Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  29 -  Monday, September 15, 2014 - anno  13
Attività Istituzionale
L'imprenditoria femminile si conferma ancora una delle componenti più dinamiche del sistema toscano
Il commento del Presidente Morandi

Il Presidente MorandiCommentando i dati sull'Imprenditoria Femminile in Toscana a metà del 2014, Stefano Morandi Vicepresidente di Unioncamere Toscana, ha detto: 

 

"Quella femminile rappresenta ormai da alcuni anni una delle componenti più vitali del tessuto imprenditoriale regionale, ma il grado di strutturazione delle iniziative avviate si conferma in genere inferiore rispetto alle imprese guidate da uomini, in conseguenza delle maggiori difficoltà di reperimento delle risorse e nell'accesso al credito. Proprio per questo l'imprenditoria femminile può ancora ambire ad ampi margini di sviluppo che, se colti, potrebbero essere importantissimi per dare nuovo slancio all'economia, in termini di occupazione e di crescita. La Toscana, in questo momento più di sempre, ha bisogno di valorizzare tutte le energie disponibili, ed è anche per questo che va sostenuto e promosso il desiderio di tante donne, capaci, motivate e qualificate, di guardare all'impresa ed al mercato come un'opportunità per essere protagoniste. Sebbene il taglio delle risorse su cui le Camere di Commercio potranno contare nei prossimi anni, deciso con la riforma della P.A., renda il nostro lavoro più arduo, confidiamo di poter continuare a svolgere quel ruolo fondamentale di prossimità al territorio che negli anni ha portato il nostro sistema a guardare con estrema attenzione alle esigenze delle donne imprenditrici." 


Expo 2015: bando per la divulgazione di buone pratiche già sviluppate in Toscana

" "Il 3 settembre scorso è stato pubblicato sul BURT (Bollettino Ufficiale della Regione Toscana) un avviso per la raccolta delle migliori buone pratiche già sviluppate e operanti in Toscana coerenti con il tema di Expo 2015, ovvero "Nutrire il Pianeta Energia per la vita".  E' interesse della Regione Toscana la valorizzazione e la divulgazione di buone pratiche coerenti con i temi di EXPO 2015 realizzate in Toscana dagli Enti Pubblici Territoriali e dalle Camere di Commercio, promuovendo in tal modo il settore agricolo ed agroalimentare regionale, dimostrando la qualità, la genuinità ed l'eco sostenibilità dei prodotti toscani.

Le proposte potranno riguardare quattro sotto temi, declinazioni del tema principale:

  1. "Scienza e tecnologia per la sicurezza e la qualità alimentare": azioni di comunicazione verso i consumatori per la riconoscibilità delle caratteristiche sensoriali degli alimenti;
  2. "Innovazione nella filiera agroalimentare": azioni di comunicazione verso i consumatori in tema di sicurezza alimentare e di valore nutraceutico degli alimenti; promozione dell'organizzazione aziendale per fornire prodotti sostenibili e con un adeguato rapporto prezzo/qualità; riduzione degli impatti ambientali legati, oltre che alla produzione e trasformazione, al confezionamento, al trasporto e all'immagazzinamento dei prodotti agroalimentari; azioni per assicurare le migliori soluzioni di conservazione e trasporto per il mantenimento delle proprietà organolettiche degli alimenti; azioni per incentivare l'aggregazione su uno o più segmenti della filiera;
  3. "Scienza e tecnologia per l'agricoltura e la biodiversità": esempi di applicazione di metodi per la sostenibilità in agricoltura; mantenimento della biodiversità; azioni divulgative verso gli agricoltori e i consumatori;
  4. "Educazione alimentare": promozione del consumo locale dei prodotti agroalimentari di qualità presso le mense scolastiche, aziendali e ospedaliere oltre che nella ristorazione privata; strategie per informare il consumatore sull'importanza di condurre uno stile di vita sano, partendo proprio dalla trasmissione di una sana educazione alimentare; azioni di sensibilizzazione alla consapevolezza dell'impatto ambientale del cibo. Potranno essere sviluppati anche aspetti inerenti il profilo energetico, culturale, sanitario, paesaggistico, ambientale e sociale.
  5.  

