Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  19 -  Monday, September 14, 2015 - anno  14
Attività Istituzionale
Il Presidente Sereni commenta i dati dell'indagine demografica sull'imprenditoria toscana

Il Presidente Andrea Sereni

Commentando i dati di "Movimprese", l'Indagine Demografica sull'Imprenditoria Toscana che rileva la natalità e la mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana, elaborata da Unioncamere Toscana nel secondo trimestre del 2015, il Presidente di Unioncamere Toscana Andrea Sereni ha detto fra l'altro: 

 

"Fra aprile e giugno si registra una ripresa della propensione a «fare impresa», e questo è un importante sintomo del più generale miglioramento del clima di fiducia che da alcuni mesi sta interessando il nostro Paese, nonostante uno scenario economico che resta caratterizzato da molti fattori di incertezza - ha commentato Andrea Sereni, Presidente di Unioncamere Toscana. all'interno di un quadro che presenta dunque segnali di miglioramento preoccupa, tuttavia, la nuova flessione delle imprese guidate da giovani, che devono invece rappresentare un importante motore di cambiamento non solo per il sistema imprenditoriale regionale, ma per tutto quanto il Paese. I giovani portano nuove competenze, nuove idee e nuova energia, in altre parole linfa vitale in grado di alimentare un processo di trasformazione che non va dissipato. Su questo fronte le Camere di Commercio possono giocare un ruolo davvero importante, sta anche a noi creare il sentiment che permetta loro di trovare un paese più moderno che possa attrarre intelligenze a capacità innovative, più meritocratico e capace di valorizzare i talenti delle persone anche attraverso la via dell'impresa. Il vero successo delle riforme che si stanno disegnando si misurerà su quanto riusciremo a fare su questi fronti, a partire da quello della pubblica amministrazione appena varato, che deve diventare realmente 'amica' delle imprese."


La presenza di “Vetrina Toscana” alla XIII edizione di Euromeeting

Vetrina Toscana - Logo

Il Presidente Andrea Sereni è intervenuto il 10 settembre scorso, con l'Assessore Regionale Stefano Ciuoffo ed il Presidente di NECSTouR Paolo Bongini, alla conferenza stampa di presentazione dei contenuti della XIII edizione di Euromeeting, appuntamento annuale organizzato dalla Regione Toscana in qualità di capofila di NECSTouR, rete di 30 regioni europee per lo sviluppo sostenibile e competitivo del turismo che si terrà quest'anno a Milano, in occasione di EXPO, il 29 e 30 settembre. Nel corso del suo intervento, il Presidente Sereni a detto fra l'altro:

 

"Le azioni del progetto Vetrina Toscana, pensate per promuovere e valorizzazione gli accordi integrati tra la distribuzione, i ristorazione di qualità e gli imprenditori agricoli di prodotti tipici e di qualità ma anche per far conoscere le particolarità e le specifiche identità territoriali della nostra terra, saranno presentate all'interno di un evento di richiamo internazionale come EUROMEETING a dimostrazione di come il Sistema camerale e la Regione abbiano già da tempo individuato la giusta direzione.

Con Vetrina Toscana si favorisce la rivitalizzazione del settore distributivo regionale attraverso la creazione di una rete di esercizi, a partire dai ristoranti, caratterizzati dal comune obiettivo utilizzare e di promuovere le produzioni regionali di qualità valorizzando in tal modo le grandi potenzialità che il turismo enogastronomico esprime per il nostro sistema economico.

Abbiamo cercato insomma di rispondere all'interesse crescente dimostrato dai visitatori, italiani e stranieri, per le mete turistiche che corrispondono anche ai luoghi di origine dei prodotti tipici, avviando in tal modo un circolo virtuoso che pone al suo centro non tanto il turismo di massa ma una sorta di "nicchia" composta da coloro che vanno alla ricerca dei legami tra territorio e cultura, enogastronomica e non, che sono un valore pregnante ed identitario dei nostri territori.

In altre parole si sono volute valorizzare, in una nuova e più complessa prospettiva, le connessioni tra agricoltura, produzioni enogastronomiche, ristorazione, cultura e turismo; quelle che sono indubbiamente le assi portanti della nostra Toscana.

La scommessa è stata quella di creare un meccanismo "trasversale" di promozione e tutela di quelle produzioni artigianali, agroalimentari e dei servizi di accoglienza, che potessero offrire nuove opportunità di conoscenza del territorio toscano e delle sue tradizioni di qualità, cercando di dare una visione complessiva del "sistema Toscana".

Ovviamente le positive esperienze di Vetrina Toscana non potevano non essere protagoniste all'edizione italiana di una manifestazione come quella che presentiamo oggi, che pone l'accento sul turismo sostenibile ma anche sulle identità dei sapori e delle produzioni agroalimentari ed enogastronomiche attraverso la creazione di "itinerari culturali" sulle tracce dei luoghi anche attraverso i loro prodotti tipici.

Un'esperienza che diventa dunque un momento di riferimento, una buona pratica, nel contesto di EUROMEETING per proporre percorsi turistici che abbiano al centro l'enogastronomia.

Un percorso come quello che 4 importanti cuochi stellati che da tempo sono inseriti all'interno della rete di Vetrina Toscana:

  • ·   Silvia BARACCHI de "Il Falconiere" - Arezzo
  • ·   Katia MACCARI de "I salotti del Patriarca" - Chiusi (SI)
  • ·   Vito MOLLICA del "Four Seasons" - Firenze
  • ·   Valeria PICCINI di "Da Caino" - Montemerano (GR)

Quattro cuochi che il 29 settembre prepareranno le loro specialità collegando la figura di un grandissimo toscano come Leonardo da Vinci, con le eccellenze enogastronomiche regionali, promuovendo in tal modo l'idea del gustoso, vero e proprio "Trade Union" tra cultura ed arte del fare cibo." 

