Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  21 -  Monday, October 05, 2015 - anno  14
Attività Istituzionale
Le imprese cooperative in Toscana
Il commento del Presidente Sereni

Andrea SereniCommentando le risultanze dell'analisi sulle imprese cooperative toscane al primo semestre dell'anno, svolta dall'Ufficio Studi di Unioncamere Toscana nell'ambito del Protocollo d'Intesa per il Monitoraggio e la Competitività dell'Imprenditoria Cooperativa siglato con le Centrali Cooperative regionali di Legacoop, Confcooperative e AGCI, il Presidente di Unioncamere Toscana Andrea Sereni, ha detto:

 

"Malgrado il rallentamento dell'ultimo anno, durante la crisi le imprese cooperative hanno visto crescere il proprio contributo all'economia regionale. Il sistema cooperativo deve essere insieme strumento di crescita economica e di emancipazione sociale, di crescita dei nostri territori ma anche e soprattutto di sviluppo di coscienza civica. Le cooperative sono certamente organizzazioni dai valori antichi, pur sforzandosi di essere moderne negli obiettivi e nella strumentazione, ed è importante che, attraverso i valori di inclusione che sono propri di questa forma d'impresa, sia possibile valorizzare sempre più tutte quelle energie - giovani e donne in primis - che costituiscono altrettanti fattori di innovazione e di progresso per l'intera collettività."


Al via il BOOT CAMP edizione 2015: a Pisa il primo incontro

" "Lo scorso 25 settembre 2015, presso la Camera di Commercio di Pisa, si è svolto il seminario informativo gratuito dal titolo "METTERSI IN PROPRIO: agevolazioni e strumenti formativi per l'avvio di nuove attività" che ha sancito l'avvio di "Boot Camp - edizione 2015", il percorso di addestramento imprenditoriale, coordinato a livello regionale da Unioncamere Toscana, per consentire, attraverso 52 ore di sessioni teoriche e pratiche, l'acquisizione di strumenti utili per mettersi in proprio. All'evento hanno partecipato circa cento persone tra professionisti e aspiranti imprenditori.

Ne corso dell'incontro sono state illustrate le seguenti tematiche:

  • Le opportunità del sistema camerale a sostegno della creazione di nuove imprese;
  • Agevolazioni per le start-up d'impresa della Regione Toscana e i contributi offerti dalla Camera di Commercio di Pisa;
  • Il marketing 3.0 e i social network per le nuove imprese.

Fulcro della manifestazione, è stata la presentazione del percorso formativo gratuito "Boot Camp - edizione 2015" rivolto a 20 persone in possesso di un'idea di business, appositamente selezionate e rientranti nelle seguenti categorie:

  • Donne (indipendentemente dall'età);
  • Giovani sotto i 35 anni;
  • Immigrati;
  • Soggetti che intendono costituire imprese sociali o innovative indipendentemente dall'età.

Al termine della selezione dei partecipanti, conclusa a Pisa il 30 Settembre, si prevede l'avvio delle attività formative, presso la sede della Camera di Commercio, per il giorno 20 Ottobre 2015 fino a fine Novembre. Successivamente si svolgerà una sessione di consulenza e accompagnamento tecnico nella redazione del business plan.

 

L'iniziativa "Boot Camp - edizione 2015" sarà replicata prossimamente a Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Prato grazie al coinvolgimento delle Camere di Commercio delle province in questione.

 

"Boot Camp - edizione 2015" rientra nell'ambito delle attività finalizzate a promuovere la rete nazionale delle Camere di Commercio per l'imprenditorialità, il lavoro e l'orientamento "FILO" ed è finanziata nell'ambito del Fondo Nazionale di Perequazione 2014 "Sviluppo dei servizi di sostegno alla creazione e allo start up di nuove imprese - codice n. 224".Lo scorso 25 settembre 2015, presso la Camera di Commercio di Pisa, si è svolto il seminario informativo gratuito dal titolo "METTERSI IN PROPRIO: agevolazioni e strumenti formativi per l'avvio di nuove attività" che ha sancito l'avvio di "Boot Camp - edizione 2015", il percorso di addestramento imprenditoriale, coordinato a livello regionale da Unioncamere Toscana, per consentire, attraverso 52 ore di sessioni teoriche e pratiche, l'acquisizione di strumenti utili per mettersi in proprio. All'evento hanno partecipato circa cento persone tra professionisti e aspiranti imprenditori.

Ne corso dell'incontro sono state illustrate le seguenti tematiche:

  • Le opportunità del sistema camerale a sostegno della creazione di nuove imprese;
  • Agevolazioni per le start-up d'impresa della Regione Toscana e i contributi offerti dalla Camera di Commercio di Pisa;
  • Il marketing 3.0 e i social network per le nuove imprese.

Fulcro della manifestazione, è stata la presentazione del percorso formativo gratuito "Boot Camp - edizione 2015" rivolto a 20 persone in possesso di un'idea di business, appositamente selezionate e rientranti nelle seguenti categorie:

  • Donne (indipendentemente dall'età);
  • Giovani sotto i 35 anni;
  • Immigrati;
  • Soggetti che intendono costituire imprese sociali o innovative indipendentemente dall'età.

Al termine della selezione dei partecipanti, conclusa a Pisa il 30 Settembre, si prevede l'avvio delle attività formative, presso la sede della Camera di Commercio, per il giorno 20 Ottobre 2015 fino a fine Novembre. Successivamente si svolgerà una sessione di consulenza e accompagnamento tecnico nella redazione del business plan.

 

L'iniziativa "Boot Camp - edizione 2015" sarà replicata prossimamente a Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Prato grazie al coinvolgimento delle Camere di Commercio delle province in questione.