La presentazione delle proposte, la cui scadenza è fissata per il 3 ottobre 2014, è riservata alle Province, ai Comuni, alle Unioni di Comuni e Camere di Commercio, Industria Artigianato e Agricoltura della Toscana.

 

 

L'articolo 5 dell'avviso stabilisce "Modalità e termini di presentazione delle proposte", che dovranno essere presentate esclusivamente utilizzando l'allegato A (linkare) all'avviso, entro e non oltre trenta giorni dalla pubblicazione dell'atto, tramite PEC alla Regione Toscana. Farà fede la data dell'invio alla Regione. Le domande presentate fuori termine, con mezzi diversi dalla posta certificata o non presentate mediante il modello allegato saranno escluse.

 

Tutte le proposte dichiarate ammissibili dopo l'esame di un'apposita commissione saranno pubblicate in un catalogo che verrà presentato dalla Regione a Expo Milano 2015.

Informazioni sui contenuti dell'avviso possono essere reperite sul sito www.regione.toscana.it/bandi/aperti  o acquisite, su specifica richiesta, all'indirizzo ricercapraf2013@regione.toscana.it.

 


Torna Expo Rurale Toscana 2014

" "Si inaugurerà il 18 settembre prossimo Expo Rurale Toscana 2014, la grande kermesse rurale della toscana. che potrà essere visitata fino al 21 settembre a Firenze, nella splendida cornice del Parco delle Cascine. Expo Rurale Toscana è la manifestazione dedicata al mondo rurale promossa dalla Regione Toscana e dai suoi partner, fra i quali Unioncamere Toscana che, in questa edizione, anticipa i temi fondanti dell'EXPO 2015: NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA.

Anche quest'anno ritornano le "filiere della ruralità" con degustazione dei prodotti Dop e Igp a dei prodotti a marchio di qualità: Cerealicoltura e colture erbacee, Florovivaismo, Foresta Legno Sottobosco e Sistema Montagna, Multifunzionalità, Olivicoltura, Pesca e acquacoltura, Zootecnia, Viticoltura, Volti racconti esperienze, Caccia.


Agricoltori, allevatori, vignaioli, pastori, pescatori, artigiani, cuochi sono i protagonisti, insieme agli animali, di questa grande kermesse della campagna e delle sue attività. Quattro giorni di eventi, laboratori, dimostrazioni, corsi, incontri, degustazioni.

L'area commerciale e l'area somministrazione sono dedicate agli operatori toscani che hanno una forte relazione con il sistema rurale toscano e che realizzano prodotti dall'alto valore qualitativo.

 

Nel corso della manifestazione è previsto un nutrito calendario di attività inerenti la filiera olivicolo-olearia che si svolgeranno nel padiglione dedicato alla filiera "Olivicoltura". Ai piccoli visitatori saranno proposti laboratori in cui bambini e ragazzi saranno coinvolti in giochi ed attività che li porteranno a conoscere l'olio extravergine di oliva;  dal venerdì alla domenica è previsto un "Aperiolio" dalle 18.30 alle 20.00 con cooking show e aperitivo con esperti del settore. Mentre all'esterno del padiglione saranno esposte diverse varietà di olivo e ci saranno dimostrazioni di potatura e di innesto, all'interno del padiglione si potranno assaggiare oli di grande qualità, i 70 oli extravergini di oliva certificati che hanno superato la Selezione degli oli extravergini di oliva DOP e IGP della Toscana 2013/2014. In allegato il programma delle iniziative

 

Per i più piccoli, oltre alla possibilità di poter ammirare da vicino gli animali della fattoria, partecipare ai laboratori dedicati, anche giochi e attività per conoscere l'Olio extravergine di oliva a cura di Promofirenze, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Firenze e una sosta per la merenda "di una volta". 


