Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  11 -  Friday, April 24, 2015 - anno  14
Attività Istituzionale
Una luce in fondo al tunnel del credito. Ancora irrisolta invece la crisi dell’edilizia
Il commento del Presidente Sereni

Il Presidente Sereni

L'ultimo scorcio del 2014 rivela alcune significative novità sul fronte del credito erogato dal sistema bancario al sistema economico-produttivo regionale. Nel IV trimestre, gli ultimi dati al momento resi disponibili dalla Banca d'Italia, si è quasi del tutto stabilizzata la caduta dei prestiti verso le imprese (-0,3) e - dopo otto trimestri consecutivi in negativo - si registra un primo dato con il segno "più", modesto ma significativo, per i finanziamenti alle famiglie consumatrici (+0,1%). Continua inoltre la discesa dei tassi di interesse: quelli a medio-lungo termine, decisivi per le scelte di investimento di imprese e famiglie, si è portato rispettivamente al 3,4% ed al 3,0% dopo aver toccato valori prossimi al 5% nella prima parte del 2012.

La situazione resta tuttavia critica soprattutto per le piccole imprese (prestiti in calo dell'1,6%) ed in particolare, in tale ambito, per quelle artigiane (-2,6%), mentre a livello settoriale la situazione di maggiore sofferenza continua ad essere rappresentata dall'edilizia, con un accentuato calo dei prestiti erogati al settore (-2,5%) ed un tasso di decadimento in ulteriore rialzo (10,6% il rapporto fra flusso di nuove sofferenze e consistenza dei prestiti). Le difficoltà registrate sul fronte del credito sono del resto espressione della profonda crisi che tuttora investe il settore: i pre-consuntivi riferiti all'intero anno 2014 evidenziano infatti come per il 29% delle imprese edili toscane questo si chiuda con una nuova riduzione del fatturato, mentre solo il 2% segnala un aumento dello stesso. Quasi nessuna impresa (solo 0,1% del totale) evidenzia poi un aumento della propriaoccupazione rispetto al 2013, mentre sul fronte della spesa per investimenti ben l'80% segnala di non aver effettuato spese per l'acquisto di beni materiali od immateriali, confermando un atteggiamento preoccupato e prudenziale rispetto al futuro.

 

Sono queste le principali indicazioni contenute negli ultimi due report curati dall'Ufficio Studi di Unioncamere Toscana, relativi al mercato del credito ed al settore dell'edilizia regionale che Andrea Sereni, Presidente di Unoncamere Toscana, ha così commentato:

 

"Le condizioni di accesso al credito stanno a poco a poco migliorando anche per quanto riguarda i finanziamenti a medio-lungo termine, i tassi di interesse sui prestiti concessi dalle banche continuano a diminuire e la raccolta dalle famiglie e dalle imprese continua a crescere costantemente. Sono queste tutte condizioni importanti per un sistema economico-produttivo ancora 'frenato' come quello toscano. Appare chiaro che l'incertezza circa le prospettive future ed il lento miglioramento del ciclo economico suggeriranno ancora una certa cautela alle famiglie ed alle imprese nelle decisioni di ricorso al credito e politiche di offerta ancora attente al controllo della rischiosità, anche se progressivamente più favorevoli grazie al miglioramento delle condizioni di liquidità del sistema ed in grado, auspicabilmente, di sostenere le imprese nella capacità di cogliere le opportunità offerte dal mercato e nel facilitare una ripresa che si preannuncia ancora fragile.

 

Per quanto riguarda l'edilizia, i numeri ci dicono tuttavia che il settore continua nel suo trend negativo, segno evidente che le risposte fin qui date, quelle 'convenzionali', non bastano più e che per trovare una via d'uscita si debbano porre in atto misure straordinarie che dovranno basarsi principalmente sullo sblocco delle grandi opere e sulla messa in sicurezza del territorio, due grandi temi che, specialmente in questi ultimi giorni, vanno di pari passo, senza dimenticare le altrettanto fondamentali politiche abitative. Solo così potremo dar vita alla nuova edilizia, che dovrà essere rispettosa dell'ambiente pur dando adeguata risposta al problema sempre più pesante della casa." 


Attività Studi & Ricerche
L'andamento del mercato del credito in Toscana

" "

Nel IV trimestre del 2014 è proseguita la contrazione dei prestiti alla clientela residente (-1,8% il dato tendenziale, rispetto cioè allo stesso trimestre dell'anno precedente), evidenziando - al pari del livello nazionale - una flessione in leggera attenuazione rispetto ai mesi precedenti. La nuova contrazione è stata principalmente determinata, come da circa due anni, dalla pesante riduzione dei prestiti verso le società finanziarie e assicurative (-28,5%), mentre si è quasi del tutto stabilizzata la caduta dei prestiti verso le imprese (-0,3) e - dopo otto trimestri consecutivi di dati negativi - si registra finalmente un primo dato positivo per i finanziamenti alle famiglie consumatrici, per quanto di piccolissima entità (+0,1%).

