Home
Indirizzo
Via Lorenzo il Magnifico, 24
50129 Firenze
Telefono 055-46881
Fax 055-4688.298
PEC:
Accesso Servizi
UTC - Immobiliare & Servizi

In liquidazione

Seguici su:

  

Il Quotidiano della P.A.

Iscrizione Newsletter
Universitas Mercatorum

ToscanAEconomia

" "

Collegamenti
Notizie dalle Camere
Anche Santa Maria a Monte entra a far parte delle “Terre di Pisa”

In crescita le vendite all’estero in provincia di Lucca

La Camera di Commercio di Arezzo si “laurea” in qualità

Itinera Living Lab:

Turismo, undici progetti per valorizzare tutto il territorio fiorentino

Notizie dall'Unione
ATTIVITÀ ISTITUZIONALE
Regione ed Unioncamere Toscana: un accordo per rafforzare il sistema della formazione e dell’accesso al lavoro

Presidente Breda ed Assessore Grieco

Regione e Camere di Commercio insieme per coordinare e rafforzare il sistema della formazione e dell'accesso al lavoro, E' questo in sintesi il significato del protocollo d'intesa siglato oggi in Regione dall'Assessore regionale alla Formazione e Lavoro Cristina Grieco e dal Presidente di Unioncamere Toscana Riccardo Breda.

 

"Si tratta di un atto che ha quale finalità, quella di favorire tutte le sinergie che possono allargare l'offerta formativa e renderla più efficiente e meglio connessa al mondo del lavoro" ha  spiegato l'Assessore. "Con il Sistema camerale - ha proseguito la Grieco - mettiamo in rete competenze, servizi, azioni su terreni come l'alternanza scuola lavoro, l'incontro domanda-offerta di lavoro, la creazione di impresa".

 

In relazione alle attività congiunte tra Regione ed Unioncamere, il Presidente di Unioncamere Toscana, Ricardo Breda, ha precisato: "La Camera di Commercio può fornire informazioni puntuali sui fabbisogni occupazionali e professionali delle imprese per allineare maggiormente i profili in uscita dalla scuola ai bisogni reali del mondo del lavoro".

 

Con la riforma delle Camere di Commercio e con il Piano nazionale Industria 4.0, alle Camere di Commercio sono state attribuite nuove funzioni, in materia di orientamento, certificazione delle competenze, incontro domanda-offerta di lavoro e creazione di impresa. Si tratta di funzioni che intersecano le competenze, i servizi e le azioni della Regione Toscana. Finalità del protocollo d'intesa sottoscritto oggi è quella di coordinare servizi e azioni di Regione e Camere di Commercio, di fare squadra per offrire ai cittadini e alle imprese toscani un insieme integrato di opportunità e strumenti. 

Una scuola più vicina al mondo del lavoro con le Camere di Commercio

Alternanz Day - LogoUna scuola più vicina al mondo del lavoro con le Camere di Commercio: è ciò che si propone il Sistema camerale italiano che, tra le varie iniziative di livello nazionale, ha propost la seconda edizione dell'ALTERNANZA DAY, che si è svolta lo scorso 10 maggio.

L'evento si è svolto presso le sedi camerali dove si sono incontrati gli Istituti scolastici, gli studenti,  le imprese ed i rappresentati del mondo del lavoro, le Istituzioni, i Centri per l'Impiego,  tutti gli attori insomma che compongono la rete territoriale per l'orientamento al lavoro e alle professioni. Sarà il momento per un confronto finalizzato ad avvicinare gli studenti al mondo del lavoro e permettere loro di acquisire una maggiore consapevolezza per le scelte future, formative o lavorative/professionali.

 

 "Da molti anni Il Sistema camerale toscano è fortemente impegnato sul tema dell'Alternanza Scuola Lavoro - ha detto Riccardo Breda, Presidente di Unioncamere Toscana - Dal 2007 è intervenuto a promuovere e sostenere presso gli Istituti scolastici iniziative quali "Impresa In Azione" ed il Project Work "Scuola Lavoro" e più recentemente il Comitato Grandi Imprese, basate sulla metodologia di 'imparare facendo', avviate ben prima della riforma del 2015".

In occasione dell'Alternanza Day saranno presentate le azioni e gli strumenti che le Camere di  Commercio  possono offrire per  diffondere i  percorsi  di alternanza di qualità.

 

Si è parlato del sistema Excelsior, per la rilevazione dei fabbisogni occupazionali del territorio.

