Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  10 -  venerdì 6 ottobre 2017 - anno  16
Attività Istituzionale
L’esperienza di “Impresa in Azione”presentata nell’ambito di "Fiera Didacta Italia”

Da destra: Livia Di Nardo di Junior Achievement Italia e Patrizia Costia della Fondazione ISI di Pisa

Nell'ambito di "Fiera Didacta Italia", manifestazione dedicata al mondo della scuola: dalle aziende che presenteranno i prodotti più all'avanguardia, ai  numerosi workshop, seminari tematici, momenti di confronto dentro e fuori la Fiera, la Regione Toscana ha organizzato il 27 settembre nel proprio spazio il seminario "L'alternanza Scuola Lavoro per essere imprenditore del tuo futuro". Si parlerà di tirocini formativi, di educazione all'imprenditorialità, e di apprendistato, temi che trovano sempre maggiore diffusione nelle scuole del nostro Paese  ed in Toscana in particolare. Proprio nella nostra regione, da molti anni, il Sistema delle Camere di Commercio è attivo in materia di Alternanza Scuola-Lavoro con il Programma "Impresa in Azione", che si inserisce come "buona pratica", riconosciuta dal MIUR, nel contesto più ampio delle metodologie attuative dell'Alternanza Scuola-Lavoro,  utilizzando il modello della "mini-impresa",  secondo il format di  Junior Achievement Italia, che applica le logiche esperenziali di "learning by doing."

 

Nel corso del seminario, il Sistema Camerale ha presentato l'esperienza acquisita con il Programma "Impresa in Azione", che, avviato molti anni fa dalla Camera di Commercio di Pisa, si è successivamente allargato, divenendo progetto regionale. E' intervenuta la Dott.ssa Patrizia Costia, di ISI, Fondazione della CCIAA di Pisa, capofila del progetto regionale, che ha portato la sua preziosa testimonianza sul significato di questa metodologia e della esperienza degli studenti e dei tutor scolastici che hanno partecipato al progetto. In particolare ha illustrato l'ultima edizione di "Impresa in Azione", conclusa nel maggio scorso e che ha visti coinvolti 31 Istituti scolastici, 76 gruppi classe in 7 province e l'adesione delle Camere di Commercio di Firenze, della Maremma e del Tirreno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia e Siena, edizione supportata dall'Ufficio Scolastico Regionale Toscana, da Junior Achievement Italia, da Unioncamere Toscana, con il prezioso sostegno di  Rotary International Distretto 2071 e con il patrocinio della Regione Toscana.

 

La Camera di Commercio di Firenze era presente a "Didacta Italia" con un proprio spazio seminariale all'interno del quale sono state presentate le numerose attività e progetti realizzati nell'ambito dell'Alternanza Scuola-Lavoro ed educazione all'imprenditorialità.

 

"Oggi più che mai il Paese guarda al futuro e noi abbiamo il dovere di preparare quel futuro per i nostri ragazzi - ha dichiarato Andrea Sereni, Presidente di Unioncamere Toscana - E' per questo che l'imprenditorialità diventa, ogni giorno di più, è una delle competenze chiave che la scuola ha bisogno di sviluppare e la collaborazione concreta tra mondo delle imprese e scuola porterà senz'altro ad un grande mutamento, consentendo nuove opportunità ma solo nella logica in cui ciò si tradurrà in partenariati di qualità e concretezza degli strumenti e delle modalità attuative. Progetti come Impresa in Azione infatti, dimostrano nella realtà che l'Alternanza è scuola a tutti gli effetti, favorendo una maggiore consapevolezza nei giovani circa le loro scelte future fornendo le competenze, anche trasversali,  necessarie per affrontare il mondo del lavoro".

 

"La Camera di Commercio di Pisa - ha commentato il Presidente Valter Tamburini - in questi anni ha operato convintamente per favorire l'incontro tra la scuola e il territorio e per valorizzare l'eccellenza del capitale umano focalizzandosi sui giovani e sulla loro formazione. Spesso infatti non vi è perfetta sintonia tra le esigenze dell'impresa e i programmi formativi e dunque mettere a contatto questi ambiti può agevolare sintesi virtuose che arricchiscono il territorio".

 

"Impresa in azione - osserva il Presidente della Camera di Commercio della Maremma e Tirreno Riccardo Breda - utilizza una formula efficace: i ragazzi ricevono una formazione specifica su come avviare un'impresa, poi sviluppano la loro creatività inventando un nuovo prodotto o servizio e infine apprendono nozioni di marketing per lanciarlo sul mercato: è un modo intelligente per orientare i giovani verso le scelte future. A Livorno e provincia Impresa in azione ha riscosso un particolare interesse e anche nell'ultima edizione i nostri gruppi di studenti-imprenditori hanno ottenuto un lusinghiero successo, con idee e prodotti davvero interessanti. E' un segnale importante che ci sono risorse giovani e creative in grado di dare un futuro alla nostra economia locale".