 

A livello settoriale, la contrazione del credito alle imprese ha riguardato in particolar modo - anche nel quarto trimestre 2014 - le imprese appartenenti al settore delle costruzioni (-2,5%) ed al comparto manifatturiero (-1,6%) che, aggregati, raggiungono il 40,5% del totale dei prestiti concessi alle imprese non finanziarie. Un calo di contenuta entità interessa invece i finanziamenti al settore dei servizi (-0,8%), che rappresentano il 49,5% del totale, ed un andamento positivo si registra per i prestiti ai settori dell'agricoltura, estrattivo ed energetico (+2,2%), che contribuiscono per il 10% al totale prestiti erogati alle imprese.

 

Sotto il profilo dimensionale, le maggiori difficoltà riguardano soprattutto le piccole imprese (prestiti in calo dell'1,6% nel IV trimestre 2014), con un'accentuazione negativa per le imprese artigiane (-2,6%). L'offerta di credito verso le imprese più strutturate sta invece evolvendo verso un terreno di effettiva crescita: il dato del quarto trimestre segnala infatti come l'importo dei prestiti erogati alle grandi imprese sia rimasto stabile sui valori dell'anno precedente, riportando il primo dato privo di segno meno da tre anni a questa parte (il precedente era del primo trimestre 2012)

 

Il tasso di decadimento, calcolato come rapporto fra il flusso di nuove sofferenze e la consistenza dei prestiti in essere all'inizio del periodo, evidenzia come l'onda lunga della crisi continui comunque ad avere pesanti conseguenze sul mondo imprenditoriale e produttivo. Persistenti difficoltà di rimborso dei crediti ricevuti si registrano specialmente nel settore edile, dove il tasso ha raggiunto un nuovo picco del 10,6%. Anche nel manifatturiero si registra tuttavia un leggero aumento del tasso di decadimento nel quarto trimestre del 2014 (rispetto al trimestre precedente), portandosi al 5,1%. Il rapporto tra le esposizioni passate a sofferenza e i prestiti in bonis del periodo si attesta invece su livelli più contenuti, rispetto all'edilizia ed al manifatturiero, per le imprese dei servizi, e rimane stabile per le famiglie consumatrici.

 

Per quanto riguarda infine i tassi di interesse, quelli sui prestiti a medio-lungo termine stanno diminuendo sia per le famiglie consumatrici che per le imprese dall'inizio del 2014, attestandosi rispettivamente al 3,0% (famiglie) ed al 3,4% (imprese) nel trimestre conclusivo dell'anno. Si tratta di un dato rilevante per l'avvio di una nuova fase di ripresa, nella misura in cui la richiesta di prestiti a medio-lungo termine (sopra i 18 mesi) rappresenta la volontà, da parte di imprese e famiglie, di fare scelte per il proprio futuro e, nel caso particolare delle imprese, di porre in atto programmi di investimento.


La situazione dell'Edilizia in Toscana

" "

I dati sul credito evidenziano come quello dell'edilizia resti il settore che presenta le maggiori criticità, esprimendo tuttora un accentuato calo dei prestiti ricevuti (-2,5% nel IV trimestre 2014) ed un tasso di decadimento molto elevato ed in ulteriore rialzo (10,6% il rapporto fra flusso di nuove sofferenze e consistenza dei prestiti nel trimestre in esame).

 

L'indagine condotta presso un ampio campione regionale di imprese dell'edilizia evidenzia del resto come solo il 14% delle imprese intervistate abbia fatto domanda di credito al sistema bancario nella prima parte dell'anno. Il dato è certamente influenzato dalla composizione dell'universo di riferimento, costituito per lo più da micro imprese che soffrono in particolar modo la negativa congiuntura e che difficilmente riescono a presentarsi di fronte agli istituti bancari con le caratteristiche adatte a soddisfare i rating imposti dalle banche alle imprese per la concessione di credito, ma risente verosimilmente anche di fenomeni di «scoraggiamento» tali per cui le imprese del settore possono aver deciso a priori di non fare domanda di prestiti bancari. Secondo il 58% delle imprese intervistate si è inoltre assistito ad un inasprimento delle condizioni di offerta di credito da parte delle banche, mentre per il 40% le condizioni di accesso al credito sono rimaste invariate.

 

Le difficoltà sul fronte del credito sono del resto espressione non soltanto di rigidità dal lato dell'offerta, ma anche dalla debole richiesta proveniente dal lato della domanda. La stessa indagine conferma infatti come la via della ripresa resti in questo caso ancora lontana: i pre-consuntivi riferiti all'intero anno 2014 evidenziano infatti come per il 29% questo sia destinato a chiudersi con una riduzione del proprio fatturato, mentre solo il 2% segnala un aumento dello stesso, dopo che il primo semestre si era chiuso ancora una volta con un pesante passivo (-11,4% l'andamento dell'attività su base annua, misurata in termini di ore lavorate).

