Home

a cura di : franco.natali@tos.camcom.it
Newsletter n°  11 -  Monday, November 05, 2018 - anno  17
Attività Istituzionale
RetImpresa, InfoCamere e Università Ca' Foscari insieme per indagare nuovi trend sulle reti d'impresa
Focus credito: l'offerta è scarsa, potenziare rapporto banche-reti

" "

Mettere a sistema dati, competenze e vision per rappresentare, a livello nazionale, il punto di riferimento sul fenomeno delle reti d'impresa. È questo l'obiettivo dell'Osservatorio sulle Reti d'Impresa che nasce oggi dalla collaborazione tra il Dipartimento di Management dell'Università Ca' Foscari Venezia, InfoCamere e RetImpresa. L'Osservatorio si propone di rafforzare la conoscenza delle aggregazioni e di monitorare l'andamento e i nuovi trend di un fenomeno che conta quasi 5.000 realtà per oltre 30.700 imprese coinvolte su tutto il territorio nazionale e che sta interessando sempre più ambiti strategici come la trasformazione digitale 4.0, l'innovazione, l'internazionalizzazione, la promozione territoriale fino all'economia circolare.

Le attività di analisi porteranno all'elaborazione di un report annuale e alla realizzazione di specifiche indagini mirate, anche a supporto di auspicabili future azioni di policy finalizzate alla promozione dello strumento del contratto di rete e alla crescita organizzativa e dimensionale delle imprese, specie Pmi.

 

Per testare le potenzialità di uno strumento di analisi come l'Osservatorio, nell'aprile scorso RetImpresa ha lanciato nell'ambito del sistema associativo di Confindustria l'Indagine sul Fabbisogno Finanziario della Rete. L'Indagine ha l'intento di far emergere l'effettivo fabbisogno finanziario delle imprese in rete, facendo leva su esperienze ed esigenze concrete al fine di avviare iniziative mirate con i soggetti istituzionali, privati, accademici e del mondo finanziario. All'Indagine hanno partecipato 38 compagini (reti e consorzi) che aggregano oltre 650 imprese di tutte le macroaree del Paese, rappresentative di diversi settori produttivi, dalla meccanica e auto-motive alla moda e arredo, dall'agroalimentare all'ICT, all'efficienza energetica e alla logistica, ecc.

 

I risultati emersi evidenziano, da un lato, che le imprese in rete percepiscono come ancora insufficiente l'attuale livello di sostegno offerto dal sistema finanziario; dall'altro, mostrano però un grande interesse delle reti a rafforzare la collaborazione con gli operatori finanziari attraverso un confronto più strutturato sugli strumenti già esistenti e su eventuali nuovi prodotti ritagliati sulle loro esigenze specifiche. Infatti, l'81% delle reti dichiara di non aver mai ricevuto offerte di finanziamenti bancari dedicati. Quelle che invece le hanno ricevute, il 19%, dichiarano che i finanziamenti sono dedicati principalmente a internazionalizzazione (66%), mutui e leasing (33%) e innovazione (33%).

 

Gli ambiti di maggiore interesse per le imprese aggregate sono l'internazionalizzazione, la ricerca e innovazione, il supporto alla partecipazione a bandi di gara e il credito di filiera, mentre il gruppo CDP, con SACE e SIMEST, e gli istituti bancari sono i partner con cui rafforzare la collaborazione. I finanziamenti per l'internazionalizzazione sono il prodotto verso cui è rivolto in misura prevalente l'interesse per le reti (75%). Seguono poi innovazione e ricerca (44%) e credito di filiera (31%). Infine, è ricorrente nelle risposte l'esigenza di introdurre il "rating di rete", un meccanismo cioè che consenta di valutare nel suo complesso la qualità della rete e del programma comune di attività ai fini dell'accesso al credito e agli altri strumenti finanziari.

 

A simili conclusioni giunge anche l'indagine condotta sui contratti di rete dal Dipartimento di Management dell'Università Ca' Foscari Venezia. Riguardo al tema del credito, nello specifico, si evidenzia come il rapporto con il sistema bancario resti difficile, nonostante uno degli obiettivi dell'aggregazione in rete sul fronte finanziario, oltre all'opportunità di utilizzare fondi agevolati, sia proprio la costruzione di un'interlocuzione più forte con le banche, con un conseguente miglioramento delle condizioni di accesso al credito. Emerge poi come l'offerta di servizi dedicati da parte delle

principali banche italiane in realtà resti oggi più potenziale che effettiva, nonostante il fatto che i contratti di rete possano rappresentare per il sistema creditizio un'opportunità commerciale e un beneficio in termini di contenimento dei rischi.