 

 "Per Junior Achievement individuare partenariati di qualità con Istituzioni che hanno in comune con noi l'obiettivo di sviluppare e accrescere le competenze dei giovani è essenziale. - ha dichiarato Eliana Baruffi, Presidente di Junior Achievement Italia. - In Toscana, grazie alla partnership con ISI Fondazione di partecipazione per l'Innovazione e lo Sviluppo Imprenditoriale, l'Ufficio Scolastico Regionale e Unioncamere Toscana siamo presenti capillarmente su tutto il territorio con le nostre iniziative didattiche ormai da 9 anni. Ci auspichiamo che anche il mondo privato possa essere protagonista dell'Alternanza Scuola-Lavoro aderendo al progetto di JA Italia, entrando a diretto contatto con il mondo della scuola per trasmettere i valori del business e dell'intraprendenza". 

 


Storie di alternanza: un premio delle Camere di Commercio

Il premio "storie di alternanza" è un'iniziativa promossa dalle Camere di Commercio italiane con l'obiettivo di valorizzare e di dare visibilità ai racconti dei progetti di alternanza scuola lavoro, ideati e realizzati dagli studenti che hanno vissuto in prima persona l'esperienza dell'alternanza e dai tutor degli istituti scolastici italiani di secondo grado.

 

L'iniziativa mira ad accrescere la qualità e l'efficacia dei percorsi di alternanza scuola lavoro, facendone un'esperienza davvero significativa  per gli studenti attraverso il racconto delle proprie esperienze

 

REQUISITI DI AMMISSIBILTA'

 

Il Premio è suddiviso in due categorie distinte per tipologia di istituto scolastico partecipante:

 
  • LICEI
  • STITUTI TECNICI E PROFESSIONALI

Sono ammessi a partecipare al premio "STORIE DIALTERNANZA" gli studenti regolarmente iscritti e frequentanti istituti scolastici italiani di secondo grado. Gli studenti devono:

  • Far parte di una o più classi di uno stesso o più istituti d'istruzione secondaria superiore italiani
  • Aver svolto un percorso d'alternanza scuola lavoro
  • Realizzare un racconto multimediale che presenti l'esperienza di alternanza realizzata

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE

 

Il Premio prevede due livelli di partecipazione:

  • Partecipazione a livello locale (promosso e gestito dalle Camere di Commercio aderenti):
  • iscrizione al premio à per partecipare al Premio è necessario inviare alla Segreteria organizzativa di Unioncamere- mail: storiedialternanza@unioncamere.it e all'indirizzo PEC della propria Camera di Commercio, se partecipante al progetto nazionale, la seguente documentazione (la quale deve essere trasmessa unicamente per e-mail in formato "PDF" con allegato il link per la visualizzazione del video)

1 - La domanda d'iscrizione

  • La domanda d'iscrizione deve essere stampata, firmata dal docente tutor e dal Dirigente Scolastico. In alternativa la domanda può essere firmata digitalmente (il docente tutor effettua l'iscrizione al Premio con l'avvallo del Dirigente Scolastico, l'iscrizione al Premio deve essere effettuata esclusivamente avvalendosi degli specifici moduli disponibili all'indirizzo www.unioncamere.gov.it o sul sito della Camera di riferimento.

2 - Il racconto in forma video

  • Per partecipare al premio è prevista la produzione di un video della durata compresa tra i 3 e gli 8 minuti, da realizzare in formato digitale in modo da consentire la diffusione web. Il video dovrà avere estensione MP4 o AVI in formato video 16:9, mai superiore a 720 pixel.

3 - La scheda di sintesi relativa ai risultati del progetto di alternanza scuola lavoro

  • Si richiede ai docenti che presentano la candidatura di compilare debitamente una scheda di sintesi che contenga una descrizione di massima del progetto formativo indicando le attività previste e realizzate, gli obiettivi e le finalità, le modalità di svolgimento, il monitoraggio di risultati

4 - La liberatoria

  • E' fatto obbligo di sottoscrivere e inviare alla Segreteria Organizzativa del premio l'apposita liberatoria debitamente compilata e firmata per ciascuno dei partecipanti coinvolti nel video a qualsiasi titolo, siano essi minorenni e maggiorenni. La mancanza anche soltanto di una singola liberatoria comporta l'esclusione del gruppo.  

Per le domande di partecipazione provenienti da Istituti scolastici ricadenti nel territorio di Camere di Commercio non partecipanti al progetto sarà direttamente la Segreteria nazionale del Premio, presso Unioncamere, ad effettuare le necessarie attività istruttorie

 

Tutta la documentazione deve pervenire entro le seguenti scadenze:

  • SESSIONE II SEMESTRE 2017: Dal1°Settembre al27 Ottobre 2017
  • SESSIONE I SEMESTRE 2018: Dal 1°febbraio al 20 Aprile 2018

 

Partecipazione a livello Nazionale:

  • Soltanto i racconti di alternanza scuola lavoro selezionati a livello locale sono ammessi al concorso nazionale. E' cura della rispettiva Camera di Commercio l'invio a Unioncamere della documentazione relativa ai progetti selezionati per ciascuna delle due sessioni con le seguenti scadenze
    • Sessione secondo semestre: entro il 10 Novembre 2017
    • Sessione primo semestre : entro l'11 Maggio 2018

VALUTAZIONE DELLE STORIE DI ALTERNANZA:

La valutazione della documentazione sarà effettuata prima a livello locale e in seguito a livello nazionale.