Attività Studi & Ricerche
Imprenditoria femminile in Toscana: un'istantanea a metà 2014
Un terzo dei giovani imprenditori è donna e di queste oltre 12.000 sono straniere

" "

Sono la metà del cielo e anche qualcosa di più in termini demografici ma, ancora a metà del 2014, le donne guidano solo il 22,6% dell'universo delle imprese che operano in Toscana (93.145), anche se  l'incidenza media a livello nazionale si ferma al 21,4%.

Per fronteggiare la crisi economica, il blocco del credito e aumentare la competitività, sempre più spesso anche le imprenditrici hanno scelto la tipologia più strutturata di impresa: a metà del 2014 le Società di capitale guidate da donne superano quota 16mila - il 16,7% di tutte le imprese toscane costituite con questa forma giuridica. Altre 16mila imprese femminili sono organizzate in Società di persone e 1.200 in Cooperative.

Tuttavia la maggior parte delle imprese femminili in Toscana, come in tutto il Paese, sono ancora costituite da ditte individuali (59mila), in genere più piccole sotto il profilo dimensionale e di più agevole avvio.

Le imprese femminili artigiane sono quasi 19mila: in pratica, oltre un quinto del sistema imprenditoriale femminile toscano fa parte dell'artigianato.

 

Questo, in sintesi, il ritratto al secondo trimestre 2014 del contributo delle donne al mondo dell'impresa, così come emerge dai dati dell'Osservatorio sull'Imprenditoria Femminile frutto della collaborazione tra l'Ufficio studi di Unioncamere Toscana e il Settore imprenditoria femminile e politiche di genere della Regione Toscana.

 

I SETTORI DI ATTIVITA' PIU' "ROSA"

Delle 93mila aziende femminili con sede in Toscana, circa 61mila operano nei servizi, e di queste oltre 25mila nel commercio e quasi 10mila nel turismo. Nell'industria, le imprese femminili contano invece 12mila aziende, di cui ben 7mila operanti nel sistema moda. Le imprese agricole guidate da donne sono infine 13mila, mentre poco più di 3mila sono le imprese femminili operanti nell'edilizia.

Un livello di femminilizzazione molto elevato caratterizza tutte le attività dei servizi: il rapporto fra imprese femminili ed il totale delle imprese registrate raggiunge infatti punte del 52% nei servizi alla persona e del 45% nella sanità ed assistenza sociale. Una rilevante presenza femminile si registra inoltre in agricoltura (tasso del 32%), nel turismo (30%) e nell'istruzione (29%).

Costruzioni, trasporti e industria si confermano invece come i settori meno attrattivi per le donne: è femminile solo il 5% delle aziende edili, l'11% di quelle industriali ed il 9% dei trasporti.

 

UN TERZO DEI GIOVANI IMPRENDITORI E' DONNA

In Toscana - a fine giugno 2014 - si contano 11mila aziende «rosa» giovanili, ovvero imprese guidate da donne con meno di 35 anni (il 12% dell'universo imprenditoriale femminile). I settori a maggior presenza di imprese giovanili femminili sono il commercio (oltre 3mila imprese), il turismo e l'industria (1.300 imprese ciascuno).

L'incidenza di donne alla guida di aziende giovanili è molto elevata (il 29% di tutte le imprese toscane guidate da under-35): in pratica, quasi un terzo dei giovani imprenditori della Toscana è donna, incidenza che è dunque più alta rispetto alla media nazionale (27,7%).

 

IMPRENDITORI STRANIERI: 1 su 4 è donna

Le aziende guidate da imprenditrici straniere raggiungono quota 12.500, il 13% dell'universo imprenditoriale femminile della regione.