 

Andamenti nel complesso meno negativi si registrano per le imprese più strutturate (almeno 10 addetti), per quelle che operano nell'installazione di impianti e nelcomparto della manutenzione e recupero, che ha beneficiato in questi anni della legislazione di sgravi fiscali per cittadini e imprese che avessero messo in atto delle ristrutturazioni edilizie, con sgravi che arrivano fino al 65% per le ristrutturazioni con riqualificazioni energetiche (c.d. ecobonus).

 

Con riferimento sempre all'intero 2014, quasi nessuna impresa (0,1% del totale) evidenzia poi un aumento della propria occupazione rispetto al 2013, mentre sul fronte della spesa per investimenti ben l'80% segnala di non aver effettuato spese per l'acquisto di beni materiali od immateriali. A fronte di una crisi che non accenna ancora ad esaurirsi, pertanto, le imprese edili toscane continuano ad improntare le proprie strategie verso un atteggiamento prudenziale, cercando di mantenere la struttura e lottando per non dover diminuire ulteriormente i propri organici.  


Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


Comunicato stampa

- Slide Report


Comunicato Stampa
- Slide Report I semestre 2014

Notizie dal mondo camerale
Firenze - Boom di mediazioni
452 domande presentate in un anno al Servizio Conciliazione della Camera di Commercio

Logo della Camera fiorentina

E' boom di mediazioni a Firenze. La giustizia alternativa sta entrando nelle abitudini di cittadini e imprese e nel solo 2014 il Servizio Conciliazione della Camera di Commercio di Firenze ha ricevuto 452 domande. Inoltre, due terzi dei casi effettivamente avviati trovano una risoluzione soddisfacente per le parti, al massimo in 90 giorni.

La materia nella quale vi sono state più domande è quella dei contratti bancari (24%), seguita dalle questioni condominiali (12%), che - sfatando il mito della perenne litigiosità - fanno anche registrare la percentuale più alta di accordi raggiunta. Un dato evidenziato da Brunella Tarli, responsabile del Servizio Conciliazione della Camera di Commercio di Firenze, al convegno dell'Anaci (Associazione nazionale amministratori di condominio) nell'auditorium di Sant'Apollonia a Firenze.

Grazie anche al progetto Nausicaa con il Tribunale di Firenze, il Servizio di Conciliazione della Camera di Commercio di Firenze si è distinto proprio per l'effettività della mediazione, ovvero per l'alta percentuale di mediazioni avviate non solo sulla carta, ma anche concretamente fra le parti.

Il successo della mediazione interessa comunque tutto il Paese: i 102 sportelli camerali, che rappresentano l'11% del totale degli organismi iscritti nel Registro tenuto dal Ministero di Giustizia, hanno fatto fronte al 21% di tutti i procedimenti depositati nel 2014. Le mediazioni depositate nel 2014 alle Camere di commercio sono state 20.017, il numero più elevato dall'entrata in vigore del decreto legislativo che introduce l'obbligatorietà del tentativo di mediazione per una serie di ambiti settoriali del contenzioso civile.

Unioncamere ha rilevato che oltre 2mila liti insorte tra cittadini e imprese, per un valore medio di 116mila euro, si sono risolte in soli 42 giorni con un accordo fra le parti, con un risparmio medio di 60 milioni di euro per le cause andate a buon fine.

 


Lucca - Anteprima Vini della Costa Toscana: oltre 400 etichette presenti
Il 9 e il 10 maggio al Real Collegio a Lucca

Logo della Camera lucchese

La 14a edizione di Anteprima Vini della Costa Toscana si terrà di nuovo a Lucca nella bellissima cornice del Real Collegio dal 9 al 10 maggio 2015. L'evento è organizzato dall'Associazione Grandi Cru della Costa Toscana con la collaborazione della Camera di Commercio di Lucca e il sostegno di: Strada dell'olio e del vino di Lucca, Fondazione Palazzo Boccella, Fondazione Bertarelli, Cassa di Risparmio di Pistoia e Lucchesia, Tagetik e con il patrocinio di Comune di Lucca e Provincia di Lucca.

 

Un percorso tra degustazioni, sapori, storie, cene, show-cooking, laboratori del gusto, banchi d'assaggio, campioni "en primeur", gastronomia del territorio, ospiti stranieri, eventi speciali, ispirato all'alta qualità dei vini della Costa Toscana.

 

Dalle Apuane alla Maremma, la Toscana della costa nel suo tradizionale appuntamento annuale presenta il meglio della produzione enologica del territorio con oltre 60 vitivinicoltori delle province di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno, Grosseto e 400 etichette da degustare: i viticoltori presenteranno personalmente, oltre ad un vino "en primeur" ed uno in anteprima sul mercato anche tutte le etichette di loro produzione.

 

Coste del Mondo sarà la sezione dedicata agli ospiti stranieri: la prima edizione del nuovo format della zona ospiti vedrà l'incontro della Costa Toscana con la Costa dei Balcani. Protagonisti di quest'anno saranno infatti 3 Paesi bagnati dai 3 mari che circondano i Balcani: il mare Egeo (Grecia), il mar Nero (Bulgaria) e il mar Adriatico (Croazia). Le cantine provenienti da questi paesi allestiranno uno speciale banco d'assaggio e di incontro con i produttori d'oltreconfine nelle sale degustazione al piano primo.