  • COMMISSIONE LOCALE:

La Camera di Commercio aderente all'iniziativa nomina una commissione di valutazione costituita da tre componenti individuati tra esperti di formazione, alternanza scuola lavoro, rappresentanti del Sistema camerale e del sistema dell'istruzione e della ricerca, del mondo del lavoro e delle professioni.

Ciascuna commissione locale, per ognuna delle sessioni temporali e a proprio insindacabile giudizio:

- Individua i racconti di alternanza vincitori.

- Segnala, con una menzione i racconti che si siano distinti per particolare merito.

- Trasmette la documentazione dei progetti vincitori a livello locale alla Segreteria della commissione nazionale per la successiva fase di valutazione.

 

  • COMMISSIONE NAZIONALE:

La commissione nazionale per ciascuna sessione temporale e a proprio insindacabile giudizio:

- Esamina le candidature pervenute esclusivamente a livello nazionale, individuandone, per ciascun territorio fino a un massimo di tre per categoria dei licei e di tre per categoria degli istituti tecnici e professionali.

- Esamina i risultati pervenuti dalle commissioni locali integrandoli con i risultati della selezione.

- Seleziona i racconti di alternanza.

- Segnala con una menzione i racconti che si siano distinti per particolare merito.

 

PREMIO NAZIONALE

Per ciascuna sessione temporale l'ammontare complessivo dei premi che potranno essere differenziati tra i vincitori secondo la classificazione nella graduatoria, è pari a € 5.000,00.

 

 

PRESENTAZIONE di Lapo Bianciardi & Giorgio Rigoli, studenti dell'Istituto Volta (Bagno a Ripoli, FI), in tirocinio formativo presso Unioncamere Toscana. 


DOCUMENTI ALLEGATI
Protocollo fra Ministero dello Sviluppo Economico e Unioncamere per aumentare il numero delle aziende italiane all’estero

" "Il Ministero dello Sviluppo economico e Unioncamere hanno siglato un protocollo d'intesa per compiere un ulteriore passo verso la riorganizzazione del sistema pubblico a sostegno dell'internazionalizzazione delle aziende italiane. Il protocollo dà attuazione a quanto previsto dal recente decreto di riforma delle camere di commercio, prevedendo che il sistema camerale concentri le proprie attività in Italia per preparare le PMI a operare all'estero, prevedendo le opportune forme di raccordo con l'ICE, l'Agenzia posta al centro del Sistema per l'internazionalizzazione, affinché le imprese possano essere assistite in maniera unitaria e coordinata dal loro territorio fino ai mercati stranieri di interesse.

Le attività previste dal protocollo di intesa rispondono, in particolare, a un obiettivo strategico: portare più imprese all'estero e rafforzare le quote di mercato delle aziende che esportano in maniera ancora saltuaria. Il recente Rapporto dell'ICE ha infatti evidenziato che, pur crescendo ancora l'export italiano, il numero delle aziende esportatrici fra il 2010 e il 2016 è aumentato troppo lentamente e in misura ancora insoddisfacente.

 

"Questo protocollo - afferma il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, On. Ivan Scalfarotto - è parte integrante di quel disegno strategico avviato nel 2014 e volto al supporto dell'internazionalizzazione delle nostre imprese. Un disegno che ha già portato notevoli risultati sia per la costante crescita registrata dalle nostre esportazioni che per l'aumento del numero di investimenti esteri in Italia. In questo contesto assume particolare rilevanza il ruolo svolto dall'ICE, vero e proprio collante fra gli attori del sistema per l'internazionalizzazione, che ha tra i principali obiettivi proprio quello di aumentare il numero delle nostre imprese esportatrici".

 

 "Molte aziende italiane hanno tutti i numeri per esportare ma hanno bisogno sempre più di soggetti che sui territori siano in grado di assisterle a muovere i primi passi. Accanto agli altri organismi pubblici e privati, le camere di commercio potranno ora meglio raggiungerle e prepararle per l'estero attraverso iniziative di informazione, formazione, supporto organizzativo e assistenza alle imprese, con particolare riguardo a quelle di minori dimensioni, alle start up ed alle imprese organizzate in filiere e reti.". E' il commento del presidente di Unioncamere, Ivan Lo Bello, che aggiunge "Contiamo nel prossimo triennio di individuare e accompagnare sui mercati internazionali 10.000 nuovi esportatori. È questa una potenzialità per il Paese che, se colta, può fare diversi punti in più di export".  


