Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  25 -  Friday, December 04, 2015 - anno  14
Attività Istituzionale
Le sanzioni alla Russia impattano negativamente nell'export toscano
Il commento del Presidente Sereni

Il Presidente SereniAnalizzando i dati relativi all'Export toscano del secondo semestre dell'anno Andrea Sereni, Presidente di Unioncamere Toscana, ha approfondito il dato relativo alle esportazioni che in questo periodo la nostra regione ha realizzato verso la Russi. ed ha così commentato:

 

"Le restrizioni agli scambi commerciali tra Federazione Russa e Unione Europea impattano su un mercato particolarmente promettente per l'export regionale. Oltre al danno diretto in termini di contrazione delle vendite, le nostre imprese hanno subito in molti casi un danno di immagine: sul mercato russo il vuoto lasciato dai prodotti soggetti a embargo è stato spesso colmato da merci contraffatte di dubbia qualità.

 

L'export della Toscana, nel complesso, è comunque rimasto su un sentiero di crescita, registrando nel secondo trimestre dell'anno un incremento tendenziale di oltre 141 milioni di euro (+1,8% al netto delle transazioni dei metalli preziosi), grazie anche alle vendite dirette verso Unione Europea (+5,1%) e America (+12,7%), che hanno compensato la crisi degli scambi con la Russia.

 

Crescono in particolare le esportazioni di molti prodotti tipici del made in Tuscany come alimentari e bevande (+24,1%), abbigliamento (+9,4%) e calzature (10,7%). E' doveroso sostenere e tutelare queste realtà difendendo i prodotti tipici regionali, come il sistema camerale sta da anni facendo con iniziative di lotta alla contraffazione e di promozione dei processi di internazionalizzazione."

 


Attività Studi & Ricerche
Le imprese femminili aumentano di 1.700 unità (+1,8%) contro il +0,5% delle non femminili
Toscana al 3° posto fra le regioni per crescita di imprese «rosa». Corre l’imprenditoria femminile «straniera» (+7,2%), ma cresce anche quella giovanile e artigiana

" "

Dal 1° luglio al 30 settembre 2015, si sono iscritte al Registro Imprese della Toscana 1.609 imprese femminili (il 30% del totale iscrizioni del trimestre). Rispetto allo stesso periodo del 2014, le iscrizioni di aziende femminili sono aumentate del 6,8%, un ritmo molto più accelerato rispetto alla media nazionale che si ferma al +1,9%.

 

La formula preferita dalle donne per avviare la propria azienda in Toscana è la ditta individuale (ne sono nate 1.239 nel trimestre estivo, +6,4%). Anche le iscrizioni di società di capitali, la forma di impresa più strutturata, risultano in aumento (273 iscrizioni, +11,9%).

I settori dove le donne hanno trovato spazio per creare un'impresa in Toscana sono: commercio (417 nuove iscrizioni, il 26% del totale), attività industriali (253, il 16%), servizi alle imprese (156), turismo (135) e agricoltura (113).

 

Rispetto all'estate del 2014, in termini percentuali risultano in aumento soprattutto le nuove imprese femminili dell'agricoltura, così come avviene su tutto il territorio nazionale.

 

Questo, in sintesi, il ritratto al secondo trimestre 2015 del contributo delle donne al mondo dell'impresa, così come emerge dai dati dell'Osservatorio sull'Imprenditoria Femminile realizzato dall'Ufficio studi di Unioncamere Toscana e frutto della collaborazione con il Settore imprenditoria femminile e politiche di genere della Regione Toscana.

 

TOSCANA SUL PODIO PER SVILUPPO DI IMPRESE FEMMINILI

In Toscana, su un totale di 414.552 imprese registrate al 30 settembre 2015, le aziende capitanate da donne salgono a quota 94.778 e rappresentano il 22,9% del sistema imprenditoriale regionale.

Rispetto allo stesso periodo del 2014 l'imprenditoria femminile registra un tasso di crescita dell'1,8%, equivalente ad un saldo positivo pari a +1.723 imprese femminili.

