Home
Indirizzo
Via Lorenzo il Magnifico, 24
50129 Firenze
Telefono 055-46881
Fax 055-4688.298
PEC:
Accesso Servizi
UTC - Immobiliare & Servizi

In liquidazione

Seguici su:

  

Il Quotidiano della P.A.

Iscrizione Newsletter
Universitas Mercatorum

ToscanAEconomia

" "

Collegamenti
Notizie dalle Camere
Pisa - Nuove competenze e più flessibilità per i lavoratori delle imprese pisane nel 2017

Firenze - Più di 6mila le nuove imprese nel 2017

Siena - Sottoscritto il protocollo per la prevenzione dell’usura in favore di soggetti in difficolta’ finanziarie

Arezzo - Il Report sull'Economia aretina nel 2017

Riccardo Breda è il nuovo Presidente di Unioncamere Toscana 

Il Presidente Riccardo Breda

Firenze, 31 gennaio 2018. Si è tenuto oggi a Firenze il Consiglio di Unioncamere Toscana nel corso del quale si sono svolte le operazione di voto per l'elezione del nuovo Presidente di Unioncamere Toscana.

 

La volontà unanime dei votanti è stata quella di eleggere alla carica Riccardo BREDA, Presidente della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, la nuova Camera di Commercio nata, in virtù della legge di riordino, dall'accorpamento di quelle di Grosseto e Livorno. A lui passa il testimone Andrea SERENI, Presidente della Camera di Commercio di Arezzo, che ha guidato l'Unione Regionale negli ultimi tre anni.

 

"È un onore ed una responsabilità per me assumere questo ruolo, in un momento tanto delicato per il Sistema camerale - ha dichiarato il neopresidente -  L'obiettivo strategico di Unioncamere Toscana sarà, pur in un momento di così grande fermento dovuto ad una riforma approvata ma con un percorso ancora tutto da definire, quello di continuare a favorire l'unitarietà del Sistema camerale regionale garantendone il ruolo di raccordo con la Regione e le Associazioni di categoria, un ruolo consolidato nel tempo dai miei predecessori ed avendo cura di mettere a punto un piano di attività condivise dalle Camere consorelle in questa fase di transizione. Il sistema produttivo toscano sembra intravedere finalmente la luce in fondo al tunnel che ha percorso negli ultimi dieci anni ed è proprio in questo momento che la presenza degli enti camerali, seppure in via di nuova configurazione, può garantire stabilità ed esattezza delle procedure. Malgrado l'incertezza che il Sistema camerale sta attraversando - ha proseguito il Presidente Breda - come ho avuto modo di ribadire nel corso del Consiglio che mi ha eletto Presidente, intendo orientare il mio mandato per ridefinire in profondità il ruolo, la mission e la struttura di Unioncamere Toscana."

 

Breda, Imprenditore grossetano, 48 anni, Riccardo Breda ha iniziato la carriera associativa come presidente del Gruppo Giovani Imprenditori CNA Grosseto nel 2000. Nell'associazione artigiana ha poi ricoperto prima la carica di vice presidente, fino a divenirne presidente provinciale nel 2013. Dal 2009 al 2014 è stato presidente di Grosseto Fiere. 

Ha partecipato alla vita camerale come consigliere della Camera di Commercio di Grosseto fin dal 2003, divenendone presidente nel 2015. Ha guidato la fusione dell'Ente maremmano con la Camera di Commercio di Livorno, e dal settembre 2016 è presidente della nuova Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, primo ente nato per accorpamento nella regione Toscana in seguito alla riforma del sistema camerale. 

Notizie dall'Unione
ATTIVITÀ ISTITUZIONALE
Al via il Premio "Storie di alternanza"

" "Il Premio "Storie di alternanza" è un'iniziativa promossa dalle Camere di commercio italiane con l'obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai racconti dei progetti d'alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado.

 

L'iniziativa mira ad accrescere la qualità e l'efficacia dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, facendone, con la collaborazione attiva delle imprese e degli altri Enti coinvolti, un'esperienza davvero significativa per gli studenti attraverso il "racconto" delle attività svolte e delle competenze maturate nel percorso di alternanza scuola-lavoro. La maggior parte delle Camere di Commercio toscane ha aderito al progetto.

 

L'iniziativa premia a livello provinciale e nazionale i migliori racconti multimediali (video) realizzati dagli studenti riguardanti le esperienze di alternanza scuola-lavoro svolte a partire dall'entrata in vigore della Legge 13 luglio 2015, n. 107 "La Buona scuola".