 

In una sala più ampia e prestigiosa per assolvere le crescenti richieste, si svolgeranno i Laboratori di degustazione, guidati da prestigiosi personaggi del mondo del vino. Le tradizionali "orizzontali" e "verticali" della Costa, con un viaggio nel tempo per tornare alla vendemmia 2005; ritorneranno dopo molto tempo i vini dolci e si esploreranno i sapori dei paesi balcani. Anche gli show-cooking, appuntamento annuale di Anteprima, proporranno Chef stellati che cucineranno "dal vivo" davanti al pubblico, spiegando le loro ricette, i loro "segreti", il loro modo di intendere la "creazione gastronomica", la loro "filosofia in cucina". E due vini della Costa Toscana in abbinamento a ciascun piatto.

 

Il viaggio dei sensi proseguirà nel Fumoir dove "sua maestà il sigaro Toscano" verrà proposto con abbinamenti esclusivi di vino, bollicine e liquori. Infine, nel percorso di valorizzazione di tutte le eccellenze del territorio, si collocano anche i laboratori dell'olio extravergine sapientemente guidati dal Maestro d'olio Fausto Borella.

 

Nei due grandi chiostri al piano terreno sarà allestito lo spazio dedicato agli artigiani della gastronomia italiana: fra tradizioni antiche ed eccellenze moderne, presenteranno le loro produzioni facendole degustare al pubblico in una grande mostra-mercato. I vini potranno essere acquistati presso l'enoteca interna.

 

Nel terzo chiostro del Real Collegio un'importante novità per le famiglie appassionate di vino: sarà allestito lo spazio Anteprima Kids, aperto dalle 15,00 alle 18,00 con laboratori per bambini curati dall'Associazione Animatamente.

 

E per prepararsi alle numerose degustazioni, dal 28 aprile al 10 maggio, Confcommercio e Confersercenti proporranno l'appuntamento annuale "Aspettando Anteprima": trenta ristoranti del territorio provinciale lucchese proporranno i menù in abbinamento a una carta vini Costa Toscana.

Le modalità di accesso, i calendari e le novità possono essere seguite sul sito: www.anteprimavini.com dove potrà anche essere acquistato il biglietto on line per evitare tempi di attesa all'ingresso.

 

Per informazioni: info@anteprimavini.com - tel +39 0583 082210 


Pisa - Toscana-Turchia un legame antico che si rafforza
Incoming in Toscana per 10 tour operators di Istanbul

Logo della Camera pisana

Sono 10, tra tour operators ed agenzie di viaggio di Istanbul, i soggetti che hanno fatto visita, dall'11 al 14 aprile, alle città di Pisa, Lucca, Volterra e San Gimignano apprezzandone le bellezze artistiche, architettoniche, le eccellenze gastronomiche e ricettive ed incontrando le imprese toscane del settore turistico in un B2B tenutosi a Pisa al quale hanno presenziato Cristina Martelli, Segretario Generale della Camera di Commercio di Pisa, Alberto Peruzzini, dirigente settore turismo di Toscana Promozione e Huseyn Cepni, general manager di  Turkish Airlines presso l'aeroporto Galilei di Pisa.

 

L'iniziativa, organizzata dalla Camera di Commercio di Pisa in collaborazione con Toscana Promozione, è collegata all'apertura, dal giugno 2014, del volo Turkish Airlines Pisa - Istanbul, passato dalle originarie quattro frequenze settimanali alle cinque di inizio marzo scorso, forte del ragguardevole numero di passeggeri nei primi tre mesi di esercizio (ben 12.000) con un load factor (il fattore di riempimento dei posti a disposizione) pari al 78,7%.

 

Ma il legame tra l'Italia e la Turchia non è un fatto nuovo, risalendo addirittura all' impero di Bisanzio con le fruttuose relazioni tra l'Anatolia e le repubbliche marinare. Rapporti che nei secoli si sono raffinati ed hanno investito la politica, il diritto, il commercio, la cultura e perfino la lingua, con molte parole ormai entrate nella terminologia della marina, del commercio, del mondo bancario e del linguaggio di ogni giorno.

 

Con una popolazione di 80 milioni di abitanti ed un età media di 32 anni, la Turchia è il diciassettesimo paese più popoloso al mondo, in forte crescita economica. Circondata da molti paesi produttori di idrocarburi, la Turchia sta inoltre diventando un centro fondamentale per il settore energetico, in prossimità geografica con il 72% dei giacimenti di gas ed il 73% di quelli di petrolio a livello globale.