 

IMPRENDITTRICI STRANIERE

A fine settembre 2015, si contano in Toscana 38mila imprese giovanili, di cui 11.300 aziende guidate da donne con meno di 35 anni. I settori a maggior presenza di imprese giovanili «in rosa» sono: commercio (3.280 imprese), turismo e industria (oltre 1.300 imprese ciascuno), seguono agricoltura (650), edilizia (500) e servizi alle imprese (460). Al settore finanziario-assicurativo appartiene il più alto tasso di aziende femminili giovanili (pari al 21%), mentre agricoltura e immobiliare risultano le attività a minor presenza (appena il 5%).

 

LE TIPOLOGIE D'IMPRESA: CRESCONO ANCHE LE IMPRESE ARTIGIANE

Nel periodo settembre 2014-2015, la forma giuridica di impresa che si è sviluppata maggiormente è stata la società di capitale (+7,7%, pari a +1.258 aziende femminili), categoria che ricomprende le tipologie più «evolute» di impresa.

Nonostante ciò, la maggior parte delle imprese femminili - in Toscana, come in tutto il Paese - restano ditte individuali (il 63% contro il 18,5% di società di capitale), cresciute dell'1,1% nel periodo.

La scelta organizzativa da parte delle donne cambia tuttavia radicalmente a seconda della nazionalità: l'espansione delle società di capitali è infatti principalmente dovuta alle imprenditrici italiane (+990 società condotte da italiane, +268 da straniere).

 

«INDUSTRIA DELLA VACANZA E DEL TEMPO LIBERO» IN TOSCANA

Delle 94.778 aziende femminili con sede in Toscana, due su tre operano nel settore dei servizi: 25.570 nel commercio e altre 9.700 nel turismo. Fra i restanti comparti del terziario, particolarmente diffuse sono le attività immobiliari (5.785) e dei servizi alle imprese operativi (3.460) o avanzati (2.210).

Circa una su tre è invece attiva nei settori produttori di beni: la quota più rilevante è occupata dalle imprese agricole (quasi 13mila), seguita dall'industria (circa 12mila) e - con una quota «residuale» - dall'edilizia. 


Crollano le esportazioni toscane in Russia
Restrizioni al commercio estero, crollo del prezzo del petrolio e svalutazione del rublo costano alle imprese toscane 92 milioni nel 2014 e 24,5 milioni nella prima metà del 2015

" "Fra l'inizio del 2014 e la metà del 2015 l'export toscano verso la Russia è diminuito nel complesso per 116,5 milioni di euro, effetto congiunto di un mix di fattori solo in parte riconducibili alle restrizioni agli scambi commerciali introdotte a partire dall'estate del 2014. Già nel 2014, anno colpito solo in parte dalle limitazioni al libero scambio di merci, si è registrato un crollo del 14,9% delle esportazioni verso la Russia rispetto all'anno precedente, proseguito nella prima metà del 2015 con un ulteriore calo tendenziale dell'11,0%.

 

E' quanto emerge dal report di analisi trimestrale delle esportazioni regionali curato dall'Ufficio Studi di Unioncamere Toscana che fa il punto sugli effetti delle misure restrittive sugli scambi commerciali con la Russia ad un anno dalla loro introduzione.

 

Tra il 2010 e il 2013, ultimo anno esente da restrizioni e sanzioni commerciali, le esportazioni verso la Russia avevano mostrato una crescita superiore all'export complessivo regionale, passando da un valore di 377 milioni del 2010 (al netto delle esportazioni di petrolio greggio e metalli preziosi, i cui valori risentono di forti oscillazioni di prezzo) ai 615 milioni del 2013, con tassi di crescita particolarmente elevati nel 2011 (+30,5%) e nel 2013 (+21,3%). Anche la quota dell'export toscano verso la Russia sull'export complessivo regionale è pertanto cresciuta, passando dall'1,6% del 2010 al 2,2% del 2013.

 

La corsa della domanda russa si era bruscamente interrotta già nei primi sei mesi del 2014 (-16,8%) per gli effetti del crollo del prezzo del petrolio e del conseguente deprezzamento del rublo sull'economia nazionale, cui si sono aggiunte le conseguenze delle sanzioni economiche e dei blocchi commerciali introdotte nella seconda metà dell'anno.

 

 

Le esportazioni in Russia per settore merceologico

Nel 2013, ultimo anno pre-sanzioni, i settori che maggiormente contribuivano all'export toscano verso la Russia erano: abbigliamento (14,0%), cuoio-pelle-calzature (11,3%), mobili (11,1%), tessile (8,1%), meccanica strumentale (7,1%), macchinari di impiego generale (21,5%).