Si è svolto anche un focus specifico sulle nuove funzioni dedicate ai tutor scolastici ed aziendali del Registro nazionale per l'alternanza (RASL), punto d'incontro ancora "sotto utilizzato" tra le Scuole e le imprese ed altri Soggetti  disponibili ad offrire agli studenti  un periodo di apprendimento on the job. Alla data del 30 aprile  il Registro annovera oltre 2.900 iscritti in Toscana, un numero significativo se si considerano le poche centinaia di un anno fa, ma che deve essere ulteriormente incrementato, se si considera il numero delle imprese attive in Toscana (352.726).  

Ogni Camera di Commercio ha presentato inoltre i propri progetti in corso e quelli per il prossimo anno scolastico, frutto della collaborazione con i vari partner del network  territoriale, le scuole in primis, ed in particolare ha illustrato  il bando, di prossima pubblicazione, che coinvolgerà otto Camere di Commercio, per l'erogazione di voucher in favore delle imprese ospitanti studenti in alternanza: le domande di contributo potranno essere presentate  dal 1 giugno fino al 30/11/2018. 

Gli artigiani fiorentini nella nuova fiction RAI

La Regista Cinzia TH TorriniUna serie televisiva nazionale metterà al centro l'artigianato artistico di Firenze e la possibilità per gli artigiani autentici di entrare nelle scene della fiction renderà tutto ancora più realistico. Infatti, ha preso il via il 25 giugno scorso fra Firenze e Prato le riprese di "Pezzi unici" di Cinzia TH Torrini, sei puntate di cento minuti l'una, che l'anno prossimo andranno in onda in prima serata su RAI 1: una storia di giovani e riscatto ambientata nel mondo dell'artigianato fiorentino, che così sarà all'attenzione di milioni di telespettatori in Italia e nel mondo.

La trama racconta di un artigiano del legno dell'Oltrarno, interpretato da Sergio Castellitto che, attraverso un percorso umano e professionale, risolve un giallo alla base della serie. Nel cast, fra gli altri, Giorgio Panariello e Irene Ferri. Ma, al di là della storia, l'ambientazione offrirà la possibilità di raccontare le eccellenze dell'artigianato a iniziare dai quartieri di Santo Spirito e San Frediano. Per questo Camera di Commercio di Firenze, con la collaborazione di Confartigianato Firenze e CNA Firenze, ha aperto un canale di collegamento diretto con la produzione della fiction.

Ma cosa devono fare i veri artigiani per aiutare la produzione della fiction? Chi ha un'idea, un prodotto particolare da esporre o è semplicemente interessato a saperne di più può inviare una segnalazione con i propri dati alla mail pezziunici@fi.camcom.it, sapendo che per le riprese - da lunedì fino al 21 luglio e dal primo al 20 ottobre - la coproduzione RAI Fiction, Indiana Production in collaborazione con Cassiopea si avvarrà della collaborazione degli artigiani per mettere in mostra le loro realizzazioni artistiche in vari momenti del film. 

Mettersi in proprio a trent’anni

" "Non è mai troppo tardi, né troppo presto per dare avvio ad un'idea imprenditoriale finalizzando la propria intraprendenza ma, per alcune categorie di soggetti, può non essere un percorso facile soprattutto nella fase iniziale. E' questo il caso degli "over trenta" NEET (not engaged in education, employment or training), acronimo con il quale si definiscono quelle persone che non sono attualmente impegnate nello studio, né in attività lavorativa o in percorsi formativi per i quali, tutti i programmi nazionali di sostegno, si concentrano su soggetti fino ai 29 anni d'età.

 

In questo preciso contesto la Camera di Commercio di Pisa inserisce l'iniziativa "ULTRA NEET" con la quale si intende andare oltre il limite anagrafico predetto per intercettare puntuali esigenze e concrete aspirazioni anche di soggetti che hanno compiuto il trentesimo anno di età.

 

Un' opportunità rilevante per questi "ancor giovani" aspiranti imprenditori che possono conseguire un concreto sostegno finanziario alla loro idea di impresa. Per la Camera di Commercio, si tratta di un intervento mirato ad integrare misure già esistenti per stimolare ulteriormente la nascita di nuova impresa.

 

Ammontano a 30mila euro le risorse che la Camera di Commercio di Pisa mette a disposizione articolate in voucher che possono arrivare fino a 5mila euro, quale contributo per le spese notarili di costituzione dell'impresa, per una prima azione di marketing o per l'acquisto di hardware e macchinari. 

Alternanza Scuola-Lavoro: Voucher a favore delle imprese che ospitano i ragazzi

" "Dal 15 giugno 2018 diventa operativo anche a Lucca il "Regolamento per la concessione di voucher a favore di imprese e soggetti REA in tema di Alternanza scuola-lavoro".

 

La Camera di Commercio di Lucca ha previsto uno stanziamento di € 116.000,00 per l'anno 2018.

