Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  28 -  venerdì 5 settembre 2014 - anno  13
Attività Istituzionale
L’economia toscana alla ripresa autunnale: la fiducia delle imprese è in recupero, ma l’attività stenta ancora a ripartire
Il commento del Presidente Morandi

Il Presidente Stefano Morandi

Malgrado un generalizzato miglioramento degli ultimi indicatori disponibili, gli andamenti registrati evidenziano come anche per l'economia toscana persista nel complesso una fase di stallo, a fronte di uno scenario ancora dominato da una forte dose di incertezza circa l'evoluzione attesa nei prossimi mesi.

Diminuiscono le cessazioni d'impresa (-19,5% nel secondo trimestre) e le procedure concorsuali, ma si riducono parallelamente anche le iscrizioni di nuove imprese (-10,1%); segno che al rallentamento della fase recessiva non ha per ora fatto seguito un miglioramento delle prospettive economiche in grado di stimolare l'avvio di nuove attività. Anche le prospettive occupazionali restano di segno negativo (per il 2014 il saldo previsto fra "ingressi" ed "uscite" è pari a -11.520 unità), sebbene si registrino segnali di attenuazione della flessione registrata nel 2013. Le stesse aspettative degli imprenditori, con particolare riferimento a quelli del commercio, restano nel complesso su valori negativi (a metà 2014 i "pessimisti" prevalgono sugli "ottimisti" per otto punti percentuali), pur evidenziando sintomi di progressivo miglioramento nel corso degli ultimi dodici mesi; la debolezza del mercato interno continua del resto a tradursi in una flessione delle vendite (-2,9% i primi tre mesi dell'anno), ed in una stagnazione dei prezzi al consumo (la cui dinamica è ormai prossima a "quota zero"). Continuano infine a contrarsi anche i prestiti a famiglie (-0,5%) e imprese (-1,7%), per il combinato disposto di una domanda che resta debole e di restrizioni sul fronte dell'offerta che, malgrado una graduale attenuazione, permane improntata ad un atteggiamento di cautela. Le sofferenze restano d'altra parte su livelli storicamente elevati, con un tasso di decadimento (rapporto fra il flusso di nuove sofferenze e consistenza dei prestiti) che - nel caso delle imprese - si attesta al 4,9% (era inferiore al 2% nel 2008)

 

Queste le principali indicazioni contenute negli ultimi quattro report curati dall'Ufficio Studi di Unioncamere Toscana, relativi alla nati-mortalità delle imprese, alle prospettive occupazionali, all'andamento delle vendite al dettaglio e del credito, meglio evidenziati nella sezione "Attività Studi & Ricerche".

 

Commentando i dati emersi, Stefano Morandi, Vicepresidente di Unioncamere Toscana, ha detto:

"Il 2014 si prefigura come un altro anno di attesa per le imprese toscane per la perdurante stagnazione del mercato che evidenzia un quadro di consumi interni in forte difficoltà a cui si salda il recente rallentamento della componente estera delle vendite. La situazione è peraltro simile a quella delle aziende che operano in altri contesti territoriali; per "svoltare" davvero risulteranno dunque determinanti le decisioni che verranno prese a livello nazionale ed europeo, ed è evidente come sia prioritario far ripartire gli investimenti pubblici e privati, puntando su obiettivi chiari, con iniezioni di risorse finanziarie e con la realizzazione di riforme che veramente servano alle imprese: dalla semplificazione burocratica alla giustizia civile. Ma per ridare competitività al sistema e prospettive all'occupazione, le imprese hanno anche bisogno che vengano messe a punto strategie individuate da istituzioni dedicate e vicine ai territori: le Camere di Commercio. Ci auguriamo pertanto che il nostro Sistema sia messo in grado di operare efficacemente anche nel futuro, al fine sostenere le imprese in questa lunga e difficile traversata dentro la crisi."


"Net Economy" - Tutto il web per le PMI

E' uscito il nono numero del 2014 di "Net Economy", lo strumento telematico di informazione il cui scopo è quello di incoraggiare le PMI ad utilizzare le opportunità e le potenzialità offerte dal web, adottando soluzioni di e-business, è stato inviato nei giorni scorsi agli attori toscani particolarmente sensibili alle tematiche della  net economy in generale.

 

La rivista telematica è finalizzata ad informare su tutto ciò che il Web può offrire e rappresentare in termini di strumenti ed opportunità per le piccole e medie imprese ed è rivolta principalmente agli imprenditori e, grazie allo spazio riservato alle iniziative istituzionali ed all'e-government, anche ad Enti locali e Centri di Servizi.

 

In evidenza in questo numero, la notizia relativa alla nuova frontiera del "Fare artigianato" infatti, una recente puntata di SuperQuark andata in onda su Rai Uno, ha dedicato un servizio agli artigiani digitali ed alle potenzialità delle nuove tecnologie della una nuova manifattura, con particolare attenzione alle moderne stampanti 3D. 

 

Nella sezione dedicata agli eventi si parla fra l'altro dell'Internet Festival 2014 che tornerà a svolgersi in Toscana nel prossimo mese di ottobre e del BTO - Buy Tourism On line che si svolgerà all'inizio del prossimo mese di dicembre a Firenze. 

 

Nella sezione dedicata ai Finanziamenti viene data notizia delle modalità di accesso ad un bando di prossima pubblicazione da parte della Regione Toscana, finalizzato ad agevolare la realizzazione di progetti di particolare rilievo informativo per le comunità locali, da parte di imprese di informazione.

 

Nella sezione dedicata ai Social Network trova invece spazio un articolo secondo il quale Facebook ha iniziato i test di una nuova funzionalità (il tasto "buy") che permetterà ai suoi utenti di fare shopping online con un semplice click sulla pubblicità di un prodotto direttamente dalle pagine del social network. In questo modo gli spazi pubblicitari acquistati su Facebook diventeranno un canale diretto di vendita trasformando il social network in un vero sito di e-commerce. 

Nella stessa sezione, 15 consigli per usare Twitter al meglio.

 

Infine, nella sezione dedicata alle notizie provenienti dalla UE, si dà notizia che è stato adottato definitivamente dal Consiglio europeo, in data 23 luglio 2014, il nuovo Regolamento in materia di "Identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato interno".


Attività Studi & Ricerche
La Demografia imprenditoriale nel secondo trimestre 2014
In crescita solo i servizi

" "Le imprese registrate agli archivi delle Camere di Commercio tornano a crescere (+0,4% il dato annualizzato a giugno 2014, dopo la "crescita zero" registrato nella seconda parte del 2013): a ciò contribuisce tuttavia esclusivamente una riduzione del numero di imprese cessate (-19,5% fra aprile e giugno), che insieme ad una riduzione del numero di imprese entrate in scioglimento o liquidazione (-13,3%) e del numero di fallimenti (-2,5%) sembra dunque confermare come - nel corso degli ultimi mesi - la fase più acuta della recessione abbia effettivamente cominciato ad allentare la presa. Parallelamente è tuttavia diminuito anche il numero delle iscrizioni (-10,1%), con un tasso di natalità sceso ai minimi dell'ultimo decennio; la mancata ripartenza delle iscrizioni è un sintomo di come non si sia ancora ristabilito un clima di fiducia sulle prospettive di ripresa dell'economia in grado di stimolare gli investimenti legati ai processi di creazione d'impresa.