 


Il Credito in Toscana nel I Trimestre 2015
Il commento del Presidente Sereni

Andrea SereniCommentando i data sul Credito in Toscana relativi al primo trimestre dell'anno, il Presidente Andrea Sereni ha detto:

 

"La questione del credito è stata al centro della crisi degli ultimi anni, agendo in senso pro-ciclico e contribuendo pertanto ad aggravare l'ampiezza e la profondità dei fattori recessivi ed altrettanto cruciale resta in una fase in cui, come l'attuale, si cominciano a registrare segnali di ripresa sul fronte congiunturale. Nel complesso le erogazioni di prestiti al sistema economico-produttivo hanno smesso di arretrare, ed è incoraggiante rilevare come l'accesso al credito stia migliorando anche in virtù dei rifinanziamenti operati dalla BCE. Tuttavia, gli effetti della prolungata fase di crisi ed una ripresa che si annuncia per il momento moderata non consentiranno una riduzione significativa degli indici di rischio e, a meno di operazioni straordinarie di cessione, l'ammontare di crediti in sofferenza generati nel corso degli ultimi anni continuerà a pesare in maniera significativa sul sistema. I sintomi di stabilizzazione nell'andamento dei prestiti erogati alle imprese sono inoltre tutt'altro che generalizzati, dal momento che resta per il momento esclusa una larga parte di piccole e micro imprese che, come noto, costituisce una componente fondamentale del nostro sistema economico."


Attività Studi & Ricerche
La Demografia Imprenditoriale in Toscana nel 2° trimestre 2015. Positivo ed in miglioramento il bilancio di metà anno: +2.900 imprese

Nel secondo trimestre del 2015 le iscrizioni di nuove imprese ai registri delle Camere di Commercio della Toscana sono state 6.638, in aumento del 3,8% (+245 rispetto allo stesso periodo del 2014), mentre le imprese cessate (non d'ufficio) sono state 3.917 (-3,4%). Il risultato è un trimestre primaverile che presenta non soltanto un saldo anagrafico positivo, fenomeno consueto legato a fattori di stagionalità, ma soprattutto in miglioramento rispetto ad un anno fa, e che promette una ripresa di vitalità imprenditoriale sia per la Toscana che per l'intero quadro nazionale.

 

Segnali incoraggianti vengono anche da una parziale attenuazione del fenomeno delle crisi aziendali:

·    sono 973 le aziende toscane entrate in scioglimento e liquidazione, con una diminuzione del 5,1% rispetto ad aprile-giugno del 2014;

·    sono 55 le aziende che hanno aperto concordati fallimentari o preventivi e accordi di ristrutturazione debiti, in riduzione del 21,4%;

·    sul fronte dei fallimenti, invece, i 295 casi registrati sono in leggero aumento rispetto all'analogo periodo del 2014 (+4,2% pari a +12) ed in controtendenza rispetto alla diminuzione rilevata a livello nazionale.

 

Il trimestre aprile-giugno trascina inoltre al rialzo il bilancio dell'ultimo anno: fra luglio 2014 e giugno 2015, infatti, il saldo fra imprese iscritte e cessate è positivo per 2.911 unità ed il tasso di crescita (+0,7%) evidenzia una decisa ripresa rispetto a quanto registrato a metà 2013 (+0,1%), nella fase cioè più acuta dell'ultima recessione. Il risultato messo a segno dalla Toscana è leggermente migliore della media italiana (+0,6%) ed uno dei migliori se comparato alle principali regionali del Centro-Nord Italia, risultando inferiore soltanto a quello della Lombardia (+1,0%).

 

Nel corso dell'ultimo anno, i settori che contribuiscono alla crescita del tessuto imprenditoriale toscano appartengono principalmente alle attività dei servizi (+3.355), ma un piccolo contributo positivo viene anche dal settore industriale (+56). Il numero di imprese di costruzioni (-483) ed agricoltura (-419) continua invece a ridursi. Per quanto riguarda l'agricoltura, nel periodo luglio 2014-giugno 2015 il settore evidenzia un calo di 419 aziende (-1,0%), da attribuire interamente alla componente imprenditoriale a conduzione italiana; il saldo dell'edilizia è invece negativo per 483 unità (-0,8%), ed esprime difficoltà strettamente legate a quelle dell'artigianato (per lo più attive nell'installazione di impianti e nei lavori edili di completamento): l'edilizia artigiana ha perso 975 imprese in dodici mesi (-2,2% rispetto a giugno 2014), contro un andamento che - per la parte non artigiana - ha al contrario fatto registrare una variazione positiva pari a +492 imprese.

 

Nei servizi, i contributo maggiormente positivi provengono - in termini assoluti - da commercio (+987) e turismo (+933 per alberghi, ristoranti ed agenzie di viaggio), ma in termini percentuali a crescere sono soprattutto i servizi di supporto alle imprese (+4,3% per 451 unità aggiuntive) ed i servizi sociali ed alla persona (+2,7% e +587). Nell'industria in senso stretto (al netto cioè delle costruzioni) crescono soprattutto le riparazioni meccaniche ed elettroniche (+129), la filiera della pelle (+90 per concia-pelletteria-calzature) e la trasformazione agroalimentare (+46), mentre i passivi più rilevanti interessano le produzioni del legno-arredo (-108), del tessile-maglieria (-54) e della meccanica strumentale (-45).

 

Il bilancio di metà 2015 vede in Toscana la presenza di 37.016 imprese giovanili (condotte cioè da imprenditori under-30), il 9% del tessuto imprenditoriale regionale. Rispetto a giugno 2014 si registra un calo dell'1,4%, che equivale a 534 imprese in meno. A diminuire sono le ditte individuali (-647 aziende) e le società di persone (-340), mentre aumentano le società di capitali (+9,6%, +468 unità). Alla diminuzione delle imprese giovanili si contrappone la crescita di quelle guidate da imprenditori over-30 (+1,0%)

 

Le imprese femminili (94.335) - che rappresentano il 23% del tessuto imprenditoriale regionale - sono invece in aumento (+1,7%), per 1.578 aziende in più rispetto a giugno 2014. Anche nel caso della componente femminile l'espansione è trainata, in particolare, dalle società di capitali (+7,5%, +1.216 unità in valore assoluto). Si rivela invece più modesta la crescita delle imprese non femminili (+0,5%).

 

Le imprese straniere (51.244), pari al 12% del sistema imprenditoriale toscano, aumentano infine del 5,8% (+2.835). Ad aumentare sono in questo caso soprattutto le ditte individuali (+2mila), seguite dalle società di capitali (+660 unità). A fronte della crescita delle imprese a titolarità straniera si osserva solo un lieve incremento per quelle condotte da imprenditori italiani (+0,1%).