 

La mappa aggiornata dei contratti di rete

All'inizio di ottobre, l'arcipelago delle imprese aderenti ad un contratto di rete contava 30.727 realtà sparse su tutto il territorio nazionale, nessuna provincia esclusa, riunite in 4.978 contratti. Questa fotografia emerge dai dati ufficiali del Registro delle Imprese, elaborati da InfoCamere, che tiene conto sia delle reti contratto che delle reti soggetto. Tra i settori a maggiore vocazione per la collaborazione in rete, in termini assoluti il primato va all'agricoltura (con 5.647 imprese aderenti ad un contratto), seguita dal commercio (5.052) e dalle attività manifatturiere (4.939). In termini relativi, a scegliere più di altri il contratto di rete sono le imprese della sanità, con 29 imprese in rete ogni mille del settore (a fronte di una media nazionale di 5 imprese in rete ogni mille esistenti). Seguono quelle operanti nella fornitura di acqua, reti fognarie e gestione dei rifiuti (18 in rete ogni mille), nelle attività professionali scientifiche e tecniche (9,4), nei servizi di informazione e comunicazione e nelle attività manifatturiere (entrambe con 8,7 imprese in rete ogni mille).

 

A livello regionale, il Lazio è la prima regione italiana per numero di imprese che hanno stipulato un contratto di rete (8.208), seguita da Lombardia (3.268), Veneto (2.306) e Campania (2.278) e Toscana (2.019). In termini relativi, i più attratti dai vantaggi della collaborazione sono gli imprenditori del Friuli-Venezia Giulia (con 13,5 imprese in rete ogni mille con sede in regione). A seguire quelli di Lazio (12,5), Umbria (7,8) e Abruzzo (7,2). Tra le province, è Roma la capitale assoluta del fenomeno con 4.827 imprese firmatarie di un contratto di rete (il 15% del totale nazionale) mentre la prima delle toscane è Firenze  con 460 imprese (il 4,27% del totale nazionale)

  


Il Desco Edizione 2018
Real Collegio di Lucca - dal 30 novembre al 9 dicembre 2018

" "

La 14^ edizione de Il Desco 2018 torna a Lucca nei giorni 30 novembre, 1, 2 dicembre / 7, 8 e 9 dicembre 2018, una tavola imbandita di sapori e saperi, una vetrina di prodotti tipici di altissima qualità: un vero e proprio itinerario del gusto italiano inserito nel calendario degli eventi 2018 Anno del cibo italiano.

L'edizione 2018, ad ingresso gratuito, si presenta con una nuova veste rinnovata nel segno della qualità: raddoppiata la superficie espositiva, produzioni agroalimentari di eccellenza provenienti da tutto il territorio nazionale e produzioni BIO.

 

Il Desco non è solo una mostra mercato, non è solo cibo, ma anche divertimento, cultura e intrattenimento, grazie al calendario ricco di appuntamenti per la promozione e la divulgazione della cultura del cibo e della tavola, quali showcooking, laboratori sensoriali del gusto, laboratori per bimbi, convegni, degustazioni, minicorsi, aperitivi con la partecipazione di ospiti e personaggi pubblici, che da sempre riscuotono un forte gradimento da parte del pubblico, avvicinando anche nuove persone alla manifestazione. Quest'anno sono state coinvolte le realtà del territorio quali musei, associazioni, organizzatori di eventi, che hanno la possibilità di proporre un evento da inserire nel calendario della manifestazione.

 

Il Desco è anche Esco dal Desco, un'azione che lega la manifestazione al territorio attraverso la promozione del calendario di eventi, mostre, workshop, convegni e tante altre opportunità che il territorio offre nel mese di novembre/dicembre durante il periodo della manifestazione per tutti coloro che colgono l'occasione per organizzare un fine settimana a Lucca.