 

Successivamente, quasi tutti i principali comparti merceologici sono stati colpiti da un brusco crollo dell'export che ha interessato entrambi i periodi oggetto di analisi. L'unica eccezione è rappresentata dall'export di macchinari per impiego generale, diminuito del 32,5% nel 2014, ma cresciuto del 67,4% nei primi sei mesi del 2015: si tratta tuttavia di un settore soggetto a forti oscillazioni in virtù di una produzione basata su grandi commesse e concentrata in poche grandi imprese, e per il quale il recupero registrato nei primi mesi del 2015 non risulta al momento sufficiente per compensare la flessione del 2014 (nei diciotto mesi che intercorrono fra gennaio 2014 e giugno 2015 l'export del settore verso la Russia è diminuito di 23 milioni di euro in termini assoluti).

 

Sono tuttavia tessile e meccanica strumentale ad aver subìto le maggiori flessioni in termini relativi. Le vendite in Russia di prodotti tessili sono diminuite del 13,1% nel 2014 e del 41,6% nei primi sei mesi del 2015, per un controvalore esportato che nel periodo si è ridotto di circa 16 milioni di euro. Le vendite di prodotti della meccanica strumentale sono invece diminuite del 19,7% nel 2014 e del 40,5% nel 2015, per una riduzione di quasi 15 milioni di euro.

 

Relativamente più contenuta è invece la contrazione, sempre in termini relativi, di abbigliamento, pelletteria e mobili. Le esportazioni di abbigliamento (-7,8% nel 2014 e -16,8% nei primi sei mesi del 2015) si sono ridotte di oltre 12 milioni di euro, quelle del comparto pelle-cuoio-calzature (rispettivamente -19,1% e -17,1%) di 18 milioni, e quelle del mobile-arredo (-6,4% e -16,6% ) di 9 milioni. 


Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


III trimestre 2015:
- Slide Report


Comunicato stampa e slide report

Presentazione a cura di Riccardo Perugi, Ufficio Studi Unioncamere Toscana, al seminario: "La sfida delle reti d'impresa al femminile" organizzato dalla Camera di Commercio di Prato
"L’imprenditoria femminile in Toscana: struttura e tendenze."

Notizie dal mondo camerale
Firenze - Scuola-lavoro, a Firenze il forum italo-tedesco col Ministro Giannini e l'ambasciatore Wasum-Rainer
Il 3 dicembre a Palazzo Vecchio una giornata dedicata alla formazione duale: dall’esperienza tedesca al progetto italiano. Firenze fra le best practices

Logo della Camera fiorentinaSi chiama sistema duale: prevede l'integrazione della formazione scolastica teorica con la pratica nelle aziende. In Germania è un'eccellenza da mezzo secolo, in Italia è stato appena introdotto con la Buona Scuola e Firenze è già una delle best practices sperimentali.

Di tutto questo si parlerà giovedì 3 dicembre 2015 alla terza edizione del Forum economico italo-tedesco dal titolo "Eccellenze e formazione per un'Europa più giovane e competitiva", organizzato da Camera di Commercio Italiana per la Germania (ItKam) e Camera di Commercio di Firenze.

Alla giornata di lavori parteciperanno il ministro dell'istruzione Stefania Giannini, l'ambasciatore tedesco in Italia Susanne M. Wasum-Rainer, il presidente di Unioncamere Ivanhoe Lo Bello, il presidente di ItKam Emanuele Gatti, il presidente della Camera di Commercio di Firenze Leonardo Bassilichi, il sindaco di Firenze Dario Nardella, il sottosegretario all'istruzione Gabriele Toccafondi, l'assessore regionale alla formazione Cristina Grieco, il vicesindaco di Firenze Cristina Giachi, il rettore dell'Università di Firenze Luigi Dei, i rappresentanti di scuole e aziende dove il sistema duale è una realtà consolidata, esponenti del mondo imprenditoriale e sindacale. Fra l'altro, sarà presentata la sperimentazione già partita in alcune scuole di Firenze.