 

Dal punto di vista delle forme giuridiche adottate, il contributo positivo più importante alla crescita del sistema imprenditoriale regionale viene dalle società di capitali, che arrivano a sfiorare le 100mila unità (il 24,1% del sistema-impresa regionale) ed aumentano al ritmo del 3,3% (+3.193 rispetto a giugno 2014). L'ottima performance delle società di capitali è frutto di una natalità in costante crescita ed una mortalità d'impresa inferiore al 3%.

 

In aumento anche le imprese individuali (+578) e le «altre» forme giuridiche (+150); le società di persone (circa mille unità in meno nel corso dell'ultimo anno), invece, continuano a ridursi scendendo a quota 87.117 (il 21% del totale imprese). Una nuova contrazione caratterizza infine anche le imprese artigiane, che perdono 844 unità fra giugno 2014 e giugno 2015 (-0,8%): tale flessione è riconducibile principalmente al calo registrato nell'edilizia, ma contributi negativi si osservano per l'artigianato anche nel manifatturiero (-136) e nei trasporti (-99). 


DOCUMENTI ALLEGATI
Si arresta la caduta del credito alle imprese in Toscana
Condizioni di accesso al credito meno restrittive favoriscono una stabilizzazione dei prestiti alle imprese. I segnali positivi interessano tuttavia soprattutto le aziende più strutturate, mentre significative flessioni si registrano ancora per le piccole-micro imprese e per le aziende artigiane

" "Nel primo trimestre del 2015 i prestiti verso le imprese (-0,1% al netto delle società finanziarie) ed i finanziamenti alle famiglie (+0,2%) residenti in Toscana risultano sostanzialmente stabili rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente. Per quanto riguarda le imprese, in particolare, l'andamento dei prestiti erogati conferma l'ingresso in una fase di stabilizzazione, dopo le contrazioni registrate nel biennio 2012-2013.

 

I segnali positivi che, sotto il profilo in esame, arrivano dal sistema produttivo offrono delle conferme anche nella disaggregazione settoriale. Per la prima volta dopo 13 trimestri consecutivi i prestiti alle imprese manifatturiere e dei servizi non presentano infatti segni "meno", mostrando un andamento in leggera crescita rispetto al primo trimestre del 2014 (rispettivamente +0,1% +0,4%). Ancora in contrazione, invece, il credito alle imprese appartenenti al settore delle costruzioni (-1,4%): anche in questo caso, tuttavia, si possono intravedere segnali di miglioramento rispetto a quanto osservato alla fine del 2014.

 

Sotto il profilo dimensionale, tuttavia, la stabilizzazione dei finanziamenti erogati al sistema economico interessa principalmente le imprese più strutturate, per le quali il dato del primo trimestre segnala in effetti un leggero aumento, seppur di piccola entità (+0,3%). In decisa contrazione resta invece il credito bancario allepiccole imprese (-1,5%), in particolare alle imprese artigiane (-3,6%).

 

Il livello dei tassi di interesse sui prestiti a breve termine concessi dalle banche continua a rimanere su valori relativamente elevati, soprattutto per le imprese di piccole dimensioni (9,2%) e, dal punto di vista settoriale, per le imprese del settore delle costruzioni (8,9%), appartenenti ad un settore percepito come più rischioso da parte delle banche. Tali livelli sono tuttavia in contrazione rispetto ai picchi del 2013, ovvero in confronto all'anno in cui maggiori sono state difficoltà di accesso al credito.

 

Anche i tassi di interesse sui prestiti a medio/lungo termine stanno diminuendo dall'inizio del 2014, attestandosi rispettivamente al 2,9% per le famiglie ed al 2,8% per le imprese nel trimestre in esame. Le condizioni di accesso al credito stanno quindi migliorando anche per quanto riguarda i finanziamenti a più lunga scadenza, risentendo anche in questo caso delle forti iniezioni di liquidità nel sistema bancario attuate grazie alle operazioni di rifinanziamento della BCE.

 

Nel complesso il tasso di decadimento del credito erogato (rapporto fra flusso di nuove sofferenze e consistenza dei prestiti in essere all'inizio del periodo) alle imprese è rimasto stabile sui livelli di fine 2014 (4,9%). Seppur sceso di quasi un punto percentuale rispetto ai picchi raggiunti nella seconda parte del 2013, il valore di tale indicatore continua ad attestarsi su livelli decisamente superiori in confronto a quelli pre-crisi (alla fine del 2008 non superava ancora il 2%): l'onda lunga della ultime recessioni continua dunque ad avere pesanti ripercussioni su una parte non trascurabile del mondo imprenditoriale e produttivo regionale, dove persistono difficoltà di rimborso dei crediti ricevuti ancora significative. Nel corso degli ultimi anni il peggioramento del tasso di decadimento è stato diffuso, sebbene le condizioni maggiormente critiche continuino a registrarsi nell'edilizia (10,1%).  


DOCUMENTI ALLEGATI
Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


Natalità e mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana
- Comunicato Stampa e SlideReport


I trimestre 2015
- Comunicato Stampa e SlideReport

Notizie dal mondo camerale
Pisa - Export, roadshow ICE fa tappa a pisa

Logo della Camera pisana

Valter Tamburini, Presidente Camera di Commercio di Pisa, ha aperto i lavori del  roadshow "Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri" che, promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, si è svolto a Roma il 9 settembre scorso e che proprio oggi fa tappa a Pisa dalle 9.45 presso il Palazzo dei Congressi.

Nel 2014 buona parte della ripresa delle esportazioni della Toscana è stata determinata da alcuni settori di specializzazione regionali come la meccanica (+11,6%). Il sistema moda è risultato in forte espansione, grazie agli articoli di abbigliamento (+7,7%) della pelletteria (+7,8%), che con circa 5,3 miliardi di euro risulta il primo settore delle esportazioni della regione. Nei servizi la Toscana ha registrato un tasso di variazione positivo sia nelle vendite (+2,6%) che negli acquisti (+6%).