A livello settoriale crescono soltanto le imprese dei servizi (3.531 imprese in più nell'ultimo anno, per una crescita dell'1,5%), cui contribuiscono soprattutto il commercio (+1.111 e variazione del +1,1%), il turismo (ricettività e ristorazione +937 unità, per un incremento del 2,9%) ed i servizi di supporto alle imprese (+643 unità e variazione del +6,4%). Diminuiscono invece le imprese del settore agricolo (773 unità in meno, variazione del -1,8%) e dell'edilizia (-959 imprese e -1,5%), mentre più contenuto è il calo del manifatturiero (-0,2% per un saldo negativo fra ingressi e uscite pari a 91 aziende). Sotto il profilo delle tipologie d'impresa, inoltre, soffre soprattutto l'artigianato (-1.395 imprese per una riduzione dell'1,2%).

 

[scarica report]

 


Il mercato del lavoro: previsioni occupazionali delle imprese
Ancora negativo il saldo fra entrate e uscite nel 2014

" "

Per quanto riguarda la domanda di lavoro espressa dalle imprese, la persistente debolezza del mercato interno ed il rallentamento dell'economia internazionale disegnano uno scenario di stagnazione che non favorisce un recupero dei livelli occupazionali, la cui variazione attesa (saldo fra ingressi e uscite) è di segno negativo anche per l'anno in corso (-11.520 unità la previsione delle imprese toscane per l'intero 2014), sebbene in attenuazione rispetto a quanto registrato nel 2013 (-17.300). Il saldo registrato è il risultato della differenza tra le quasi 50.100 "entrate" e le 61.600 "uscite" di lavoratori previste dalle imprese. La riduzione attesa è dovuta prevalentemente ai contratti di lavoro dipendente (sia "stabili" che a termine), che presentano un saldo pari a -12.460 unità (-1,7% rispetto al 2013); viceversa, i contratti atipici attivati dovrebbero, nell'insieme, superare di 950 unità quelli in scadenza.

A livello settoriale, la perdita di "posti di lavoro" alle dipendenze è più sensibile nelle costruzioni (-5,1% per un saldo negativo di 2.710 unità), interessando comunque anche l'industria in senso stretto (-1,3% per -3.210 unità) ed i servizi (-1,5% e 6.450 unità lavorative in meno). Tra i servizi incidono soprattutto i saldi negativi del commercio (-2.310 e -1,8%) e del turismo-ristorazione (-1.370 e -2,1%); nell'industria le situazioni di più acuta difficoltà vengono invece segnalate dai comparti del legno-mobile (-3,6% per un saldo pari a -470 dipendenti), dell'estrattivo e della lavorazione dei minerali non metalliferi (-3,3% e -440 unità), ovvero dalle produzioni più direttamente legate alla crisi dell'edilizia.

 

[scarica report]

 


Il commercio al dettaglio nel primo trimestre 2014
Migliora il clima di fiducia, ma le vendite continuano a diminuire

" "Per quanto riguarda il clima di fiducia degli imprenditori, prospettive ancora incerte sono espresse dalle imprese del commercio al dettaglio, le cui previsioni di vendita continuano a far registrare una prevalenza di orientamenti negativi, nonostante nel corso degli ultimi dodici mesi vi sia stato un progressivo miglioramento dell'indicatore (a metà 2014 i "pessimisti" prevalgono sugli "ottimisti" per 8 punti percentuali, dopo aver toccato un massimo di 19 punti all'inizio del 2013).

D'altra parte, il mercato interno continua ad arrancare, ed il consuntivo dei primi mesi dell'anno fa registrare una riduzione delle vendite al dettaglio ancora sensibile (-2,9%), seppure dimezzata rispetto alla media del biennio 2012-2013 (-5,8%). Arretrano tutte le principali categorie distributive, con un ritmo più elevato per gli esercizi specializzati (-4,2% per i non alimentari, -3,4% per gli alimentari) rispetto ai de-specializzati (-1,6% per ipermercati, supermercati e grandi magazzini).

Da sottolineare inoltre come gli acquisti delle famiglie tardino a ripartire nonostante il tasso di inflazione sia in regione ai minimi storici (prezzi al consumo +0,4% nei primi tre mesi dell'anno). L'andamento piatto dei prezzi è il sintomo del "vuoto" di domanda che tuttora caratterizza il mercato nazionale, e l'innesco di un eventuale processo di deflazione uno dei principali rischi che si profilano all'orizzonte sulla via della ripresa.

 

 [scarica report]


Il credito nel primo trimestre 2014
Aumentano le sofferenze, si riducono i prestiti a imprese e famiglie

" "L'incertezza della situazione economica continua ad influenzare negativamente imprese e famiglie nella loro decisione di rivolgersi al sistema creditizio; su tale atteggiamento incidono inoltre restrizioni sull'offerta di credito che, malgrado una graduale attenuazione, restano improntate ad un atteggiamento di cautela, risentendo della percezione del rischio di credito legato soprattutto alle imprese di minori dimensioni. In Toscana, come nel resto del Paese, iprestiti a imprese e famiglie sono dunque ancora in calo (rispettivamente -1,9% e -0,5% nel 1° trimestre dell'anno): per le aziende la contrazione dei flussi di credito prosegue da due anni, con una accentuazione nel caso delle piccole imprese e delle imprese artigiane, per le quali il calo è più profondo (rispettivamente -2,6% e -2,4% l'ultimo dato disponibile) e più prolungato nel tempo (la serie di variazioni negative era iniziata già a fine 2011).

A livello settoriale, ad essere più colpite sono le imprese dell'edilizia (-2,7%) e dei servizi (-2,2%); più contenuto il calo per il comparto manifatturiero(-0,9%), dopo aver tuttavia visto scendere i prestiti di quasi il 6% all'inizio del 2013. Il tasso di decadimento (calcolato come rapporto fra il flusso di nuove sofferenze e la consistenza dei prestiti in essere all'inizio del periodo) rimane d'altra parte su livelli storicamente elevati, tanto nel caso delle famiglie (1,2% rispetto allo 0,7% di inizio 2008) che delle imprese (4,9% rispetto all'1,3%), con una punta del 10,3% per il settore delle costruzioni.

 

[scarica report]


Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


La fiducia delle imprese è in recupero, ma l’attività stenta ancora a ripartire
- Comunicato stampa del 2/9/2014





Notizie dal mondo camerale
Lucca - La piccola e media imprenditoria riparte dal web
Eccellenze in Digitale: dal 1 settembre la Camera di Commercio di Lucca aspetta Nicola Batini e Aurora Grassetti

Logo della Camera luccheseTra le cinquantadue Camere di Commercio italiane, anche quella di Lucca partecipa all'iniziativa "Eccellenze in Digitale" che già si prospetta essere un trampolino di lancio per aziende e mondo del lavoro.

 

Nicola Batini e Aurora Grassetti: questi i nomi dei due esperti che dal 1 settembre affiancheranno l'ente camerale all'interno del progetto.

