Saranno presenti anche alcuni libri editi da Giovanni Tommaso e Glauco Masi, che si distinsero per il coraggio di far conoscere al pubblico italiano alcuni capolavori della letteratura straniera, soprattutto inglese e francese, sfidando le persecuzioni e le censure attive all'epoca, e contribuendo a creare a Livorno un clima anticonformista.

 

Tra le pubblicazioni relative al diritto penale, tema centrale del Convegno organizzato dalla Unione delle Camere penali e dalla Camera Penale di Livorno, si potranno osservare alcuni volumi di autorevoli giuristi ed eruditi dell'epoca, le cui opinioni sull'opera del Beccaria spaziano dalle critiche più aspre alle più convinte adesioni: tra questi, ad esempio, il Commentario filologico-critico sopra i delitti e le pene secondo il gius divino di Cesare Malanima, giurista pisano tra i più convinti assertori del Codice leopoldino, e la Scienza della legislazione di Gaetano Filangieri, opera nella quale la pena di morte viene giudicata dall'autore pienamente legittima, poichè parte integrante del diritto di punire.

 

Degno di nota, infine, è l'originale a stampa della Legge di riforma della legislazione criminale toscana, meglio nota come Codice leopoldino o Leopoldina, emanata il 30 novembre 1786 da Pietro Leopoldo d'Asburgo: il Granducato di Toscana, con questa normativa, fu il primo Stato al mondo ad abolire ufficialmente la pena di morte.

 


Pisa - SPORT4GREEN Peccioli 16-17 maggio 2014

Logo della Camera pisana Nell'ambito del progetto Green Clean Market la Camera di Commercio di Pisa organizza, presso l'impianto di smaltimento di Peccioli, una delle migliori pratiche europee di ciclo sostenibile di smaltimento dei rifiuti e di modelli di impresa legati al territorio, una tavola rotonda dal titolo "Legalità, innovazione, sport: per una cultura delle regole nella green economy funzionale a modelli di mercato e di sviluppo efficienti, equi e sostenibili".


L'evento rientra nell'ambito del progetto SPORT4GREEN e rappresenta una tappa del Forum nazionale "Reti e progetti per la legalità nell'economia" promossa in collaborazione con Unioncamere, Regione Toscana, Comune di Peccioli, Transparency International Italia e Belvedere Spa.

 

Sport4Green si prefigge di essere un appuntamento continuativo che contribuisca a rafforzare la sensibilità sociale dello sport e ad avviare dinamiche virtuose fra il mondo dello sport e l'evoluzione dei mercati ad alta innovazione tecnologica e sociale. Particolare attenzione verrà dedicata all'innovazione sostenibile in agricoltura e alle culture alimentari, in ragione di Expo2015.

La logica e l'obiettivo dell'iniziativa sono la promozione dello sport come veicolo di divulgazione e di sensibilizzazione sulle tematiche della green economy e della legalità.
In allegato è possibile consultare il programma completo della manifestazione.


DOCUMENTI ALLEGATI
Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
21 March - 28 May Camera di Commercio Siena - UNISI Corso ELA - Esperti in Legislazione Ambientale
8 May - 5 June Camera di Commercio Lucca “Il successo nella vendita: dalle tecniche alle strategie vincenti”
16 May - 14 September Camera di Commercio Arezzo GodFashion - Il caldo abbraccio del Casentino "Tra le Ali di Icaro"
19 May Camera di Commercio Pisa "Impresa in azione" Toscana 2014 - Manifestazione conclusiva
20 May AssoCantuccini denominazione IGP "Cantuccini Toscani"
20 May CIF - Camera di Commercio Firenze "Donne ... che impresa !"
20 May Camera di Commercio Livorno L'Ambasciatore Armeno incontra le imprese livornesi
21 May Camera di Commercio Prato L'impresa competitiva - Strategie per migliorare le performance e ridurre gli sprechi
21 May Camera di Commercio Pisa Presentazione Fondo Rotativo per le Imprese Innovative 2014
22 May Camera di Commercio Prato Seminario "Green Marketing per le PMI "
22 May Camera di Commercio Arezzo "La tutela della proprietà intellettuale ed industriale in internet"
22 May Camera di Commercio Siena Presentazione della nuova Giunta camerale della CCIAA di Siena
27 May Unioncamere Toscana Riunione di Consiglio
27 May Associazione Interregionale delle CCIAA del Centro Italia Per una riforma delle modalità di risoluzione delle controversie con la PA
29 May Comitato IFE - Camera di Commercio di Arezzo "Neanche con un fiore"
29 May Mensa Caritas Firenze Il Pesce dimenticato: Mens(a) sana in corpore sano - Invito 29 mag.
3 - 7 June PromoFirenze Corso per assaggiatori vino
5 June PromoFirenze "Catalogo dei partecipanti ad EXPO 2015"
5 June Camera di Commercio Arezzo 12a Giornata dell'Economia
5 June Camera di Commercio Lucca Mettersi in Proprio: opportunità e strumenti
6 June Camera di Commercio Pistoia 12a Giornata dell'Economia
6 June Camera di Commercio Siena 12a Giornata dell'Economia: "Rapporto Siena 2014"
6 June Camera di Commercio Prato 12a Giornata dell'Economia
9 June Camera di Commercio Pistoia Mettersi in proprio: opportunità e strumenti di accesso al credito
10 June Unioncamere Toscana - Irpet Presentazione del "Rapporto sulla Situazione economica della Toscana" - 10 giu
10 June Camera di Commercio Firenze Start up e portafoglio brevetti: la valutazione economica della proprietà intellettuale, il brevetto software e gli incentivi alla brevettazione
11 June Camera di Commercio Lucca Nuove tecnologie e business…non solo Internet
11 June Camera di Commercio Grosseto Il Giro d'Italia delle donne che fanno impresa
13 June Camera di Commercio Livorno 12a Giornata dell'Economia
16 June Camera di Commercio Prato Il Giro d'Italia delle donne che fanno impresa
17 June Camera di Commercio Grosseto Sistema di videosorveglianza antirapina
19 June Assefi - Camera di Commercio Pisa “Il mercato elettronico della pubblica amministrazione opportunità per le imprese”
19 June Unioncamere Toscana Giunta di Unioncamere Toscana
24 June Camera di Commercio Siena Il Lean Thinking per le Piccole e Medie Imprese
30 June Camera di Commercio Pisa L'andamento dell'Economia Pisana
2 July Assefi - Azienda speciale CCIAA Pisa "La gestione dei rifiuti obblighi e responsabilità"
3 July Camera di Commercio Pisa Le novità normative sugli strumenti di risanamento della crisi di impresa
9 July Camera di Commercio Lucca Nuove tecnologie e business…non solo Internet
14 July Camera di Commercio Grosseto La Maremma tra tradizione e modernità - 12a Giornata dell'Economia
14 July Camera di Commercio Firenze Le novità della Camera di Commercio di Firenze
15 July Camera arbitrale di Firenze "L'Arbitrato amministrativo"
15 July Camera di Commercio Prato I bandi della Regione Toscana


Logo Sincert


Stampa