Il Commento di Valter Tamburini, Presidente della Camera di Commercio di Pisa:

 

"La Camera di Commercio di Pisa ha voluto cogliere l'occasione della tappa toscana del Roadshow per ospitarla direttamente in città. L'iniziativa punta, infatti, a "stanare" le 600 imprese pisane (6.000 in Toscana) che, secondo le stime Unioncamere, non si sono ancora affacciate sui mercati globali pur avendo tutte le carte in regola per farlo. Sono questi i numeri sui quali, come Camera di Commercio, stiamo lavorando da tempo forti della nostra prossimità con il tessuto delle piccole imprese. Nel 2014 abbiamo coinvolto in azioni di B2B, fiere e missioni ben 256 imprese e circa 450 partecipano ogni anno a seminari dove vengono presentate le opportunità offerte dai mercati internazionali; anche quest'anno seppur con i tagli del Diritto annuale abbiamo mantenuto lo stesso impegno e così faremo l'anno prossimo, certi che il sostegno alle imprese sui mercati esteri possa essere un volano della ripresa del paese."

 

Il Roadshow è patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri ed è promosso e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico. Oltre all'ICE-Agenzia, a SACE e a SIMEST, l'evento si avvale della collaborazione di Rete Imprese Italia, Confindustria, Unioncamere e Alleanze delle Cooperative Italiane.  


Arezzo - “Arezzo nel mondo” : le prossime iniziative per la internazionalizzazione delle imprese aretine

Logo della Camera di Arezzo

Presentate il 9 settembre scorso in Camera di Commercio, alla presenza del Presidente dell'Ente Andrea Sereni, del Vice Presidente Andrea Fabianelli, del Segretario Generale Giuseppe Salvini e del Direttore di Coldiretti Arezzo Mario Rossi le prossime due missioni commerciali ad Hong Kong e Kuala Lumpur.

 

A partire dal 16 settembre prenderà infatti il via la doppia esposizione dell'Hong Kong Jewellery e Gem Fair: una dedicata esclusivamente alle materie prime ( diamanti, gemme e perle)  all'Asia World Expo e l'altra, in programma fino al 22 settembre 2015, dedicata alla gioielleria ospitata nell'abituale Hong Kong Convention and Exhibition Centre. La manifestazione, nata nel 1983, coinvolge oltre  3700 espositori provenienti da 49 paesi distribuiti su  una superficie di 135.000 mq.

 

Assieme alla Hong Kong International Jewellery Show che si svolge invece nel mese di marzo, rappresenta  uno  dei più importanti eventi fieristici internazionali del   settore, grazie agli oltre 53.000 visitatori  soprattutto buyer, provenienti da oltre 130 paesi . Quest'anno saranno oltre le 50 imprese aretine ospitate nel padiglione "Italia", una decina delle quali potranno contare su un contributo ad hoc dell'Ente camerale.  

 

Il 14 ed il 15 settembre  è invece in programma l'iniziativa "The taste of Tuscany: Amazing Arezzo" organizzata dall'Ente camerale, in collaborazione con ITA-ICE, Ambasciata d'Italia e Coldiretti, che si svolgerà a Kuala Lumpur nell'ambito della manifestazione Journey of Taste.

 

L'iniziativa , alla quale sarà presente in rappresentanza dell'Ente camerale il Vice Presidente Andrea Fabianelli, si aprirà con una cena di gala al Pavilion di Kuala Lumpur che vedrà ospiti oltre 200 rappresentanti del settore enogastronomico malese ( grossisti e buyer delle reti commerciali) assieme all'Ambasciatore Italiano in Malaysia ed alle autorità cittadine.

 

Nell'occasione e nelle degustazioni del giorno successivo saranno presentati i prodotti enogastronomici messi a disposizione da alcune importanti aziende aderenti a Coldiretti Arezzo- Progetto Campagna Amica.

 

"Camera di Commercio di Arezzo " ha sottolineato il Presidente Andrea Sereni - prosegue il proprio impegno a favore della internazionalizzazione delle imprese aretine attraverso il rafforzamento della   presenza nei mercati più strategici per le nostre produzioni. Un impegno che nasce dalla consapevolezza di cosa rappresenti l'export per il nostro sistema locale e per quello nazionale: siamo la prima provincia in Toscana per rapporto export/imprese e la seconda (dopo Firenze ) per il volume complessivo."

 

" La Malaysia - ha evidenziato il Vice Presidente Andrea Fabianelli -negli ultimi quarant'anni ha conosciuto una rapida industrializzazione cha ha trasformato profondamente la struttura economica del Paese, che è passato da un'economia prevalentemente agricola, basata sulle esportazioni di olio di palma, gomma naturale, legno e altri minerali minori, ad una realtà prettamente industriale. IL PIL ha fatto registrare , negli ultimi cinque anni, una crescita superiore al 5%, performance che porterà rapidamente la Federazione Malese a trasformarsi in un paese ad alto reddito, con ottime prspettive di sviluppo per l'export aretino"

 

" Coldiretti sostiene convintamente - ha spiegato il Direttore Mario Rossi - l'iniziativa di Kuala Lumpur con l'obiettivo di realizzare una promozione globale del territorio aretino. Alcune importanti imprese a noi associate, rappresentative delle quattro vallate della provincia di Arezzo hanno fornito i prodotti enogastronomici che saranno presentati ai buyers ed agli ospiti malesi. Si tratta chiaramente di prodotti di provenienza aretina garantita coerentemente con il nostro progetto Campagna Amica   che, è bene ricordarlo, intende non soltanto promuovere all'estero le produzioni dei campi e degli allevamenti italiani ma anche garantire e certificare il made in Italy nelle tavole di tutto il mondo ad iniziare proprio da quelle di casa nostra. "

 

 