 

D'altra parte in un mondo sempre più digitalizzato la cosa importante è rimanere aggiornati su tutte le novità e stare al passo con i tempi. Certo non è facile combattere contro le continue e incessanti trasformazioni, ma vedersi tagliare fuori dal "nuovo" mondo è cosa di un attimo, anzi di un click. Il rischio peggiore? Diventare degli "outsiders" - o meglio - perdere tutte le opportunità che il mondo web è in grado di offrire. Basta saperle sfruttare.

 

Grazie alla digitalizzazione tutte le piccole e medie imprese avranno la possibilità di affacciarsi nella distesa illimitata di Internet, farsi conoscere, pubblicizzare e promuovere le proprie attività, le diverse offerte e i prodotti di nicchia. Insomma il web al servizio dell'internazionalizzazione e dell'export: solo così può rinascere l'eccellenza Made in Italy. 

 

E' nato così il progetto Google "Made in Italy: Eccellenze in Digitale": un'iniziativa patrocinata dal Ministero dello Sviluppo Economico - e inserita all'interno della campagna "e-Skills for job" della Commissione Europea - che permette a 104 laureandi o neolaurendi esperti del web, provenienti da tutta Italia, di favorire il percorso di digitalizzazione delle piccole e medie imprese su tutto il territorio nazionale.

 

I vincitori della selezione riceveranno borse di studio, finanziate dal colosso web Google e Unioncamere, grazie alle quali entreranno a far parte del mondo del lavoro collaborando attivamente all'interno della Camere di Commercio di Lucca per un periodo di sei mesi, periodo durante il quale contribuiranno a dare una spinta alla competitività e alla collaborazione dei sistemi produttivi del territorio, grazie alla diffusione della cultura dell'innovazione e alla digitalizzazione delle imprese.


Grosseto - Spazio alla tutela del turista Spazio alla tutela del turista nell'incontro “Turista e impresa tra tutela e offerta turistica. la politica dei rapporti”

Logo della Camera grossetana

Le opportunità e i servizi a tutela dei clienti come strumento per competere al meglio nel mercato turistico: questi il tema di grande attualità che è stato affrontato nell'ambito del convegno promosso dalla Camera Arbitrale e di Conciliazione - Azienda speciale della Camera di Commercio di Grosseto - il 13 agosto scorso nello spazio Mostre di Festambiente.

 

Hanno partecipano: Giovanni Lamioni, Presidente della Camera di Commercio di Grosseto ed Amministratore Unico della Camera Arbitrale e di Conciliazione; Carla Palmieri, Vicepresidente della Camera Grossetana; Sebastiano Venneri, Presidente di Vivilitalia; Paolo Pisani, delegato provinciale dell'Unione Nazionale Consumatori di Grosseto e Alberto Zaccherotti, Direttore operativo della Camera Arbitrale e di Conciliazione Grosseto. Ha coordinato Angelo Gentili, Responsabile nazionale di Legambiente Turismo.

 

Durante l'incontro sono state inoltre sottoscritte due importanti convenzioni con Legambiente Nazionale e con Sistema - Servizi pubblici Città di Grosseto, che rappresentano un ulteriore passo nella diffusione delle procedure alternative di risoluzione delle controversie a vantaggio delle imprese, dei cittadini e dei servizi sia per l'imprenditore che per il consumatore.


Arezzo - Movimprese, natalità e mortalità delle imprese aretine nel II trimestre 2013
Saldo positivo di 159 imprese nel periodo

Logo della Camera di Arezzo

Tra aprile e giugno al Registro delle Imprese della Camera di Commercio si sono iscritte complessivamente 548 nuove imprese e sono state depositate 389 richieste di cancellazione da parte di imprese esistenti: il saldo del secondo trimestre è quindi positivo per 159 unità e permette di compensare ampiamente il risultato negativo del primo trimestre (-123 unità). In termini percentuali il sistema delle imprese aretine è cresciuto dello 0,4% nel secondo trimestre e dello 0,1% nella prima metà dell'anno. Positivo, ma su livelli inferiori il dato delle imprese artigiane (+22 unità e +0,2% in termini percentuali) che non consente però di riequilibrare le perdite del primo trimestre: la variazione nel primo semestre è quindi negativa, anche se molto vicino alla stazionarietà (-15 unità, -0,1%).

 

Al 30 giugno 2014 la consistenza delle imprese registrate in provincia è di 37.915. Se ad esse aggiungiamo anche le unità locali delle imprese con sede in e fuori provincia si ha un totale di 45.229 localizzazioni operative nel territorio provinciale.

 

Gli addetti complessivi delle imprese con sede in provincia si attestano a fine giugno a 116.065 unità, 132 in più rispetto ad inizio anno

 

"Sul fronte delle forme giuridiche - commenta il Presidente della Camera di Commercio, Andrea Sereni - prosegue il rafforzamento delle società di capitali che crescono dell'1% nel secondo trimestre e dell'1,2% nella prima metà dell'anno. Torna ad aumentare, al contrario di quanto visto nel primo trimestre, sia la numerosità delle società di persone (+0,1%) che quella delle imprese individuali (+0,3%): in entrambi i casi, comunque, il bilancio del semestre resta negativo (-0,6% e -0,1% rispettivamente).Le imprese artigiane presentano grosso modo andamenti similari tranne che per le società di persone che presentano variazioni negative sia nel primo che nel secondo trimestre. L'esame delle consistenze per settore di attività economica mette in evidenza che alcuni comparti presentano chiari segni di crisi persistente: in particolare l'agricoltura (-0,8% sul primo semestre e -1,5% da inizio anno), le costruzioni (-0,7% sul primo semestre e -1,1% da inizio anno), il commercio (-0,9% sul primo semestre e -1,7% da inizio anno), i trasporti (-0,4% sul primo semestre e -1,1% da inizio anno), le attività immobiliari (-0,9% sul primo semestre e -0,8% da inizio anno). "

 

"Non mancano - prosegue Sereni - settori nei quali il numero delle imprese è in aumento: citando i più rilevanti dal punto di vista numerico abbiamo i servizi di alloggio e ristorazione (+1,1% sul primo semestre e +0,3% da inizio anno), servizi di informazione e comunicazione (+0,5% sul primo semestre e +0,7% da inizio anno), servizi di supporto alle imprese (+2,0% sul primo semestre e +2,5% da inizio anno), attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (+0,0% sul primo semestre e +1,3% da inizio anno), altre attività di servizi (+1,2% sul primo semestre e +0,9% da inizio anno)..

 

"L'esame della nati-mortalità per aree territoriali - sottolinea il Segretario Generale dell'Ente Giuseppe Salvini - mostra che nel secondo trimestre dell'anno tutti comprensori presentano variazioni percentuali positive con la sola eccezione della Valdichiana. Le aree più dinamiche sono l'Area aretina e la Valtiberina (entrambe +0,6%) ed il Valdarno (+0,5%).Nel dato semestrale pesa l'andamento negativo del primo trimestre per cui solo l'Area aretina (+0,5%) e la Valtiberina (+0,4%) riescono a mantenere il segno positivo mentre le restanti aree accusano invece una contrazione del tessuto imprenditoriale (in particolare il Casentino)."