 

Molto noto e apprezzato anche il brand Italia, associato ad elevata qualità dei prodotti e del modo di vivere, a stile, design, raffinatezza. Nel 2013, l'Italia si è collocata al quarto posto fra i partner commerciali della Turchia, esportandovi prodotti per 12,9 miliardi di dollari ed importandone per 6,7 miliardi. Settori trainanti dell'export toscano, così come pisano, sono quelli afferenti alla moda (abbigliamento, pelli e accessori) e alla meccanica. Nonostante la contrazione del 2014, causata dal perdurare della crisi globale, le previsioni per l'economia turca restano di immutato interesse per le buone prospettive di sviluppo. Anche in ambito turistico i dati, pur non esprimendo ancora le reali potenzialità, sono importanti: le presenze turistiche a Pisa nel 2014 sono quasi raddoppiate rispetto al 2013.

 

In questo quadro, quindi, si colloca anche l'iniziativa della Camera di Commercio di Pisa per anticipare le dinamiche di crescita di mercati geograficamente strategici guardando al futuro ma con un occhio, in questo caso, anche ad una storia millenaria alla quale offrire un piccolo contributo di continuità. 


Lucca - Progetto Made in Italy: eccellenze in digitale edizione 2015
92 borse di studio destinate a giovani laureati e/o diplomati della scuola secondaria

Logo della Camera lucchese

Dopo il successo riscontrato per l'edizione 2014 la Camera di Commercio di Lucca ha aderito all'edizione 2015 del Progetto Made In Italy: Google Eccellenze in Digitale.

 

Le 92 borse di studio oggetto della selezione sono finanziate da Unioncamere con la donazione di Google, e sono destinate a giovani laureati e diplomati con l'obiettivo di favorire la digitalizzazione dei territori a più elevata capacità di offerta di beni e servizi direttamente collegati alla tipicità dei territori, con particolare riferimento ai settori di punta del Made in Italy e alle filiere caratterizzanti l'immagine dell'Italia nel mondo.

 

Scopo della borsa di studio è anche quello di contribuire ad avvicinare i giovani talenti altamente qualificati nel campo dell'ITC ai contesti aziendali innalzando così la capacità innovativa e commerciale delle Pmi Italiane.

 

Si apre dunque la prima fase del progetto, che ha ad oggetto la selezione dei borsisti, il bando redatto e gestito a livello centrale da Unioncamere Nazionale, e le modalità di iscrizione sono pubblicati sul sito della Camera di Commercio di Lucca www.lu.camcom.it. Le iscrizioni sono aperte fino alle ore 12.00 del 30 aprile 2015.

 

I vincitori (due per ciascuna Camera di Commercio partecipante) seguiranno un percorso formativo sugli strumenti e sulle opportunità offerte dall'economia digitale, prima di essere operativi presso ciascuna Camera di Commercio.

 

Per qualsiasi ulteriore chiarimento è possibile scrivere a ricerca@unioncamere.it o telefonare agli uffici di Unioncamere, tel. 06/4704372 - 06/4704510. 


Grosseto - Bando per la concessione di contributi per la manifestazione “Passione Maremma all'Italian Makers Village - fuori expo 2015”
Milano, 14 – 18 maggio 2015

Logo della Camera grossetana

La Camera di Commercio di Grosseto ha pubblicato un bando per contributi rivolto ad imprese, consorzi ed associazioni, dei comparti agroalimentare, moda, complementi d'arredo, artigianato artistico e design della provincia di Grosseto, inerenti la partecipazione all'ITALIAN MAKERS VILLAGE FUORI EXPO' 2015 che si svolgerà a Milano in Via Tortora 32, nella settimana dal 14 al 18 maggio 2015.

 

Nell'ambito della manifestazione l'Ente camerale promuove la valorizzazione delle eccellenze locali attraverso il brand "PASSIONE MAREMMA".

 

Il contributo camerale sarà concesso per un importo pari al 50 per cento delle spese ammissibili indicate a preventivo fino ad un massimo di 740,00 euro.

 

Il bando e la relativa modulistica sono disponibili sul sito internet camerale www.gr.camcom.it. La scadenza per partecipare è il 28 APRILE 2015

  


Prato - A caccia di talenti per il progetto con Google sulle eccellenze in digitale
C’è tempo fino al 30 aprile per candidarsi, 9 mesi di lavoro per due borse di studio a prato da 9 mila euro

Logo della Camera pratese

E' partito anche a Prato il progetto Unioncamere/Google "Made in Italy - Eccellenze in Digitale 2015", che nasce per favorire l'inserimento di giovani competenze ICT nelle imprese. Anche la Camera di Commercio di Prato ha aderito all'iniziativa e da giugno ospiterà due borsisti che, dopo una adeguata formazione, lavoreranno con le imprese del territorio.

 

"Si tratta di un'occasione importante, che ci permetterà di entrare in contatto con le imprese per aiutarle ad affacciarsi sul web - commenta Luca Giusti, presidente della Camera di Commercio di Prato - Allo stesso tempo anche i giovani che saranno selezionati potranno usufruire di una formazione di alto livello da un partner come Google e prepararsi a costruire la propria carriera in questo settore".