"Per l'export orafo-argentiero aretino - ha ricordato il Segretario Generale della Camera di Commercio Giuseppe Salvini - Hong Kong rappresenta il secondo  mercato per ordine di importanza , dopo   Emirati Arabi Uniti,   con un volume di affari , a valori correnti, nel 2014  di oltre 141  milioni di euro (+ 30,3 % rispetto al stesso periodo del 2013). Nel primo trimestre 2015 il valore delle esportazioni orafe aretine è stato pari ad oltre 43 milioni di euro con una crescita pari al 52,8% rispetto al primo trimestre 2014. Un dato importante , sopratutto salla luce della flessione degli Emirati Arabi Uniti che , nei primi tre mesi dell'anno, complici le tensioni geo politiche dell'area e le pesanti contrazioni dei prezzi dei prodotti petroliferi, ha fatto registrare una variazione negativa di poco inferiore al 30%". Hong Kong costituisce  un importante ingresso nel vasto mercato dell'area asiatica e del pacifico, grazie soprattutto alle intense attività di scambio degli operatori locali e, nello stesso tempo,  può essere considerata la porta d'ingresso per il mercato cinese che ne utilizza le reti di distribuzione avendo gli importatori e grossisti dell'ex colonia britannica licenza di operare con l'intera Cina. Per rimanere ad Hong Kong è da notare come il settore più importante nella classifica dell'interscambio commerciale con la nostra provincia sia  quello della moda, che nel corso del 2014 ha fatto registrare un export pari a 143 milioni di euro, 110 milioni dei quali provenienti dal comparto articoli da viaggio, borse e pelletteria, a dimostrazione della  rilevanza dell' l'ex colonia britannica nella "luxury fashion". Al dato di Hong Kong possiamo aggiungere anche gli oltre 58 milioni del settore moda direttamente esportati verso il mercato cinese."

 

" Per quanto concerne l'iniziativa di Kuala Lumpur - ha proseguito Salvini - che consentirà di presentare in esclusiva il nostro territorio ai più importanti operatori economici malesi,  attraverso degustazioni di prodotti alimentari e vini , l'obiettivo è quello di intensificare i rapporti con una mercato che sta acquistando rapidamente importanza nel contesto internazionale. Nel 2014 l'interscambio tra Italia e Malaysia ha fatto registrare un maggiore saldo commerciale a favore dell'Italia pari a 2.874 milioni di ringitt ( circa 701 milioni di euro) e il più consistente tra i paesi dell'Unione Europea , dopo Francia e Germania . Nel periodo gennaio -dicembre 2014 le esportazioni italiane verso la Malaysia hanno mantenuto quasi inalterato il livello raggiunto l'anno precedente ( -0,79 ) per 5.827 milioni ringitt ( pari a 1.421 milioni di euro). L'export tra Arezzo e la Malesia, pur attestandosi ancora su valori non elevati ( 12 milioni di euro nel 2014), ha visto negli ultimi tre anni una cescita impetuosa che ha triplicato il valore delle merci esportate."

 

Elenco aziende partecipanti a The taste of Tuscany: Amazing Arezzo"

 

  • PANE
  • PANIFICIO MENCHETTI PIETRO DI SANTI E FIGLI S.N.C.
  • ACETO
  • I NATALI SOCIETA' AGRICOLA DI LISI ELEONORA
  • FORMAGGI
    • AZ. AGR. GIALLINI VINICIO
    • ZOOTECNICA DEL PRATOMAGNO Soc. Coop. agr. 
  • LEGUMI
    • SOC. AGR. MELANI
    • POGGIO SORBELLO
  • FRUTTA E VERDURA
    • AZIENDA AGRICOLA EVARISTA SARA
    • AGRITURISMO LA COLMATA
  • OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
    • LA TORRE SRL
  • VINO e VINSANTO
    • LA TORRE SRL
    • VALDARNO SUPERIORE SOCIETA' COOPERATIVA AGRICOLA
  • TARTUFO
    • TARTUFAIO DEL CHIANTI 

Grosseto - Arriva in Camera di Commercio INNOLABS+, il social network europeo per le imprese
Arriva a Grosseto nella sede della Camera di commercio INNOLABS+, il social network europeo per le imprese

Logo della Camera grossetana

Da questa estate ha trovato il suo posto nella sede della Camera di Commercio il totem tecnologico che testimonia l'arrivo a Grosseto di INNOLABS+, un portale informativo multilingue sulle politiche comunitarie in materia di innovazione (notizie, bandi e opportunità di finanziamento, eventi) per le imprese, i professionisti, le amministrazioni pubbliche e per i cittadini accessibile da totem, desktop, tablet e smartphone, basato sulle logiche e le funzionalità dei social network ricontestualizzate in ambito professionale.

 

"Siamo lieti che la Camera di Commercio di Grosseto, insieme a quella di Livorno, sia stata scelta come luogo di lancio per il progetto - ha commentato Riccardo Breda, neo Presidente della Camera di Commercio grossetana - la sede camerale non può che essere il luogo ideale per dare visibilità a questa interessante opportunità per le imprese, grazie al dialogo privilegiato che ha con esse e alla forte propensione all'innovazione"

 

Due sono le principali funzionalità del portale, finanziato nell'ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia "Marittimo" che coinvolge partner della Corsica (Collectivitè Territoriale de Corse, Sivom Seve in Grentu), della Liguria (Regione Liguria), della Sardegna (Provincia di Sassari) e della Toscana (Regione Toscana, Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Pisa).

 

Innolabs+ è prima di tutto una fonte informativa privilegiata in grado di offrire l'accesso agli utenti, principalmente imprese, ad una ricchissima offerta di contenuti e informazioni multilingue. Il portale è caratterizzato da un raffinato sistema di customizzazione automatica e segnalata dagli utenti: in altre parole il sistema registra anche in automatico interessi, aree di operatività e caratteristiche dell'utente, offrendo informazioni selezionate sulla base del profilo di chi vi accede. Innolabs+ è quindi in grado di "guidare" l'impresa attraverso la grande quantità di contenuti disponibili verso quelli maggiormente rilevanti, adeguandosi in modo dinamico.

Si può interagire con gli articoli del sito tramite le operazioni "like", "bookmarks" e "commenta gli articoli". Il like serve per manifestare gradimento all'articolo letto, e per migliorare il meccanismo che consiglia gli articoli da leggere, come il bookmark che serve per leggere in seguito l'articolo selezionato.

 

Il progetto europeo offre un secondo interessante strumento alle imprese: il partner search.