L'incidenza di imprese straniere guidate da donne è del 26%: in pratica, in Toscana, un quarto degli imprenditori stranieri è donna, un tasso più alto rispetto alla media nazionale (23%) che colloca la regione al decimo posto nella classifica italiana (dopo le regioni del Sud, Umbria e Marche).

in Toscana, i settori preferiti dalle donne straniere per fare impresa sono il manifatturiero (3.800 aziende), le attività commerciali (3.600) ed il turismo (1.000 fra alberghi e ristoranti).

La forte componente manifatturiera che, in Toscana, caratterizza l'imprenditoria femminile straniera è legata in particolare alla rilevanza della comunità cinese: sono infatti oltre 4mila le imprese individuali toscane con a capo donne di origine cinese, di cui circa 3mila aziende manifatturiere e mille esercizi commerciali. Sono invece un migliaio le imprese guidate da romene (perlopiù negozi e ditte edili), seguite dalle comunità del Marocco (540), della Nigeria (460, dell'Albania (300) e della Germania (operanti perlopiù nel settore agricolo).


DOCUMENTI ALLEGATI
Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


La dinamica imprenditoriale toscana secondo una prospettiva di genere
Slide report e comunicato stampa del 15/9/2014

Notizie dal mondo camerale
Pisa - Non si arresta la crisi del commercio
Male le vendite complessive (-4,3%), bene solo Ipermercati, supermercati e grandi magazzini (+3,8%). Scesi a quota 8mila i negozi

Logo della Camera pisana

Rallenta, ma non si arresta, la crisi del commercio al dettaglio. Nel primo trimestre del 2014 le flessioni registrate a livello nazionale (-3,7%) e regionale (-2,9%) sono purtroppo confermate in provincia di Pisa il cui giro d'affari, pur migliorando rispetto al dato dell'ultimo quarto del 2013 (-4,5%), segna comunque un -4,3%. A rivelarlo sono i dati della consueta indagine condotta dall'Ufficio Studi e statistica della Camera di Commercio su di un campione di oltre cento dettaglianti. Pesano, su questi risultati, l'estrema debolezza dei redditi delle famiglie causata dalle persistenti difficoltà sul fronte occupazionale (il tasso di disoccupazione italiano nel primo trimestre del 2014 tocca il 12,6%), e da un livello di pressione fiscale che dovrebbe assestarsi al 44%. Non aiuta neanche il rallentamento dell'inflazione che, a livello nazionale scende al +0,5% tendenziale nei primi tre mesi del 2014. Ad agosto le anticipazioni segnalano un -0,1% portandoci, quindi, in deflazione.

 

DIMENSIONE AZIENDALE

Tra le diverse tipologie distributive, il primo scorcio del 2014 vede l'aggravarsi della crisi delle piccole unità (1-5 addetti) che dopo il -5,5% di fine 2013 aprono il 2014 con un -6,0%. Ad una certa distanza, seguono le medie strutture (6-19 addetti) che arretrano del 2,2% mentre le grandi unità (20 addetti e oltre) segnano una caduta delle vendite di poco più di un punto percentuale (-1,2%).

 

TIPOLOGIA MERCEOLOGICA

L'alimentare, con un -6,3%, si conferma il peggior settore tra quelli presi in considerazione dall'indagine. Se l'alimentare è in crisi, il non alimentare non va meglio con un risultato che, nei primi tre mesi del 2014, registra un -4,5%. Unica nota positiva è quella degli ipermercati, supermercati e grandi magazzini che con un +3,8% segnano una decisa inversione di tendenza dimostrandosi, ancora una volta, come l'unica tipologia commerciale in grado di saper quantomeno reggere i colpi della crisi.