 

Il Desco è attento all'ambiente, e in occasione della manifestazione ci sarà una vetrina per il mondo della produzione eco compatibile delle apparecchiature e dei prodotti ecologici, quali tovaglie, tovaglioli, piatti, bicchieri, posate ecc. realizzati con materiali biodegradabili e compostabili. L'esperienza del mangiare quale un momento di piacevole soddisfazione sempre più vissuto nel rispetto dell'ambiente e della salvaguardia del pianeta.

In concomitanza con Il Desco, Lucca Promos, società partecipata per la promozione ed internazionalizzazione della Camera di Commercio di Lucca, organizza un press trip Esperienze enogastronomiche e percorsi culturali al quae saranno presenti 10 giornalisti provenienti da vari paesi europei. Gli ospiti della stampa straniera avranno modo di visitare i luoghi più rappresentativi della vita e delle opere di Giacomo Puccini in sintonia con la campagna promozionale "The Lands of Giacomo Puccini", e assaporare e sperimentare le eccellenze enogastronomiche presenti a Il Desco. Il tour toccherà anche i luoghi più suggestivi legati al Maestro Puccini, cominciando dal centro storico di Lucca e la visita del Museo Casa Puccini per poi proseguire nella Mediavalle e colline Lucchesi alla scoperta delle lavorazioni alimentari artigianali e la degustazione dei prodotti tipici del territorio.

 

La Giunta camerale ha dettato a gennaio le linee guida per l'organizzazione dell'evento, per il suo sviluppo, stabilendo gli obiettivi dell'evento in valorizzazione del prodotto e potenziamento evento di bassa stagione attrattivo per i lucchesi e per i non lucchesi come meta per un fine settimana.

 

Nella logica di programmazione dell'edizione 2018 de Il Desco la Giunta camerale ha in particolare stabilito un iter da seguire per il raggiungimento degli obiettivi: incontri con gli espositori della scorsa edizione per un loro coinvolgimento nell'organizzazione dell'edizione 2018; costituzione di una commissione composta da rappresentanti delle associazione di categoria che affianchi la Camera di Commercio nella progettazione della prossima edizione; coinvolgimento del Comune di Lucca nel gruppo di lavoro "Il Desco 2018"; acquisizione di proposte da parte dei soggetti pubblici e privati del territorio, dei cittadini e in più in generale di tutti coloro che vogliono e desiderano fornire idee, progetti, proposte, stimoli per lo sviluppo della manifestazione. La commissione composta dai rappresentanti delle associazione di categoria si è riunita 3 volte e ha nominato 2 rappresentanti, nelle persone di Samuele Cosentino (Confcommercio) e Paolo Scialla (CIA), che hanno affiancato la commissione tecnico operativa composta dal personale camerale, che si è riunita 8 volte.

 

Il Desco 2018, evento organizzato dalla Camera di Commercio di Lucca, è patrocinato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, dal Ministero delle politiche agricole forestali e ambientale, dalla Regione Toscana, dal Comune di Lucca e il supporto di Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

 

I numeri

·     64 espositori provenienti da tutto il territorio nazionale così ripartiti: 36 con sede in provincia di Lucca, 16 con sede in Toscana, 12 con sede in altre regioni italiane. Gli espositori sono 30 aziende agricole e 34 aziende di trasformazione alimentare

·     70 eventi proposti da oltre 40 soggetti diversi: mostre, convegni, presentazioni, conversazioni con degustazioni, laboratori del gusto, laboratori per bambini, show cooking, mini corsi, e tanti altri ancora. 


Imprese alluvionate: dal 5 novembre le domande di rimborso alla Camera di Commercio Maremma e Tirreno

" "E' di nuovo la Camera di Commercio Maremma e Tirreno a gestire lo Sportello Emergenza Imprese istituite per ricevere le richieste di aiuto economico per i danni subiti dalle imprese e dalle partite IVA a causa dell'alluvione che il 9 e 10 settembre 2017 ha colpito i Comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo.

Lo Sportello è attivo da lunedì 5 novembre 2018.

 

La Regione Toscana, infatti, con una convenzione, ha affidato all'Ente camerale la ricezione e l'istruttoria delle domande di aiuto economico: la Camera aveva già gestito in modo efficace, oltre un anno fa, la delicata prima fase della ricognizione dei danni causati dall'alluvione del settembre 2017. In quell'occasione, le imprese ed i professionisti avevano presentato allo Sportello camerale la loro istanza, sul cosiddetto "modello C". Adesso, i medesimi soggetti dovranno presentare la richiesta di rimborso vera e propria.