La funzionalità del "ricerca partner" consente attraverso un forum, accessibile agli utenti registrati, di pubblicare una presentazione in cui inserire la tipologia di collaborazione e fare ricerche sulle altre imprese presenti. In più è attivo un avanzato servizio di matchmaking che permette ad un utente di trovare un partner a lui simile per interessi espliciti indicati nel profilo e interessi impliciti ricavati dalle classificazioni dei documenti su cui l'utente ha espresso apprezzamento: i veri e propri "like".

 

La registrazione può essere fatta direttamente attraverso il link www.innolabsplus.eu o tramite integrazione con Social Network, come Facebook o Google+.

 

Tutti gli interessati ad utilizzare il nuovo social network europeo per sviluppare la propria impresa possono recarsi nella sede camerale, presso l'Ufficio Promozione, dove il personale potrà guidare gli utenti al primo accesso attraverso il tecnologico totem touch screen, la prima "vetrina" con cui Innolabs+ si presenta alle aziende di Grosseto.

  


Lucca - Parte la campagna promozionale del territorio provinciale
Fino a gennaio 2016 pagine promozionali su settimanali e mensili nazionali e internazionali

Logo della Camera lucchese

Parte la campagna promozionale del territorio provinciale di Lucca annunciata in occasione dell'apertura di Expo Milano 2015 e promossa dalle istituzioni lucchesi: le immagini di Lucca e della sua intera provincia saranno protagoniste nei prossimi mesi su mensili e settimanali di larga diffusione, nonché sulle riviste di vettori di compagnie aeree e ferroviarie.

 

La scelta strategica delle istituzioni lucchesi in occasione di questo evento promozionale si è orientata nel realizzare una campagna di comunicazione sulla stampa, piuttosto che organizzare una partecipazione al Fuori Expo, organizzato a Milano in occasione di Expo, che comportava costi ed investimenti elevati senza assicurazioni di successo, ma anzi con un incerto margine di ritorno per il territorio.

 

Ed ecco la scelta di puntare su una campagna di comunicazione per promuovere il territorio della provincia di Lucca: settimanali e mensili in distribuzione nazionale e internazionale scelti sulla base di un profilo di lettori caratterizzati da una capacità di spesa medio-alta, da una propensione al viaggio familiare verso le città d'arte e il mare e interessati alle arti e all'enogastronomia, ospiteranno da fine agosto a gennaio 2016 una media di quattro pagine promozionali per una tiratura complessiva di circa 250.000. copie al mese.

 

L'intera campagna seguirà la fase conclusiva di Expo 2015 e introdurrà l'anno giubilare con riferimenti ai cammini dello Spirito e alla Francigena. I temi che si alterneranno sulle testate riguarderanno il mare, la qualità del paesaggio e dell'artigianato, i beni culturali, la musica, l'enogastronomia, il turismo sportivo, la storia e la via Francigena.

 

La campagna si articolerà inoltre attraverso la pubblicazione di banner e redazionali su alcune delle testate prescelte.

 

Le immagini avranno nel claim The lands of Giacomo Puccini il filo conduttore che unisce i molteplici aspetti dell'offerta del territorio. La Camera di Commercio di comune accordo con le altre istituzioni - dichiara il Presidente Bartoli - ritengono che tra i molti personaggi e i molti simboli dei nostri territori Giacomo Puccini sia indubbiamente il più conosciuto e il più internazionale. Non si tratta di valorizzare Giacomo Puccini ma al contrario di chiedere al grande compositore di aiutare le istituzioni a incrementare la conoscenza dei nostri territori dalla Lucchesia alla Versilia.

 

Il progetto è stato voluto e finanziato dalla Camera di Commercio, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, dal Comune di Lucca e dal Comune di Capannori. L'idea creativa è firmata dall'art director Domenico Raimondi con la collaborazione tecnica di Stefano Bellandi. Lucca Promos ne è il soggetto attuatore.

 

"Si tratta di una campagna volutamente non campanilistica - sottolinea il Presidente Giorgio Bartoli - La suggestione del nostro territorio è fatta di molteplici atmosfere, di varie opportunità e offerte: presentarle in modo integrato e non giustapposto è il nostro obiettivo. Del resto solo un lavoro di squadra può contribuire in modo sostanziale a integrare sforzi e risorse verso un obiettivo comune: diffondere le qualità dei nostri territori."

 

"Fare sistema nel settore della promozione turistica - dichiara il sindaco del Comune di Lucca Alessandro Tambellini - non è solo opportuno, ma necessario, sia perché collaborando fra più soggetti riusciamo ad abbattere i costi, e sia soprattutto perché il territorio trae forza dalla visione unitaria che siamo in grado di esprimere. Il Comune di Lucca sta lavorando con grande convinzione in questo senso: ne sono esempi concreti la nuova strategia turistica partecipata e il Cartellone unico degli eventi, come pure la collaborazione con Comuni limitrofi come Capannori su eventi di grande risonanza, penso ai Comics e alla Mostra delle camelie. Questa campagna promozionale dell'intero sistema provinciale va dunque nella direzione da noi auspicata di coesione e offerta integrata che ritengo sarà in grado di generare importanti ritorni per il territorio".

 

"Giacomo Puccini, insieme a Giuseppe Verdi, è il compositore ancora oggi più rappresentato nel mondo. Il suo nome - sottolinea il presidente della Fondazione Crl, Arturo Lattanzi - è capace di evocare suggestioni, non solo fra gli appassionati di lirica, e costituisce per la città di Lucca un unicum rappresentato e 'interpretato' da una vivacità e da una pluralità di iniziative, pubbliche e private, che hanno pochi eguali in Italia.

"Il progetto The lands of Giacomo Puccini mette a sistema questa pluralità di iniziative e può definirsi strategico proprio perché pensato in modo globale, integrato, unitario e condiviso. E di fronte a queste caratteristiche di unitarietà e condivisione, la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca risponde sempre con la sua presenza attiva, come ha già dimostrato partecipando con enti locali e istituzioni pubbliche alla realizzazione di altri, importanti, progetti strategici, dove ha mantenuto il proprio ruolo di sussidiarietà, senza però rinunciare alla propria autonomia decisionale e organizzativa".

 

Rodolfo Pasquini in qualità di amministratore unico di Lucca Promos - ringrazia gli enti coinvolti nella campagna per avere individuato in Lucca Promos il soggetto attuatore del progetto. Fa piacere partecipare ad attività che vedono la proficua sinergia tra soggetti diversi.