 

DINAMICA DELLE STRUTTURE DI VENDITA

La crisi continua a falcidiare le aziende commerciali che, a fine marzo 2014, si assestano appena sopra quota 8mila segnando una contrazione di 155 unità rispetto al marzo dello scorso anno. In questo ambito è ancora il non alimentare che vede rarefarsi in modo più deciso il numero di punti vendita (-148 unità). La contrazione prosegue non solo per l'abbigliamento e accessori (-38 negozi) ma anche per prodotti per la casa ed elettrodomestici (-34 unità). Tra le diverse aree della provincia, è ancora una volta la Val d'Era (-70 unità) a segnare la caduta più consistente di negozi seguita ad una certa distanza dal Valdarno Inferiore (-39) e, leggermente più indietro, dall'Area Pisana (-38 negozi). Più distanziata, ma sempre in terreno negativo, troviamo la Val di Cecina (-8 unità).

 

ASPETTATIVE

Ancora al lumicino lo stato di fiducia degli operatori del commercio. Per il periodo aprile-giugno 2014, il saldo percentuale tra le imprese che si aspettano un aumento delle vendite e quelle che, invece, prevedono una diminuzione risulta pari a -9 punti percentuali. Anche rispetto agli ordinativi rivolti ai fornitori il saldo si assesta ancora ampiamente "sotto zero": -18 punti percentuali.

 

Il commento del Presidente Pierfrancesco Pacini

"Lo stato di estrema difficoltà in cui versano le famiglie ed l'entrata in deflazione - commenta Pierfrancesco Pacini, Presidente della Camera di Commercio di Pisa - condizionano pesantemente la prima parte dell'anno. Con la deflazione infatti - chiosa Pacini - le famiglie, in attesa di prezzi futuri più bassi, rinviano gli acquisti, deprimendo ulteriormente i consumi. L'amarezza per questi dati è stemperata dal risultato della Grande Distribuzione che, ancora una volta, si dimostra un format in grado di reggere agli urti della crisi. La Camera di Commercio, almeno per il 2014, ha sostenuto le piccole realtà mettendo risorse proprie a disposizione dei Consorzi Fidi ma anche finanziando iniziative per la riqualificazione del territorio. Tuttavia questo non basta. Rimaniamo in attesa di interventi più incisivi che alleggeriscano il peso della fiscalità che grava sulle piccole imprese." 


Prato - Dig.It, il festival del giornalismo digitale
Primo e unico evento dedicato a questo tema in italia

Logo della Camera pratese

Il 19 e 20 settembre si svolge a Prato presso la sede della Camera di Commercio l'edizione 2014 di Dig.It, unica manifestazione interamente dedicata al giornalismo digitale. Un momento per approfondire questo tema, entrare in contatto con nuove realtà, capire in quale direzione si sta muovendo questo mondo. Un appuntamento pensato non solo per chi fa informazione, ma anche a tutti coloro che comunicano con i mezzi digitali. Alla tua terza edizione, Dig.It trasloca da Firenze a Prato e lo fa con una edizione arricchita nei contenuti e negli appuntamenti.

 

L'edizione del 2014 è infatti costituita da 2 giornate con 4 sessioni plenarie tematiche e 40 workshop operativi. Sul sito della manifestazione, www.dig-it.it, è già disponibile la lista praticamente completa dei worskhop ed è già possibile prenotarsi.

 

Dig.It 2014 è realizzata da Lsdi con il supporto indispensabile di Ordine dei Giornalisti della Toscana e Associazione Stampa Toscana e della Camera di Commercio di Prato e con il patrocinio del Comune di Prato.

 

Tutti gli eventi della manifestazione saranno gratuiti e trasmessi in diretta streaming e raccontati in liveblogging da Glocalnews e Varese News.

 

Alle prime due edizioni di Dig.It hanno partecipato 800 giornalisti e 140 fra ospiti e relatori che hanno prodotto un traffico social di decine di migliaia di messaggi. Da Dig.It sono nate nuove iniziative, come il primo bado per l'editoria digitale promosso dalle Regione Toscana che ha assegnato 300mila Euro a 9 aziende editoriali toscane e il primo censimento dell'informazione toscana online.