Attività Studi & Ricerche
E’ on-line il Cruscotto Infocamere aggiornato al 30 giugno 2017

" "

Il Cruscotto di indicatori statistici regionali, rilasciato trimestralmente da InfoCamere, è costituito da quattro report statistici dedicati alla demografia imprenditoriale - di cui due a carattere strutturale sull'anno 2016 e due congiunturali relativi al secondo trimestre 2017 - e da due fascicoli contenenti indicatori statistici elaborati sulla base dei bilanci depositati dalle società di capitali presso le Camere di Commercio.

 

Nel fascicolo congiunturale relativo alle imprese registrate trovano spazio informazioni sull'andamento della nati-mortalità imprenditoriale. Fra il 1° aprile ed il 30 giugno 2017, in Toscana, le iscrizioni al Registro delle Imprese sono state 6.088 (-6,0% rispetto allo stesso periodo del 2015), mentre le imprese cessate (non d'ufficio) sono state 4.263 (-5,0%); si aggiungono inoltre al bilancio del trimestre 2.699 aperture di unità locali (-0,9%) contro 1.772 chiusure (-3,5%). In conseguenza di tali andamenti, il saldo fra imprese iscritte e cessate diminuisce di 160 unità, passando dal +1.985 del II trimestre 2016 al +1.825 del 22 trimestre 2017. Un'evoluzione maggiormente positiva si registra invece sul fronte delle aziende toscane entrate in scioglimento e liquidazione, pari a 1.026 nel trimestre in esame e dunque in diminuzione di quasi 100 unità dalle 1.119 dello stesso periodo dell'anno precedente (-8,3%). Ancora più favorevole è poi l'andamento dei fallimenti e delle altre procedure concorsuali, scese da 290 a 259 (-10,7%) segnalando - dunque - una decisa attenuazione del fenomeno delle crisi aziendali.   


Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


Cruscotto indicatori statistici Toscana (aggiornamento al 30.6.2017)
Report su:
 Imprese registrate (dati strutturali al 31.12.2016)
 Imprese attive (dati strutturali al 31.12.2016)
 Imprese registrate (dati congiunturali II trimestre 2017)
 Imprese attive (dati congiunturali II trimestre 2017)
 Bilanci (anno 2015)
 Bilanci compresenti (triennio 2014-2016)

Notizie dal mondo camerale
Prato - Lasciare sul territorio le sanzioni versate in seguito all’attività di controllo
Oltre 200mila Euro di sanzioni versate all'Erario dal 2015

Logo della Camera pratese

Lasciare sui territori tutte o parte delle risorse che vengono versate in seguito all'accertamento di violazioni che vengono accertate nel corso di attività di controllo: la proposta di legge dell'On. Susanna Cenni sembra andare in questa direzione, auspicata anche dalla Camera di Commercio di Prato. Ad oggi infatti alle Camere di Commercio che svolgono l'attività di vigilanza e le funzioni sanzionatorie, non resta niente delle sanzioni che vengono irrogate, tutto il gettito viene destinato dall'Erario.

 

"Avevamo lanciato questa proposta nel corso delle audizioni della Commissione Anticontraffrazione che lo scorso anno aveva fatto il lavoro di indagine in città - commenta Luca Giusti, presidente della Camera di Commercio di Prato - e spero che la proposta di legge possa terminare il suo iter. Portare avanti l'attività di controllo è impegnativo e potremmo fare di più se avessimo maggiori risorse a disposizione".

 

I NUMERI A seguito di ispezioni fatte dalla Camera di Commercio di Prato tra il 2015 e il 2016 sono stati emessi verbali per circa 78 mila euro, di cui 35 mila per violazioni in ambito tessile e 43 mila per violazioni in altri ambiti (giocattoli, prodotti elettrici, altri ambiti relativi al Codice del Consume). Sono inoltre in corso procedimenti che presumibilmente porteranno a irrogare sanzioni per 185 mila euro. Sempre in questi settori di attività sono state emesse ordinanze per 110 mila euro, in seguito a verbali di Guardia di Finanza, Polizia Municipale, Dogane. Tutte le risorse recuperate sono ad oggi destinate all'Erario. 


Siena - Fai crescere la tua impresa online grazie a iniziative della Camera di Commercio
Seminari gratuiti – Eccellenze in digitale

Logo della Camera pratese

Prosegue l'impegno della Camera di Commercio di Siena nel creare i presupposti per la digitalizzazione delle piccole e medie imprese del territorio con gli ultimi seminari del progetto "Eccellenze in Digitale", promosso con  Google, Unioncamere e Ministero dello Sviluppo Economico.

 

La Camera di Commercio di Siena sta raccogliendo le adesioni per la partecipazione ai seminari formativi teorico/pratici e gratuiti con i quali le aziende del territorio potranno conoscere le migliori strategie per essere on-line.

 

In ottobre e novembre 2017 si terranno i seguenti seminari presso la sede camerale di Siena:

 

 

Nel pomeriggio dei giorni in cui si svolgeranno i seminari sono previste esercitazioni pratiche per soli imprenditori dalle ore 14.00 alle 16.00.

 

Non sono previste esercitazioni pratiche per il seminario del 12 ottobre 2017.