 

Le micro, piccole e medie imprese che hanno ospitato studenti per percorsi di alternanza scuola lavoro a partire dal 1° gennaio 2018 possono fare una domanda di richiesta di contributo per ogni percorso concluso, fino ad un massimo di tre percorsi, per l'ottenimento di un voucher di importo pari a € 600,00 per ciascun percorso.

 

La Camera di Commercio di Lucca intende così favorire e supportare le imprese nella partecipazione alle attività di alternanza scuola lavoro, avvicinandole ai percorsi scolastici di alternanza da realizzare in collaborazione con gli istituti scolastici della provincia e favorire altresì l'iscrizione delle imprese al Registro per l'alternanza istituito ai sensi della Legge 13 luglio 2015, n. 107 "La Buona Scuola".

 

Le domande di richiesta voucher, corrispondenti ai requisiti del bando di concessione, possono essere presentate fino alle ore 19:00 del 30 novembre 2018, salvo chiusura anticipata del bando per esaurimento dei fondi disponibili.

Piombino: presentato il Rapporto sull’economia del mare 2018

" "Presentato il 15 giugno scorso nella sede di Piombino dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale il rapporto sull'economia del mare 2018 realizzato dal Centro studi della Camera di Commercio.

Oltre al direttore del Centro studi Mauro Schiano, che ha illustrato i dati, presenti il presidente della Camera di Commercio Riccardo Breda e Stefano Corsini, presidente dell'Autorità di Sistema Portuale.

 

"Il settore ha raggiunto buoni risultati malgrado la crisi economica, dalla quale il resto delle imprese sta uscendo solo ora. Una volta di più questo dimostra come lo sviluppo legato non solo al sistema portuale, ma ad una rete di infrastrutture adeguata e solida, sia essenziale - è il commento del presidente Breda - ho cercato da tempo il confronto con gli imprenditori di Piombino proprio per affrontare questa e le molte altre tematiche collegate: per rendere efficiente un grande porto infatti serve una rete di collegamento all'altezza, e d'ora in poi la sinergia tra imprese ed amministrazioni pubbliche sarà ancora più importante per "agganciare" la ripresa economica".

 

Il tema delle infrastrutture è sollecitato anche da Stefano Corsini. "Le imprese hanno bisogno di operare in un ambiente adeguato, con servizi e infrastrutture, indispensabili per la loro crescita. Il corridoio tirrenico in particolare è una necessità per tutto il Paese, ed è un tema che l'imprenditoria locale dovrebbe porre con forza al Governo. Anche io come il presidente Breda mi attendo collaborazione tra tutti noi per raggiungere risultati concreti" 

L’imprenditoria straniera nella provincia di Prato nel 2017

" "Durante il 2017 le imprese straniere attive a Prato hanno raggiunto e superato la soglia delle 9.000 unità. La variazione annuale è stata ancora una volta positiva (+1,9%), ma inferiore rispetto al +3% maturato nel 2016 e al +4,3% del 2015.

 

Il 2017 non è stato quindi un anno particolarmente brillante per lo sviluppo delle imprese straniere; se si eccettuano pakistani (+6,9% nel 2017) e, in parte, albanesi (+0,5%), tutte le principali etnie presenti sul territorio hanno sperimentato nel 2017 tassi di sviluppo decisamente inferiori rispetto all'anno precedente: è infatti diminuita molto la crescita delle imprese cinesi (+2,9% a fronte del +4,3% del 2016), si è praticamente dimezzata quella delle imprese marocchine (+3,5% nel 2017, +6,1% nel 2016) ed è risultata addirittura negativa per ciò che concerne nigeriani (-1,3%) e rumeni (-3,4%).

 

La flessione dei tassi di sviluppo, in parte fisiologica, non è una novità. Essa è a sua volta il riflesso di flussi annuali di iscrizioni e di cessazioni che, per quanto certamente notevoli se confrontati con quasi totalità delle altre provincie italiane, sono da qualche anno più contenuti rispetto a quanto avveniva in passato. Ciò ha comportato un'ulteriore riduzione del tasso di turn-over (24,0% in totale, 30,1% con riferimento alle imprese cinesi) e un incremento della quota di imprese che sono presenti sul mercato da oltre due anni (74,5% in totale, 68,8% tra le aziende cinesi).