 

Le istruzioni sono disponibili nella home page del sito web della Camera di Commercio.

La somma servirà a rimborsare le imprese in misura parziale. Per questo la Regione ha emanato un Bando approvato il 25 ottobre 2018, con cui sono definiti i criteri di ammissibilità per le richieste di aiuto economico, cui ciascun titolare dovrà attenersi.

"Come Camera di commercio è un onere ed un onore insieme accogliere la richiesta di collaborazione che giunge dalla Regione Toscana - afferma il Presidente Riccardo Breda - La Regione ci riconosce la qualità di un servizio reso e torna ad avvalersi del nostro personale e delle nostre strutture. Per la Camera di commercio si tratta di un impegno straordinario, ma l'Ente non si sottrae ad un servizio di informazione ed aiuto a tanti piccoli imprenditori che hanno visto danneggiato dall'alluvione il frutto del loro lavoro. Non sarà un compito semplice, ma porteremo avanti l'impegno e sono certo che lo faremo con la consueta dedizione e professionalità".


Smartness è la parola chiave di BTO11
L'11a edizione è in programma il 20 e 21 marzo alla Stazione Leopolda di Firenze

" "

Entra nel vivo la costruzione del palinsesto di BTO11, evento leader in Italia dedicato al connubio tra turismo e innovazione che si terrà il 20 e 21 marzo 2019 alla Stazione Leopolda di Firenze. BTO11 torna alle origini, nel luogo che ospitò la sua nascita e le primissime edizioni, e riparte indirizzando la sua offerta al mondo del travel online con una particolare attenzione al settore delle imprese, delle università e delle scuole di formazione ad indirizzo turistico. Dopo aver presentato il direttore del nuovo Advisory Board, Francesco Tapinassi, è la volta di svelare il tema chiave di questa undicesima edizione: smartness. Gli oltre 100 appuntamenti in programma - dibattiti, interviste, Cassette degli Attrezzi, presentazioni delle politiche regionali e best practice aziendali - consentiranno una prima approfondita analisi del significato che lo smart tourism ha per il settore e per il nostro paese. E' per questo che in BTO11 si affronteranno gli aspetti e gli approcci al turismo di oggi nell'Hospitality, Food and Wine Tourism, Destination e Digital Strategies ragionando insieme su una intelligente declinazione del termine SMART.

"Per Firenze e tante altre località di grandissimo richiamo nel mondo, il turismo non è un'opzione ma un destino, la cosa da fare è qualificare sempre di più la qualità e le modalità dell'offerta - ha detto Claudio Bianchi, vicepresidente della Camera di Commercio di Firenze -. In questo quadro, Buy Tourism Online, che da questa undicesima edizione ha un nuovo bravissimo direttore, è un momento straordinario per confrontarsi ed elevare i modelli di accoglienza a sistemi davvero integrati con le comunità e con le imprese del territorio. Tutto questo non è solo smart, è il futuro del nostro Paese".

"BTO negli anni - ha affermato l'assessore al Turismo della Regione Toscana, Stefano Ciuoffo - è riuscita a anticipare ciò che nel mondo del turismo è successo in termini di innovazione e tendenze, sia degli operatori che dei turisti stessi. Il consolidare questa capacità diventando luogo di interazione e dialogo per analizzare il settore è la forza di questa manifestazione che dal 2019 si ripresenterà con una nuova formula e un nuovo board. Focalizzarsi nell'edizione di quest'anno su "Hospitality", "Food and Wine Tourism", "Destination" e "Digital Strategies" in chiave smart darà un quadro d'insieme su quello che sarà la domanda per i prossimi anni e la capacità di risposta che bisognerà dare. Sono certo che il lavoro del nuovo direttore e del nuovo gruppo che lo affiancherà sarà proficuo e carico dell'esperienza del passato"

 