 

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI:


Maremma & Tirreno - Cabina di Regia per le imprese danneggiate dal nubifragio
Le domande su modello C vanno consegnate in CCIAA entro il 16 ottobre

E' attivo dal 26 settembre scorso in Camera di Commercio lo sportello emergenza imprese, dedicato alla raccolta del cosiddetto modello C della protezione civile, quello con cui si effettua una ricognizione dei danni subiti dalle aziende livornesi e si fa una stima quanto più possibile precisa del danno.

 

I modelli sono disponibili sul sito dall'ente camerale www.lg.camcom.gov.it, presso i tre Comuni interessati e presso le associazioni di categoria.

 

Le domande dovranno essere consegnate obbligatoriamente entro il giorno 16 ottobre per consentire alla Regione di inoltrare al Governo la stima complessiva dei danni e ottenere così uno stanziamento celere.

 

Per le imprese è questo il primo, necessario passo per segnalare i danni. Lo sportello Cciaa è aperto dal lunedì al venerdì, al secondo piano della sede di Livorno, nei seguenti orari: 8,30 - 13,30 e 15,00 - 18,00.

 

Per ogni informazione o chiarimento si può scrivere alla mail emergenzaimprese@lg.camcom.it o telefonare ai numeri 0586/231319 - 313 - 290 - 316 - 285.

Le domande, a cui è possibile allegare anche documentazione fotografica, si consegnano in duplice copia.

 

Modalità di consegna: cartacea allo sportello della Camera di Commercio, piazza del Municipio 48, Livorno, oppure in modalità telematica, scrivendo alla PEC istituzionale della Camera cameradicommercio@pec.lg.camcom.it 


Firenze - A Fiera Didacta tutti i progetti sull'alternanza scuola lavoro
Alla tre giorni della Fortezza da Basso nello stand di Camera di Commercio di Firenze saranno presentati i contributi per le imprese, il progetto Excelsior e tante altre iniziative

Logo della Camera fiorentinaTutte le azioni messe in campo da Camera di Commercio di Firenze per promuovere l'alternanza scuola lavoro saranno presentate a Didacta Italia, la fiera sul mondo dell'educazione aperta alla Fortezza da Basso da mercoledì 27 a venerdì 29 settembre 2017. Durante la fiera gli stand di Camera di Commercio di Firenze e Unioncamere saranno a disposizione delle imprese per fornire informazioni dettagliate sui progetti.

L'ultimo giorno della fiera, venerdì 29 settembre, dalle 10 alle 12, nello stand di Camera di Commercio di Firenze verrà organizzato l'Alternanza Day, iniziativa del sistema camerale dove il presidente Leonardo Bassilichi e il sottosegretario al ministero dell'Istruzione Gabriele Toccafondi presenteranno a dirigenti scolastici, associazioni di categoria e imprese le opportunità legate all'alternanza scuola-lavoro:

· il Registro nazionale per l'alternanza scuola lavoro, la piattaforma web che mette in collegamento studenti e aziende;

· storie di alternanza, il concorso riservato alle scuole e agli studenti per dare visibilità ai racconti di alternanza scuola lavoro;

· i contributi alle imprese che ospitano studenti in percorsi di alternanza scuola lavoro;

· gli ultimi risultati del progetto Excelsior, il sistema informativo per l'occupazione e la formazione realizzato da Unioncamere fornisce dati aggiornati sulle principali caratteristiche delle figure professionali ricercate dalle imprese.

Inoltre, mercoledì 27 settembre alle 12 gli studenti del Liceo Gramsci di Firenze esporranno i risultati del progetto presentato a Impresa in azione con il quale si sono classificati primi nella città metropolitana fiorentina.

Per tutta la durata della mostra nello stand sarà anche possibile visitare la mostra di poster digitali realizzati dagli studenti di alcune scuole secondarie superiori che hanno partecipato alla campagna di sensibilizzazione contro i falsi, promossa dall'Osservatorio anticontraffazione della Camera di Commercio di Firenze.


 


Lucca - Successo del concerto dei Rolling Stones
Giorgio Bartoli esprime la propria soddisfazione

Logo della Camera lucchese

Lucca per una sera è stata la capitale mondiale del rock. Lo straordinario contesto delle Mura, degli spalti, delle torri ha reso il concerto dei Rolling Stones davanti a migliaia di fan un evento unico, ineguagliabile rispetto ad arene e stadi in tutto e per tutto uguali ed anche un po' anonimi.