 

REQUISITI Possono partecipare i giovani laureati sotto i 30 anni; sarà fatta una graduatoria a parte anche per i diplomati, alla quale si attingerà in caso di esaurimento della prima graduatoria. E' necessario conoscere le lingue straniere e avere conoscenze informatiche di base, anche sui social e sulle piattaforme e-commerce.

 

COME PARTECIPARE Sono aperte le iscrizioni sul sito www.tagliacarne.it. C'è tempo fino al 30 aprile per inviare la propria domanda di ammissione da compilare esclusivamente on line. All'interno della domanda va inserita Prato come provincia di richiesta di assegnazione. Sono infatti 46 le Camere di Commercio italiane coinvolte nel progetto e la selezione viene fatta a Roma da Unioncamere. Ogni Camera di Commercio avrà due borsisti. Il progetto si svolgerà da giugno 2015 a aprile 2016. I candidati selezionati godranno di una borsa di studio di 9 mila euro.

  


PromoFirenze - Intervento a favore dei Centri Commerciali Naturali della provincia di Firenze
Domande dal 2 maggio al 31 dicembre 2015

Logo di PromofirenzeLa Camera di Commercio di Firenze ha destinato € 80.000,00 per finanziare le iniziative dei Centri Commerciali Naturali (CCN) della provincia.

Possono presentare la domanda le associazioni stabili e i consorzi costituiti principalmente tra imprese del commercio che operano in ambiti territoriali denominati Centri Commerciali Naturali e risultino riconosciuti dal Comune competente con un proprio atto come stabilito al Capo XIII della L.R. 28/2005.
L'associazione o il comitato o il consorzio devono essere, al momento della presentazione della domanda di contributo, già legalmente costituiti con un atto costitutivo, avere un proprio statuto vigente ed essere regolarmente iscritti presso la competente Agenzia delle Entrate.

E' possibile presentare domanda per le seguenti tipologie di spesa:

  1. Spese relative ad eventi promozionali organizzati dal CCN (ad esempio: concerti, attività di spettacolo, attività di animazione in genere, direzione artistica, nonché spese per segnaletica stradale, spese per suolo pubblico, SIAE, ecc.);
  2. Spese per attività di supporto e assistenza nell'organizzazione degli eventi promozionali;
  3. Spese per segnaletica promozionale finalizzata all'individuazione del Centro Commerciale Naturale e degli esercizi commerciali aderenti;
  4. Spese per pubblicità e materiale promozionale dei CCN (pubblicità su radio, stampa e tv, grafica e stampa di opuscoli promozionali, volantini e manifesti, banner su internet, ecc.);
  5. Spese per iniziative di fidelizzazione del cliente (come ad esempio: fidelity card, concorsi a premio, lotterie, ecc.);
  6. Spese per luminarie e addobbi natalizi


Sono ammissibili le spese sostenute per iniziative ancora da svolgersi alla data del 14/04/2015; tutti i giustificativi di spesa d evono essere emessi a partire dalla medesima data.


Livorno - Due borse di studio per diffondere le competenze digitali tra le imprese
La Camera di Commercio aderisce al progetto di Google e Unioncamere

Logo della Camera livornese

C'è tempo fino a giovedì 30 aprile per partecipare al bando di selezione destinato a giovani laureandi, neolaureati e diplomati che per un periodo di nove mesi lavoreranno a stretto contatto con le imprese del territorio per favorirne la digitalizzazione e aiutarle a promuovere i prodotti di eccellenza del made in Italy.

 

La Camera di commercio di Livorno partecipa infatti all'iniziativa di Google e di Unioncamere ed è pronta ad ospitare due giovani, che saranno selezionati attraverso il bando gestito a livello centrale. I vincitori, due per ogni Camera di Commercio aderente all'iniziativa, riceveranno una borsa di studio per svolgere le attività previste dal progetto.

 

Chi può partecipare - Laureandi, neolaureati e diplomati con competenze di economia, marketing e management e web marketing e con una conoscenza della lingua inglese, del territorio e del contesto economico-sociale della Camera di Commercio nella quale si candideranno a operare. I giovani selezionati riceveranno una borsa di studio di 9.000 euro e andranno a supportare le imprese aiutandole ad avvicinarsi al web e a promuoversi al meglio sul mercato italiano e internazionale.

 

Modalità di svolgimento del progetto - La borsa prevede lo svolgimento di attività di promozione, affiancamento e supporto organizzativo alle aziende del territorio e delle filiere produttive di punta del made in Italy, da realizzare presso la sede della Camera di Commercio e nel territorio di sua competenza.

Unioncamere e Google garantiranno un primo periodo di formazione e forniranno quindi assistenza ai borsisti e alle Camere che li accolgono, concordando piani di lavoro personalizzati per ciascuna CCIAA in base alle caratteristiche e alle esigenze delle imprese dei singoli territori. Il periodo di svolgimento delle attività è compreso tra il mese di giugno 2015 e il mese di aprile 2016.