 

 

Una Convenzione per rafforzare le PMI nell'UE fra il Dipartimento delle Politiche Europee ed Unioncamere

" "

Promuovere la diffusione e la conoscenza a livello locale e nazionale delle politiche e delle tematiche europee. E' questo l'obiettivo della nuova convenzione firmata a Roma tra il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Unioncamere.

 

L'intesa in concreto potrà contribuire a favorire iniziative per rendere sempre più efficaci gli Sportelli Unici per le Attività produttive (SUAP), i punti unici di accesso delle imprese alla pubblica amministrazione per tutti i procedimenti amministrativi riguardanti l'avvio e lo svolgimento di una determinata attività economica. Sono, inoltre, previste iniziative, eventi e campagne informative e formative per accrescere la conoscenza, anche presso le piccole e medie imprese, delle opportunità del mercato unico e delle politiche e tematiche europee.

 

"La convenzione con Unioncamere rappresenta una opportunità per far conoscere sempre più efficacemente al mondo della piccola e media impresa i vantaggi dell'appartenenza all'Unione Europea e i servizi e gli strumenti che lo stare in Europa offre a imprenditori e professionisti - ha sottolineato Diana Agosti, Capo Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri - SOLVIT e il centro di assistenza per il riconoscimento delle qualifiche professionali istituiti presso il Dipartimento per le Politiche Europee rappresentano d

E’ OnLine il Cruscotto degli indicatori statistici della toscana, aggiornato

Il Cruscotto di indicatori statistici regionali, rilasciato trimestralmente, è costituito da quattro report statistici dedicati alla demografia imprenditoriale - di cui due a carattere strutturale relativi all'anno 2016, e due congiunturali relativi al terzo trimestre 2017 - e da due fascicoli contenenti indicatori statistici elaborati sulla base dei bilanci depositati dalle società di capitali presso le Camere di Commercio.

 

Nell'ultimo aggiornamento vengono pubblicati gli indicatori di bilancio al 2016: il primo fascicolo contiene elaborazioni sui 50.726 bilanci depositati complessivamente al 30 settembre 2017, il secondo elaborazioni su un sottoinsieme di 28.470 bilanci compresenti nel triennio 2014-2016, consentendo pertanto di effettuare comparazioni omogenee nel tempo. Questo secondo fascicolo evidenzia come, nel 2016, sia proseguita la crescita sia del valore della produzione (che ha raggiunto quota 74,2 miliardi dai 71,3 del 2015 e dai 67,4 del 2014) che del valore aggiunto (passato nello stesso arco temporale da 14,6 a 15,6 e a 16,5). Il 2016 ha fatto registrare un parallelo incremento dei livelli di redditività aziendale, misurati sia in termini di ROI (passato dal 3,7% del 2015 al 4,1% del 2016) che di ROS (dal 4,2% al 4,6%), oltre che del grado di indipendenza finanziaria (la proporzione dell'attivo finanziato attraverso capitale proprio si è portata dal 34,3% al 34,6%). La crescita del valore della produzione ha interessato nel 2016 tutte le fasce dimensionali prese in esame, mentre ebit e risultato netto sono migliorati solo per le medio-grandi (valore della produzione superiore ai 10 milioni di euro), evidenziando dunque il permanere di alcuni elementi di criticità sotto il profilo reddituale soprattutto per le imprese meno strutturate.

 

Il link ai report è il seguente

http://www.starnet.unioncamere.it/Cruscotto-indicatori-statistici-agg-30092017_7A17679B191C980

Cercasi sei digital promoter per far crescere le aziende

" "La Camera di Commercio di Firenze si sta preparando all'apertura del PID, il Punto Impresa Digitale che è ospitato nei nuovi spazi WorkinFlorence all'intero della sede dell'ente appena ristrutturata. La prima mossa è la selezione di sei digital promoter, che possano promuovere l'uso e l'adozione di servizi digitali 4.0 nelle imprese del territorio metropolitano.

 

Il candidato ideale è under 35 in possesso di competenze nel mondo del digitale con una spiccata attitudine ai rapporti interpersonali. I digital promoter diventeranno gli "ambasciatori del digitale" che Camera di Commercio di Firenze invierà all'interno delle imprese: saranno al fianco degli imprenditori e insieme a loro misureranno la maturità digitale dell'azienda e valuteranno target e obiettivi da raggiungere.