 

"Boot Camp - edizione 2015" rientra nell'ambito delle attività finalizzate a promuovere la rete nazionale delle Camere di Commercio per l'imprenditorialità, il lavoro e l'orientamento "FILO" ed è finanziata nell'ambito del Fondo Nazionale di Perequazione 2014 "Sviluppo dei servizi di sostegno alla creazione e allo start up di nuove imprese - codice n. 224". 

 

Articolo realizzato da: 

  • Diana DanilescuAbdelkarem Ali - Studenti ISIS Gobetti Volta Bagno a Ripoli, progetto "Alternanza scuola lavoro" 

Tutela Marchi e Brevetti: al via seminari informativi gratuiti sul tema della proprietà industriale

" "

Il Sistema camerale toscano è da tempo impegnato in iniziative seminariali gratuite dirette a promuovere lo sviluppo degli strumenti di tutela della proprietà industriale e della diffusione della cultura brevettuale.

 

Gli incontri in calendario per l'autunno 2015 intendono offrire ai partecipanti l'opportunità di approfondire, grazie ad esperti del settore, il rapporto tra la proprietà industriale e le modalità di comunicazione legate ad internet, nonché offrire una panoramica sulle opportunità finanziarie dedicate alle imprese innovative.

I seminari sono rivolti a imprenditori intenzionati a valorizzare e tutelare la propria idea di business, a inventori, per capire difficoltà, prospettive, costi e benefici di una propria idea o progetto, e, in generale, a tutti coloro che vogliono conoscere gli strumenti a disposizione per sfruttare al meglio la propria creatività.

 

Il primo appuntamento si svolgerà a Pisa il 5 Ottobre 2015, presso la sede della Camera di Commercio, con il titolo "TUTELARE E VALORIZZARE LA PROPRIA IDEA: strumenti, metodi e risorse pubbliche a supporto".

 

Per partecipare occorre compilare il modulo di iscrizione disponibile online sul sito ufficiale della Camera di Commercio di Pisa www.pi.camcom.it .

I prossimi seminari si svolgeranno nei mesi di Ottobre e Novembre a:

  • 15 Ottobre 2015 - Livorno, presso la sede della Camera di Commercio - "INTERNET E LA PROPRIETA' INDUSTRIALE: istruzioni per l'uso";
  • 29 Ottobre 2015 - Pistoia, presso la sede della Camera di Commercio- "INTERNET E LA PROPRIETA' INDUSTRIALE: istruzioni per l'uso";
  • 11 Novembre 2015 - Arezzo, presso la sede della Camera di Commercio - " MARCHI D'IMPRESA E INTERNET - Strategie aziendali sul web: promozione e tutela del marchio, gestione dei nomi a dominio".
  • 13 Novembre 2015 - Firenze;
  • 17 Novembre 2015 - Lucca, presso la sede della Camera di Commercio - "TUTELARE E VALORIZZARE LA PROPRIA IDEA: strumenti, metodi e risorse pubbliche a supporto";
  • 19 Novembre 2015 - Prato, presso la sede della Camera di Commercio - "TUTELARE E VALORIZZARE LA PROPRIA IDEA: strumenti, metodi e risorse pubbliche a supporto".

In aggiunta alle iniziative già calendarizzate, Unioncamere Toscana, in collaborazione il Ministero dello Sviluppo Economico, Unioncamere Nazionale e il dipartimento di Scienze per l'Economia e l'Impresa  dell'Università di Firenze, per il 13 di Novembre organizzerà la tappa regionale del road show dedicato alle start-up innovative.

 

Maggiori informazioni sono disponibili sul portale dell'Unione regionale www.ideasi.it e sui siti web delle Camere di Commercio coinvolte.

L'iniziativa rientra nell'ambito del progetto "Sviluppo dei servizi di sostegno alla creazione e allo start up" (FNP 2014 - codice n.224) ed è stata realizzata grazie alla collaborazione delle Camere e dei consulenti in Proprietà Industriale aderenti alla convenzione regionale per lo sviluppo e la diffusione degli strumenti di tutela della Proprietà Industriale promossa da Unioncamere Toscana. 

 

Articolo realizzato da: 

  • Diana DanilescuAbdelkarem Ali - Studenti ISIS Gobetti Volta Bagno a Ripoli, progetto "Alternanza scuola lavoro" 

Unioncamere Toscana: Si è riunito il Gruppo di lavoro “Affari Giuridici”

" "Si è riunito il 29 settembre scorso il Gruppo di lavoro "Affari Giuridici" di Unioncamere Toscana, coordinato dalla Dott.ssa Laura Benedetto, Segretario Generale della Camera di Commercio di Firenze.

 

Nel corso dell'incontro è stato affrontato il tema degli Organismi per la composizione della crisi da sovra indebitamento ai sensi della L. 3/2012.

Si tratta di una nuova procedura destinata a tutti i soggetti sovra indebitati e non sottoposti alla legge sul fallimento, ma esposti, invece, alle procedure che i creditori possono attivare anche presso le Camere di Commercio. Gli Organismi camerali nell'ambito di tale attività potranno così fornire assistenza al debitore, verificare la fattibilità del piano di rientro, nonché svolgere una serie di attività ausiliarie rispetto alle funzioni del Giudice.

 

La costituzione degli Organismi per la composizione della crisi da sovra indebitamento è fra l'altro oggetto di specifica iniziativa nell'ambito del Fondo Nazionale di Perequazione 2014 dal titolo "Potenziamento dei servizi di mediazione e attivazione degli Organismi per la composizione delle crisi da sovra indebitamento delle Camere di Commercio" (FNP 2014 - codice n. 226 ). 