 

Scopi dell'iniziativa - Oltre all'avvicinamento di giovani altamente qualificati al mondo del lavoro, l'obiettivo strategico del progetto è quello di promuovere tra le imprese la consapevolezza del ruolo che può avere la digitalizzazione per la competitività sul mercato. Il tutto attraverso il sistema camerale, quale istituzione di riferimento delle imprese.

 

Info: Il bando è disponibile sul sito Eccellenze in Digitale (www.eccellenzeindigitale.it) e sul sito dell'Istituto Guglielmo Tagliacarne (www.tagliacarne.it) nella sezione dedicata al progetto.

E' possibile candidarsi esclusivamente online entro le 12 del 30 aprile 2015 compilando l'apposito form.  


Prato - Arriva “That’s Prato”, una nuova iniziativa per la valorizzazione turistica
25 domeniche per portare i turisti fiorentini a conoscere il territorio, con 6 itinerari tematici

Logo della Camera pratese

Venticinque visite suddivise in 6 itinerari diversi, per stimolare fiorentini e turisti a venire a scoprire "la Prato che non ti aspetti". Questo è il progetto That's Prato, che parte il 3 maggio con una serie di visite guidate che partiranno ogni domenica da Firenze per raggiungere luoghi diversi del territorio. Bellezze artistiche, storia, ma anche shopping, in un mix studiato per rendere piacevole la gita domenicale.

 

That's Prato è un progetto pilota per la valorizzazione dei beni artistici e delle produzioni tipiche e per la promozione turistica della provincia di Prato, nato dalla collaborazione con il Progetto Prato della Regione Toscana con la Camera di Commercio e con tutti i Comuni del territorio.

 

Per 25 domeniche a partire dal 3 maggio sarà possibile visitare Prato e dintorni gratuitamente, con una serie di itinerari tematici studiati per raccontare la storia ma soprattutto le storie del territorio. Ma non solo: Prato è anche un luogo ricco di botteghe artigiane, di mercati tradizionali, di produzione di di golosità agroalimentari e in ogni itinerario saranno inserite anche tappe golose e di shopping, per far conoscere le tante facce del territorio.

 

GLI ITINERARI Si inizia il 3 maggio con "L'arte a tavola nel Rinascimento": il cibo e la pittura, un binomio di grande attualità, soprattutto in tempi di Expo. Partendo dalla Villa Medicea di Poggio a Caiano, lo scorso anno divenuta patrimonio Unesco l'itinerario, che conserva delle cucine medicee molto speciali. Nel pomeriggio l'itinerario prevede poi la visita del Duomo di Prato e dei dipinti di Filippo Lippi. Il 10 maggio si fa un salto nell'attualità con "Tra arte contemporanea e archeologia industriale". A Prato le fabbriche sono non solo monumenti del lavoro, ma anche di cultura: partendo dalla visita del Museo Soffici a Poggio a Caiano, uno degli artisti italiani moderni maggiormente influenti, l'itinerario toccherà poi il Museo del Tessuto a Prato, ospitato nell'ex fabbrica Campolmi. Poi raggiungerà la fabbrica Forti, uno dei pochi esempi di città fabbrica in Italia che ha ospitato fino a 3 mila persone, per poi raggiungere lanificio Peyron in val di Bisenzio, dove venivano intrecciati tappeti che hanno raggiunto anche il Metropolitan di New York. Il 17 maggio il tema è "Quando c'erano gli Etruschi": partendo dal centro di Prato, si toccheranno le tombe etrusche di Comeana e poi Artimino, un gioiello del Montalbano, con il Museo Archeologico e una visita del borgo che ospita anche la bellissima villa Medicea. Prima di rientrare a Firenze immancabile una visita alla "Visitazione" del Pontormo. Il 31 maggio "Per ville e castelli alla ricerca delle principesse", che non ci sono, è bene dirlo subito: Prato ha ospitato famiglie facoltose e molti nomi illustri dal Rinascimento in poi, ma sicuramente il suo più facoltoso abitante è stato Federico II di Svevia, che qui ha costruito il suo Castello dell'Imperatore. La visita proseguirà poi a Montemurlo, con la visita alla Rocca e alla tenuta del Marchese Pancrazi, che a Bagnolo produce un vino conosciuto in tutto il mondo. Il 24 maggio è la volta de "Il viaggio dei pellegrini": partendo dal Monastero di San Niccolò a Prato, dove venivano educate le signore dell'alta nobiltà fiorentina, imponente e ricco di storia ma anche luogo particolare di devozione. Poi la visita prosegue per l'Oratorio dei Bardi a Vernio, dove è nato il melodramma (l'opera intesa in senso moderno, per intendersi) passando per la Badia di San Salvatore a Vaiano, recentemente riaperta al pubblico con una nuova esposizione che racconta la storia di questo luogo che affonda la sua storia nell'alto Medioevo.