 

"Lavorare insieme per una promozione congiunta del nostro straordinario territorio che costituisce un unicum di grande valore dal punto di vista paesaggistico, architettonico, storico, culturale - sostiene il sindaco di Capannori, Luca Menesini - è l'obiettivo che il Comune di Capannori persegue da tempo, allacciando rapporti e collaborazioni con altri enti, come dimostrano l'accordo di co-promozione degli eventi dedicati a verde e fiori con Lucca e Borgo a Mozzano; i protocolli con i Comuni per la valorizzazione del Monte Pisano, da un lato e del brand Pinocchio, dall'altro. Sinergie che proseguono con gli eventi culturali come Comics e, più recentemente, il Festival Lucca Jazz Donna. Collaboriamo volentieri a questa campagna che mette al centro temi strategici per il turismo del nostro territorio tra i quali la promozione del sistema delle Ville, della Francigena, del cicloturismo e del turismo slow. Auspichiamo che sia un primo passo sia per estendere la partecipazione ad altri soggetti, sia per sviluppare interventi anche su ulteriori canali di comunicazione oggi centrali come il web".

 

"Bellezza e attività sono il binomio su cui puntare - afferma Domenico Raimondi -   Stimolare la curiosità dei lettori con la semplicità, la suggestione e l'ironia integrando l'immagine di un territorio con i suoi valori. Rischiando il non convenzionale, si è scelto di intraprendere l'idea di valorizzare Lucca e le sue terre attraverso l'accostamento - anche in modo provocatorio e inusuale - di qualità, esperienze e iniziative. Le terre di Giacomo Puccini, oltre che essere visitate per le bellezze naturali, storiche ed artistiche, sono oggi luogo di attività, capaci di soddisfare le aspettative di un turismo moderno. " 


Prato - La GT2000 ottiene il rating di legalità
Giusti: “Un importante riconoscimento per le aziende, la Camera di Commercio a disposizione per aiutare le imprese a richiederlo”

Logo della Camera pratese

La GT2000 di Andrea Belli ha ottenuto il rating di legalità, la certificazione per le imprese virtuose rilasciata dall'Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato. Un riconoscimento importante, che arriva al termine di una procedura che prevede la verifica di una serie di parametri sulla legalità dell'impresa da parte dell'Antitrust.

 

"Ci fa piacere che un'azienda di eccellenza come la GT2000 abbia raggiunto questo risultato, grazie alla collaborazione dello Sportello SOS Impresa della Camera che ha aiutato a compilare il formulario di richiesta - commenta Luca Giusti, Presidente della Camera di Commercio di Prato - Il rating di legalità per un'impresa rappresenta per questa uno strumento per comunicare all'esterno l'attenzione a certi aspetti, per valorizzare la competizione nel rispetto delle regole. Ci auguriamo che altre imprese del territorio seguiranno lo stesso percorso, il nostro Sportello è a disposizione".

 

Il riconoscimento del rating di legalità porta anche benefici concrete alle imprese: se ne deve tenere conto in sede di concessione di finanziamenti pubblici da parte delle pubbliche amministrazioni e anche in sede di accesso al credito bancario. La banca che non concedesse crediti ad una impresa avente rating, sarà infatti tenuta a motivare la scelta con apposita nota alla Banca d'Italia.

Per ottenere il rating "di base" (una stella) occorrono alcuni requisiti minimi autocertificati, come l'assenza di misure di prevenzione personale o patrimoniale; misure cautelari personali o patrimoniali per gli amministratori e soci. Oppure, l'assenza di provvedimenti di condanna dell'Autorità e della Commissione europea per illeciti antitrust. Infine, l'assenza di provvedimenti per il mancato rispetto delle leggi sulla tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e violazioni in materia retributiva, contributiva, assicurativi e fiscali. 


Livorno - Agenti immobiliari, somministrazione alimenti e rappresentanti di commercio Aperte le iscrizioni ai nuovi corsi professionali

Logo della Camera livornese

Sono aperte le iscrizioni a tre corsi professionali organizzati dalla Camera di Commercio di Livorno il prossimo autunno:

 

 

Corso preparatorio all'esame per agenti di affari in mediazione nel settore immobiliare

DURATA: 100 ore

ORARIO: 18.00-22.00 e/o 15.30-19.30

COSTO: € 488,00 Iva 22% compresa

SEDE DEL CORSO: Livorno

POSTI DISPONIBILI: min 18 max 25

INIZIO LEZIONI (indicativo) 6 ottobre 2015

FREQUENZA: obbligatoria

Il Corso viene attivato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti

Termine di scadenza della presentazione delle domande di ammissione: 25 settembre

Le lezioni si articoleranno su due/tre pomeriggi/serate a settimana.

 

Corso professionale per accesso alimentare, somministrazione alimenti e bevande e h.a.c.c.p.

DURATA: 90 ore

ORARIO: 15.00 - 19.00  COSTO: € 439,00 Iva 22% compresa

SEDE DEL CORSO: Livorno

POSTI DISPONIBILI: min 18 max 25

INIZIO LEZIONI (indicativo) 1 dicembre 2015

FREQUENZA: obbligatoria

Il Corso viene attivato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

Termine di scadenza della presentazione delle domande di ammissione: 20 novembre

Le lezioni si articoleranno su due/tre pomeriggi a settimana.

 

Corso abilitante per agenti e rappresentanti di commercio

DURATA: 80 ore

ORARIO: 20.00 - 24.00  

COSTO: € 366,00 Iva 22% compresa

SEDE DEL CORSO: Livorno

POSTI DISPONIBILI: min 18 max 25

INIZIO LEZIONI (indicativo) 1 dicembre 2015

FREQUENZA: obbligatoria

Il Corso viene attivato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

Termine di scadenza della presentazione delle domande di ammissione: 20 novembre

Le lezioni si articoleranno su due/tre serate a settimana.

 

Per i cittadini di nazionalità straniera l'ammissione ai corsi è subordinata al possesso del Certificato di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2 del Quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue conseguito presso un Centro Provinciale per l'Istruzione e l'Educazione degli Adulti oppure al possesso di un Diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado conseguito presso una Scuola o Istituto Italiano.