 

La fotografia scattata a fine 2017 restituisce, in ultima analisi, un'immagine dell'imprenditoria straniera presente a Prato che si sta evolvendo verso una progressiva stabilizzazione delle dinamiche di sviluppo e ricambio interno e che, almeno in alcune delle sue componenti principali, sembrerebbe ormai saldamente radicata sul territorio. Essa permea una fetta ormai consistente dell'apparato produttivo della provincia determinandone, in modo spesso decisivo, l'evoluzione e gli equilibri. La comunità cinese, in particolare, pur mantenendo una spiccata vocazione manifatturiera (perlomeno in termini di imprese attive è cinese ormai oltre il 52% dell'intero comparto manifatturiero pratese), è attraversata da processi di diversificazione abbastanza significativi e sta ampliando, soprattutto verso il terziario, il ventaglio dei settori produttivi di inserimento.

 

La risorsa femminile nell’impresa: Esperienza del corso Donne in quota

" "E' stata la Camera di Commercio di Siena ad ospitare la terza tappa del "Giro d'Italia delle donne che fanno impresa"

 

La leadership al femminile è stato il tema al centro dell'incontro che si è svolto l'8 giugno scorso presso la sede della Camera di Commercio di Siena.

 

L'appuntamento era l'unica tappa toscana dell'11° giro d'Italia delle donne che fanno impresa, il road show itinerante organizzato da Unioncamere in collaborazione con le Camere di commercio e ai Comitati per l'imprenditoria femminile. Nove tappe lungo lo stivale per informare le imprenditrici e offrire strumenti formativi a chi aspira a diventarlo, dare visibilità alle dinamiche che riguardano l'occupazione femminile e creare consenso sul tema delle pari opportunità.

 

Il Comitato imprenditoria femminile di Siena, ormai da alcuni anni, vuole dare consapevolezza a quante donne sono chiamate a rivestire ruoli all'interno dei Consigli di Amministrazione ed intorno a questo tema si sono sviluppati gli interventi dei vari ospiti dopo i saluti e l'introduzione di Massimo Guasconi, Presidente dell'Ente camerale.

 

E' stata proprio la Presidente del Comitato per l'imprenditoria femminile dell'Ente, Cinzia Collodi, ad introdurre i dati economici al femminile nei vari ambiti e settori in provincia di Siena per offrire i primi spunti di riflessione. E' stata poi la volta di Tiziana Pompei, Vice- Segretario Generale di Unioncamere e quindi dei rappresentanti delle principali istituzioni locali e delle associazioni attivamente impegnate sul tema.

Roberta Guerri Responsabile della Commissione Pari Opportunità della Provincia di Siena Silvia Dalla Pietra Esperta in diritto civile e commerciale

Rita Capotondi Vice Presidente CPO Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Siena

Lucia Secchi Tarugi Consigliera di parità della Provincia di Siena

 

Uno spazio importante è stato riservato alle testimonianze delle donne partecipanti al Corso "Donne in quota". 

Ad Arezzo la premiazione della XXVª edizione del Progetto “Scuola-Lavoro”

" "Ormai da 26 anni si rinnova l'appuntamento che vede la Camera di Commercio di Arezzo premiare i migliori progetti presentati nell'ambito del progetto "Scuola lavoro, che, grazie all'accordo quadro sottoscritto lo scorso anno con l' Ufficio Scolastico Regionale è diventato un progetto di sistema .

 

L'edizione di quest'anno si è conclusa con la premiazione dei progetti vincitori, ha visto la partecipazione di 13 istituti, 49 classi, 52 professori, 51 aziende o Enti e 700 studenti.

 

Il progetto si concretizza nella realizzazione di un'attività di natura imprenditoriale che implica un vero e proprio rapporto professionale tra committente, rappresentato da un'azienda o da un Ente, e dei professionisti o imprenditori, rappresentati dai gruppi di studenti coadiuvati dai propri professori ed eventualmente supportati da consulenti, con la supervisione ed il coordinamento della Camera di Commercio di Arezzo e di un Comitato Scientifico formato dalle principali rappresentanze delle associazioni economiche di Arezzo.

 

Il valore formativo del progetto è dato dal costante interscambio di esperienze teorico e pratiche che il contatto diretto con le problematiche aziendali pone in primo piano.

 

Ma l'aspetto più interessante e coinvolgente, anche per gli stessi studenti, è dato proprio dalla concretezza dell'attività che si esprime attraverso un piano di lavoro  elaborato con la realizzazione, in molti casi, di veri e propri prototipi.

 

 Il "Project Work Scuola lavoro" è stato realmente in grado, in questi anni, di potenziare la collaborazione tra scuola e imprese del territorio provinciale per la diffusione dell'alternanza scuola lavoro e per favorire l''orientamento professionale dei giovani. 

Formazione
Eventi
Alternanza Scuola - Lavoro

 " "

Anno scolastico
2017/2018

 



  " "



 

Anno scolastico
2016/2017
Pesce Dimenticato

Supporting Women Entrepreneurs

Imprenditoria Femminile