"Essere smart" nel turismo - ha dichiarato Francesco Tapinassi - significa offrire servizi digitali innovativi in grado di migliorare l'esperienza dei viaggiatori, la gestione delle destinazioni, il management e il marketing delle imprese del settore. Aziende, enti e attori del turismo, globalmente, si stanno attrezzando per comprenderne le opportunità e trarre un nuovo vantaggio competitivo applicando una smart strategy, a partire dalla valorizzazione dei dati e delle informazioni che la rete è in grado di restituirci. Le connessioni tra digitale e oggetti fisici dell'Internet of Things (IoT) possono consentire molteplici impieghi per i progetti di turismo intelligente con le integrazioni tra web e infrastrutture fisiche".
"Nell'ambito delle smart destinations 
- ha proseguito il direttore di BTO11 - intese come ecosistemi in cui collaborano residenti, imprese, istituzioni e strutture di governo per raggiungere l'integrazione e l'efficienza dei diversi sistemi, la Commissione europea ha individuato le prime Capitali del turismo smart 2018: inviteremo le vincitrici (Helsinky e Lione) per condividere ciò che hanno realizzato nei loro ecosistemi urbani". "La proposta di avere il tema di smartness come elemento di connessione dell'intero palinsesto di BTO11 nasce dall'applicabilità del termine a tutte le componenti dell'offerta e della domanda turistica e dalla crescente attenzione che la parola smart sta suscitando nel settore del travel" - ha concluso Tapinassi.


La parola "smart" permette di riflettere sulla necessità e opportunità di una gestione sempre più professionale, informata, pronta ad adattarsi ai continui cambiamenti del settore. Questo è il focus su cui la nuova direzione di BTO intende concentrarsi grazie al prezioso contributo dell' Advisory Board composto da professionisti provenienti da tutta Italia, con esperienze lavorative diverse, riuniti oggi a Firenze per la prima volta in una sessione di lavoro congiunta. Parte da qui l'idea di realizzare la prima Smart BTO, nuova e in grado di rispondere alla sfida dell'innovazione, con la consapevolezza di avere alle spalle 10 edizioni di successi. I ticket per BTO11 sono acquistabili in prevendita su: HYPERLINK "http://www.buytourismonline.com"www.buytourismonline.com

BTO è un marchio di proprietà Toscana Promozione Turistica e Camera di Commercio di Firenze. BTO è affidata a Toscana Promozione Turistica, PromoFirenze - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Firenze e Fondazione Sistema Toscana. 


Goldf@shion 2018 si è aperto al MAEC di Cortona

" "Si è aperta il 31 ottobre scorso negli  spazi espositivi del Museo dell'Accademia Etrusca della Città di Cortona, la mostra dei lavori realizzati dagli studenti che partecipano al Concorso di idee "Il filo di seta e canapa. Tra scuola e mondo del lavoro", inserito nel programma di Goldfashion 2018 che quest'anno è dedicato alla coltivazione di canapa e alla bachicoltura da seta.

 

Il progetto "Goldf@shion", nato nel 2012 da una felice intuizione del Comitato per l'Imprenditoria Femminile- IFE aretino e sostenuto dalla Camera di Commercio di Arezzo si sviluppa all'interno del sistema moda attraverso la valorizzazione delle lavorazioni manifatturiere più tradizionali del territorio. Valorizzazione rese possibile anche attraverso il coinvolgimento degli studenti degli Istituti Secondari Superiori, chiamati a realizzare modelli di abiti ed accessori ispirati al materiale o alla tipologia di lavorazione scelta.

 

Al termine della mostra, che resterà aperta fino al 28 novembre, i migliori modelli, gioielli ed accessori saranno premiati con borse di studio.  

 

 Il programma di Goldfashion 2018 prevede anche alcuni incontri formativi realizzati grazie alla disponibilità di alcuni esperti: Isabella Bietolini, giornalista ed autrice di uno studio sulla bachicoltura in Valdichiana, tratteggerà la storia della produzione della seta ad Arezzo, Tiziana Nocentini, insegnante, presenterà l'evoluzione dell'imprenditoria femminile ad Arezzo, Fabio Roggiolani, già Consigliere Regionale che da anni si occupa di temi legati al recupero delle energie, svilupperà il tema dell'uso della canapa nel nostro territorio ed infine Roberto Curtolo illustrerà le occasioni di auto imprenditorialità e di innovazione professionale per i giovani aretini. 