 

"I dati sulle imprese femminili - continua Salvini -hanno presentato nel secondo trimestre un incremento dello 0,7% che sommato alla flessione dello 0,4% del primo trimestre porta il risultato dei primi sei mesi a +0,2%. Particolarmente dinamiche invece le imprese giovanili che crescono del 3% nel secondo trimestre e addirittura del 6,1% nei primi sei mesi dell'anno. Infine, anche le imprese straniere sono in crescita anche se con un passo meno spedito rispetto a quello delle imprese giovanili: il tasso di crescita del secondo trimestre si attesta a +0,9% mentre il dato semestrale sale a +2,5%."


Prato - E’ tornata "Che impresa!", la rassegna cinematografica estiva promossa dalla Camera di Commercio

Logo della Camera pratese

E' tornata "Che impresa!", la rassegna cinematografica estiva promossa dalla Camera di Commercio di Prato e realizzata con il contributo di Unioncamere, dedicata ai temi dell'impresa che comprendeva un ciclo di film proiettati al Castello dell'imperatore tutti i giovedì di agosto con ingresso gratuito.

 

La rassegna ha preso avvio giovedì 7 con "La parte degli angeli" di Ken Loach, una gustosa commedia umana che unisce, con grande equilibrio, dramma e sorriso. Il film, che è stato selezionato per partecipare in concorso al Festival di Cannes 2012, dove ha vinto il Premio della Giuria, racconta la storia di Robbie, un ragazzo dalla vita difficile, che decide di dare una svolta alla sua vita affinché suo figlio non viva disagiato come lui.

 

Giovedì 14, invece è stat la volta di "Benur", un film di Massimo Andrei che ha come protagonisti un fratello e una sorella cinquantenni, che abitano insieme nella periferia romana degradata e che condividono una quotidianità fatta di piccoli rancori e grandi ristrettezze economiche. Sergio ha un "glorioso" passato di stuntman a Cinecittà, ma dopo un incidente sul set si ritrova a fare il finto centurione al Colosseo.

 

Il 21 agosto "Con il fiato sospeso" di Costanza Quatriglio con Alba Rohrwacher e Michele Riondino, un intenso atto di accusa contro la struttura universitaria italiana.

 

Infine, il 28 agosto, il ciclo si è concluso con "Inside job" di Charles Ferguson, vincitore dell'Oscar come miglior documentario 2011 che narra i tanti vizi e le poche virtù dei potenti di Wall Street. E' un resoconto spietato di quanta avidità e mancanza di scrupoli ci siano dietro la crisi finanziaria iniziata nel 2008.

 

Ogni film è stato preceduto da un corto selezionato da Terminale Cinema.


Pisa - Cala il credito alle piccole imprese e all’artigianato
Segno positivo solo per le imprese più strutturate. Pisa si conferma piazza attraente

Logo della Camera pisana

Come era ampiamente prevedibile ci sono più ombre che luci nel quadro sul sistema creditizio pisano che ci consegna l'indagine svolta dall'Ufficio Studi della Camera di Commercio di Pisa su dati della Banca d'Italia relativi al 2013. Intensità e persistenza della crisi non potevano che condizionare negativamente i dati, sia per lo stato in cui versano le imprese e le famiglie e anche per il processo stesso di riorganizzazione che sta attraversando tutto il sistema bancario. Eppure qualche flebile luce si riesce a percepire, almeno per le imprese più strutturate, soprattutto nel settore manifatturiero.

 

LA PRESENZA SUL TERRITORIO

Nonostante la riorganizzazione generale con i ridimensionamenti consistenti degli sportelli bancari nel 2013 a livello regionale (-4,6%) e a livello nazionale (-3,4%) la situazione di Pisa, pur presentando anch'essa un saldo negativo (-2,8%), continua a mostrare vivacità presentando un incremento medio annuo, tra il 2001 e il 2013, pari a + 1,6 %: il secondo più elevato delle provincie Toscane. Attrattività della piazza pisana confermata anche dalla capillarità della presenza bancaria: ben 63,2 filiali ogni centomila tra imprese e residenti: uno dei valori più elevati a livello regionale.

 

DEPOSITI

Dati poco incoraggianti emergono, invece, nell'ambito dei depositi bancari detenuti da famiglie e imprese. Con un incremento del 3,1% si è registrato un rallentamento rispetto al 2012 che, invece, aveva visto crescere i depositi del 6%. Il dato può spiegarsi per la differenza degli andamenti nelle famiglie consumatrici, i cui depositi sono cresciuti del 4,5% e quelli nelle imprese, calati nello stesso periodo del 3,3%. Incertezza del quadro economico e conseguente ridimensionamento dei settori produttivi fanno inoltre preferire gli impieghi "liquidi" (più conti correnti e maggiori giacenze sugli stessi) a danno delle immobilizzazioni in titoli obbligazionari bancari.

 

CREDITO CONCESSO

Il solo dato positivo riguarda il credito concesso alle imprese pisane che, contrattosi dello 0,5% nel 2012, è tornato a crescere nel 2013 (+1,3%). Tuttavia, un'analisi più attenta dei numeri, mitiga fortemente gli entusiasmi.

Flette e con maggiore intensità, infatti, il credito alle piccole imprese (-2,7%) e al settore artigiano (-3,3%) mentre cresce il credito alle imprese più strutturate (+2,5%). Con riferimento alle diverse tipologie di attività, si è rilevata una cospicua contrazione dei prestiti per le imprese maggiormente operanti sul mercato interno (costruzioni -1,8% / servizi -1,0%), afflitti dalla debolezza dei consumi, mentre solo il manifatturiero è tornato al segno positivo con un +3,8%.

 

SOFFERERENZE

Preoccupante, infine, il dato relativo al flusso delle nuove sofferenze per i prestiti bancari che nel 2013 è raddoppiato rispetto al 2012 raggiungendo il 6,8% dei prestiti in essere. Gli affidati che sono entrati in questa condizione sono arrivati a quota 7400: erano poco più di 5000 a fine 2009.

 

Il punto di vista di Pierfrancesco Pacini, Presidente della Camera di Commercio di Pisa

"La Camera di Commercio da sempre dà al credito aiuti molto significativi e con i tagli previsti dal Governo a partire dal 2015 non saranno piu possibili, con un forte contraccolpo negativo per le imprese.

 

Per fortuna Pisa si conferma piazza attraente per le banche e si distingue anche per vivacità e concorrenzialità del complesso degli istituti attivi sul suo territorio.

Tra i dati relativi al mercato creditizio, suscita viva preoccupazione quello delle nuove sofferenze che, con un 6,8%, risultano praticamente raddoppiate rispetto al 2012. E' il segno tangibile di una crisi che non allenta la pressione, causando contrazioni di attività e minori flussi di cassa che per alcuni settori sono diventati insostenibili. In questo preciso ambito nel 2014, così come nel 2013, la Camera di Commercio ha messo a disposizione 700mila euro per i Consorzi fidi e 50 mila per il microcredito: misure di cui, lo scorso anno, hanno usufruito oltre 300 imprese del territorio."


Prato - Un seminario di orientamento per mettersi in proprio

Logo della Camera pratese

Un bando per sostenere l'avvio di nuove attività, lanciato dalla Camera di Commercio di Prato e rivolto alle imprese del territorio, che potranno beneficiare di un contributo del 50% delle spese sostenute per la costituzione e l'avvio della nuova attività, per un massimo di 5 mila euro.