 

I giovani interessati possono inviare la propria candidatura entro martedì 6 febbraio 2018 sulla piattaforma della società del sistema camerale IC Outsourcing, collegata al sito di Camera di Commercio di Firenze (http://bit.ly/2DBx79W). 

 

Torna Immagine Italia &Co. 2018: dal 3 al 5 febbraio a Firenze in Fortezza Da Basso

" "

Immagine Italia & Co. si conferma ancora una volta l'appuntamento annuale imperdibile per tutti gli operatori dell'underwear sia italiani che esteri ai quali viene riservato in esclusiva l'ingresso della fiera.

Dal 3 al 5 febbraio p.v., a Firenze, in Fortezza Da Basso, va in scena l'undicesima edizione di Immagine Italia &Co. la fiera dedicata alle anteprima di collezioni intimo-lingerie.

Razionale, elegante e spaziosa nel suo consolidato concept, Immagine Italia &Co. mantiene la sua posizione di rilievo nel panorama fieristico di settore che l'hanno portata ad essere definita il "salotto bello delle fiere", ideale per incontrare le migliori proposte ottimizzando tempi ed occasioni di business.

Maremma & Tirreno: nel 2018 risorse alle imprese per oltre 2 milioni e mezzo di euro

" "

La Camera di Commercio della Maremma & del Tirreno reagisce al taglio delle risorse voluto dalla legge e riesce a stanziare per l'anno in corso risorse destinate alle imprese complessivamente ben 2.524.301 euro.

 

In particolare1.132 mila euro saranno destinati a interventi per la digitalizzazione delle imprese (progetto Punto Impresa Digitale/Industria 4.0), per la formazione e alternanza scuola lavoro- servizi di orientamento al lavoro e alle professioni ed infine per la promozione del turismo e valorizzazione del patrimonio culturale.

 

Un'altra parte delle risorse è destinata alla realizzazione di programmi finanziati dalla comunità europea, diretti a rendere più competitivo il territorio, in sinergia con altri soggetti istituzionali italiani e stranieri.

 

A queste risorse vanno aggiunte quelle destinate a tutta una serie di servizi che vengono resi alle imprese ed ai consumatori (ad esempio le attività di certificazione nei settori vitivinicolo e olivicolo; la metrologia legale; gli strumenti di giustizia alternativa, e l'organismo di composizione delle crisi da sovra indebitamento). 

L

Attivata una consultazione pubblica per la Prevenzione della Corruzione e la Trasparenza

" "

La Camera di Commercio di Lucca, nell'ambito delle iniziative e delle attività condotte in materia di trasparenza e degli interventi per la prevenzione e il contrasto della corruzione, ha avviato una consultazione pubblica in ordine ai contenuti del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2018-2020.

 

La Legge 6 novembre 2012 n. 190 "Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione" prevede che ogni Amministrazione Pubblica predisponga un "Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza".

 

La Camera di Commercio di Lucca, nell'ambito delle iniziative e delle attività condotte in materia di trasparenza e degli interventi per la prevenzione della corruzione, avvia una consultazione pubblica in ordine ai contenuti del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2018-2020.In particolare, la consultazione è rivolta a tutte le organizzazioni imprenditoriali e sindacali, alle associazioni di consumatori o utenti e ai liberi professionisti, nonché a tutti i soggetti, pubblici e privati, che sono interessati alle attività svolte dalla Camera di Commercio. 

Siena: "I rapporti commerciali con l’estero sono in buona salute"

" "E' in uscita il report trimestrale luglio/settembre 2017 dell'Osservatorio Economico Provinciale della Camera di Commercio Siena dove si illustra lo stato di salute dell'economia locale e dove le Associazioni di Categoria hanno l'occasione di rendere note le loro percezioni per il primo trimestre 2018, partecipando alla sentiment analysis.

 

La vivacità dell'economia provinciale è testimoniata dai rapporti commerciali con l'estero: le esportazioni crescono su base annua del 23,8%, le importazioni del 47,5% e il saldo della bilancia commerciale del 14,6%. Parliamo di 442 milioni di euro di merci vendute fuori dai confini nazionali e di 147 milioni di euro di prodotti/materie prime arrivate nel nostro territorio. Sono i prodotti del comparto agroalimentare, della chimica farmaceutica e i camper ad incidere in misura maggiore sul nostro export: pesano, infatti, rispettivamente 106 milioni di euro, 140 milioni di euro e 72 milioni di euro; con incrementi percentuali del 27,3%,  del 34%  e del 19,5% su base annua. Da segnalare che il comparto del vino incide per 74 milioni di euro con un incremento percentuale dell'1,2%, nonostante l'annata 2017 abbia registrato la produzione in calo anche del 40% in alcuni territori della provincia. 