DOCUMENTI ALLEGATI
Notizie dal mondo camerale
Meramma&Tirreno: Al via in Camera di commercio, il Tavolo per lo sviluppo
Annunciato dal presidente Breda lo scorso luglio, la prima data sarà il 7 novembre

Logo CCIAA Maremma&Tirreno

Riccardo Breda, Presidente della Camera di Commercio Maremma e Tirreno, annuncia la partenza del Tavolo di lavoro finalizzato alla condivisione di una piattaforma di azioni per lo sviluppo del territorio per la provincia di Grosseto.

 

Come anticipato lo scorso luglio durante la Giornata l'Economia, il Tavolo coinvolgerà tutte le rappresentanze delle categorie economiche e sindacali e garantirà un continuo confronto e aggiornamento sulle attività da realizzare ed in corso e porterà alla definizione di un documento congiunto da presentare alla Regione e alle autorità di Governo.

 

Dati economici e trend di sviluppo evidenziano infatti che l'area della provincia di Grosseto, penalizzata da un pesantissimo deficit infrastrutturale, necessita urgentemente di precisi interventi costruiti su misura - un "patto per lo sviluppo" - che includa finanziamenti, defiscalizzazioni, azioni straordinarie per le aree depresse, in grado da incidere fin da subito sul declino economico in corso senza dover attendere i tempi lunghi della realizzazione delle dotazioni infrastrutturali. La data della prima riunione è stata fissata per il 7 novembre prossimo.

 

"Ciò che serve al nostro territorio è una visione di sviluppo condivisa da tutte le categorie economiche e dal mondo del lavoro - spiega il presidente Breda - Ci sono tutte le condizioni perché la provincia di Grosseto sia vista come un'area di crisi complessa, quale invece non è riconosciuta ufficialmente. Servono interventi rapidi e incisivi. Lo scopo del Tavolo sarà proprio far partire dal cuore del mondo economico e del lavoro le proposte da presentare alle Istituzioni regionali e nazionali."

Un percorso determinante, quindi, che si propone di sottoporre proposte precise per disegnare una via per lo sviluppo, a fronte di un'atmosfera di immobilismo che sembra gravare sul destino economico della provincia.

"L'obiettivo di creare condizioni ugualitarie nei territori per la crescita competitiva è al centro della politica economica di qualsiasi Stato. Per questo la provincia di Grosseto non può essere dimenticata"

Proprio nel solco di quanto proposto a Grosseto, una delle prossime azioni sarà proporre un analogo tavolo per la provincia di Livorno.

"Proporremo alle categorie economiche livornesi di procedere di pari passo, elaborando un piano anche per quanto concerne l'economia labronica. Ci sono molti vantaggi nel far valere il modello individuato anche su più territori" ha concluso Breda. 


Firenze: Scuola-Lavoro, 3mila euro per ogni impresa
Nello stand di Camera di Commercio di Firenze a Fiera Didacta presentati i percorsi di alternanza qualificata, i voucher e il sistema Excelsior con i dati sul mercato del lavoro

Logo della Camera fiorentina

Promuovere l'alternanza scuola lavoro di qualità: era questo il principale obiettivo di Camera di Commercio di Firenze a Didacta Italia 2018, la seconda edizione della fiera sul mondo della scuola e della formazione che si è svolta alla Fortezza da Basso dal 18 al 20 ottobre. L'evento, principalmente rivolto a docenti, dirigenti scolastici, responsabili dei servizi generali e amministrativi, educatori, formatori, professionisti e imprenditori del settore, era aperto a tutti i cittadini. 

 

All'interno dello stand di Camera di Commercio di Firenze, nel padiglione Cavaniglia, i rappresentanti delle imprese si sono potuti iscrivere al registro nazionale dell'alternanza scuola lavoro e ricevere informazioni sui contributi fino a 3mila euro per chi ospita percorsi. Fotografando il QR code dedicato sarà possibile scaricare la modulistica per richiedere il contributo.

 

Inoltre, sono state fornite tutte le informazioni su come utilizzare il Sistema informativo Excelsior, che fornisce in tempo reale i dati sul mercato del lavoro e sui fabbisogni professionali e formativi rilevati dalle imprese. E' stato possibile anche visitare virtualmente, attraverso dei touch screen, una mostra di poster e di video realizzati dagli studenti di alcune scuole secondarie superiori che hanno partecipato alla campagna di sensibilizzazione contro i falsi promossa dal Comitato lotta alla contraffazione della Camera di Commercio di Firenze.