 

Tra i requisiti richiesti dal bando, c'è quello di aver beneficiato di servizi di informazione, orientamento o formazione offerti dalla Camera di Commercio. A questo riguardo il 9 settembre alle 14.30 è stato organizzato un seminario informativo dal titolo "Mettersi in proprio: opportunità e strumenti di accesso al credito", la cui frequenza è valida come requisito per accedere ai contributi.

 

"E' importante stimolare la nascita di nuove imprese, il nostro territorio ha bisogno di dare spazio a energie nuove, perché solo dalla contaminazione tra settori tradizionali e innovativi vengono fuori le idee migliori - commenta Luca Giusti, presidente della Camera di Commercio di Prato - Il contributo messo in campo dalla Camera di Commercio vuole essere un segnale di attenzione rivolto a coloro che hanno deciso di mettersi in gioco e che lo fanno con un'idea di impresa coerente".

 

Sono agevolabili programmi di investimento pari ad almeno 5 mila euro, che siano coerenti con l'attività di impresa. Tra gli interventi ammessi a contributo compaiono le spese di costituzione, quelle per macchinari e attrezzature, per acquisti hardware e software.

 

Le domande possono essere inviate fino al 17 novembre. Tutte le informazioni e la modulistica sul sito www.po.camcom.it


Pisa - Segnali ancora negativi nell’artigianato pisano
Calano fatturato, occupazione e numero di imprese. Stabile solo il giro d’affari della metalmeccanica

Logo della Camera pisana

Ancora crisi severa quella che interessa l'artigianato pisano secondo i dati di un'indagine realizzata su 426 imprese dall'Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Pisa che non solo traccia il consuntivo 2013 ma presenta le previsioni per l'anno in corso. Con buona parte del fatturato che proviene da un mercato locale ancora asfittico (si va da un minimo del 77% del valore complessivo nel manifatturiero ad un 97% nell'edilizia), si spiegano agevolmente le ragioni di un quadro ancora complicato che soltanto una forte ripresa della domanda interna sarà in grado di sovvertire.

 

FATTURATO

Nel manifatturiero, con un calo dell'8,2%, la situazione migliora leggermente rispetto al 2012, quando si era registrato un -10,5% ma resta comunque peggiore della media toscana che si assesta al -6,6%. Pessima la situazione negli altri settori con i servizi che perdono il 10,7% e l'edilizia il 9,3%. Unico segno "più" lo troviamo nella metalmeccanica che, seguendo i buoni risultati segnati dal comparto industriale, registra un +0,1%. Il crollo più consistente del manifatturiero si è comunque prodotto nelle altre manifatture (-13,3%), che comprendono il legno-mobili e altre produzioni tradizionali e che, addirittura, peggiorano il dato del 2012 (-12,7%).

 

OCCUPAZIONE

Il 2013, registra un calo di addetti molto consistente nell'edilizia (-4,8%) seguito dal manifatturiero (-1,9%) e dai servizi (-0,9%). Nell'ambito delle imprese manifatturiere emerge, evidentissima, la spasmodica ricerca di flessibilità. Sale infatti del 33,8% l'occupazione part-time mentre perdono terreno le posizioni lavorative "più pregiate" come quelle dipendenti (-2,4%) e, tra queste, quelle a tempo pieno (-5,9%).

 

INVESTIMENTI E IMPRESE

Nonostante la prolungata crisi di liquidità e le attese poco incoraggianti per il futuro tocca l'11% (il livello più elevato degli ultimi tre anni) la percentuale di imprese manifatturiere e dei servizi pisane che hanno aumentato gli investimenti. Per contro tale percentuale cala nell'edilizia dove dal 7% del 2012 si passa al 6%.

Coerentemente con una situazione economica che stenta a risollevarsi, il numero di imprese registra un'ulteriore flessione: -289 unità in dodici mesi. Il risultato è frutto di andamenti molto negativi nell'edilizia, dove il saldo è di 256 imprese in meno e nel manifatturiero (-39 unità). I servizi rimangono invece sui livelli del 2012.

 

ASPETTATIVE

Stanti i dati appena presentati, non stupisce il clima di sfiducia che alleggia tra gli artigiani pisani. Il saldo tra la quota percentuale di coloro che prevedono un aumento del fatturato rispetto a quelli che, invece, ne prevedono una contrazione nel corso del 2014 si assesta su valori fortemente negativi: -42 nell'edilizia e -18 nel manifatturiero e -17 nei servizi.

 

Il punto di vista di Pierfrancesco Pacini, Presidente della Camera di Commercio di Pisa

"La crisi nella quale si dibattono le imprese artigiane rimane ancora molto intensa. La Camera di Commercio, anche per il 2014, ha destinato risorse proprie per attività volte a rafforzare il legame tra produzione e territorio incentivando, in presenza di un mercato locale paralizzato, l'accesso ai mercati internazionali. Stesso impegno è stato profuso per agevolare l'accesso al credito, criticità rilevante per le piccole imprese, cercando inoltre di incentivare gli investimenti aziendali. Per un rilancio significativo del comparto, visto il persistere delle difficoltà, servono tuttavia provvedimenti di respiro nazionale e di sostegno alle famiglie per far ripartire la domanda interna: il mercato che genera la quota maggiore di fatturato per le imprese artigiane."


Lucca - Camera di Commercio e Associazione Lucchesi nel Mondo premiano i “lucchesi che si sono distinti all’estero"

Logo della Camera lucchese

Si terrà sabato 13 settembre, alle ore 10.30, nella sala Ademollo di Palazzo Ducale, la tradizionale cerimonia di premiazione dei "lucchesi che si sono distinti all'estero". La manifestazione, nata nel 1970 su iniziativa della Camera di Commercio e dell'Associazione Lucchesi nel Mondo, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti il vice presidente della Camera di Commercio, Ademaro Cordoni, e il presidente dell'Associazione, Ilaria Del Bianco.

 

Come è stato sottolineato nel corso dell'incontro, il premio è il riconoscimento per quei conterranei che, operando nel campo dell'imprenditoria e del lavoro, delle professioni, della cultura e del volontariato, hanno contribuito alla crescita economica e sociale dei Paesi di accoglienza, tenendo alto il nome di Lucca e della sua provincia. I lucchesi nel mondo sono anche un importante punto di riferimento per le aziende della nostra provincia. Un punto di riferimento che nasce dai vincoli che legano Lucca ai propri figli all'estero e ai loro discendenti. Un sentimento favorito ed alimentato dalla presenza organizzata dalle nostre comunità all'estero.

 

Questo l'elenco dei premiati con le relative motivazioni.

 

Enrique Antonio Andreuccetti

Nato a Mendoza, Argentina, nel 1957, entrambi i genitori avevano origini lucchesi: il padre di Nave e i nonni materni di Balbano. Consegue la laurea in Ingegneria Elettronica ed Elettricità presso l'Università di Mendoza e inizia a lavorare per la Athuel Electronica S.A. di Rio Grande, dove intraprende una brillante carriera fino a diventare Direttore di Produzione. Nel 1990, richiamato dall'amore per l'Italia ed in particolar modo dalle sue origini lucchesi, si trasferisce, per un breve periodo, con tutta la famiglia a Lucca, dove frequenta un corso di Italiano e si perfeziona nell'uso della lingua.