 

Articolo realizzato da: 

  • Diana Danilescu e Abdelkarem Ali - Studenti ISIS Gobetti Volta Bagno a Ripoli, progetto "Alternanza scuola lavoro" 

Attività Studi & Ricerche
Rapporto high-tech Toscana 2015

" "E' stato diffuso il Rapporto annuale 2015 dell'Osservatorio sulle imprese high-tech della Toscana, frutto di una collaborazione ormai consolidata tra Unioncamere Toscana e l'Istituto di Management della Scuola Superiore Sant'Anna.

 

Le imprese ad alta tecnologia rappresentano un fenomeno di crescente interesse: il tema dell'imprenditoria innovativa come driver globale di innovazione tecnologica e fonte di crescita economica sostenibile attraverso la creazione di nuovi modelli di business e l'impiego di occupazione qualificata è tutt'oggi centrale nelle strategie di crescita dell'Unione Europea, e conseguentemente nelle politiche nazionali e regionali.

 

L'Osservatorio sulle imprese high-tech in Toscana ha censito, tramite rilevazioni field condotte annualmente nel periodo 2009-2015, oltre 1.500 unità locali ad alta tecnologia sul territorio regionale.

 

Ormai da anni l'Osservatorio è considerato in Toscana uno strumento di crescente interesse da parte di studiosi del fenomeno ed operatori pubblici per la programmazione di interventi e politiche di sviluppo mirate.

 

Il rapporto 2015 "Alta Tecnologia in Toscana" aggiorna la fotografia della popolazione delle imprese high-tech e fornisce come sempre il quadro completo della numerosità, tipologia e caratteristiche strutturali delle imprese censite dall'Osservatorio.

 

Vengono inoltre descritte le performance 2013-2015 dell'alta tecnologia toscana, evidenziando come le dinamiche occupazionali e della R&S abbiano assunto precise peculiarità nel triennio in esame, legate alla fase di prolungata crisi che il sistema economico regionale sta attraversando.

 

Viene infine presentato un approfondimento originale relativo ai modelli di innovazione dell'alta tecnologia in Toscana. I risultati di una cluster analysis condotta su un campione di imprese innovative appartenenti all'Osservatorio mettono in evidenza tre gruppi di imprese con differenti orientamenti strategici verso l'innovazione.

 

La presenza di diversi modelli di innovazione e le caratteristiche di ciascuno di questi (alcuni spiccatamente orientati all'"open innovation") denotano che è in atto un processo di cambiamento organizzativo nelle imprese ad alta tecnologia in Toscana, con un orientamento maggiore verso strategie di collaborazione tecnologica.


DOCUMENTI ALLEGATI
Gli andamenti economici delle Cooperative in Toscana nel primo semestre 2015
Battuta d’arresto nella crescita delle cooperative attive, ma tiene l’occupazione. Cresce ancora il “sociale”, difficoltà soprattutto nelle costruzioni. Opportunità crescenti per le donne nella governance d’impresa, ma spazi ridotti per i giovani

" "

Sono quasi 4 mila le cooperative attive registrate alle Camere di Commercio della Toscana, per un occupazione che supera le 100mila unità (90mila delle quali sul territorio regionale). Sono presenti soprattutto nel sociale (728 operano nei servizi sociali, nella sanità e nell'istruzione: il 19% del totale, il 23% in termini di occupazione), nei servizi alle imprese (700 cooperative, il 21% del totale in termini di addetti), nei trasporti e logistica (472 unità, il 19% per numero di addetti), nelle costruzioni e nell'immobiliare (909 unità e contributo del 12% all'occupazione complessiva) e nel commercio (242 unità, il 7% del totale per numero di addetti), ma non mancano presenze significative anche nell'agricoltura e nel manifatturiero). Nonostante la crisi, il sistema cooperativo è cresciuto anche negli ultimi anni (+3,4% le cooperative attive fra la metà del 2012 e la metà del 2015): la battuta d'arresto dell'ultimo anno (-2,2% fra luglio 2014 e giugno 2015) rappresenta una fase di riorganizzazione che ha comportato comunque una tenuta sul fronte occupazionale. Le criticità interessano soprattutto alcuni ambiti di attività, come l'edilizia, che scontano dinamiche congiunturali di segno negativo che interessano l'intero settore di riferimento, indipendentemente dalle forme giuridiche delle imprese che vi operano. La cooperazione, anche in questo inizio 2015, si conferma inoltre una forma di impresa che offre opportunità importanti per le donne: la presenza femminile, anche negli organi di governo delle cooperative, è proporzionalmente sempre più ampia, con un'incidenza che negli ultimi dieci anni è cresciuta di quattro punti percentuali (dal 20 al 24%).

 

Queste, in sintesi, le risultanze dell'analisi sulle imprese cooperative toscane al primo semestre dell'anno, svolta dall'Ufficio Studi di Unioncamere Toscana nell'ambito del Protocollo d'Intesa per il Monitoraggio e la Competitività dell'Imprenditoria Cooperativa siglato con le Centrali Cooperative regionali di Legacoop, Confcooperative e AGCI.

 

Si arresta in Toscana la crescita delle cooperative

Le cooperative toscane attive, al 30.06.2015, ammontano a 3.894 unità, facendo registrare una battuta d'arresto (-2,2% le attive, +0,1% le registrate, in termini di variazioni tendenziali al netto delle cessate d'ufficio) dopo le performance positive spalmate su tutto il 2014. Resta invece positiva la dinamica della cooperazione a livello nazionale (+1,3% le attive, +2,1% le registrate).