Il forum si svolgerà nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio e, a partire dalle 9, si dividerà in quattro panel di discussione, tutti con traduzione simultanea in italiano e tedesco. Sarà possibile seguire la giornata in live streaming sui siti di Camera di Commercio di Firenze, PromoFirenze e ItKam e commentare la diretta twitter seguendo l'hashtag #itdeforum.

Partecipare al forum è gratuito, la registrazione è obbligatoria. Maggiori informazioni e iscrizioni e sui siti www.fi.camcom.it e www.promofirenze.it.

 


Arezzo - Talent Dressage - Percorso di accompagnamento ed orientamento riservato a 20 aspiranti imprenditori

Logo della Camera di Arezzo

La Camera di Commercio di Arezzo in collaborazione con Unioncamere Toscana ha attivato una selezione per individuare 20 aspiranti imprenditori da ammettere al percorso gratuito di accompagnamento all'imprenditorialità "Talent Dressage". Le domande di partecipazione alla selezione possono essere presentate fino al 7 Dicembre 2015.

 

L'iniziativa è finalizzata a promuovere e sostenere l'auto impiego, la creazione e lo

start-up di nuove imprese in provincia di Arezzo. E questo attraverso un percorso gratuito di informazione, orientamento ed assistenza tecnica .

 

La attività del Talent Dressage sono svolte all'interno del progetto "Sviluppo dei servizi di sostegno alla creazione e allo start up di nuove imprese (giovanili, femminili, sociali, innovative e di immigrati)" FNP 2014 - codice n 224. promosso e gestito da Unioncamere Italiana.

 

La particolarità del progetto di formazione è la sua realizzazione in modalità cd "a scalare". Si parte infatti con un seminario di orientamento alla creazione di impresa che si svolgerà il prossimo 30 novembre, con inizio alle ore 10:00, alla Camera di Commercio di Arezzo : un primo momento di formazione finalizzato a fornire strumenti di orientamento ed educazione all'imprenditorialità ed alla cultura d'impresa rivolto ad aspiranti imprenditori ma aperto anche a neo imprenditori, professionisti, associazioni di categoria ed Enti pubblici.

 

A seguire partirà il vero e proprio progetto Talent Dressage articolato in tre fasi :

Dai 20 aspiranti imprenditori che seguiranno un corso per acquisire informazioni "trasversali" utili al "mettersi in proprio" (normative, adempimenti, metodologie di analisi, etc,) ne saranno selezionati 10 che saranno accompagnati alla redazione del business plan. Da 10 si passerà a 4 aspiranti imprenditori che avranno a disposizione servizi a sostegno della costituzione dell'impresa erogati da consulenti e professionisti.

Il progetto si svilupperà da dicembre 2015 ad Aprile 2016. Possono candidarsi a partecipare al percorso di orientamento all'imprenditorialità "Talent dressage " gli aspiranti imprenditori in possesso dei seguenti requisiti:

Donne (indipendentemente dall'età) o giovani sotto i 35 anni o soggetti che intendono costituire imprese sociali o innovative indipendentemente dall'età

cittadinanza italiana ovvero di uno degli Stati membri dell'Unione Europea

residenti/ domiciliati in Provincia di Arezzo e/o avere intenzione di avviare la propria impresa nel territorio di Arezzo e provincia. 


Massa Carrara - Giorgio Bianchini eletto Vice Presidente della Camera di Commercio

Logo della Camera di Massa Carrara

È Giorgio Bianchini il nuovo VicePresidente della Camera di Commercio di Massa-Carrara, eletto all'unanimità nel corso della riunione di Giunta Camerale dell'11 novembre scorso.

 

Nel corso della riunione di Consiglio Camerale, sempre dell'11 novembre scorso, oltre a Bianchini, è stato eletto anche Romano Galigani, il nuovo componente di Giunta in rappresentanza del settore Porto. 


Grosseto - Pubblicato il bando per partecipare ai prossimi esami di idoneità per Mediatori Immobiliari
Domande di ammissione entro 9 dicembre 2015, ore 12

Logo della Camera grossetana

La Camera di Commercio di Grosseto informa che è stato pubblicato il bando per la II sessione 2015 dell'esame di idoneità per l'esercizio dell'attività di agente di affari in mediazione.