Rientrato in Argentina lavora per l'azienda Famar di Rio Grande e attualmente ne ricopre la carica di Capo Linea di Produzione e Ingegnere di Processo.

Dal 1984, parallelamente alla carriera professionale, ottiene una cattedra all'Università Tecnologica Nazionale come professore nelle materie di Tecniche Digitali, Teoria dei Circuiti ed Elettronica Industriale.

 

Sergio Casci

Nato a Glasgow, Scozia, nel 1964, profondamente legato alla città di Barga, da dove i suoi antenati emigrarono in cerca di fortuna.

Laureato in Psicologia all'Università di Edimburgo si specializza in giornalismo all'Università City di Londra.

Fin da giovane trascorreva le estati in Italia, spesso accompagnato, oltre che dalla famiglia, da amici scozzesi, affascinati e incuriositi dai suoi racconti e dal documentario "Pesce e Patate" che con il famoso direttore Don Coutts aveva girato a Barga per la BBC.

Partecipa spesso a conferenze, incontri, eventi sociali, programmi radio e TV in Scozia ed in Italia per presentare e promuovere le multiforme conquiste degli italiani in Scozia.

La sua famiglia, pur avendo vissuto all'estero per più di un secolo, ha sempre continuato a parlare italiano.

I film di Sergio, infatti, spesso contengono riferimenti alle sue radici italiane, o sono ispirati all'Italia e agli italiani, tanto da essere definito ambasciatore dell'Italia. Tra le opere ispirate all'emigrazione italiana si sottolineano: "American Cousins", "St Antony's Day off" e "Pesce e Patate". Per i suoi film ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. Dal 2013 ha iniziato una collaborazione con l'Università di Glasgow come docente nella facoltà di Film and Media Studies.

 

Silvana Vanni Cipriani

Nata a Coreglia Antelminelli nel 1928. Durante la seconda guerra mondiale si prende cura di una famiglia di figurinai e, come molti suoi coetanei, guadagna i primi soldi pitturando le piccole statuine di gesso.

Nel 1954 emigra in America e si stabilisce a Washington D.C. dove inizia a lavorare nel reparto pellicce del "Woodward & Lothrop".

Silvana è uno dei membri fondatori dell'Associazione Lucchesi nel Mondo - Tuscany Club di Washington, fondata nel 1977. Dal 1997 al 2005 ne è stata presidente ed è grazie a lei che l'associazione vive ancora oggi, poiché negli anni ha saputo tenere uniti i legami e i contatti tra gli emigrati e le loro famiglie. Tuttora partecipa attivamente alle manifestazioni promosse dal gruppo, sempre con gioia e dedizione.

Il contributo di Silvana nel sociale si estende, oltre i Lucchesi nel Mondo, nella comunità di Washington DC per il gruppo Boy Scouts d'America, la chiesa italiana del Santo Rosario e il festival italiano di Villa Rosa.

 

Michael J. Giovannetti

Nato a Pieve di Compito nel 1947, a soli 12 anni emigra con un visto studenti e raggiunge gli zii Adriano e Rosina in America, stabilendosi nella città rurale di Fresno in California, ma con la speranza di tornare presto in Italia dalla numerosa famiglia che, per ragioni economiche, era stato costretto a lasciare. Dopo i primi quattro anni, il visto fu rinnovato permettendogli di conseguire con successo il diploma, di andare all'Università ed infine di ottenere un lavoro da professore di spagnolo ed italiano. Diventò a tutti gli effetti cittadino americano, ma conosciuto da tutti come "l'Italiano", o "il Lucchese", origine di cui è sempre stato molto orgoglioso. Dopo essersi sposato con una ragazza di origine Ligure, Michael ritorna all'università per ottenere un Master in "Educational Leadership" che gli permette di lavorare come amministratore scolastico, con responsabilità amministrative di direttore didattico e provveditore scolastico. All'età di 55 anni ottiene la laurea per il dottorato in "Educational Leadership" alle università di California, Davis e alla California State University, Fresno. In quest'ultima univerità ottiene una cattedra per il "Master of Arts Degree in Educational Leadership and Administration", programma dedicato a preparare amministratori scolastici per scuole elementari. Successivamente gli viene offerto di lavorare per il Reaissance Group, un consorzio di università americane dedicate alla preparazione di maestri, professori ed amministratori. Dopo quasi 42 anni di lavoro in diversi sistemi scolastici nei 50 stati americani, Michael è andato in pensione per dedicarsi alle attività da sempre ritenute più care: la famiglia in America e quella in Italia.

 

Alberto Gonzadi

Nato a Monte S. Quirico, Lucca nel 1933, dopo aver terminato gli studi elementari, a dodici anni inizia a lavorare come apprendista calzolaio per l'azienda Puccetti di Borgo Giannotti. Nel 1954 emigra in Australia nella città di Perth dove, sfruttando il mestiere appreso, riesce a inserirsi come calzolaio per un negozio. Nel 1960 si trasferisce a Darwin ed è qui che, cambiando totalmente settore, inizia a lavorare per una azienda di idraulica. Il nuovo mestiere appreso lo porterà a specializzarsi sempre di più fino ad ottenere la licenza di idraulico, che permette di lavorare in proprio, e l'abilitazione all'insegnamento conseguita nel 1988.

Molte sono le aziene Australiane di idraulica con cui ha modo di lavorare. Tra queste la Randazzo C. & G. Developments, la Benfranca Nominees Pty. Ltd. e la Venturin Nominees Pty. Ltd, oltre che incarichi ottenuti dal governo australiano.

 

Famiglia Manfredi

Tre Lucchesi hanno onorato Lucca e l'Italia in California. Si tratta di due sorelle ed un fratello della Famiglia Manfredi di Sacramento: Marisa Luchini Manfredi, nata a Maggiano nel 1944; Rudy Manfredi, nato a Torre del Lago, nel 1952 e Hellen Pierson Manfredi, nata a Sacramento nel 1956. I genitori erano Giuseppe e Giannina Manfredi di Torre del Lago e di Viareggio.

Nel 1979 le due sorelle ed il fratello rilevarono una piccola compagnia di Ambulanze che serviva la Contea di Solano, vicino a Sacramento. Con enormi sacrifici ed un costante lavoro la Medic Ambulance inizia a crescere anno dopo anno. Oggi, 35 anni dopo, la Medic Ambulance ha 230 impiegati e ben 53 ambulanze, operando sul territorio che va da Sacramento fino a San Francisco.

La Famiglia Manfredi si è distinta per l'attaccamento alla terra d'origine prendendo parte a tutte le Associazioni Italiane di Sacramento e partecipando in prima persona a molti eventi. La loro generosità spazia dalle donazioni ad istituti locali all'offerta delle ambulanze datate ai paesini poveri del Messico.