In un quadro di andamenti complessivamente negativi, nell'ultimo anno risultano in crescita soltanto istruzione e sanità (+1,7%), in continuità con un trend di consolidamento strutturale nel medio periodo, mentre su ordine di valori assoluti inferiori, agricoltura (+0,7%) e, soprattutto, alberghi e ristoranti (+3,7%).

Dopo il rimbalzo positivo con cui hanno chiuso il 2014, nella prima parte del 2014 risultano invece in calo le costruzioni (-6,7%); decisamente più contenuta la perdita che riguarda i servizi alle imprese (-0,6%), fatta eccezione per lo spaccato dei servizi di pulizia (-11,3%). Si riduce l'aggregato della logistica in conseguenza di due andamenti fortemente contrastanti (movimentazione merci -11,3%, trasporto merci su strada +4,6%).

 

Tiene l'occupazione

La contrazione regionale in termini di numerosità di cooperative attive non trova fortunatamente corrispondenza con la dinamica occupazionale che, invece, è leggermente positiva (+0,6%).

Il settore con più addetti in valori assoluti è quello dell'istruzione e sanità che, in un anno, è cresciuto a ritmi sostenuti (+9,7%). Si riduce, invece, il numero degli addetti nei servizi alle imprese (-3,1%) con un risultato positivo, nello specifico, per i servizi di pulizia (+4,9%).

La logistica ripropone andamenti dell'occupazione di segno opposto nei suoi due comparti (trasporto merci su strada +5,2%, movimentazione merci -0,8%), forti cali per le costruzioni (-7,5%) e per il commercio (-4,7%) parzialmente recuperati in altri contesti (+1,3% per l'industria s.s. e, +2,0% per l'agricoltura).

 

Si riducono le strutture di governance, cresce la partecipazione femminile

L'inizio del 2015 ha confermato un trend ch,e in sette anni (II° trim. 2008 - II° trim. 2008 2015), ha portato alla perdita di quattromila unità di persone con cariche sociali nelle cooperative attive, arrivando fino alle 17.116 attuali.

In particolare, nel corso dell'ultimo anno cala ulteriormente (-14,3%) il numero di persone con cariche al di sotto dei 29 anni, a conferma di un trend di «invecchiamento» della governance in corso da alcuni anni, mentre più cresce la fascia d'età, più si riduce la flessione tendenziale delle persone con cariche: 30-49 anni -6,5%, 50-69 anni -3,7%, oltre 70 anni (-2,3%).

Per quanto riguarda il genere, in Toscana, le maggiori criticità riguardano la componente maschile, che in un anno fra le cooperative ha perso il 5,5% delle persone con cariche (una flessione superiore rispetto a quanto registrato per altre tipologie d'impresa); per quanto riguarda le donne, invece, il calo nelle cooperative risulta meno rilevante (-3,0%). Nel medio periodo è cresciuto il peso della componente femminile (dal 20,2% del 2005 al 23,9% del 2015), il trend è lo stesso anche su scala nazionale. 


DOCUMENTI ALLEGATI
Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana



Notizie dal mondo camerale
Livorno - Nuovo Consiglio della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno. convocati organizzazioni imprenditoriali, associazioni dei consumatori e sindacati

Logo della Camera livornese

Entra nel vivo il procedimento che porterà, nel giro di pochi mesi, alla costituzione del Consiglio della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno. Il nuovo Ente, che nascerà dalla fusione tra la Camera di Livorno e quella di Grosseto, è già stato riconosciuto con Decreto ministeriale ma deve ora dotarsi dell'organo generale di indirizzo strategico, che esprime gli interessi generali dell'intera comunità economica.

 

Il 1° ottobre scorso, le organizzazioni imprenditoriali della provincia di Livorno, unitamente alle associazioni che rappresentano i consumatori ed alle organizzazioni sindacali, sono state invitate a partecipare ad una riunione informativa, necessaria per comprendere a fondo la procedura e tutti gli adempimenti necessari per entrare a far parte del Consiglio camerale.

 

Ad illustrare il tutto il Dott. Pierluigi Giuntoli, Segretario Generale della Camera di Livorno, nominato Commissario ad acta, responsabile del procedimento di costituzione del Consiglio della nuova Camera di Commercio. Erano presenti anche i tecnici di InfoCamere, che hanno fornito le spiegazioni indispensabili per la presentazione su supporto informatico delle istanze dipartecipazione.

 

Il successivo 2 ottobre, il Commissario ad acta è stato a Grosseto per svolgere una analoga riunione dedicata al mondo delle associazioni di quel territorio.

 

Già da questa settimana, con propria determinazione, il Commissario adotterà la norma statutaria che sancisce la composizione del nuovo Consiglio camerale, sulla base dei dati economici delle due province pubblicati dal Ministero; avvierà quindi le procedure per la sua costituzione, e da quella data le organizzazioni avranno 40 giorni di tempo per presentare la loro candidatura. 


Grosseto - Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno: primo incontro con le associazioni per la composizione del nuovo Consiglio

Logo della Camera grossetana

Primo appuntamento per le associazioni imprenditoriali, dei consumatori e i sindacati con la Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno: le parti rappresentative del tessuto socioeconomico del territorio sono state convocate all'incontro che segna l'avvio concreto dell'iter che porterà alla nascita del Consiglio della nuova Camera di commercio.

 

Lo scorso 2 ottobre, presso la sala Contrattazioni della sede camerale grossetana, il Commissario ad acta Pierluigi Giuntoli, attuale Segretario Generale della Camera di Commercio di Livorno, ha incontrato i rappresentanti delle organizzazioni socioeconomiche, che costituiranno i componenti dell'organo generale di indirizzo e di rappresentanza del nuovo Ente, con l'obiettivo di illustrare la procedura e tutti gli adempimenti necessari per entrare a far parte del nuovo Consiglio. Il Commissario ad acta, nominato con decreto ministeriale, è il responsabile del procedimento di costituzione del Consiglio della nuova Camera di commercio.