 

Il termine ultimo per la presentazione delle domande, utilizzando esclusivamente il modello di domanda riportato nel bando, scade mercoledì 9 dicembre 2015 alle ore 12.

 

Il testo del bando con l'allegato modello per la domanda di ammissione all'esame sono consultabili nella sezione Agenti di affari in mediazione del sito internet camerale www.gr.camcom.it

 

Le prove scritte si terranno martedì 15 dicembre e giovedì 17 dicembre alle ore 15,00 presso la sede camerale in via Cairoli 10 a Grosseto.

   


Pisa - Procedura di vendita della biblioteca storica e raccolta statistica

Logo della Camera pisana

La Camera di Commercio di Pisa ha deliberato di procedere alla vendita mediante asta pubblica al rialzo della propria Biblioteca storica e della Raccolta statistica dell'ente, mediante asta pubblica al miglior offerente, anche per singoli lotti omogenei.

Le offerte, redatte secondo i modelli contenuti nei relativi avvisi, dovranno pervenire in busta chiusa con le caratteristiche specificate nel bando, entro le ore 12.00 del giorno 9 dicembre 2015 all'ufficio Protocollo della Camera di Commercio di Pisa, farà fede la data e l'ora di ricezione del protocollo camerale.

I volumi potranno essere visionati presso la sede camerale di P.zza Vittorio Emanuele II n. 5 da lunedì a venerdì mattina, previo appuntamento da richiedere all'Ufficio Provveditorato al numero 050 512.240 - 245 - 246 - 352 oppure via email all'indirizzo: provveditorato@pi.camcom.it.

Per visionare e scaricare il bando, l'avviso e la modulista visita il sito della Camera di Commercio di Pisa. 


Grosseto - Percorsi di valorizzazione del pescato della costa toscana: dalla creazione di un sistema di tracciabilità allo sviluppo di un marchio

Logo della Camera grossetana

Creare un sistema di tracciabilità e un marchio collettivo per valorizzare il pescato della costa toscana: un ambizioso percorso per la promozione dei nostri prodotti ittici e per nutrirsi consapevolmente e bene. 5 Camere di commercio (Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara e Pisa) al lavoro su un progetto cofinanziato dalla Regione Toscana nell'ambito del Fondo Europeo per la Pesca.

 

Proprio per illustrare i vantaggi del sistema di riconoscimento e dell'adesione al marchio collettivo di valorizzazione della produzione ittica toscana "Costa Toscana",la Camera di Commercio ha organizzato un seminario informativo che si è svolto con successo il 1 dicembre scorso ed al quale sono intervenuti: Riccardo Breda, Presidente della Camera di Commercio di Grosseto - Fabio Ferretti, Ricercatore Università degli studi di Siena - "I risultati delle indagini: uno scenario di riferimento per il progetto marchio Costa toscana"; Antonio Romeo, Responsabile Area DINTEC - Consorzio per l'Innovazione Tecnologica - "Il marchio Costa Toscana per la valorizzazione della filiera ittica regionale: gli strumenti realizzati, i risultati raggiunti e le future prospettive" e un rappresentante di CESIT - Centro di Sviluppo Ittico Toscano - Soggetto candidato ad acquisire la gestione e la titolarità del marchio Costa toscana. 


Lucca - “Project management per le start up”, un nuovo appuntamento del Club Orienta della Camera di Commercio

Logo della Camera lucchese

Secondo appuntamento del Club Orienta della Camera di Commercio con il seminario "Project management per le Start Up - I principali strumenti utili alle neo imprese, innovative e tradizionali" che si è svolto con successi il 2 dicembre scorso presso il Polo Tecnologico Lucchese.

 

Il seminario totalmente gratuito era rivolto in particolare a start up, start up innovative e liberi professionisti, che hanno la necessità di una migliore organizzazione e gestione delle proprie attività e progetti. Anche in questa seconda occasione l'illustrazione pratica delle basilari tecniche di Project Management è stata seguita dalla presentazione di alcuni casi concreti nell'ambito dell'innovazione, dell'internazionalizzazione e dell'ICT con un'attenzione particolare alla realtà delle neo imprese. 

 

Il Club Orienta della Camera di Commercio è un network di imprese lucchesi, nato da un percorso di formazione all'autoimprenditorialità per facilitare la circolazione e la selezione di idee: una rete di esperienze e conoscenze che promuove l'incontro tra neo-aziende per la condivisione di conoscenze, esperienze e competenze. 