 

Gabriella Mazzantini

Conosciuta come Gaby, nasce a Firenze nel 1942, da una famiglia paterna originaria di Pietrasanta. Nel 1963 si sposa e si trasferisce in Belgio a Jemeppe, presso Liegi. Oltre ad occuparsi della casa e della famiglia, lavora come commessa in un supermercato per 39 anni. Parallelamente coltiva la sua passione per la pittura nell'atelier del maestro André Busin, seguendo allo stesso tempo vari corsi di specializzazione e coltivando l'interesse per i paesaggi toscani.

Da quasi 20 anni, esercita la funzione di segretaria nell'Associazione Toscani in Liegi, aderente alla Lucchesi nel Mondo, ed ogni settembre non manca mai di recarsi a Lucca per sfilare alla processione di Santa Croce.

Da diversi anni si occupa della redazione del giornalino trimestrale dell'associazione "Pegaso" divulgando in particolar modo la cultura e le tradizioni lucchesi, quasi sempre in bilingue italiano-francese.

La predilezione per la città di Lucca, la lucchesia, e per il vernacolo lucchese, le hanno anche permesso di partecipare a diversi concorsi sul nostro territorio, aggiudicandosi vari titoli.

 

Dante Prosperi

Nato a Des Moines, Iowa, U.S.A. nel 1919, da genitori emigrati dalla provincia di Lucca. Subito dopo la seconda guerra mondiale viaggiò in Italia dove trascorse un anno nella casa dei suoi antenati di Riolo, nel comune di Bagni di Lucca. Questo gli ha permesso di arricchire ulteriormente la sua conoscenza della lingua, della storia, delle tradizioni e la cultura della sua famiglia e della provincia di Lucca.

Al ritorno negli Stati Uniti si associò all'azienda di figurinai di famiglia e successivamente iniziò la propria attività con successo, dando vita alla "The Artco Company". Ha collaborato con diversi importanti scultori di St. Louis e con professori universitari di Belle Arti producendo stampe per figurine di gesso.

Una volta pensionato, iniziò una nuova attività di vendita e acquisto di mobili pregiati, antichi e oggetti d'arte. Una passione che continua ancora oggi ed in cui è diventato un esperto riconosciuto in tutta la zona di St. Louis.

Dante Prosperi è socio dell'Italia-America Bocce Club di St. Louis dove mantiene stretti legami con gli altri Italo-Americani appassionati di questo sport. Dal punto di vista culturale frequenta spesso le iniziative promosse dall'Italian Club di St. Louis.

 

Michael Prosperi

Nato a Pinckneyville, Illinois USA nel 1956, nipote di Dante Prosperi, anche lui originario di Riolo, nel comune di Bagni di Lucca. All'età di 15 anni iniziò a lavorare nella bottega di suo padre come figurinaio. In seguito intraprese gli studi universitari frequentando la prestigiosa Washington University della città di St. Louis, specializzandosi in Economia. Una volta laureatosi aprì un ristorante italiano nella città di Kirkwood, un'importante centro nei pressi di St. Louis, diventando un locale di successo, frequentato da un'assidua e fedele clientela, con 25 dipendenti.

Michael Prosperi mantiene stretti legami culturali ed economici con la terra dei suoi antenati. Ritorna spesso in Italia, in particolare a Lucca, per partecipare alla Festa annua di Santa Croce. Circa 5 anni fa acquistò la casa dei suoi avi in Riolo, occupandosi della ristrutturazione nel rispetto dell'integrità architettonica dell'esterno del fabbricato. Sebbene continui a vivere e lavorare a St. Louis, Michael mantiene stretti ed amichevoli rapporti sociali con la comunità italo-americana della città, partecipando a gare settimanali di bocce.

 

Robert Rio

Nasce nel 1959 a Melbourne, in Australia. Il padre Enrico Rio, di Capannori, emigrò a Melbourne nel 1952.

Laureatosi in Ingegneria Industriale all'istituto tecnologico "Swinburne Institute of Technology", inizia la sua carriera in importanti aziende come la "Cadbury Schweppes", la "Fosters Breweries", la "Pespi International", "IBM Computers" e la "Camera di Commercio di Tokyo". Dopo queste importanti esperienze, nel 1987 decide di mettersi in proprio acquistando una piccola compagnia, la "Quality Packaging Services - QPS". L'azienda si specializza nella preparazione e imbottigliamento di oli, grassi ecc. per le industrie automobilistiche e per l'agricoltura. Nel 1994 la QPS si trasferisce in una nuova e grande fabbrica, diventando la più grande in Australia per questo tipo di impresa.

Nel 2000 stabilisce un'altra compagnia la "Carlton Chemicals" e acquista la "ManPack" specializzandosi nella manifattura e nella preparazione di una gamma di più di 2000 prodotti industriali.

Nel 2010 viene fondata l'azienda "Quality Logistics Services Australia" una delle più grandi in Australia nella distribuzione all'ingrosso di oli. Oggi tutte queste compagnie formano la "Rio Industrial Group", con più di 150 operai e situate in quattro stabilimenti, due a Melbourne e due a Sydney. Con un fatturato di più di $200,000,000 nel 2013.

Robert è socio del Toscana Social Club di Melbourne, di cui il padre è socio fondatore e senza dubbio ama la lucchesia che visita regolarmente, mantenendo ancora una casa nel centro storico di Lucca.

 

Rossana Rodrigues Rossini Camacho

Nata nel 1957 a Marilia, nello stato brasiliano di San Paolo, da famiglia originaria di Lucca.

Delegata di Polizia pensionata. Laureata in Giurisprudenza dal Centro Universitario Euripedes di Marilia (1980), dove ha anche sviluppato il magistero in giurisprudenza negli anni dal 1984 e 1985. Con specializzazione in violenza domestica contro i bambini e adolescenti dall'Università di San Paolo (1997) e in Sicurezza Pubblica e Diritti Umani per l'Academia de Policia Civil di San Paolo. Con esperienza in politiche pubbliche di sicurezza pubblica, cittadinanza e politiche pubbliche per le donne. Specializzata in giurisprudenza, violenza domestica e familiare. Con 25 anni effettivi di attività nella delegazione delle donne di Marilia, 16 anni di attività presso il consiglio municipale dei diritti della donna di Marilia, 12 anni di attività presso il nucleo di appoggio disciplinare della delegazione di polizia di difesa della donna di Marilia, del quale è ideatrice e 7 anni di attività nell'articolazione dei servizi di attenzione alle donne della "Rede Mulher" di Marilia. Per il lavoro nella difesa dei bambini e adolescenti ha ricevuto la decorazione dalla Camera Municipale di Marilia nel 2004, con il titolo di Cittadina Benemerita (Decreto Lgs. 146 del 16.04.2004) e nel 2012 con la Medaglia Ruth Cardoso, autografata dal Governo dello Stato di San Paolo e personalità ed entità che si sono contraddistinte nella lotta per i diritti delle donne (Decreto di Stato n. 57.913 del 27.03.2012).

 

Amos Raffaello Pellicci

Nato a Roggio, Comune di Vagli di Sotto, nel 1949, emigra in Gran Bretagna all'età di dodici anni, nel 1961, con la madre Agnese e il padre Giovanni.