 

L'incontro di Grosseto segue immediatamente l'analogo appuntamento con il mondo economico che si è svolto a Livorno il 1 ottobre.

 

L'immediato passo successivo sarà, da parte del Commissario ad acta, l'adozione della norma statutaria che sancirà la composizione del nuovo Consiglio camerale determinata sulla base dei dati economici del Ministero relativi alle due province, avviando di fatto le procedure per la sua costituzione: da quel momento le organizzazioni rappresentative dei due territori avranno 40 giorni di tempo per presentare la propria candidatura a entrarne a far parte. 


Lucca - Positivo l’export della provincia nel 1° semestre 2015
Reso noto il rapporto dell’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio

Logo della Camera lucchese

Nel primo semestre del 2015 l'andamento delle vendite all'estero della provincia di Lucca si conferma positivo, questo è quanto emerge dal rapporto dell'Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Lucca, che ha preso in esame i primi sei mesi del 2015: il valore delle esportazioni provinciali ha superato i 1.842 milioni di euro, con un incremento del 12,2% (+200 milioni) rispetto al 2014. La dinamica registrata risulta significativamente migliore sia rispetto al dato regionale (+1,5%) che a quello nazionale, cresciuto del +5,0%.

 

Gli andamenti territoriali appaiono diversificati, con una significativa flessione per Massa Carrara (-44,8%), dovuta all'altalenante contabilizzazione di commesse di elevato valore del comparto metalmeccanico, e un calo più contenuto per Livorno (-12,4%). Gli altri territori registrano invece andamenti positivi, anche se di entità inferiore alla performance lucchese.

 

Anche le importazioni provinciali, di pari passo con le esportazioni, confermano la crescita del primo trimestre dell'anno: l'incremento nei primi sei mesi risulta del +11,3%, per complessivi 1.013 milioni di euro di merci importate, una dinamica anche in questo caso più sostenuta sia rispetto al contesto regionale (+2,1%) che a quello nazionale (+4,7%).

 

Il positivo andamento delle vendite all'estero è legato anche al deprezzamento dell'Euro, in particolare rispetto al dollaro, e al conseguente aumento della competitività di prezzo delle esportazioni delle merci prodotte nell'area Euro, che ha determinato un progressivo aumento dell'export verso l'area del dollaro.

La forte espansione delle esportazioni provinciali registrata nel corso del semestre è legata al positivo andamento rilevato per alcuni dei principali settori produttivi: il cartario, primo settore provinciale per valore esportato (oltre 469 milioni di euro nei primi sei mesi dell'anno), registra una crescita del +15,4% grazie all'andamento degli articoli in carta e cartone (+23,3%) e della pasta da carta, carta e cartone (+4,6%). In decisa ripresa anche la meccanica che fa segnare un +29,2%, con oltre 307 milioni di euro di merci vendute all'estero, grazie all'ottima performance delle macchine per impieghi speciali (+28,1%), e l'industria cantieristica (231 milioni) che fa registrare un aumento delle vendite estere del +13,5% rispetto al 2014.

 

Cresce anche il valore esportato del comparto alimentare, con un +13,0% nel periodo grazie alle vendite di olio di oliva, di semi ecc. (+16,8%), dell'industria metallurgica che segna un +9,3%, del materiale elettrico e meccanica di precisione (+8,0%), dell'industria lapidea, del vetro e delle pietre estratte che torna in positivo (+1,1%) dopo la flessione del primo trimestre grazie al lapideo (+8,8%), e della gomma e plastica (+6,9%).

Rispetto al primo semestre del 2014 si riducono invece le vendite all'estero per gli altri settori di attività: il cuoio e calzature (168 milioni) fa segnare un -1,4%, con le calzature in lieve calo (-1,0%); l'industria chimica (-2,9%) conferma il calo del primo trimestre, con la farmaceutica al +0,5%; il tessile e abbigliamento mostra una flessione del -1,7% per il calo delle vendite di filati per cucire e di articoli a maglia, mentre gli articoli di abbigliamento (+2,7%) limitano le perdite dell'intero comparto.

 

Guardando alle aree di destinazione, si registra un significativo incremento delle vendite all'estero sia verso l'Europa (+7,5%), per il traino dell'Area Euro (+10,8%), che verso il continente americano (+40,3%), particolarmente l'America Latina (+95%) per la vendita di imbarcazioni, e l'Oceania (+50,2%). Più contenuta la crescita delle vendite in Asia (+3,1%), mentre quelle destinate al continente africano segnalano una diminuzione del -10,6%.

Il positivo andamento delle importazioni provinciali (+11,3%) è determinato dalla buona dinamica di tutti i principali settori dell'industria lucchese, in progressiva ripresa: l'industria cartaria si conferma il primo settore provinciale per import, con acquisti di materie prime (pasta da carta, carta e cartone) dall'estero per un totale di oltre 335 milioni di euro nel semestre, un valore in crescita del +9,3% rispetto a quello dello stesso periodo del 2014.

Cresce notevolmente l'import dell'industria alimentare (+52,3%), che con quasi 166 milioni di euro risulta il secondo settore provinciale per acquisti dall'estero, per il rilevante incremento degli acquisti di olii dall'estero dovuto anche allo scarso rendimento della campagna olearia 2014/15.

Positivo anche l'andamento dell'industria chimica, delle vernici e farmaceutica (133 milioni di euro), che aumenta del +9,1% rispetto ai primi sei mesi dell'anno precedente per la forte crescita dei prodotti farmaceutici (+26,2%), della meccanica (+14,7%), del cuoio e calzature (+8,6%) e della metallurgia (+34,7%), specie per gli acquisti di rame ed altri metalli dall'estero (+46,3%).