Arezzo - Talent dressage - Percorso di accompagnamento ed orientamento riservato a 20 aspiranti imprenditori

Logo della Camera di Arezzo

La Camera di Commercio di Arezzo in collaborazione con Unioncamere Toscana ha attivato una selezione per individuare 20 aspiranti imprenditori da ammettere al percorso gratuito di accompagnamento all'imprenditorialità "Talent dressage". Le domande di partecipazione alla selezione possono essere presentate fino al 7 dicembre 2015.

 

L'iniziativa è finalizzata a promuovere e sostenere l'auto impiego, la creazione e lo

start-up di nuove imprese in provincia di Arezzo. E questo attraverso un percorso gratuito di informazione, orientamento ed assistenza tecnica .

 

La attività del talent dressage sono svolte all'interno del progetto "Sviluppo dei servizi di sostegno alla creazione e allo start up di nuove imprese (giovanili, femminili, sociali, innovative e di immigrati)" FNP 2014 - codice n 224.promosso e gestito dalla Regione Toscana.

 

La particolarità del progetto di formazione è la sua realizzazione scalare. Si parte infatti con un seminario di orientamento alla creazione di impresa che si svolgerà il prossimo 30 novembre, con inizio alle ore 10:00, alla Camera di Commercio di Arezzo : un primo momento di formazione finalizzato a fornire strumenti di orientamento ed educazione all'imprenditorialità ed alla cultura d'impresa rivolto ad aspiranti imprenditori ma aperto anche a neo imprenditori, professionisti, associazioni di categoria ed Enti pubblici.

 

A seguire partirà il vero e proprio progetto Talent Dressage articolato in tre fasi :

Dai 20 aspiranti imprenditori che seguiranno un corso per acquisire informazioni "trasversali" utili al "mettersi in proprio" (normative, adempimenti, metodologie di analisi, etc,) ne saranno selezionati 10 che saranno accompagnati alla redazione del business plan. Da 10 si passerà a 4 aspiranti imprenditori che avranno a disposizione servizi a sostegno della costituzione dell'impresa erogati da consulenti e professionisti.

Il progetto si svilupperà da dicembre 2015 ad Aprile 2016. Possono candidarsi a partecipare al percorso di orientamento all'imprenditorialità "Talent dressage " gli aspiranti imprenditori in possesso dei seguenti requisiti:

Donne (indipendentemente dall'età) o giovani sotto i 35 anni o soggetti che intendono costituire imprese sociali o innovative indipendentemente dall'età

cittadinanza italiana ovvero di uno degli Stati membri dell'Unione Europea

residenti/ domiciliati in Provincia di Arezzo e/o avere intenzione di avviare la propria impresa nel territorio di Arezzo e provincia. 


Livorno - Dopo i fatti di Francia
Estratto da "Centrustudi.news" (allegato)

Logo di Centro Studi Livorno

Il Presidente Costalli, dopo i fatti di Parigi del 13 novembre scorso, ha analizzato la situazione dando vita ad un'edizione speciale di "CentrostudiLivorno.news"

 

"Dopo quanto accaduto venerdì sera a Parigi non si può, nemmeno su questa rivista tecnica, rimanere in silenzio. Questa volta l'attacco non è stato portato ai "sionisti" o ai "blasfemi" ed irrispettosi vignettisti satirici, quindi non è questione di razzismo o di vendetta, pur sempre intollerabili ma "comprensibili" (mi ripugna ma non trovo altro termine per render il concetto) in una distorta logica jihadista. Questa volta l'attacco criminale è stato sferrato alla "nostra" vita, al nostro modo di convivere, di stare insieme in un bar, per strada, ad un concerto. Non c'è razza, non c'è vendetta, non c'è necessità; c'è invece delirante terrorismo, abietta criminalità, ostentazione di forza e provocazione. Cretini, guidati ed addestrati da perfetti criminali assetati di sangue, di potere e di denaro, che si coprono dietro la presunta volontà di un Dio che solamente loro riuscirebbero a interpretare correttamente: quindi anche profondamente blasfemi e sacrileghi.