 

COME ADERIRE Le visite sono gestite con un servizio di autobus con accompagnatore che parte alle 9 dalla Stazione Santa Maria Novella, dove si farà ritorno la sera alle 19. Il servizio è gratuito, sono a pagamento solo le entrate ai Musei. Le visite vengono effettuate in italiano e inglese; i posti sono limitati e quindi è obbligatoria la prenotazione, che può essere effettuata alla mail thatsprato.com oppure tramite telefono al 328 0021009. Il pranzo è libero, ma saranno indicati dei bar e dei ristoranti in convenzione per chi fosse interessato.

Le visite sono organizzate dall'associazione FareArte.

 

Ogni informazione è presente sul sito www.thatsprato.com   


Livorno - L’Alternanza Scuola Lavoro sbarca al TAN
Dodici ragazzi saranno al fianco del personale impegnato ad accogliere i visitatori

Logo della Camera livornese

Dodici studenti delle scuole superiori livornesi saranno presenti al Trofeo Accademia Navale, a Livorno dal 23 aprile al 3 maggio 2015, grazie al progetto "Alternanza scuola lavoro " che la Camera di Commercio sviluppa in collaborazione con la sua Azienda Speciale Centro Studi e Ricerche.

 

In accordo con l'Accademia Navale, Tuttovela Srl e l'Autorità Portuale, la CCIAA offre per il terzo anno consecutivo l'opportunità ad un gruppo di studenti degli istituti di istruzione superiore livornesi di realizzare un'esperienza di formazione on the job.

 

Chi sono e cosa faranno?

Quattro studenti dell'IIS Vespucci Colombo, uno del Liceo Cecioni ed uno dell'ITC Attias saranno impegnati nell'Ufficio Informazioni allestito presso il Villaggio Tuttovela con il compito di accogliere i visitatori ed i partecipanti agli eventi organizzati in occasione del TAN.

 

Due studenti del Liceo Cecioni e due studenti dell'ITN Cappellini affiancheranno invece lo staff della Marina Militare impegnato nelle attività dell'Ufficio Stampa.

Infine, uno studente del Liceo Cecioni ed uno dell'ITN Cappellini saranno coinvolti nelle attività di accoglienza dei visitatori presso lo stand dell'Autorità Portuale e nel loro affiancamento alle visite organizzate nell'ambito dell'iniziativa "Porto Aperto".

 

Il Centro Studi e Ricerche CCIAA seguirà gli studenti attraverso un tutor di rete.

 

L'iniziativa replica quelle degli anni precedenti, che hanno riscosso ottimi risultati e commenti più che positivi degli studenti, che hanno potuto sperimentare, al fianco degli operatori, caratteristiche e criticità del lavoro a diretto contatto con il pubblico e, per quanto riguarda l'esperienza presso l'ufficio stampa, il lavoro in squadra con i sottufficiali della Marina militare.   


Massa Carrara - Contributi alle imprese colpite dagli eventi alluvionali

Logo della Camera di Massa Carrara

La Camera di Commercio di Massa-Carrara mette a disposizione un Fondo complessivo di € 500.000,00 al fine di favorire la ripresa delle attività produttive ed economiche danneggiate dagli eventi alluvionali del mese di novembre2014.


Tale intervento fa seguito alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 17/12/2014 (GU n. 297 del 23/12/2014), con la quale è stato dichiarato lo stato di emergenza in relazione alle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nel periodo 5-7 novembre 2014 nel territorio della Provincia di Massa-Carrara.

 

Le domande potranno essere presentate a partire dalla data di pubblicazione del Bando fino alla chiusura per esaurimento delle risorse, di cui sarà data comunicazione a mezzo pubblicazione sul sito internet della Camera, e comunque entro il 30 aprile 2015 


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
1 April - 30 May Camera di Commercio Livorno Corso preparatorio all’esame per agenti di affari in mediazione nel settore immobiliare
24 April Regione Toscana e Unioncamere Toscana Seminario tecnico informativo per assaggiatori d'olio d'oliva vergine - San Casciano Val di Pesa
27 April Camera di Commercio Pistoia Verde pubblico e privato: quali strategie dopo la tempesta di vento
28 April Camera di Commercio Lucca Campagna olearia 2014 - La difesa dalla mosca delle olive - Lucca
28 April Camera di Commercio Pisa Investment Compact
28 April - 26 May Camera di Commercio Arezzo Goldf@shion
2 May - 3 November Milano EXPO Fuori EXPO ... I territori toscani
12 May Unioncamere Toscana Unioncamere Toscana - Giunta
12 May Unioncamere Toscana Unioncamere Toscana - Consiglio
28 May Camera di Commercio Livorno Marchio “Garanzia del Consumatore CCIAA Livorno”
10 June Camera di Commercio Firenze Stati Uniti: Paese di opportunità
11 June Camera di Commercio Siena 13^ Giornata dell’Economia
12 June Camera di Commercio Livorno 13^ Giornata dell'Economia
17 June Camera di Commercio Firenze "La valorizzazione dell'agroalimentare tra denominazione di origine e nuove forme di tutela"
18 June Camera di Commercio Firenze e PromoFirenze #banche&imprese - Avviso conferenza stampa


Logo Sincert


Stampa