In aumento anche l'import di prodotti della fabbricazione di materiale elettrico e di meccanica di precisione (+9,6%), dell'industria lapidea, del vetro, dei materiali da costruzione ecc., cresciuto del +26,2%, e dell'industria della gomma e della plastica (+4,4%).

Scende invece il valore degli acquisti dall'estero per la cantieristica (-33,3%), settore comunque connotato da peculiari caratteristiche quanto a processo produttivo, per il tessile e abbigliamento (-7,2%) e per i prodotti agricoli (-51,6%).

In relazione alla provenienza geografica degli acquisti effettuati all'estero dalle imprese lucchesi, si registra un incremento rispetto a tutte le macroaree (eccetto Africa e Oceania), con Europa (sia UE28 che paesi Extra UE28) e America Centro-Meridionale in crescita di oltre l'8%. 


Siena - "Esperienze di successo", rubrica del Notiziario camerale

Logo della Camera pratese

In un periodo di crisi economica come l'attuale, la rubrica "Esperienze di successo", inserita all'interno della pubblicazione istituzionale della Camera di Commercio senese, intende illustrare e rappresentare gli esempi di una esperienza e di successo personale o imprenditoriale del nostro territorio, volendo nel contempo rappresentare uno strumento comunicativo finalizzato alla valorizzazione di quelle best practies del territorio che meritano l'attenzione.

 

Questo mese abbiamo fatto visita all'azienda EMMA VILLAS di Chiusi, tour operator incoming nel settore degli affitti turistici di ville e casali con piscina in Italia, azienda di livello nazionale ed internazionale.

 

Questa realtà rappresenta, soprattutto, un coraggioso esempio di intraprendenza imprenditoriale, quello del Presidente Giammarco Bisogno, il quale ha saputo interpretare con dinamismo ed intelligenza i tempi e le tendenze del mercato immobiliare, sfruttando al meglio l'evoluzione del web e le nuove tecnologie.

 

La lungimiranza di Giammarco, nello specializzarsi nel settore dell'incoming, ha portato alla fondazione di Emma Villas nel 2006, in continua crescita fino ad oggi, che può vantare circa 360 proprietà nel proprio portfolio, situate in quasi tutte le regioni italiane. Emma Villas svolge un'accurata attività di selezione delle strutture, tramite dei parametri e dei requisiti ben precisi ed esigenti, e provvede, attraverso un booking interno e multilingue, ad individuare quelle più adeguate ai clienti, in base alle loro esigenze.

 

Dal 2006 al 2014 la crescita dell'azienda è continuativa: una prestigiosa sede legale a Roma, come si addice ad una realtà nazionale, e una moderna e professionale sede operativa a Chiusi, le proprie radici. Uno staff complessivo di ben 34 professionisti, tra dipendenti e collaboratori, giovani, cortesi e professionali. Emma Villas, con la propria attività, attrae annualmente oltre 30.000 turisti. Entrando all'Emma Villas si avverte un mix di sensazioni tra cortesia, accoglienza, efficienza e professionalità, ed uscendo rimane impressa l'energia positiva dello staff! 


Prato - DIGIT 2015, la manifestazione di chiude con 800 giornalisti registrati
Forte la presenza sui social media, con oltre 1000 utenti che si sono collegati allo streaming e che hanno seguito il live blogging
Logo della Camera pratese

Si è chiusa una nuova edizione di DIGIT, il festival del giornalismo digitale, la manifestazione che offre una full immersion per giornalisti ma non solo sui temi del digitale. Sono stati oltre 800 i giornalisti che hanno partecipato alle sessioni formative, con un format rinnovato rispetto allo scorso anno. Sono stati 22 i workshop che si sono svolti nei due giorni di lavori e che hanno toccato temi diversi e presentato tante esperienze attive nel campo del digitale. 

 

Forte la partecipazione anche on line: lo streaming e le registrazioni degli eventi sono stati seguiti da 1000 persone, mentre sono stati 1100 gli utenti che hanno seguito il live blogging degli eventi, creando 34.400 minuti di attività sui social. Anche su Twitter l'attività sull'hashtag #digit15 è stata intensa: nel corso della mattinata di apertura l'hashtag era il 5^ in Italia. Complessivamente è stato generato un traffico potenziale di 62 mila visualizzazioni.

 

Un livello di partecipazione e di coinvolgimento molto alto per un tema, quello del digitale, di cui si parla molto e che richiede continuo aggiornamento.

 

Nel corso della manifestazione l'assessore all'innovazione del Comune di Prato Benedetta Squittieri ha consegnato il premio Marco Zamperini per il giornalismo digitale, alla sua prima edizione, che ha l'obiettivo di premiare un giornalista o un'organizzazione che si sono distinti per la creatività, l'innovazione e la pragmaticità nel giornalismo online.

Il premio è stato assegnato al giornalista fiorentino Matteo Cali e la trasmissione televisiva Servizio Pubblico. I premi sono stati realizzati dall'artista pratese Francesco Vieri.

Marco Zamperini è stato un informatico, divulgatore, imprenditore e docente universitario italiano, tra i pionieri e i maggiori esperti di Internet e della cultura digitale in Italia. Marco Zamperini è morto a soli 50 anni il 13 ottobre del 2013.

I vincitori del premio Zamperini sono stati prima selezionati attraverso le candidature proposte dalla Rete che poi sono stati sottoposte a una votazione online. Successivamente una giuria ha scelto i premiati fra i primi 5 più votati.