 

"A Lucca il rock ha fuso l'antico con il moderno mostrando quanta vitalità, energia e quanto desiderio di futuro sa ancora esprimere la storia della nostra città. Sono molto contento del successo dello Special Event di Lucca Summer Festival 2017 - dichiara il Presidente Giorgio Bartoli - e voglio ringraziare tutta la macchina organizzativa, che lo ha reso possibile: innanzitutto la D'Alessandro & Galli, società promotrice di livello internazionale, che facilmente poteva trovare location di più semplice gestione anche se sicuramente meno affascinanti. Subito dopo i ringraziamenti e le congratulazioni vanno all'Amministrazione Comunale, l'Opera delle Mura e la Soprintendenza, che con coraggio e lungimiranza hanno autorizzato il concerto assumendosi l'onere della scelta e della responsabilità; poi la Prefettura, la Questura e le forze dell'ordine per la gestione della sicurezza in una contingenza nazionale ed internazionale così complessa ed infine ringrazio tutta la città - categorie, associazioni, cittadini - per avere collaborato con intelligenza alla realizzazione del concerto e aver creato, con entusiasmo, un'atmosfera unica che si respirava in tutta la città. Un pensiero particolare ai soggetti impegnati nei compiti di protezione civile e servizio d'ordine per aver garantito uno svolgimento in totale serenità."

 

La proiezione mondiale del No Filter Tour arrecherà un grande beneficio di immagine alla città di Lucca, che sulla scorta del successo dei dati turistici della stagione appena trascorsa ed ancora in parte corso potrà in previsione contare sull'eco indotto dal successo del concerto e dell'intero tour.

 

"Se si considera che l'Organizzazione Mondiale del Turismo prevede nel 2020 un flusso internazionale di turisti superiore a 1,6 miliardi e se si prende definitivamente atto che il turismo è una risorsa divenuta centrale per lo sviluppo di Lucca, si deve consapevolmente accettare che i temporanei disagi e le difficoltà che la città si trova ad affrontare, sono comunque ripagate da un ritorno di immagine, di indotto e in ultima analisi di reddito che investe l'intero territorio e di cui tutti noi ne godiamo direttamente o indirettamente gli effetti. Tutto ciò deve avvenire nel rispetto della bellezza del patrimonio culturale e artistico della città, che è già di per sé un fattore attrattivo fondamentale, che deve essere certamente mantenuto e conservato, ma anche valorizzato agli occhi del mondo". Queste manifestazioni portano un flusso di visitatori internazionale, assolutamente civile ed educato che ben si sposa con la nostra cultura cittadina. Ci auguriamo, pertanto, che questo sia solo il primo di una lunga serie di Special Event del Lucca Summer Festival. 

 


Pisa - La Camera di Commercio aderisce al Premio “Storie di Alternanza”
Gli studenti protagonisti con i video che raccontano la loro esperienza di alternanza scuola/lavoro. 2mila euro di premi a livello locale, 5mila per chi si aggiudicherà la finale nazionale.

Logo della Camera pisana

La Camera di Commercio di Pisa scende nuovamente in campo a sostegno dei progetti di alternanza scuola/lavoro, in piena sintonia con la riforma del sistema camerale che le assegna un ruolo preminente nel favorire l'incontro tra la scuola e il territorio. L'iniziativa, denominata Premio "Storie di Alternanza", è di quelle accattivanti e innovative, particolarmente in linea con l' espressività e la creatività dei giovanissimi, sempre più caratterizzata dal ricorso allo strumento multimediale.

 

Istituito da Unioncamere Nazionale, il concorso mette in competizione gli studenti della scuola di secondo grado che potranno concorrere presentando un video che liberamente rappresenti la loro esperienza di stage all'interno dell'impresa/istituzione ospitante.

 

"Con il ricorso allo strumento multimediale, particolarmente congeniale agli studenti e che dovrà avere le caratteristiche per essere diffuso anche in rete, commenta il Presidente della Camera di Commercio Valter Tamburini, non soltanto si valorizza e si accresce la qualità e l'efficacia dei percorsi di alternanza scuola-lavoro ma si assicura giusta visibilità anche alle realtà del territorio che quei percorsi hanno ospitato nella propria struttura trasferendo abilità e competenze.».

 

In concreto, il premio si rivolge a due distinte categorie di partecipanti individuate sulla base della tipologia di istituto scolastico (Licei e Istituti tecnici e professionali) e si articola su due livelli di partecipazione: uno locale, promosso e gestito dalla Camera di Commercio di Pisa e uno nazionale, gestito da Unioncamere al quale saranno ammessi i progetti selezionati a livello locale.

 

Gli istituti scolastici della provincia di Pisa potranno iscrivere i propri studenti, sia singolarmente che in gruppo, in due distinte sessioni temporali:

 

- Sessione II semestre 2017: dal 1 settembre al 27 ottobre 2017

- Sessione I semestre 2018: dal 1 febbraio al 20 aprile 2018

 

Per i vincitori di entrambe le categorie di Istituto e per ciascuna sessione temporale di partecipazione, la Camera di Pisa ha previsto un premio di 500 euro con un montepremi complessivo dunque di 2000 euro.

 

I racconti selezionati a livello locale, fino ad un massimo di 3 per ciascuna categoria, saranno ammessi al concorso nazionale dove si sfideranno per aggiudicarsi il premio finale di 5000 euro.

 

Tutte le informazioni e il regolamento del concorso sono disponibili sul sito internet della Camera di Commercio di Pisa www.pi.camcom.it.

