Home
Indirizzo
Via Lorenzo il Magnifico, 24
50129 Firenze
Telefono 055-46881
Fax 055-4688.298
PEC:
Accesso Servizi
UTC - Immobiliare & Servizi

Seguici su:

  

Il Quotidiano della P.A.

Iscrizione Newsletter
Universitas Mercatorum

ToscanAEconomia

" "

Collegamenti
Notizie dalle Camere
Firenze - La Camera di Commercio approda su Telegram

Livorno - “Scuola e Legalità a confronto”

PromoFirenze - Focus sul turismo enogastronomico e rurale

Livorno - PASSAGE 2016-2020 “Public AuthoritieS Supporting low-cArbon Growth in European maritime border regions”

PromoFirenze - Passa di mano il Laboratorio chimico merceologico

Lucca - Usura e sovraindebitamento: diffusione delle procedure di composizione delle crisi

Grosseto - Emergenza maltempo

Siena - Contributi per le "imprese femminili"

Pisa - Da noi il primo Innovation Day

Prato - Marchio Cardato, ci sono le prime due aziende certificate

Arezzo - “Patent Box”: uno strumento a sostegno della proprietà industriale

Pistoia - “Mafie in pentola. Libera Terra, il sapore di una sfida” Progetto di teatro, legalità e cultura gastronomica

Livorno - La crisi del Mediterraneo: conversando con … Franco Cardini

Prossimamente il Consiglio dei Ministri varerà il decreto legislativo di riordino del Sistema delle Camere di Commercio

Secondo le indiscrezioni, il Governo intenderebbe spogliare il Sistema delle  Camere Commercio di buona parte delle loro funzioni: 

  • addio a contributi e finanziamenti alle imprese
  • niente più sostegno all'internazionalizzazione
  • niente più sostegni ai confidi
  • addio ai servizi di conciliazione e mediazione
  • niente più camere arbitrali
  • niente più servizio di marchi e brevetti
  • niente più corsi di formazione
  • fine degli studi sull'economia del territorio
  • niente più Alternanza Scuola-Lavoro
  • niente più iniziative gratuite sullo StartUp d'Impresa

I lavoratori delle Camere di Commercio toscane e di Unioncamere Toscana, manifestano la propria indignazione per l'assurdo spreco di competenze e capacità operative cui la riforma condurrebbe ed esprimono preoccupazione per il proprio destino lavorativo  anche in virtù dei previsti tagli del personale dei circa 3.000 esuberi a livello nazionale

In tutta Italia è stato pertanto indetto lo stato di agitazione del personale delle Camere di Commercio
 
  
Notizie dall'Unione
ATTIVITÀ ISTITUZIONALE
Andrea Sereni nominato Vice Presidente di Unioncamere italiana

Andrea SereniIl Presidente di Unioncamere Toscana Andrea Sereni è stato eletto Vice Presidente di Unioncamere nazionale dall'assemblea dei Presidenti delle Camere di Commercio italiane tenutasi ieri mattina a Roma.

 

L'elezione di Andrea Sereni, già Presidente della Camera di Commercio di Arezzo costituisce un importante riconoscimento personale per il lavoro svolto e, con la conferma nello stesso ruolo di Leonardo Bassilichi, Presidente della Camera di Commercio di Firenze, apre nuove prospettive all'intero sistema economico toscano in ambito Unioncamere.

 

"Ringrazio i colleghi Presidenti per la fiducia accordatami - ha commentato Andrea Sereni - Mi attende un compito complesso ma al tempo stesso stimolante, in un momento di grande trasformazione e di innovazione per il sistema economico e più in generale per il nostro paese. Il mio impegno sarà prioritariamente indirizzato, coerentemente con quanto già fatto in questi ultimi mesi, a migliorare il percorso di riforma che sta interessando l'intero sistema delle camere di commercio italiane. La mia nomina - ha proseguito Sereni - è anche un riconoscimento all'impegno e al dinamismo della Toscana, che nella nuova governance, vede valorizzare l'attività svolta a sostegno delle imprese e del territorio. Un' attività che le Camere di Commercio toscane, assieme ad Unioncamere regionale, hanno nel corso di questi anni realizzato avendo come unico obiettivo la crescita economica e sociale dei territori della nostra regione"".