Firenze - Eccellenze in digitale: consulenza gratuita alle imprese del Made in Italy

Logo della Camera fiorentina"Made in Italy: Eccellenze in Digitale" è un progetto avviato dalla Camera di Commercio di Firenze, promosso da Google ed Unioncamere, rivolto alle imprese di eccellenza del territorio fiorentino e destinato a diffondere la cultura digitale per le piccole e medie imprese del Made in Italy.

L'iniziativa, cofinanziata dalla Camera di Commercio di Firenze e da Unioncamere e completamente gratuita per le imprese, fa parte di una strategia volta a ridurre il gap tra la crescente domanda di prodotti italiani di qualità nel mondo e la scarsa presenza online delle aziende produttrici. Sul sito www.eccellenzeindigitale.it sono illustrate le finalità del progetto ed è disponibile un corso gratuito per le imprese che vogliano avvicinarsi al mondo del digitale. Sono presenti alcuni casi di successo di aziende ben inserite sul web, che permettono di comprendere i vantaggi di una buona strategia di digitalizzazione.

All'indirizzo Google Made in Italy è inoltre possibile visitare 150 mostre digitali sulle eccellenze produttive ed enogastronomiche italiane. Tra queste, ben 6 riguardano eccellenze del territorio fiorentino.

Per 6 mesi la Camera mette a disposizione gratuitamente per le imprese due giovani esperte del web, che lavoreranno sul territorio, illustrando gli strumenti e le potenzialità di internet per comunicare il valore delle produzioni di eccellenza dell'artigianato fiorentino. Le due risorse interverranno con un programma di lavoro personalizzato per le aziende, per semplificare le strategie di digitalizzazione ed aiutarle a sfruttare le opportunità offerte da internet.
Le imprese potranno usufruire del servizio a seconda delle proprie necessità ed esigenze, per ottenere diversi obiettivi:

- essere presenti online
- ottimizzare il proprio sito web
- gestire e implementare l'utilizzo dei social network
- far conoscere il valore e la tradizione della propria azienda in Italia e all'estero
- promuovere i propri pro! dotti attraverso campagne di web marketing
- sviluppare strategie di vendita online
- rivolgersi a mercati esteri potenzialmente interessati

Settori di intervento:
- l'arte orafa
- il cappello di paglia di Signa
- la ceramica di Montelupo
- la porcellana di Doccia
- la seta lisio
- il vetro di Empoli

Il processo di digitalizzazione coinvolgerà in una prima fase i settori della ceramica di Montelupo e dell'orafo fiorentino, con l'intenzione di estendersi a tutti e sei i settori individuati. E' possibile proporre nuovi settori produttivi di eccellenza da coinvolgere nel progetto.


Lucca Promos - Town Twinning Programme: una delegazione turca alla scoperta del territorio
La delegazione turca fino al 15 settembre a Lucca per incontri di formazione sul turismo

Logo di Lucca Promos

Dopo il successo dell'esperienza che ha visto Lucca Promos, capofila del progetto europeo "We.Come", continua la collaborazione con la Camera di Commercio di Trabzon in Turchia per un nuovo progetto comunitario "Eu-Turkey Town Twinning Programme" per la promozione della cooperazione tra città dell'Unione Europea e municipalità turche per favorire la realizzazione di partenariati e progetti comuni su varie tematiche.

 

La Camera di Commercio turca, tra i vari soggetti europei partecipanti, ha individuato Lucca Promos, società partecipata della Camera di Commercio di Lucca, come partner con cui confrontarsi per le attività sul tema del turismo nel nuovo progetto "Town Twinning".

 

Tra le motivazioni che hanno portato alla scelta c'è il vantaggio della maggior vicinanza tra i due paesi grazie alla nuova linea ed in particolare con il volo Pisa-Istanbul, opportunità che, senza dubbio, favorisce e favorirà sempre più i flussi tra i due paesi sia per le relazioni economiche sia per le attività turistiche.