 

Alternanzaday

 

Il prossimo 3 ottobre, a partire dalle ore 15.30 presso la Camera di Commercio di Pisa, sarà la volta di #alternanzaday: un pomeriggio dedicato alle scuole che vorranno saperne di più sul Premio ma anche sulle altre iniziative in tema di Alternanza organizzate dalla Camera di Commercio e dalla Fondazione di partecipazione per l'Innovazione e lo Sviluppo Imprenditoriale -ISI. 


Arezzo - Stabilità complessiva dall’export aretino nel primo semestre 2017

Logo della Camera di ArezzoNel primo semestre 2017 il valore delle esportazioni della provincia di Arezzo è diminuito complessivamente di 85 milioni di euro (-2,6% in termini percentuali) rispetto allo stesso periodo del 2016, attestandosi a circa 3,152 miliardi di euro. Il saldo commerciale presenta un avanzo di circa 1.275 milioni di euro, in aumento del 3,9%.

 

 

Le principali voci dell'export aretino

I metalli preziosi, a causa di un secondo trimestre particolarmente negativo (-34%), nei primi sei mesi del 2017 accusano una flessione del 24% attestandosi a 961 milioni di euro, circa 303 in meno rispetto allo stesso periodo del 2016.

La gioielleria ed oreficeria, dopo un fine 2016 non brillante, nei primi sei mesi del 2017 mette a segno una crescita del 5,1%, attestandosi a poco più di 942 milioni di euro di esportazioni .

Il principale mercato di riferimento dell'export orafo aretino, gli Emirati Arabi Uniti, presenta delle criticità persistenti (-9,3%) che comunque vanno gradualmente riducendosi. Per fortuna gli altri principali mercati sono invece in ripresa: sono particolarmente dinamici Hong Kong (+32,7%) e Turchia (+21,7%), un po' meno gli Stati Uniti (+5,9%).

Il distretto di Vicenza cresce in maniera più moderata (+1,2%), ottenendo però risultati superiori a quelli aretini in un mercato di rilievo come quello statunitense (+22,8%).

Infine, il distretto orafo di Valenza evidenzia un incremento delle esportazioni di quasi il 40%, sorprendente se si considera che la domanda mondiale di gioielleria presenta nella prima metà del 2017 solo una modesta ripresa. I mercati di sbocco del polo alessandrino comunque sono completamente diversi da quelli degli altri due distretti: i primi due sono Svizzera e Francia che da soli arrivano a rappresentare i tre quarti delle vendite all'estero.

 

La moda, dopo un 2016 caratterizzato da segni negativi di particolare rilievo, con il nuovo anno torna a risultati nettamente positivi: nei primi sei mesi, infatti le esportazioni sono cresciute del 29,1%, attestandosi a più di 470 milioni di euro.

Tutte le specializzazioni presentano un aumento dei flussi verso l'estero, ma sono la pelletteria e le calzature quelle che presentano i risultati migliori: +35,8% la prima e +38% le seconde. L'abbigliamento ha un passo un po' più moderato (+20,6%). Infine i prodotti tessili crescono del 4,8% sul corrispondente periodo del 2016.

 

Esaminando il dettaglio dei principali mercati di sbocco, si può notare che l'abbigliamento cresce in tutte le destinazioni, con Giappone e Hong Kong sugli scudi (+110,7% e +60,3% rispettivamente). Anche nella pelletteria il segno positivo è ampiamente diffuso, con la sola eccezione della Corea del Sud (-47%). Infine tutti i mercati di sbocco delle calzature sono in crescita, primi fra tutti il mercato britannico (+862%) e quello tedesco (+512%).

 

Fra gli altri settori principali, sono in crescita le bevande (+0,5%), i prodotti chimici (+11,8%), i prodotti farmaceutici (+70,9%), i prodotti in metallo (+18%), quelli di elettronica ed elettromedicale (+19,2%), i macchinari (+20,9%), autoveicoli e altri mezzi di trasporto (+18,8%) ed i mobili (+4,5%).

Al contrario sono in discesa, rispetto al primo semestre 2016, i prodotti alimentari (-5,4%), il legno e prodotti in legno (-6,9%), e le apparecchiature elettriche (-9,5%).

 

" Il quadro delineato dalla rilevazione export del primo semestre 2017 - commenta il Presidente della Camera di Commercio di Arezzo Andrea Sereni- ne conferma il ruolo di motore di traino e sviluppo del territorio. Un export che, ormai da alcuni anni,  ha superato i livelli raggiunti nel periodo pre crisi e che ha permesso di contenere le conseguenze negative della flessione del mercato interno. La nuova legge di riforma del sistema camerale italiano ha escluso per gli Enti camerali la possibilità di svolgere direttamente attività promozionale all'estero, focalizzandone l'attività verso la formazione e l'assistenza alle imprese per la loro preparazione ai mercati internazionali. Come sistema camerale abbiamo in tal senso sottoscritto il 13 settembre scorso un protocollo d'intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico che individua le opportune forme di raccordo con l'ICE, l'Agenzia posta al centro del Sistema per l'internazionalizzazione, affinché le imprese possano essere assistite in maniera unitaria e coordinata dal loro territorio fino ai mercati stranieri di interesse. Un protocollo che intende acquisire un obiettivo strategico: portare più imprese all'estero e rafforzare le quote di mercato delle aziende che esportano in maniera ancora saltuaria. L'ultimo rapporto dell'ICE ha infatti evidenziato che rispetto alla crescita dei volumi e dei fatturati il numero delle aziende esportatrici fra il 2010 e il 2016 è aumentato in maniera limitata rispetto anche alle potenzialità presenti in molti mercati esteri. Si tratta di una occasione che molte imprese del nostro territorio possono e devono cogliere. Infine ritengo particolarmente positivo il recupero del comparto moda  rispetto allo stesso periodo del 2016. Un dato positivo che ha interessato tutte le sue specializzazioni, ad iniziare dall'abbigliamento e dalla pelletteria che lo scorso anno avevano avuto le performance più negative."