 

DIGIT ha voluto dare spazio anche ai giovani, impegnati attivamente nella riuscita della manifestazione. Le attività di accoglienza sono infatti state curate dagli studenti dell'Istituto Tecnico Commerciale Keynes di Prato e il live blogging è stato curato dagli studenti dell'Università di Perugia.

 

Per coloro che si fossero persi i workshop, sono tutti disponibili su Youtube sul canale di DIGIT.

 

DIGIT è una manifestazione organizzata da Lsdi, con la collaborazione di Camera di Commercio e Comune di Prato, Ordine dei giornalisti della Toscana, Associazione Stampa Toscana, Casagit, Forum Pa e ONA. 


Firenze - Via al Progetto Oltrarno: saracinesche a nuova vita
Prima azione concreta, insieme agli Angeli del Bello, di un piano quadriennale che restituirà al quartiere fiorentino identità e valore da condividere col mondo Bassilichi: «Insieme al Comune ridaremo a quest'area il suo volto originale»

Logo della Camera fiorentinaVia alla prima azione concreta del Progetto Oltrarno, con il quale Comune e Camera di Commercio di Firenze hanno l'obiettivo di rilanciare il quartiere e le sue attività economiche. La mossa iniziale sarà quella di ripulire e risistemare gratuitamente tutte le saracinesche dello storico quartiere, grazie all'aiuto degli Angeli del Bello. E proprio ieri sera al Teatro dell'Opera, dove si è festeggiato il quinto compleanno dell'associazione, è stata annunciata la partenza del progetto con lo stanziamento dei primi 20mila euro.

«Insieme alle associazioni di categoria abbiamo deciso di partire da un'azione concreta e allo stesso tempo simbolica che nel giro di poche settimane faccia già tornare un quartiere affascinante e vivo al suo volto originale, per agevolare la condivisione della sua identità e del suo valore nel mondo», ha sottolineato Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di Commercio di Firenze.

Il Progetto Oltrarno, che nel 2015 prevede uno stanziamento complessivo di 350mila euro (250mila dalla Camera di Commercio di Firenze, 100mila euro dal Comune di Firenze), durerà quattro anni e si occuperà di valorizzare tutto il quartiere a iniziare dal decoro urbano, sia in senso esteriore (cancellazione delle scritte, risistemazione dell'arredo cittadino, etc.), sia per garantire una maggiore sicurezza (installazione di telecamere, illuminazione più funzionale, etc.). Sarà inoltre prevista un'intensa attività di valorizzazione: dall'incoming turistico alla promozione delle eccellenze, dalla realizzazione di un Oltrarno Point all'animazione della zona con mercati ed eventi internazionali.

Sul piano organizzativo sarà l'Associazione Oltrarno Promuove 2.0, che sarà costituita la prossima settimana aperta a tutte le associazioni del territorio, a coordinare e indirizzare le azioni dell'amministrazione comunale e della Camera di Commercio di Firenze per valorizzare al meglio, partendo dalle esigenze di chi vive il quartiere, questa parte di Firenze.

 


Pisa - Aspettando Pisa Food&Wine 2015: il buon cibo a km zero

Logo della Camera pisana

"Aspettando Pisa Food & Wine 2015" ha superato alla grande il primo fine settimana con la buona tavola della cucina pisana e con i prodotti di filiera corta.
L'iniziativa della Camera di Commercio di Pisa, con le associazioni del commercio e dell'agricoltura, coinvolge 16 ristoranti che propongono all'interno del proprio menù una "selezione" intitolata alla manifestazione Pisa Food & Wine 2015 in programma dal 23 al 25 ottobre alla Stazione Leopolda di Pisa.

 

Un antipasto, un primo o un secondo e un dessert in abbinamento ad un calice di vino (o due vini) e ad un olio locale di qualità costituiscono le varie proposte e ogni singola pietanza sarà preparata utilizzando esclusivamente prodotti locali forniti da 12 imprese agricole ed agroalimentari del territorio della Provincia di Pisa.

Per prenotare www.pisafoodwinefestival.it
Ecco l'elenco dei ristoranti e dei produttori aderenti :

 

RISTORANTI :

  • L'ANTICO VICOLETTO (Pisa)
  • L'ARTE DEL BERE E... ( Ghezzano)
  • BIOSTERIA 050 (Pisa)
  • RISTORANTE IL MERLO COLANGELO ( Casciana Terme)
  • LA BUCA (Pisa)
  • CASTERO LA BANCA DELLA BISTECCA (Lavaiano di Lari)
  • IL FANTASMA DELL'OPERA (Pisa)
  • RISTORANTE LA CLESSIDRA (Pisa)
  • IL FRUTTETO (Lari)
  • AC- HOTEL (Pisa)
  • RISTORANTE ENOTECA DEL DUCA (Volterra)
  • RISTORANTE L'IPPODROMO (Pisa)
  • LA VECCHIA LIRA (Volterra)
  • L'OSTERIA PINZAGRILLI (Guardistallo)
  • PIZZERIA RISTORO L'OASI (Fauglia)
  • RISTORANTE LA PERGOLETTA (Pisa)

 

PRODUTTORI :

ROSI SALUMI (Santa Maria a Monte)

PODERE LA REGOLA (Riparbella)

P.R.O.S.I.T. SAS DI AUORA ROMEO (Montopoli Valdarno)

APICOLTURA BIOLOGICA "MIELE" (Montopoli Valdarno)

FATTORIA UCCELLIERA (Fauglia)

AZIENDA AGRICOLA ANGELA (Fauglia)

AZ.AGR.SAN LUIGI I TARTUFI DI TEO ( Ghizzano di Peccioli)

CASEIFICIO BUSTI ( Fauglia)

TENUTA LA MACCHIA (Montescudaio)

SOC.AGR.FONDI RUSTICI MONTEFOSCOLI (Pisa)

AZIENDA AGRICOLA MARCAMPO (Volterra)

PROSCIUTTIFICIO SAN ROMANO (Montopoli Valdarno) 


Livorno - Giovedì 8 ottobre verifica periodica delle bilance da banco a Castagneto Carducci
Prosegue il servizio decentrato per favorire gli utenti della provincia

Logo della Camera livornese

Giovedì 8 ottobre 2015, dalle ore 10.30 alle ore 16.00 con orario continuato, gli ispettori metrici della Camera di Commercio di Livorno presteranno servizio presso i locali del Comune di Castagneto Carducci in Via del Fosso -zona Industriale - per effettuare verifiche periodiche su bilance da banco (portata massima 30 kg).