 

Dall'8 al 13 settembre una delegazione turca sarà in visita nella nostra città per seguire un programma, ideato e gestito da Lucca Promos, dedicato alla scoperta del territorio e allo scambio di buone pratiche. Trattasi di una serie di incontri con l'obiettivo di aumentare la conoscenza reciproca sul turismo, in particolare verranno acquisite informazioni e conoscenze specifiche sulla programmazione, pianificazione e realizzazione delle attività di Lucca Promos e dei soggetti istituzionali della nostra provincia che si occupano di sviluppare la promozione del patrimonio naturale, artistico e culturale per il turismo.

 

Durante la settimana di permanenza a Lucca sono previste sessioni formative in aula tenute da esperti del mondo del turismo, ma contemporaneamente ci saranno occasioni per vivere alcune significative realtà ed iniziative di promozione turistica del nostro territorio legate al patrimonio culturale e artistico. Gli ospiti, quindi, avranno modo di apprezzare le risorse del nostro territorio e comprendere in che modo sono utilizzate dal punto di vista turistico: dal centro storico della città, che visiteranno insieme al Museo della Casa Natale di Giacomo Puccini, alle colline lucchesi di cui potranno conoscere la bellezza del paesaggio. La delegazione farà visita anche a Toscana Promozione, che coordina a livello regionale la promozione delle attività economiche tra cui il turismo, e avrà pertanto modo di fare un ulteriore confronto istituzionale, e avrà modo di conoscere il mondo accademico dedicato al settore grazie alla vista alla Fondazione Campus.

 

Una prima esperienza sul territorio lucchese che offrirà interessanti spunti alla delegazione di ospiti turchi e che consentirà di porre le basi per future collaborazioni, oltre ai tradizionali rapporti di collaborazione commerciale e produttiva già esistenti in particolare per il settore cartario e il settore della nautica.

 

Il progetto si concluderà nel mese di ottobre con una missione istituzionale lucchese a Trabzon a metà ottobre: sarà un'occasione per conoscere le peculiarità e caratteristiche della provincia turca.


Assefi - Il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione Opportunità per le Imprese

Logo di Assefi

Assefi, Azienda speciale della Camera di Commercio di Pisa organizza, il 25 settembre 2014 presso la sede camerale, un corso di formazione rivolto alle Imprese che forniscono beni e servizi alle Pubbliche Amministrazioni con l'intento di fornire loro, le necessarie competenze per iscriversi al mercato elettronico della Pubblica Amministrazione e per rendersi visibili al meglio ai loro potenziali clienti.

 

Il corso, che sarà tenuto dal Dott. Fulvio Vannini dell'Ufficio. Provveditorato Camera di Commercio di Pisa, avrà il seguente programma:

  • L'iscrizione al Mepa: requisiti e procedure
  • Gestione e risposta un Ordine Diretto (Oda)
  • Illustrazione "lato PA" su come la Stazione appaltante predispone una RDO (Richiesta Di Offerta)
  • Gestione e risposta ad una RDO prezzo più basso (case study/simulazioni)
  • Gestione e risposta ad una RDO Offerta economicamente vantaggiosa (case study/simulazioni)
  • Illustrazione del procedimento di apertura Buste telematiche e generazione della graduatoria da parte della Stazione Appaltante
  • Compilazione e gestione del catalogo (case study/simulazioni)

Le iscrizioni potranno essere formalizzate tramite l'apposito form on line


Firenze - A ottobre e novembre tornano i Corsi sul sistema museale fiorentino

Logo della Camera fiorentinaPartirà il 15 ottobre prossimo la nuova edizione dei "Corsi informativi sul sistema museale fiorentino", organizzata dalla Camera di Commercio, dalla Provincia, dal Comune di Firenze e dal Polo Museale Fiorentino.