  

Il Credito in Toscana nel I Trimestre 2016

 

Andrea Sereni

Commentando i data sul Credito in Toscana relativi al secondo trimestre dell'anno, il Presidente Andrea Sereni ha detto:

 

"Il mercato del credito invia nel complesso segnali positivi con una crescita dei prestiti erogati, una diminuzione dei tassi di interesse, una relativa stabilità degli indicatori relativi alla qualità del credito. Occorre tuttavia andare oltre la superficie per capire come tale miglioramento sia tutt'altro che generalizzato, con le piccole imprese che vedono una diminuzione degli affidamenti ricevuti, ed il settore delle costruzioni che appare ancora in forte sofferenza nonostante gli stimoli introdotti con l'ultima Legge di Stabilità. Se, da un lato, anche i dati del credito confermano dunque come la ripresa sia in corso, dall'altro ne evidenziano parimenti la debolezza ed i rischi di ricaduta, sottolineandone soprattutto una diffusione ancora relativamente limitata all'interno del sistema economico-produttivo. Per consolidarla occorre rilanciare gli investimenti e, in senso più ampio, sostenere la domanda aggregata, agevolando al contempo la crescita delle imprese 'virtuose', quelle cioè in grado di rafforzare la propria posizione competitiva e delle quali il Sistema camerale è l'espressione sui territori, come espressione dell'economia reale, non dell'economia della finanza."

ATTIVITÀ STUDI & RICERCHE
continua il lento recupero del mercato del credito in Toscana

Fra le piccole imprese, comunque, una dinamica negativa più contenuta interessa le aziende artigiane (-1,0%), confermando inoltre un'attenuazione delle flessioni osservate fra il 2012 e il 2014 (con una punta del -5% nel II trimestre 2013). 

La situazione economica toscana nel 2015

" "

E' stato presentato il 6 giugno scorso il Rapporto annuale sull'Economia toscana realizzato da Unioncamere Toscana e Irpet, nel quale si pone in evidenza che nel 2015 l'economia regionale è tornata a crescere (PIL +1,1%). Alla buona e persistente dinamica positiva della domanda estera, malgrado il rallentamento dell'economia mondiale, si è affiancato anche il recupero della domanda interna. I consumi interni sono infatti cresciuti non soltanto per la componente legata al turismo, ma anche per quella dei residenti; segni di ripresa anche degli investimenti, malgrado il clima di incertezza che domina le aspettative delle imprese ne abbia frenato la crescita, interrompendo tuttavia la lunga fase di discesa osservata dal 2008; continua invece la flessione della spesa della Pubblica Amministrazione, in modo particolare quella di Regioni ed Enti locali. Le importazioni, a differenza che in Italia, sono infine cresciute meno delle esportazioni, contribuendo al miglioramento della bilancia commerciale della regione (già ampiamente positiva).

 

A livello settoriale si tratta pertanto di una ripresa generalizzata che si estende dall'agricoltura, che vede una significativa ripresa della produzione, all'industria manifatturiera (la cui produzione è cresciuta nella seconda parte del 2015, toccando nel corso dell'ultimo trimestre un incremento prossimo al 3%) ed al terziario privato, sia per la crescita della domanda da parte di imprese e famiglie, sia per la significativa crescita del turismo, che segna un +3% delle presenze (che si attestano poco al di sotto dei 45 milioni). Ancora in ritardo invece l'edilizia, sebbene la caduta si sia largamente attenuata ed alcuni indicatori lascino presagire un'inversione del ciclo nel 2016 possa segnare. Sotto il profilo della demografia d'impresa, si attenuano inoltre i processi di mortalità imprenditoriale e le situazioni di crisi aziendale, mentre aumentano le nuove imprese.

 

Il rapporto contiene inoltre approfondimenti sui nuovi mercati esteri serviti dalle imprese manifatturiere della regione e sul grado di diffusione dei contratti di rete in Toscana.

  

Starnet - Il portale dei dati statistici del Sistema camerale italiano

Questi sono gli ultimi documenti pubblicati sul sito Starnet Toscana


A cura di Unioncamre Toscana: - Consuntivo anno 2015 - Previsioni 2016-2018 Slide di presentazione a cura di IRPET

Comunicato Stampa & SlideReport
Formazione