 

Per chi vuole iscriversi

Le domande di iscrizione ai corsi possono essere presentate direttamente presso l'Ufficio Formazione Professionale durante l'orario di apertura al pubblico, oppure inviate per fax al numero 0586-231229, tramite posta o in modalità telematica all'indirizzo di Posta Elettronica Certificata cameradilivorno@li.legalmail.camcom.it (l'invio tramite PEC è ammesso a condizione che il messaggio provenga da un mittente provvisto di PEC e non di semplice indirizzo di posta elettronica). La scheda di iscrizione può essere scaricata dal sito camerale all'indirizzo http://www.li.camcom.gov.it/ri_formazione/

Per maggiori informazioni: Ufficio Formazione Professionale telefono 0586-231281/289/223 e-mail: formazione.professionale@li.camcom.it 


Firenze - Mediazione, FIMC osservatore esterno ONU per riscrivere le regole globali
Il riconoscimento arrivato dalla Commissione delle Nazioni Unite per il Commercio Internazionale. Una proposta elaborata a Firenze sarà presentata oggi a Vienna

Logo della Camera fiorentinaNuovo importante riconoscimento internazionale per la Florence International Mediation Chamber (FIMC), il servizio di mediazione internazionale ad altissimi standard qualitativi per cittadini e imprese curato da Camera di Commercio di Firenze. A poche settimane dalla sua istituzione, dopo le firme con Singapore e New York, la Commissione dell'ONU per il Commercio Internazionale (UNCITRAL) ha, infatti, riconosciuto a FIMC lo status di osservatore esterno, come organizzazione non governativa, ai lavori del Working Group II, il tavolo dedicato specificatamente alla mediazione.

Lo stato di osservatore esterno consente di fare interventi, osservazioni e proposte fin da subito, tanto che al vertice che si apre oggi alla sede ONU del Vienna International Centre e che si chiuderà l'11 settembre, FIMC porterà un contributo per rendere immediatamente esecutivi gli accordi risultanti dalla mediazione internazionale, prendendo spunto dall'esperienza maturata dalla Camera di Commercio di Firenze nel campo della mediazione nazionale e dalla normativa italiana che dal 2010 prevede l'esecutività degli accordi raggiunti in mediazione.

In questo periodo il Working Group II sta lavorando proprio a una convenzione internazionale che, se portata a termine, consentirà l'immediata esecutività degli accordi raggiunti nelle procedure internazionali in tutti gli Stati aderenti. Tale requisito aumenterà fortemente l'utilità della mediazione per le imprese che operano nel contesto internazionale e, conseguentemente, ne incentiverà l'utilizzo.

 


Massa Carrara - Farina di Castagne della Lunigiana D.O.P.

Logo della Camera di Massa Carrara

Il 14 agosto 2010 è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, n. C 220/14 il disciplinare di produzione della "Farina di Castagne della Lunigiana" e con Regolamento di esecuzione (UE) n. 374/2011 dell'11 aprile 2011 la Commissione Europea ha provveduto a registrare la D.O.P. relativa alla Farina di Castagne della Lunigiana.


Con DM n. 3449 del 17.02.2014 la Camera di Commercio è stata designata quale Autorità pubblica incaricata ad effettuare i controlli sulla denominazione di origine protetta "Farina di Castagne della Lunigiana" registrata in ambito Unione Europea.
 


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
2 May - 3 November Milano EXPO Fuori EXPO ... I territori toscani
16 September Camera di Commercio Firenze "Un ponte tra banche e imprese" - Tipologie di finanziamento all’imprenditoria e accesso alla finanza agevolata
17 September Camera di Commercio Firenze Firenze & Ningbo: opportunità per crescere insieme
17 September Camera di Commercio Grosseto “Festa nazionale del condominio”
22 September Camera di Commercio Pistoia Lean Thinking come leva per il vantaggio competitivo
23 September Camera di Commercio Arezzo WorkShop "Il Lean Thinking come leva di vantaggio competitivo per le imprese
29 September Camera di Commercio Siena ECVET - Sistem for no borders in the Green Economy sector
30 September Camera di Commercio Firenze Arriva #eccedigit 2015
5 October Camera di Commercio Pisa Tutelare e valorizzare la propria idea - Pisa 5 ottobre 2015
6 October Camera di Commercio Pistoia Soluzioni innovative per una nuova olivicoltura
6 October Camera di Commercio Pisa INTERNET FESTIVAL 2015
7 October Camera di Commercio Firenze "Un ponte tra banche e imprese" - Il merito creditizio e come si determina il rating di una impresa
8 - 9 October Camera di Commercio Lucca LuBeC2015: Capitale Culturale e Capitale Umano. L’innovazione al servizio della Cultura
13 October - 16 February Unioncamere Toscana Percorso abilitante per Ispettore Metrico ed Assistente al Servizio
15 October Camera di Commercio Livorno Internet e la proprietà industriale: istruzioni per l'uso - Livorno 15 ottobre 2015
15 October Camera di Commercio Livorno Accesso al credito per le imprese - conferenza stampa 15 ottobre ore 12
20 October Camera di Commercio Grosseto Giornata “Numeri e Trasparenza”
21 October Camera di Commercio Firenze Rilancio della Fortezza da Basso, la firma del protocollo - Conferenza Stampa
23 October Camera di Commercio Livorno “A scuola d’impresa”
25 October Camera di Commercio Firenze Al via il forum "Grani e Pani"
28 October Camera di Commercio Firenze "Un ponte tra banche e imprese" - Il sistema dei confidi
29 October Camera di Commercio Pistoia Internet e la proprietà industriale: istruzioni per l'uso - Pistoia 29 ottobre 2015
29 October Camera di Commercio Pisa Danni da maltempo - Conferenza Stampa
31 October Camera di Commercio Firenze "La Camera di Commercio di Firenze per la montagna fiorentina"
11 November Camera di Commercio Arezzo Marchi d'impresa e internet: Strategie aziendali sul web: promozione e tutela del marchio, gestione dei nomi a dominio - Arezzo 11 novembre 2015
13 November Unioncamere Toscana Avvia i tuoi Progetti - StartUP innovative, opportunità e strumenti - Firenze 13 novembre 2015


Logo Sincert


Stampa