 

Due gli appuntamenti seguitissimi che hanno animato lo stand: giovedì 18 ottobre nell'alternanza day si è parlato delle opportunità e degli strumenti collegati alla scuola lavoro. Sono stati poi presentato il catalogo dei seminari di orientamento alla cultura economica e d'impresa e alle professioni rivolti agli studenti delle scuole secondarie superiori.

 

Venerdì 19 ottobre si si è tenuto nello stand un vero e proprio seminario informativo per i tutor aziendali, che ha fornito indicazioni specifiche per l'attivazione e la gestione dei percorsi che le aziende possono ospitare.

 

Accanto a Camera di Commercio di Firenze, vi erano gli stand del MIUR (Ministero dell'Istruzione, Università e della Ricerca scientifica) e di Unioncamere, con attività e iniziative sul tema della formazione.

 

 


Le “Terre di Pisa” volano con Ryanair
Al via una campagna promozionale sui canali della compagnia aerea in Irlanda, Regno Unito e Germania

Logo della Camera pisana

Terre di Pisa vola in Europa grazie ad un accordo tra la Camera di Commercio di Pisa e la compagnia aerea low-cost n. 1 in Italia, Ryanair. Sfruttando l'opportunità offerta dall'Aeroporto "Galileo Galilei" di Pisa, che Ryanair ha scelto come uno dei principali hub nel nostro paese, la Camera di Commercio ha pianificato una campagna di co-marketing sul nuovo marchio "Terre di Pisa" che parte da oggi sui mercati tedesco, inglese e irlandese con un target potenziale di circa un milione di persone.

 

 "Terre di Pisa", ovvero una destinazione turistica che vuole sviluppare una propria identità distintiva nell'ambito dell'offerta toscana. Un progetto molto ambizioso, fortemente voluto dagli imprenditori locali che da anni stanno investendo nell'enoturismo o che chiedono di allungare la permanenza dei turisti in una delle città d'arte più famose del mondo.

 

"La Camera di Commercio - racconta Cristina Martelli, Segretario Generale - ha raccolto le richieste degli imprenditori del territorio e delle loro associazioni e si è attivata per far crescere la qualità dei servizi turistici offerti, valorizzare i prodotti agroalimentari ed artigianali, accrescere la consapevolezza degli operatori coinvolti e per attrarre i turisti in cerca di luoghi e prodotti non standardizzati, proponendo al contempo esperienze di autentico lifestyle toscano. La scelta dei mercati target - prosegue Martelli - non è stata casuale, ma dettata dallo studio di marketing strategico commissionato dalla Camera di Commercio al professor Pierpaolo Penco che indicano i mercati "a due ore di volo" da Pisa quale primo importante segmento da soddisfare. Ma a suffragare la scelta vengono anche i dati 2017 dello scalo pisano che ci dicono che a fronte di una crescita del +4,8% del numero dei passeggeri (5,2milioni) su Pisa, quelli del Regno Unito hanno segnato un +5,6%, mentre i tedeschi addirittura un +6,4%."

 

Diverse sono le azioni previste dall'accordo. Innanzitutto la stampa, su 8mila carte di imbarco dei voli Ryanair in uscita dai principali aeroporti del Regno Unito, Irlanda e Germania su Pisa a partire dal 20 settembre 2018, della destinazione "Terre di Pisa" ed in particolare del suo sito internet (www.terredipisa.it, ovviamente nella sua sezione in lingua inglese). Oltre a questo, non mancheranno le azioni sul versante digitale quali campagne di mailing mirate e post sui profili Facebook e Instagram della compagnia aerea n. 1 in Italia, anch'essi ovviamente pensati e declinati per i due mercati di riferimento.

 

Un lavoro lungo che coinvolge tutti, in primis il Comune di Pisa e tutti gli altri 33 Comuni, Unioni Valdera e Altavaldera, le Strade del Vino e dell'Olio e dei soggetti a vario titolo impegnati nel settore turistico, insieme ad oltre 300 imprese, che hanno sottoscritto un impegno di promozione della qualità e dell'identità dell'offerta turistica.