Si tratta di una serie di incontri informativi sul sistema museale fiorentino riservati agli imprenditori del territorio provinciale, ai loro dipendenti e collaboratori, appartenenti ai settori economici che hanno un contatto diretto con i turisti. L'idea è quella di fornire a gestori di strutture ricettive, tassisti, portieri d'albergo, gestori di ristoranti, agenzie di viaggio, edicolanti, pubblici esercizi, ecc., una serie di informazioni che consenta loro di dare ai turisti consigli e suggerimenti utili ad un'adeguata visita della città e dei suoi musei.

Il programma formativo è articolato in 7 lezioni in aula, della durata di due ore ciascuna, che tratteranno le seguenti tematiche:

  1. La storia e la struttura del Polo Museale fiorentino, il sito web e le informazioni utili al visitatore;
  2. I Musei del Polo fiorentino: la storia, le collezioni;
  3. Firenze, un museo diffuso. Dagli Uffizi alla città;
  4. Storia del collezionismo e del mecenatismo mediceo;
  5. Il Settecento e l'Ottocento a Firenze, dal Granducato degli Asburgo Lorena all'Unità d'Italia;
  6. I musei della Provincia di Firenze: un patrimonio poco conosciuto;
  7. I Musei Civici fiorentini e il sito Unesco del centro storico fiorentino.


Sono previste inoltre tre visite guidate, della durata di circa due ore ciascuna, al Percorso del Principe, a Palazzo Medici Riccardi e alla Villa Medicea della Petraia.


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
16 September Camera di Commercio Livorno “Le accise nei vari settori applicativi”
18 September Regione Toscana & Partners Expo Rurale Toscana 2014 - Inaugurazione
18 - 21 September Regione Toscana & Partners Expo Rurale Toscana 2014
19 September Camera di Commercio - Siena "Mestieri d'autore" 2014 - Conferenza Stampa
24 September Camera di Commercio Livorno Presentazione Iniziativa sulle politiche del lavoro
25 September Assefi - CCIAA Pisa "MePA - Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione: le opportunità per le Imprese"
25 September Unioncamere Toscana Comitato dei Segretari Generali
29 September Unioncamere Toscana Riunione di Giunta
3 October Camera di Commercio Firenze Procura e Camera di Commercio di Firenze contro i reati ambientali
4 October Camera di Commercio Siena "Mestieri d'Autore" 2014 - Premiazione
6 October CIF - Camera di Commercio Firenze "Donne ... che impresa !"
7 October Camera di Commercio Prato Raccolta provinciale degli usi - Presentazione
9 - 10 October CE - Commissione Europea Horizon 2020, ICT Proposer's Day 2014
10 October Camera di Commercio Firenze Google Italia presenta: eccellenze in digitale
16 October Camera di Commercio Firenze “Contro le mafie e la criminalità nasce SOS Giustizia” - Conferenza Stampa
17 October Camera di Commercio Livorno Forum Toscana 2014 - Conferenza Stampa
21 October Centro Congressi Eataly - Roma La Maremma delle eccellenze: gusto e turismo, un'unica passione
28 October Unioncamere Toscana Giunta
28 October Camera di Commercio Prato Mappatura della filiera, terminata l’indagine sulla nobilitazione
31 October Camera di Commercio Firenze Terre Fiorenti, Foof - Wine - Handicraft
1 - 2 November Camera di Commercio Livorno Bellezza & Benessere
3 November Camera di Commercio Grosseto Presentazione di "Fieracavalli 2014"
4 November Camera di Commercio Firenze Cinzia TH Torrini presenta l'artigianato artistico agli studenti USA
5 November Camera di Commercio Firenze Missione in Cina, le opportunità per Firenze
6 November Unioncamere Toscana Mens(A) Sana in Corpore Sano - 6 novembre 2014
14 November Camera di Commercio Pisa L'Accesso al Credito in provincia di Pisa nel 2014


Logo Sincert


Stampa