Non si può tacere non tanto per lanciare nuovi commenti e ancora diverse e ulteriori interpretazioni rispetto alle già tante che si sono lette e si leggono e si ascoltano sugli organi di informazione: la condanna non può che essere ferma e totale. Si deve intervenire per favorire una più larga e pubblica riflessione, come semplici cittadini e come spettatori televisivi di fatti raccapriccianti anche se in qualche modo non inattesi. Dobbiamo parlarne per sfuggire al timore di quanto sarebbe potuto accadere anche ai nostri cari, ai nostri amici, per allontanare da noi la paura di quanto potrebbe eventualmente succedere anche a casa nostra. Così come il genio umano non ha limiti anche la stupidità e la crudeltà dell'uomo non hanno purtroppo limiti: stupidità e crudeltà sono un mix micidiale quando trovano motivazioni in una ideologia politica o in un credo religioso. Mentre i geni sono rari gli stupidi purtroppo sono largamente diffusi ...  


DOCUMENTI ALLEGATI
Prato - La Camera di Commercio ha visitato il padiglione cinese prima del termine di Expo

Logo della Camera pratese

A giugno Zhanggang, direttore del Padiglione Cina e Expo era stato uno dei giudici della competizione ravioli cinesi conto tortelli di patate che si era svolta nello spazio Fuori Expo a Milano, durante la settimana di eventi pratesi organizzati presso i Chiostri dell'Humanitaria. Una visita che il presidente della Camera di Commercio di Prato Luca Giusti ha deciso di ricambiare, su invito dello stesso direttore, portando con sé una delegazione dei Comuni presenti ad Expo per l'inaugurazione dello spazio pratese a Cascina Triulza.

 

"Mi è sembrato importante rispondere all'invito di Zhanggang e andare a visitare il padiglione cinese - ha commentato Luca Giusti - Expo è un'opportunità importante se ci offre la possibilità di stabilire delle relazioni. Zhanggang (già segretario generale dell'Associazione delle imprese cinesi in Italia) è un personaggio molto importante all'interno della comunità cinese e ha in grande considerazione il distretto di Prato e la sua produzione. Ci ha lanciato l'idea di una proposta di collaborazione molto interessante per presentare i prodotti pratesi in Cina: nelle prossime settimane cercheremo di approfondire".

 

Il direttore Zhanggang ha donato al presidente della Camera di Commercio di Prato un quadro di un artista cinese. Ha inoltre lanciato l'idea di una collaborazione per una iniziativa di penetrazione dei prodotti pratesi in Cina, che potrebbe essere organizzata all'inizio del 2016. L'ente camerale nelle prossime settimane si metterà al lavoro per approfondire l'iniziativa e proporla alle associazioni di categoria e alle amministrazioni del territorio. 


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
13 October - 16 February Unioncamere Toscana Percorso abilitante per Ispettore Metrico ed Assistente al Servizio
10 December Camera di Commercio Siena Quinta Giornata della Trasparenza
10 - 18 December Camere di Commercio di Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara e Pisa Marchio Costa Toscana
11 December Camera di Commercio Pisa "Percorsi di valorizzazione del pescato della costa toscana: dalla creazione di un sistema di tracciabilità allo sviluppo di un marchio"
12 December Camera di Commercio Pisa Innovazione e Tecnologia: Risorse per ripartire
18 December Camera di Commercio Pistoia III Giornata della Trasparenza
18 December Camera di Commercio Pistoia Ottavo Giro d'Italia delle donne che fanno impresa
18 December Camera di Commercio Massa-Carrara Il marchio, un segno distintivo che fa bene all'azienda
21 December Camera di Commercio Pistoia Il contenzioso nel settore bancario: prospettive in mediazione
22 December Camera di Commercio Livorno Conferenza Stampa di fine anno
22 December Camera di Commercio Livorno Conferenza Stampa di fine anno
14 January Camera di Commercio Pistoia Strategie per valorizzare la riforma
20 January Camera di Commercio Firenze "Un ponte tra banche e imprese" - I finanziamenti per le imprese del settore agrario e agroalimentare
1 February Camera di Commercio Pistoia Datemi un robottino e solleverò il mondo
2 February Camera di Commercio Pistoia La certificazione: garanzia di qualità e competitività per le imprese in Italia e nel mondo


Logo Sincert


Stampa