  

Il commento del Presidente della Camera di Commercio, Valter Tamburini

"Questa iniziativa si inserisce nel più ampio programma di promozione della destinazione "Terre di Pisa". Ora che la rete di operatori è attivata, che i percorsi e gli eventi sono online e il sito web è pronto, ci proponiamo di investire sulla comunicazione, in sinergia con tutti i partner e sfruttando ogni occasione possibile. Siamo convinti che dal turismo possano scaturire nuove opportunità per la crescita e lo sviluppo economico del nostro territorio, e che le Terre di Pisa rappresentino lo strumento perché ciò accada. Non è un'operazione facile perché il campo di gioco è globale ed estremamente competitivo. Occorre comunicare in modo distintivo un'offerta appetibile e che sia riconoscibile: un'identità da comunicare e che possa poi essere riscontrata nell'esperienza di soggiorno."

 

John F. Alborante, Sales & Marketing Manager Ryanair Italia, ha dichiarato:

"Siamo lieti di annunciare questa collaborazione con la Camera di Commercio di Pisa, che riteniamo essere un'occasione imperdibile. Grazie al nostro ampio network di destinazioni da Pisa, in Italia ed in tutta Europa, possiamo dare il nostro contributo nella promozione del territorio. Ci auguriamo che questa partnership sia l'inizio di uno scambio duraturo e che possa portare ad ulteriori occasioni future, auspicando il supporto anche da parte di altri Enti per portare avanti un'efficace comunicazione a lungo termine." 


Agenda degli Appuntamenti
DataDove/ChiEvento
19 October - 21 December Camera di Commercio Prato Ciclo di incontri "Tecniche per l'export per competere al meglio"
26 October - 18 January Camera di Commercio Massa-Carrara Tecniche per competere al meglio nel'Export
29 October - 25 November Regione Toscana BuyFood Toscana 2019 - Seminari
31 October - 28 November Camera di Commercio Arezzo Goldf@shion 2018
5 November Camera di Commercio Massa-Carrara INCOTERMS ICC 2010
6 - 28 November Camera di Commercio Firenze Corsi informativi sistema museale - edizione 2018
7 November Camera di Commercio Massa-Carrara IL TURISMO SUL WEB
12 November Camera di Commercio Massa-Carrara Business Plan - 1a parte
15 November Camera di Commercio Firenze Fashion 4.0
15 November - 6 December CIF - Camera di Commercio Firenze Ciclo di incontri gratuiti sulla leadership al femminile - CIF Firenze
18 November Camera di Commercio Massa-Carrara Seminario "Camera Orienta"
26 November Camera di Commercio Maremma & Tirreno “Storie di alternanza”
27 November Camera di Commercio Maremma & Tirreno Presentazione dei dati relativi al sistema dell'edilizia in provincia di Grosseto
28 November Camera di Commercio Maremma & Tirreno Contraddittorio preventivo – Approfondimenti alla luce delle normative EU, dello Statuto dei diritti del contribuente
28 November Camera di Commercio Pisa Seminario "camera Orienta"
30 November Camera di Commercio Maremma & Tirreno Seminario "Camera Orienta"
3 December Artex Cibo 2018 - Toscana, l'arte del gusto il gusto dell'arte
4 December Camera di Commercio Prato Seminario "Camera Orienta"
4 December Camera di Commercio Maremma & Tirreno Presentazione dei dati relativi al sistema dell'edilizia in provincia di Livorno
6 December Camera di Commercio Pistoia Camera Orienta
6 December Camera di Commercio Pisa presentazione del "CONSORZIO PER LA TUTELA DEI VINI DELLE TERRE DI PISA"
7 December Camera di Commercio Pistoia Seminario "Nuovo Codice del Commercio"
11 December Camera di Commercio Siena Suap Digitale e Fascicolo Informatico di Impresa
11 December Camera di Commercio Firenze Diffamazione a mezzo stampa
13 December Camera di Commercio Pisa Cert'o - Certificati di Origine
13 December Camera di Commercio Pistoia Seminario "La fatturazione elettronica"
14 December Camera di Commercio Maremma & Tirreno Progetto "Cultura, Turismo e Innovazione"
14 December - 11 January Camera di Commercio Massa-Carrara Corso Avanzato di Arbitrato
17 December Camera di Commercio Pistoia Seminario Gratuito "I servizi digitali della Camera di Commercio"
19 December Unioncamere Toscana Unioncamere Toscana - "Giornata della Trasparenza"
20 December Camera di Commercio Maremma & Tirreno Etica e Sviluppo


Logo Sincert


Stampa