“Click day” MIPAAF: presentata la domanda di finanziamento del Distretto rurale della Toscana sud Per il

" "Lunedì 29 gennaio 2018, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha dato il via al cosiddetto "click day", ovvero l'apertura delle candidature per i finanziamenti del IV bando destinato ai contratti di filiera e di distretto, che saranno valutate secondo l'ordine cronologico di ricevimento della PEC al server del Ministero.

 

Si tratta di un progetto che prevede investimenti da parte di 17 imprese per un ammontare complessivo di investimenti attivati pari ad oltre 35 milioni di euro, che sarebbero coperti in parte dai finanziamenti ministeriali.

 

Con questo momento estremamente delicato si conclude con successo la fase preparatoria gestita dalla Camera di commercio della Maremma e del Tirreno, con l'assistenza tecnica di PIN - società di servizi didattici e scientifici dell'Università di Firenze e in coordinamento con la Regione Toscana, che ha visto il coinvolgimento di enti, istituti di ricerca e aziende in un intenso percorso scandito da tappe determinanti e ravvicinate.

 

 

L'economia circolare trasforma i costi in ricavi

Cosa hanno in comune il Centro Lombricoltura Toscano, il Consorzio Aquarno, Revet, Unicoop Tirreno e Waste Recycling? Stanno sfruttando le opportunità dell'economia circolare per trasformare i costi in ricavi. Se è opinione diffusa che intraprendere percorsi di utilizzo efficiente delle risorse sia necessario per la conservazione del capitale naturale e la mitigazione degli effetti del cambiamento climatico, non tutti sanno che le imprese possano trarre benefici da questa pratica.

 

" "La bella notizia è stata data durante il workshop "Dall'economia circolare le opportunità di business per le imprese" che ha avuto luogo questa mattina presso l'Auditorium A. Pacinotti del MACC - Meeting Art & Craft Center: il centro congressi e esposizioni della Camera di Commercio di Pisa. Nell'occasione gli esperti di Ergo, spin off della Scuola S. Anna di Pisa, e le testimonianze di alcuni imprenditori, hanno mostrato come i vantaggi siano invece tangibili anche a livello aziendale.

 

Dopo i saluti del Presidente della Camera di Commercio di Pisa, Valter Tamburini, e l'introduzione sul significato di economia circolare curata dal professor Fabio Iraldo della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, cinque imprese hanno presentato le reali applicazioni aziendali. Massimo Sacchetti, di Unicoop Tirreno ha illustrato il contributo concreto della grande distribuzione al recupero degli scarti nel commercio, mentre Marco Calcaprina, del Centro Lombricoltura Toscano (CLT), ha mostrato come attraverso la tecnica della lombricoltura, utilizzando come materia prima in ingresso rifiuti di natura organica provenienti da aziende, sia possibile realizzare e vendere humus di lombrico. Interessante, per la rilevanza del settore conciario in provincia di Pisa, la testimonianza di Nicola Andreanini del Consorzio Aquarno, che con il suo impianto si occupa del recupero del cromo per la filiera conciaria. Di rilievo anche l'esperienza di raccolta e riciclo della frazione di plastiche eterogenee (plasmix) presentata da Alessandro Canovai di Revet: frazione che finora veniva avviata all'incenerimento, ma che invece, selezionata e processata, viene destinata alla produzione di componenti automotive. Ultima, ma non per questo meno importante, l'attività di recupero degli scarti ai fini artistici presentata da Cristina Sagliocco, Responsabile Comunicazione Waste Recycling - Gruppo Hera. Un'azienda che, ormai venti anni fa, ha avviato un progetto artistico e di comunicazione fondato sul desiderio di ridare vita, grazie al linguaggio dell'arte, ai materiali che ogni giorno diventano scarto: SCART®. 

Formazione
Eventi
Alternanza Scuola - Lavoro

  " "



 " "

Anno scolastico 2016/2017

Pesce Dimenticato

Supporting Women Entrepreneurs

Imprenditoria Femminile