 

Gli utenti metrici che utilizzano per la loro attività bilance da banco - ad esempio negozi di alimentari, frutta e verdura, panifici, macellerie e salumerie, pizzicherie, pizzerie, pasta fresca, gioiellerie, farmacie, ecc. - possono recarsi direttamente presso la sala comunale con lo strumento metrico ed eseguire il pagamento direttamente agli ispettori. La tariffa richiesta ammonta a euro 18,30 IVA compresa (la stessa prevista per la verifica presso la sede di Livorno).

 

Dato il gradimento riscontrato, e grazie alla collaborazione del Comune di Castagneto Carducci, si ripete così l'offerta di un servizio decentrato: lo scopo è quello di rispettare l'adempimento obbligatorio triennale previsto dal D.M. n. 182/2000.

 

La verificazione periodica consiste nell'accertare l'inalterabilità metrologica delle bilance utilizzate per transazioni commerciali mediante esecuzione di specifiche prove di pesatura, il cui esito positivo è attestato con l'apposizione di un contrassegno adesivo di colore verde che reca la data entro cui lo strumento deve essere nuovamente verificato. 


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
2 May - 3 November Milano EXPO Fuori EXPO ... I territori toscani
5 October Camera di Commercio Pisa Tutelare e valorizzare la propria idea - Pisa 5 ottobre 2015
6 October Camera di Commercio Pistoia Soluzioni innovative per una nuova olivicoltura
6 October Camera di Commercio Pisa INTERNET FESTIVAL 2015
7 October Camera di Commercio Firenze "Un ponte tra banche e imprese" - Il merito creditizio e come si determina il rating di una impresa
8 - 9 October Camera di Commercio Lucca LuBeC2015: Capitale Culturale e Capitale Umano. L’innovazione al servizio della Cultura
13 October - 16 February Unioncamere Toscana Percorso abilitante per Ispettore Metrico ed Assistente al Servizio
15 October Camera di Commercio Livorno Internet e la proprietà industriale: istruzioni per l'uso - Livorno 15 ottobre 2015
15 October Camera di Commercio Livorno Accesso al credito per le imprese - conferenza stampa 15 ottobre ore 12
20 October Camera di Commercio Grosseto Giornata “Numeri e Trasparenza”
21 October Camera di Commercio Firenze Rilancio della Fortezza da Basso, la firma del protocollo - Conferenza Stampa
23 October Camera di Commercio Livorno “A scuola d’impresa”
25 October Camera di Commercio Firenze Al via il forum "Grani e Pani"
28 October Camera di Commercio Firenze "Un ponte tra banche e imprese" - Il sistema dei confidi
29 October Camera di Commercio Pistoia Internet e la proprietà industriale: istruzioni per l'uso - Pistoia 29 ottobre 2015
29 October Camera di Commercio Pisa Danni da maltempo - Conferenza Stampa
31 October Camera di Commercio Firenze "La Camera di Commercio di Firenze per la montagna fiorentina"
11 November Camera di Commercio Arezzo Marchi d'impresa e internet: Strategie aziendali sul web: promozione e tutela del marchio, gestione dei nomi a dominio - Arezzo 11 novembre 2015
13 November Unioncamere Toscana Avvia i tuoi Progetti - StartUP innovative, opportunità e strumenti - Firenze 13 novembre 2015
17 November Camera di Commercio Lucca Tutelare e valorizzare la propria idea - Lucca, 17 novembre 2015
17 November Camera di Commercio Pisa Incoming di operatori americani del settore arredo
18 November Camera di Commercio Firenze "Un ponte tra banche e imprese" - Come si redige un business plan per la richiesta di un finanziamento bancario
19 November Camera di Commercio Prato Creat Event
20 November Camera di Commercio Livorno Tra le bombe e il BOOM Fotografie e documenti inediti di imprese distrutte e ricostruite (1943-1953)
26 November Camera di Commercio Lucca Startup e pmi innovative - Dall'idea all'impresa
26 - 28 November Camera di Commercio Firenze Local Bio - Mostra Mercato sul Bio
27 November Camera di Commercio Pisa “PISA COUNTRYSIDE DESTINATION” - Conferenza Stampa
30 November Camera di Commercio Arezzo Mettersi in proprio: strumenti e opportunità
1 December Camera di Commercio Pistoia Bioedilizia:Introduzione a tecnologie e materiali alternativi per l'architettura
2 December Camera di Commercio Firenze "Un ponte tra banche e imprese" - Strumenti creditizi e assicurativi per l’internazionalizzazione delle Pmi
2 December Camera di Commercio Prato La sfida delle reti d'impresa al femminile
3 December Camera di Commercio Firenze Scuola - Lavoro: Forum itali-tedesco
3 December Camera di Commercio Livorno Fiera della Bellezza, del benessere & Sport - Conferenza Stampa


Logo Sincert


Stampa