Le prime esperienze lavorative si sono svolte alla "Alfred & Co." dove si occupava di riparazioni elettroniche e meccaniche. Seguendo questa vocazione, dopo anni di studio, ottiene il titolo di ingegnere e successivamente viene assunto dalla compagnia "Sanofi-Aventis", famoso gruppo farmaceutico francese presente in tutto il mondo con più di 100.000 collaboratori in più di 100 paesi. Qui riceve l'importante incarico di occuparsi del controllo dei macchinari farmaceutici. All'interno dell'azienda, grazie alla sua conoscenza della lingua italiana, ha modo di collaborare con l'ufficio per l'esportazione dei macchinari in Italia, sfruttando le sue conoscenze, non solo linguistiche, ma anche culturali e del territorio. Grazie a questo incarico incontra importanti realtà italiane nel campo dell'industria farmaceutica. Tra le più importanti la I.M.A. Libra in Emilia e aziende di Prato, Bologna e Como.

 

Eduardo Florencio Poletti Paoletti

Nato a Asuncion Paraguay nel 1965, nipote di Lucchesi emigrati prima in Argentina e poi trasferitesi in Paraguay. Si è laureato in odontoiatria all'Università Nazionale del Paraguay, diventandone professore in odontoiatria e presidente del circolo "Odontologos" di stato, all'interno del quale scrive articoli giornalistici per la rivista ufficiale del circolo.

È presidente dell'Associazione Toscana in Paraguay, creata grazie alla partecipazione di numerose famiglie toscane ed in particolare dalla famiglia Paoletti. L'associazione organizza vari eventi, ma quello più importante, in collaborazione con la regione Toscana, è il corso di Lingua e Cultura Italiana, che permette a giovani di origine toscana residenti all'estero di dedicare un mese all'apprendimento della lingua e della nostra cultura e di intraprendere un viaggio alla scoperta delle città più importanti della Toscana.

Eduardo, inoltre, sostiene e presiede la squadra di calcio femminile dell'associazione paraguayana di calcio ed è membro della società italiana e del circolo sportivo e culturale italo-paraguayano.

 

Enrico Tofanelli

Nato a Ponte San Pietro (Lucca) nel 1932, fin da ragazzino viene notato per le sue doti calcistiche e a 17 anni viene ingaggiato dal Forte dei Marmi. Dopo solo due anni viene acquistato dal Livorno, dove Enrico arriva a giocare con il campione Armando Picchi. Il successo prosegue ed Enrico viene ceduto al Brindisi, che allora militava in serie B. Purtroppo è qui che, a causa di un grave infortunio, è costretto a terminare la sua carriera calcistica.

Dopo questo incidente si trasferì a Chicago, sotto richiesta del ben noto Lucchese il Cavaliere Umberto Mugnaini che lo integrò, con il ruolo di panettiere, presso la Gonnella Baking Company; la più grande produttrice di pane italiano con il forno più grande del mondo.

Enrico è rimasto alla Gonnella per ben 30 anni, durante i quali ha ricevuto molti attestati di riconoscimento, per la sua bravura e per la sua serietà.

Da tanti anni è membro dell'Associazione Lucchesi nel Mondo di Chicago, all'interno della quale ha sempre partecipato attivamente ed oggi è parte del consiglio di amministrazione. In ambito sociale, inoltre, fa parte del Club Mazzini-Verdi e dell'Organizzazione Santa Gemma Galgani.

 

Viola Vannucci

Nata a Bangor in Irlanda del Nord nel 1951, da genitori originari della frazione di Cardoso nel comune di Gallicano, fin da bambina cresce con le tradizioni e la cultura italiana, grazie ai nonni ed ai partenti. Ogni anno, durante le vacanze estive, rientra in Italia e ha modo di conoscere ed amare i suoi luoghi di origine.

L'interesse per la lingua italiana la portano a fraquentare diversi corsi serali fino ad iscriversi alla Queens University di Belfast dove ottiene la laurea in lingue, specializzandosi in italiano e francese. Durante gli anni accademici, grazie ad un programma di interscambio, studia per un periodo all'Università per Stranieri a Perugia. Dopo essersi formata ulteriormente, inizia ad insegnare il francese e l'italiano all'istituto Saint Louise di Belfast e successivamente al St. Malachy's College. Grazie alla collaborazione con la University of Ulster, per il programma FLEX (Foreing Languages For Export), insegna la lingua italiana a degli uomini d'affari nel loro posto di lavoro.

Attraverso il suo lavoro organizza feste italiane dove si mangia cibo italiano, si ascoltano poesie e musica italiana, si canta e si parla dei luoghi e costumi italiani.

È stata presidente dell'Italian Society quando ancora era studente alla Queens University e, insieme alla sua famiglia, è stata una dei primi membri dell'associazione Lucchesi nel Mondo di Belfast, dove ora ricopre la carica di vicepresidente.

Ogni anno non manca di ritornare a Cardoso e di partecipare attivamente alle manifestazioni sul territorio.

 


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
16 maggio - 14 settembre Camera di Commercio Arezzo GodFashion - Il caldo abbraccio del Casentino "Tra le Ali di Icaro"
11 settembre Camera di Commercio Pistoia "Un filo di pasta" - Conferenza Stampa Congiunta
16 settembre Camera di Commercio Livorno “Le accise nei vari settori applicativi”
18 settembre Regione Toscana & Partners Expo Rurale Toscana 2014 - Inaugurazione
18 - 21 settembre Regione Toscana & Partners Expo Rurale Toscana 2014
19 settembre Camera di Commercio - Siena "Mestieri d'autore" 2014 - Conferenza Stampa
24 settembre Camera di Commercio Livorno Presentazione Iniziativa sulle politiche del lavoro
25 settembre Assefi - CCIAA Pisa "MePA - Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione: le opportunità per le Imprese"
25 settembre Unioncamere Toscana Comitato dei Segretari Generali
29 settembre Unioncamere Toscana Riunione di Giunta
3 ottobre Camera di Commercio Firenze Procura e Camera di Commercio di Firenze contro i reati ambientali
4 ottobre Camera di Commercio Siena "Mestieri d'Autore" 2014 - Premiazione
6 ottobre CIF - Camera di Commercio Firenze "Donne ... che impresa !"
7 ottobre Camera di Commercio Prato Raccolta provinciale degli usi - Presentazione
9 - 10 ottobre CE - Commissione Europea Horizon 2020, ICT Proposer's Day 2014
10 ottobre Camera di Commercio Firenze Google Italia presenta: eccellenze in digitale
16 ottobre Camera di Commercio Firenze “Contro le mafie e la criminalità nasce SOS Giustizia” - Conferenza Stampa
17 ottobre Camera di Commercio Livorno Forum Toscana 2014 - Conferenza Stampa
21 ottobre Centro Congressi Eataly - Roma La Maremma delle eccellenze: gusto e turismo, un'unica passione
28 ottobre Unioncamere Toscana Giunta
28 ottobre Camera di Commercio Prato Mappatura della filiera, terminata l’indagine sulla nobilitazione
31 ottobre Camera di Commercio Firenze Terre Fiorenti, Foof - Wine - Handicraft
1 - 2 novembre Camera di Commercio Livorno Bellezza & Benessere
3 novembre Camera di Commercio Grosseto Presentazione di "Fieracavalli 2014"
4 novembre Camera di Commercio Firenze Cinzia TH Torrini presenta l'artigianato artistico agli studenti USA


Logo Sincert


Stampa