 

" Il primo semestre 2017 registra un andamento abbastanza stabile per l'export aretino. - sottolinea dichiara il Dott. Giuseppe Salvini, Segretario Generale della Camera di Commercio di Arezzo - Alla consistente contrazione dei metalli preziosi che da sempre presentano un comportamento altalenante, tipico dei beni rifugio e quindi maggiormente influenzato dalle vicende geopolitiche globali si contrappone l'andamento positivo del settore moda. Per quanto concerne la gioielleria, la crescita  può essere ascrivibile in buona parte al similare aumento del prezzo dell'oro: il fixing del metallo prezioso ha infatti presentato nei primi sei mesi dell'anno un incremento medio del 4,5% nelle quotazioni in euro. E' comunque da evidenziare la trasformazione dei mercati di sbocco della nostra gioielleria: agli Emirati Arabi Uniti, che fino a qualche anno fa rappresentavano oltre i 2/3 dell'esportazione orafe aretine, si sono affiancati altri mercati di riferimento, come quello di Hong Kong, quello statunitense e quello turco. Siamo in presenza di una maggiore frammentazione dei mercati, derivante in parte dalle difficoltà dello stesso hub arabo causate dal contesto internazionale e dalla caduta del costo dei prodotti petroliferi, che peraltro in questi ultimi mesi si è arrestata . Una trasformazione con risvolti positivi come la significativa riduzione dei margini di rischio che normalmente presenta l'esistenza di un mercato unico di riferimento. E proprio l'analisi dei mercati di riferimento costituirà una delle attività strategiche per la crescita dell'export delle nostre aziende , che come Camera di Commercio saremo chiamati a svolgere con le nuove funzioni e competenze assegnate. Con l 'Azienda Speciale "Arezzo Sviluppo", in collaborazione con il Polo Universitario Aretino, abbiamo infatti in programma la realizzazione di specifiche attività formative per la gestione dei processi di internazionalizzazione. Il prossimo 14 novembre presenteremo le prime iniziative che saranno rivolte alle PMI che operano nei settori Agri Food, Gioielleria e Fashion".  


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
12 maggio - 23 novembre Camera di Commercio Siena Eccellenze in Digitale: Seminari gratuiti
9 ottobre Camera di Commercio Maremma & Tirreno Progetto "Co.S.Mo" Coastal student's mobility
10 ottobre Camera di Commercio Pisa Le sfide dell'agroalimentare 4.0
11 ottobre Camera di Commercio Firenze Percorso di Formazione sull'Economia Circolare e Sperimentazione d'Azioni per migliorare la Circolarità
13 ottobre Camera di Commercio Pisa Food & Wine Festival 2017 - Presentazione
18 ottobre Camera di Commercio Prato Lettura Multisensoriale
23 ottobre Camera di Commercio Pisa Il nuovo Regolamento 2016/679/UE sulla protezione dei dati personali e le imprese: da costo a opportunità - seminario gratuito
26 - 27 ottobre Camera di Commercio Maremma & Tirreno XX! Conventio Conservatori Registro Imprese
28 ottobre Camera di Commercio Pisa FOOD&WINE FESTIVAL "Terre di Pisa" 2017 - Inaugurazione
2 novembre Camera di Commercio Pistoia & Camera di Commercio Prato Tutela della Forma: Marchi 3D Modelli, Confronto tra Registrazioni dei Titoli nel Contesto Europeo e Intermazionale
9 novembre Camera di Commercio Firenze 10° Giro d'Italia delle donne che fanno impresa
15 novembre Camera di Commercio Pistoia Il mondo in tasca: sfruttare le potenzialità del mobile marketing
23 novembre Camera di Commercio Firenze Un ponte tra Banche e Imprese - 23 nov. 2017
23 novembre Camera di Commercio Pistoia La Mediazione civile e commerciale ...
24 novembre Camera di Commercio Massa-Carrara Strategie, azioni e sviluppo dei servizi, dalla scuola al mercato del lavoro
4 - 5 dicembre Camera di Commercio Prato Incoming di buyer esteri per il settore Food & Wine: aperte le adesioni


Logo Sincert


Stampa